FilmUP.com > Forum > Attualità - TURCHIA IN EUROPA: SIETE D'ACCORDO?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > TURCHIA IN EUROPA: SIETE D'ACCORDO?   
Autore TURCHIA IN EUROPA: SIETE D'ACCORDO?
Noodles132

Reg.: 24 Set 2005
Messaggi: 366
Da: Roma (RM)
Inviato: 10-10-2005 18:14  
Un accordo tra Turchia ed U.E. fa prospettare un eventuale entrata del paese islamico in Europa. Siete d'accordo?
_________________
"Il genio, che cos'è il genio? fantasia,intuizione, velocità d'esecuzione"

  Visualizza il profilo di Noodles132  Invia un messaggio privato a Noodles132    Rispondi riportando il messaggio originario
pantofole

Reg.: 27 Ago 2003
Messaggi: 4742
Da: milano (MI)
Inviato: 10-10-2005 18:27  
sono un bel po' di anni che la turchia bussa alla porta dell'europa.
per entrare deve comunque sottostare a determinate regole economiche, sociali e di diritto.
a quel punto non vedo proprio perchè non dovrebbe poter entrare, la scusa geografica sembra solo un pretesto per nascondere il vero motivo di diffidenza.
ma se a livello di singoli paesi non riusciamo a scrollarci di dosso la religione, vorrei sperare che si riesca a farlo almeno a livello europeo.

_________________
[ Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l'autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira. ]

  Visualizza il profilo di pantofole  Invia un messaggio privato a pantofole  Vai al sito web di pantofole    Rispondi riportando il messaggio originario
Noodles132

Reg.: 24 Set 2005
Messaggi: 366
Da: Roma (RM)
Inviato: 10-10-2005 18:37  
Non condivido assolutamente la tua idea perchè la Turchia entra in Europa con l'intenzione di non abbandonare le proprie tradizioni anti democratiche ( dittatura, supremazia maschile, ecc.) ma volendo condizionare noi che queste idee non le abbiamo mai avute grazie alla religione cattolica che tradizioni severe ma comunque accettabili ci ha imposto per secoli.
_________________
"Il genio, che cos'è il genio? fantasia,intuizione, velocità d'esecuzione"

  Visualizza il profilo di Noodles132  Invia un messaggio privato a Noodles132    Rispondi riportando il messaggio originario
sgamp2003


Reg.: 21 Ago 2004
Messaggi: 11260
Da: Roma (RM)
Inviato: 10-10-2005 19:22  
quote:
In data 2005-10-10 18:27, pantofole scrive:
sono un bel po' di anni che la turchia bussa alla porta dell'europa.
per entrare deve comunque sottostare a determinate regole economiche, sociali e di diritto.
a quel punto non vedo proprio perchè non dovrebbe poter entrare, la scusa geografica sembra solo un pretesto per nascondere il vero motivo di diffidenza.
ma se a livello di singoli paesi non riusciamo a scrollarci di dosso la religione, vorrei sperare che si riesca a farlo almeno a livello europeo.




_________________
tesserò i tuoi capelli come trame di un canto,
conosco le leggi del mondo e te ne farò dono...

  Visualizza il profilo di sgamp2003  Invia un messaggio privato a sgamp2003    Rispondi riportando il messaggio originario
xander77

Reg.: 12 Ott 2002
Messaggi: 2521
Da: re (RE)
Inviato: 10-10-2005 19:53  
quote:
In data 2005-10-10 18:37, Noodles132 scrive:
Non condivido assolutamente la tua idea perchè la Turchia entra in Europa con l'intenzione di non abbandonare le proprie tradizioni anti democratiche ( dittatura,



E da quando la Turchia è una dittatura?
La Turchia è uno stato laico, aconfessionale, a maggioranza musulmana, e da quasi ottantanni tra l'altro (quindi da molti più anni dell'Italia ad esempio), fa parte del consiglio d'europa da diversi anni e sul suo territorio sono disseminate varie basi Nato: per i destri di tutto il mondo con la fissa dell'Islam moderato e democratico dovrebbe essere il paese ideale, tanto più che l'ingresso in Europa è subordinato a tutta una serie di ulteriori "ammorbidimenti".
Se poi uno volesse rimarcare qualche magagna potrebbe tirare fuori magari la questione curda (che finchè li massacra Saddam sono delle povere vittime, mentre quando le stesse cose le propina l'alleato turco lo fa per combattere il terrorismo - caso Ocalan docet) invece che certe menate sulla "cultura" occidentale da Mamma-Li- Turchi.
Quale cultura poi? Il bigottismo ruino-pera-buttiglioniano? Se servisse a sverginarci da tutto ciò, benvenuti i turchi...

  Visualizza il profilo di xander77  Invia un messaggio privato a xander77    Rispondi riportando il messaggio originario
millio

Reg.: 06 Gen 2005
Messaggi: 2394
Da: cagliari (CA)
Inviato: 11-10-2005 10:39  
quote:
In data 2005-10-10 19:53, xander77 scrive:
La Turchia è uno stato laico, aconfessionale, a maggioranza musulmana, e da quasi ottantanni tra l'altro (quindi da molti più anni dell'Italia ad esempio), fa parte del consiglio d'europa da diversi anni e sul suo territorio sono disseminate varie basi Nato: per i destri di tutto il mondo con la fissa dell'Islam moderato e democratico dovrebbe essere il paese ideale, tanto più che l'ingresso in Europa è subordinato a tutta una serie di ulteriori "ammorbidimenti".
Se poi uno volesse rimarcare qualche magagna potrebbe tirare fuori magari la questione curda (che finchè li massacra Saddam sono delle povere vittime, mentre quando le stesse cose le propina l'alleato turco lo fa per combattere il terrorismo - caso Ocalan docet) invece che certe menate sulla "cultura" occidentale da Mamma-Li- Turchi.
Quale cultura poi? Il bigottismo ruino-pera-buttiglioniano? Se servisse a sverginarci da tutto ciò, benvenuti i turchi...


Concordo in tutto.
Siamo noi che stiamo iniziando ad avvicinarci un pò troppo all'integralismo religioso cattolico.
_________________
IOMA

  Visualizza il profilo di millio  Invia un messaggio privato a millio  Stato di ICQ    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.118771 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: