FilmUP.com > Forum > Attualità - chi è un serial killer?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > chi è un serial killer?   
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
Autore chi è un serial killer?
Hellboy

Reg.: 22 Ago 2003
Messaggi: 4287
Da: Rio Bo (es)
Inviato: 08-10-2005 13:24  
l'Italia è al 2° posto al mondo come serial killer, dopo gli USA.

notizia sconcertante che fa meditare.

come mai e perche'?

ma prima di tutto cosa si intende per serial killer?

viene affermato che si considerano serial killer coloro che compiono almeno tre delitti nelle "stesse condizioni". stop.

domanda : e che vuol dire - di grazia - nelle "stesse condizioni"?

non si dice di piu'.

ora se uno uccide tre volte sgozzando è un serial killer e se invece un'altro uccide prima sparando, poi strozzando e poi avvelenando non è serial killer?

quali sono i criteri per poter definire un assassino un serial killer ?

possono essere tanti : l'identita' delle vittime, solitamente appartenenti tutte ad una certa tipologia (donne giovani, prostitute, portatori di handicap, ecc.); o , appunto, il tipo di arma usato , oppure seguire determinate scadenze .

il serial killer è pero' anche uno psicopatico.
quando non compie le sue efferratezze è una personna "normale" come tante altre.
insospettabile, nella maggioranza dei casi.

un violento per natura che si scazzotta in luoghi pubblici o altro non potra' mai essere un serial killer perche':
- si mette troppo in evidenza, mentre il s.k. agisce sempre nell'ombra;
- esterna la sua rabbia in modo fisico, mentre il s.k. tiene tutto dentro per poi far uscire il suo lato peggiore quando ha deciso lui.

tutto questo tanto per dare un'infarinatura al tutto.

ma se dopo aver affermato la necessita' di "stesse condizioni" un s.k. intervistato a domanda risponde :"Non lo so che mi succedeva. Alla mattina uscivo di casa e sentivo un bisogno irrefrenabile di uccidre!".E questo bisogno se lo toglieva, eccome,senza stare li' a controllare se l'omicidio di oggi era assimilabile per i criminologi a quello di ieri.
Quindi: costui non è un serial killer, ma semplicemente un pluriomicida secondo la tesi di cui sopra.

Sta in piedi una differenziazione di questo tipo?
....insomma...ho veramente grossi dubbi.

resta il mistero del perche' in Italia piu' che in altri paesi?

che ne pensate?









_________________
In Italia per 30 anni sotto i Borgia vi furono guerre terrore omicidi carneficine ma vennero fuori Leonardo, Michelangelo e il Rinascimento.In Svizzera in 500 anni di pace cosa ti è venuto fuori? L'orologio a cucu'.(O.Welles - il terzo uomo).

[ Questo messaggio è stato modificato da: Hellboy il 08-10-2005 alle 13:27 ]

  Visualizza il profilo di Hellboy  Invia un messaggio privato a Hellboy    Rispondi riportando il messaggio originario
Hellboy

Reg.: 22 Ago 2003
Messaggi: 4287
Da: Rio Bo (es)
Inviato: 08-10-2005 20:25  
silenzio di tomba.
tutti in week end.
o non sapete cosa rispondere.
o non ve ne frega nulla.

bhe questa puo' essere una prova che l'italiano è piu' criminale degli altri, per cui meglio non sputtanarsi.
e io ho parlato per primo solo perche' ho fatto l'uovo!
ora vado a lavare i guanti...sono pieni di sangue...
_________________

  Visualizza il profilo di Hellboy  Invia un messaggio privato a Hellboy    Rispondi riportando il messaggio originario
pkdick

Reg.: 11 Set 2002
Messaggi: 20557
Da: Mercogliano (AV)
Inviato: 09-10-2005 12:27  
quote:
In data 2005-10-08 20:25, Hellboy scrive:
o non sapete cosa rispondere.


ecco.
io, per lo meno.

  Visualizza il profilo di pkdick  Invia un messaggio privato a pkdick    Rispondi riportando il messaggio originario
roccomedia

Reg.: 15 Lug 2005
Messaggi: 3829
Da: Bergamo (BG)
Inviato: 09-10-2005 13:26  
Non è detto che un serial-killer sia uno che non si mette in mostra....
Jeffrey Dahmer era uno che abitualmente era denunciato per atti osceni in luogo pubblico ben prima che la sua furia omicida si scatenasse...John Wayne Gacy conservava effetti personali delle sue vittime in bella mostra nella sua casa..... spesso è la negligenza delle forze dell'ordine che non fa rendere conto che certi personaggi andrebbero sorvegliati, più che il loro passare inosservati (Bundy dava persino il suo vero nome alle ragazze che adescava....)

  Visualizza il profilo di roccomedia  Invia un messaggio privato a roccomedia    Rispondi riportando il messaggio originario
VictimDown

Reg.: 15 Gen 2005
Messaggi: 3183
Da: Sant'Antonino (TO)
Inviato: 09-10-2005 14:13  
Qualche nozione in più
_________________
NO TAV

  Visualizza il profilo di VictimDown  Invia un messaggio privato a VictimDown    Rispondi riportando il messaggio originario
sgamp2003


Reg.: 21 Ago 2004
Messaggi: 11260
Da: Roma (RM)
Inviato: 09-10-2005 19:48  
quote:
In data 2005-10-09 12:27, pkdick scrive:
quote:
In data 2005-10-08 20:25, Hellboy scrive:
o non sapete cosa rispondere.


ecco.
io, per lo meno.


_________________
tesserò i tuoi capelli come trame di un canto,
conosco le leggi del mondo e te ne farò dono...

  Visualizza il profilo di sgamp2003  Invia un messaggio privato a sgamp2003    Rispondi riportando il messaggio originario
Hellboy

Reg.: 22 Ago 2003
Messaggi: 4287
Da: Rio Bo (es)
Inviato: 09-10-2005 20:50  
quote:
In data 2005-10-09 14:13, VictimDown scrive:
Qualche nozione in più





non mi piacciono i copia e incolla.
solitamente non li leggo, ma questa volta ho fatto un'eccezione.
solo per il primo punto.
avrei preferito una tua risposta, qualunque fosse.
dunque , secondo l'autore, sarebbe la stretta connessione tra sesso e morte l'elemento identificativo del serial killer.

meno male che poi aggiunge che il fenomeno è assai piu' complesso.

il termine morte è superfluo ...non c'e' serial killer senza morti ammazzati.

quindi resta l'altro termine : il sesso.

questo elemento sarebbe cio' che distingue il s.k. dagli altri omicidi...


il serial killer impotente o che vuole liberarsi dalla presenza nefasta di una madre possessiva scopandosela per il tramite delle sue vittime.

il serial killer essendo uno psicopatico per traumi dovuti all'infanzia puo' senza dubbio avere anche motivi sessuali per uccidere.

ma allora prendiamo un caso italiano.
una certa Leonarda Cianciulli, la saponificatrice di Correggio (RE).
questa arzilla vecchietta invitava altre coetanee a prendere un te' a casa sua.
poi le uccideva,le tagliava a pezzi,metteva i resti in un pentolone e le "saponoficava".

qui l'elemento sessuale è assente.

si tratta di una donna è vero, ma allora i criteri devono valere per tutti , non solo per i maschietti.

il serial killer, in molti casi, conduce una vita normale, magari è pure sposato e ha pure dei figli.
vita sessuale ok, quindi.

il fatto è che qualche problema nel definire con precisione tale termine deve certamente esistere se oggi non esiste su nessun vocabolario della lingua italiana.

certamente il sesso non basta da solo a identificare l'assassino seriale.

ed è proprio il pressapochismo del criterio adottato che secondo me ha dato questi risultati, con l'Italia che , pur se con solo un centinaio di s.k. rispetto al migliaio degli americani, si trova alla piazza d'onore.

non credo che in Francia, Germania o altri paesi ce ne siano meno.

e Unabomber....uno che piazza le sue bombe senza neppure sapere chi ne restera' colpito?
e il duo di Ludwig ?
dove sta' il sesso.

c'e' ancora troppa confusione tra gli esperti.
ma allora forse è anche meglio evitare di stilare questo tipo di graduatorie, non sufficientemente motivate, superficiali e direi errate nel merito e chiarirsi meglio le idee prima di farle.















_________________
In Italia per 30 anni sotto i Borgia vi furono guerre terrore omicidi carneficine ma vennero fuori Leonardo, Michelangelo e il Rinascimento.In Svizzera in 500 anni di pace cosa ti è venuto fuori? L'orologio a cucu'.(O.Welles - il terzo uomo).

[ Questo messaggio è stato modificato da: Hellboy il 09-10-2005 alle 20:52 ]

  Visualizza il profilo di Hellboy  Invia un messaggio privato a Hellboy    Rispondi riportando il messaggio originario
Hellboy

Reg.: 22 Ago 2003
Messaggi: 4287
Da: Rio Bo (es)
Inviato: 09-10-2005 20:55  
il mio interessamento all'argomento deriva dal fascino malvagio che sempre mi ha colpito nel primo vero serial killer degli ultimi 2 secoli : Jack lo squartatore.

ma non credeteci. i motivi sono altri...
_________________

  Visualizza il profilo di Hellboy  Invia un messaggio privato a Hellboy    Rispondi riportando il messaggio originario
martha72

Reg.: 08 Ago 2005
Messaggi: 6235
Da: san lorenzo isontino (GO)
Inviato: 09-10-2005 23:54  
Ma non è una sorta di delirio di onnipotenza che spinge un omicida seriale a perpetrare il delitto? e il voyeurismo nell'eseguirlo?

_________________

  Visualizza il profilo di martha72  Invia un messaggio privato a martha72    Rispondi riportando il messaggio originario
anthares

Reg.: 21 Set 2004
Messaggi: 14230
Da: Trento (TN)
Inviato: 10-10-2005 09:25  
sicuramente un serial killer è uno psicopatico.. quasi sempre uccide senza un reale motivo.. solo perchè prova gusto a farlo, o perchè sente le voci che glielo ordinano, o perchè è l'unico modo per raggiungere un orgasmo mentale, oltre che fisico.
naturalmente è un serial killer anche se uccide più persone con metodologie diverse, però spesso i metodi usati sono sempre quelli, a ripetizione.
se variano è quasi sempre perchè c'è stato l'imprevisto, una reazione, qualcosa che gli fa mutare il suo programma.

  Visualizza il profilo di anthares  Invia un messaggio privato a anthares    Rispondi riportando il messaggio originario
Jakkma

Reg.: 07 Mag 2003
Messaggi: 1168
Da: Busto Arsizio (VA)
Inviato: 10-10-2005 16:29  
)Il serial killer è chi uccide a ripetizione, spesso a scadenze regolari; il fatto che siamo secondi solo agli Usa per serial killer non mi fa esattamente far capriole dalla gioia...
_________________
La storia è maestra, ma nessuno impara quasi mai niente. -Marco Travaglio-
L'indipendenza è una bella cosa; purtroppo, non ci sono uomini liberi. -Peter Gomez-

  Visualizza il profilo di Jakkma  Invia un messaggio privato a Jakkma    Rispondi riportando il messaggio originario
EtaBeta

Reg.: 11 Nov 2003
Messaggi: 1493
Da: Roma (RM)
Inviato: 10-10-2005 17:28  
quote:
In data 2005-10-09 13:26, roccomedia scrive:
Jeffrey Dahmer era uno che abitualmente era denunciato per atti osceni in luogo pubblico ben prima che la sua furia omicida si scatenasse


Nel caso di Dahmer il comportamento della polizia fu addirittura criminale: un giorno due ragazze sue vicine di casa chiamarono la polizia perchè un ragazzo nudo al guinzaglio era saltato fuori dalla finestra del maniaco e in stato confusionale chiedeva aiuto. Una volta sul posto gli agenti si lasciarono convincere da Dahmer che il ragazzo, ormai svenuto per la droga iniettatagli, era il suo amante e che solitamente i due si dilettavano in giochini sadomaso. potete immaginare da soli che fine fece il ragazzo in questione una volta riportato in casa...
_________________
"ci sedemmo dalla parte del torto poichè tutti gli altri posti erano occupati" B.Brecht

"una giornata senza sorriso è una giornata persa" C.Chaplin

You better let somebody love you
before it's too late

  Visualizza il profilo di EtaBeta  Invia un messaggio privato a EtaBeta     Rispondi riportando il messaggio originario
EtaBeta

Reg.: 11 Nov 2003
Messaggi: 1493
Da: Roma (RM)
Inviato: 10-10-2005 17:29  
Per chi fosse interessato ad approfondire l'argomento consiglio l'ottimo "serial killer" di Massimo Picozzi e Carlo Lucarelli

_________________
"ci sedemmo dalla parte del torto poichè tutti gli altri posti erano occupati" B.Brecht

[ Questo messaggio è stato modificato da: EtaBeta il 10-10-2005 alle 17:30 ]

  Visualizza il profilo di EtaBeta  Invia un messaggio privato a EtaBeta     Rispondi riportando il messaggio originario
Hellboy

Reg.: 22 Ago 2003
Messaggi: 4287
Da: Rio Bo (es)
Inviato: 10-10-2005 20:31  
resta il fatto che compilare queste graduatorie senza aver stabilito prima chi e cosa sia un serial killer è inutile e dannoso.
visto che la graduatoria si riferisce ai casi relativi al 2004 è chiaro che sono stati compresi in essa solo quelli "scoperti" dalle forze dell'ordine.

quindi restano fuori tutti i delitti "ignoti".
in secondo luogo è certo che questi dati non possono essere reperiti nei paesi dittatoriali o terzomindisti ...ma \pensate che l'Angola o il Bangladesh tengano conto di tali differenziazioni...

per cui non ritenendo affidabile, perche' basata su presupposti errati, la classifica di che trattasi, contrnuo a dormire tranquillo tra due guanciali...felice di essere in Italia e non in altri paesi con meno serial killer (si fa' per dire!!) ma ben piu' grosse grane.

l'America, si sa, è prima in tutto!
giammai la supereremo.
molla il coltello... : domani è un altro giorno.
hai tutta la notte per pensarci.
e c'è pure la luna piena!


_________________

  Visualizza il profilo di Hellboy  Invia un messaggio privato a Hellboy    Rispondi riportando il messaggio originario
martha72

Reg.: 08 Ago 2005
Messaggi: 6235
Da: san lorenzo isontino (GO)
Inviato: 11-10-2005 10:23  
Stai leggendo il libro di Lupi?
_________________

  Visualizza il profilo di martha72  Invia un messaggio privato a martha72    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
  
0.134221 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: