FilmUP.com > Forum > Attualità - Art. 21 Cost.
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Art. 21 Cost.   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
Autore Art. 21 Cost.
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 15-09-2005 19:17  
Per quanto riguarda Tenenbaum riporto i misfatti che lui cita a suo favore.

Lascio il link per la questione del Corriere della Sera e di come qualsiasi persona di normale intelligenza sufficientemente informata possa demolire un pezzo di bassissimo giornalismo di un direttore della principale testata giornalistica italiana.
Ribadisco, lo può fare chiunque.
http://forumfilmup.leonardo.it/forum/viewtopic.php?mode=viewtopic&topic=39904&forum=21&start=0


E questo è il caso del Muro di Sharon per cui prenderà il premio nobel e la sentenza della Corte dell'Aja e la discussione che ne è seguita.
http://forumfilmup.leonardo.it/forum/viewtopic.php?topic=34365&forum=21%3C/B%3E%3C!--

Ognuno puù giudicare da sè .
Non ho altro da aggiungere.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 17-09-2005 09:58  
quote:
In data 2005-09-14 23:47, klaus85 scrive:
I nomi e le trasmissioni censurate le conosciamo già, molto probabilmente la prossima censura ricadrà su "Viva Zapatero" della Guzzanti.. e come mai non si è fatto niente? L'opinione pubblica ne è al corrente ma tace, i pochi opinionisti non governativi sono stati zittiti... Secondo voi, come siamo arrivati a tutto ciò? Siamo davverò più interessati alla pubblicità che alla nostra libertà?




scusa Klaus, ma secondo me parlare di censura non è corretto nel caso per esempio la Rai non volesse mettere in onda Viva Zapatero. Sarebbe invece Censura se alla Lucky Red fosse impedito di distribuire il film nelle sale o stampare i DVD ecc. Ovvero il diritto di espressione non può tradursi in un ricatto verso l'editore. Se io vado dal direttore dell'Unità con un pezzo su "D'Alema è uno scorreggione" ovviamente non me lo pubblicherà, ma io non posso certo fare la vittima. Posso invece andare in un altro giornale, distribuire volantini, comperare manifesti e pubblicità e pubblicare la mia ridicola tesi. Se lo stato interviene contro di me allora potremmo parlare di censura. Ribatterai magari che la RAI è di proprietà pubblica, tuttavia non posso cmq andare a Viale Mazzini con un filmato fatto di Prodi che scoreggia e pretendere che me lo mandino in onda e in prima serata (perchè se me lo mandano alle tre di notte e senza pubblicità potrei cmq gridare all'oscuramento) no? Il mio è ovviamente un caso estremo, ma perchè la Guzzanti dovrebbe pretendere di mandare in onda sulla Rai qualsiasi sua trasmissione e io no? I suoi contenuti sono più interessanti e sensati dei miei? E questo chi lo stabilirebbe?? Una apposita commissione? Di censura?
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
klaus85

Reg.: 25 Lug 2004
Messaggi: 450
Da: marigliano (NA)
Inviato: 17-09-2005 14:06  
Sì però tu non conti che la trasmissione era stata ideata e approvata,ma dopo la prima puntata sarà arrivata qualche telefonata che chiedeva di non trasmettere più Raiot. In Italia non penso ci siano le trasmissioni pilota, che vanno male e non le trasmettono più, fanno vedere tante cazzate come la vita in diretta e invece un programma di satira non lo trasmettono perché offende uno che sta in alto? Penso ke bisogni lasciar decidere al pubblico cosa vuole vedere, e a me pare ke Raiot ebbe un buon ascolto. é vero non è censura vera e propria, è censura mascherata, e chi non la ritiene tale penso che abbia subito l'effetto del "mascheramento", come è successo con molte cose in questi ultimi anni.
_________________
con te non ho finito, neanche per il cazzo! ho una cura medioevale per il tuo culo!

Marcellus Wallace in Pulp Fiction

  Visualizza il profilo di klaus85  Invia un messaggio privato a klaus85     Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 17-09-2005 14:33  
quote:
In data 2005-09-17 14:06, klaus85 scrive:
Sì però tu non conti che la trasmissione era stata ideata e approvata,ma dopo la prima puntata sarà arrivata qualche telefonata che chiedeva di non trasmettere più Raiot. In Italia non penso ci siano le trasmissioni pilota, che vanno male e non le trasmettono più, fanno vedere tante cazzate come la vita in diretta e invece un programma di satira non lo trasmettono perché offende uno che sta in alto? Penso ke bisogni lasciar decidere al pubblico cosa vuole vedere, e a me pare ke Raiot ebbe un buon ascolto. é vero non è censura vera e propria, è censura mascherata, e chi non la ritiene tale penso che abbia subito l'effetto del "mascheramento", come è successo con molte cose in questi ultimi anni.




mi pare che in quella puntata sia riuscita pure ad offendere la comunità ebraica.. ma, ripeto, non può esistere un obbligo per l'editore di trasmettere o pubblicare qualsiasi cosa un suo dipendente proponga. La guzzanti è poi andata in giro per i teatri e nessuno glielo ha impedito, va alla mostra del cinema di Venezia a fare la perseguitata ecc. ecc.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 17-09-2005 14:47  
quote:
In data 2005-09-17 14:33, ipergiorg scrive:
quote:
In data 2005-09-17 14:06, klaus85 scrive:
Sì però tu non conti che la trasmissione era stata ideata e approvata,ma dopo la prima puntata sarà arrivata qualche telefonata che chiedeva di non trasmettere più Raiot. In Italia non penso ci siano le trasmissioni pilota, che vanno male e non le trasmettono più, fanno vedere tante cazzate come la vita in diretta e invece un programma di satira non lo trasmettono perché offende uno che sta in alto? Penso ke bisogni lasciar decidere al pubblico cosa vuole vedere, e a me pare ke Raiot ebbe un buon ascolto. é vero non è censura vera e propria, è censura mascherata, e chi non la ritiene tale penso che abbia subito l'effetto del "mascheramento", come è successo con molte cose in questi ultimi anni.




mi pare che in quella puntata sia riuscita pure ad offendere la comunità ebraica..



ti pare male...
Ritorna al prossimo appello.

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 17-09-2005 15:04  
ANSA:
TV: RAIOT; E' RAZZISTA E DIFFAMATORIO, SI SPEGNE?
QUALCHE DIFESA DA DS, VERDI E PRC
La prima puntata di Raiot ha portato a casa l'accusa di razzismo dalla comunita' ebraica, un'azione legale per diffamazione da parte di Mediaset contro la Rai ed i responsabili del programma e, fanno sapere dei piani alti di viale Mazzini, le proteste indignate di telespettatori ed inserzionisti. Saranno sufficienti gli ottimi ascolti e qualche voce in difesa dai banchi dell'opposizione, a salvare i ribelli? Il responso e' rinviato a mercoledi'.

trovato qui

dunque ricordavo bene.


_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
  
0.116387 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: