FilmUP.com > Forum > Attualità - grosso sacrificio
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > grosso sacrificio   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 )
Autore grosso sacrificio
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 03-09-2005 14:54  
quote:
In data 2005-09-03 14:24, Futurist scrive:
quote:
In data 2005-09-02 19:54, xander77 scrive:
Tu non sei meno ridicolo, coi tuoi sofismi da una parte, e la tua perentorietà dall'altra.
Non capisco se è malafede o mostruosa ingenuità la tua.
Comunque seguendo il tuo ragionamento, riconoscersi nelle tesi di Marx che cosa comporta di tanto devastante: fa parte della cultura del partito e anch'esso va compreso e non rinnegato.

Miltanti di An (tipo Buontempo) che di fronte al mauseoleo di Predappio urlano a braccio teso "Saluti al duce" ti bastano per definirli fascisti?





Se qui c'è qualcuno che vive in una realtà fatta di stereotipi quello sei te. La tua insistenza nel sottolinerae un gesto (un saluto romano) che comunque fa parte della vita privata, dato che i programmi di AN sono tutto fuorchè fascisti, lo dimostra.

Il male nelle tesi di Marx risiede nel fatto che potevano avere un senso (se mai lo hanno avuto) nelle contingense storiche del periodo in cui sono state elaborate ( XIX sec.). Le cose oggi si sono così evolute che quando sento Bertinotti parlare di "proletari" (coloro che possiedono solo la prole) o di "resistenza" (riferita all'iraq) mi viene da pensare che sia affetto da una grave forma di perversione nostalgica.
Attuare un metodo di "lotta di classe" nella società di oggi è semplicemente anacronistico, una follia, che si perpetua solo sugli ignoranti.
I Democratici di Sinistra ad esempio sono un'altra cosa. Anche se prima i membri di tal partito erano comunisti, si sono evoluti. Non mi frega nulla se Fassino nella sua biblioteca ha i libri di Lenin finchè li tiene fuori dalla sua politica.
Per AN vale lo stesso.



Credo che si possa parlare sia di proletari che di resistenza: esistono ancora entrambi oggi giorno nel mondo, per quanto si possa far finta di non vedere o possano dar fastidio.

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
josebono

Reg.: 14 Gen 2005
Messaggi: 1606
Da: partinico (PA)
Inviato: 03-09-2005 14:56  
quote:
In data 2005-09-03 14:54, xander77 scrive:
quote:
In data 2005-09-03 14:24, Futurist scrive:
quote:
In data 2005-09-02 19:54, xander77 scrive:
Tu non sei meno ridicolo, coi tuoi sofismi da una parte, e la tua perentorietà dall'altra.
Non capisco se è malafede o mostruosa ingenuità la tua.
Comunque seguendo il tuo ragionamento, riconoscersi nelle tesi di Marx che cosa comporta di tanto devastante: fa parte della cultura del partito e anch'esso va compreso e non rinnegato.

Miltanti di An (tipo Buontempo) che di fronte al mauseoleo di Predappio urlano a braccio teso "Saluti al duce" ti bastano per definirli fascisti?





Se qui c'è qualcuno che vive in una realtà fatta di stereotipi quello sei te. La tua insistenza nel sottolinerae un gesto (un saluto romano) che comunque fa parte della vita privata, dato che i programmi di AN sono tutto fuorchè fascisti, lo dimostra.

Il male nelle tesi di Marx risiede nel fatto che potevano avere un senso (se mai lo hanno avuto) nelle contingense storiche del periodo in cui sono state elaborate ( XIX sec.). Le cose oggi si sono così evolute che quando sento Bertinotti parlare di "proletari" (coloro che possiedono solo la prole) o di "resistenza" (riferita all'iraq) mi viene da pensare che sia affetto da una grave forma di perversione nostalgica.
Attuare un metodo di "lotta di classe" nella società di oggi è semplicemente anacronistico, una follia, che si perpetua solo sugli ignoranti.
I Democratici di Sinistra ad esempio sono un'altra cosa. Anche se prima i membri di tal partito erano comunisti, si sono evoluti. Non mi frega nulla se Fassino nella sua biblioteca ha i libri di Lenin finchè li tiene fuori dalla sua politica.
Per AN vale lo stesso.



Credo che si possa parlare sia di proletari che di resistenza: esistono ancora entrambi oggi giorno nel mondo, per quanto si possa far finta di non vedere o possano dar fastidio.



e si.

  Visualizza il profilo di josebono  Invia un messaggio privato a josebono  Email josebono    Rispondi riportando il messaggio originario
pietro2004


Reg.: 28 Mag 2004
Messaggi: 1909
Da: Roma (RM)
Inviato: 05-09-2005 00:58  
se l'UDC continua a muoversi come si sta muovendo farà il sacrificio, nel senso che sarà la vittima sacrificale..

  Visualizza il profilo di pietro2004  Invia un messaggio privato a pietro2004    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 )
  
0.114858 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: