FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - Lord of war
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > Lord of war   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
Autore Lord of war
Didadario

Reg.: 14 Gen 2006
Messaggi: 445
Da: pomigliano d'arco (NA)
Inviato: 19-06-2006 18:37  
quote:
In data 2006-05-31 16:54, Ilaria83 scrive:
Un buon film.La prima parte,secondo me,è la meno riuscita e viene trattata in maniera eccessivamente superficiale e scanzonata;lo stesso Cage l'ho trovato a tratti poco credibile.La seconda si risolleva decisamente,assieme alla stesso Cage,che descrive piuttosto bene la parabola discendente(almeno dal punto di vista umano) del protagonista..molto bello il finale..


sono pienamente d'accordo con te ma magari costruendo un inizio + dettagliato,il film sarebbe risultato noioso,nn so,sono solo congetture.
ma una cosa è sicura il finale è davvero bello,crudo,ma bello.
meno male ke questo film nn lo ha diretto mann altrimenti sarebbe morto sicuramente yuri.
grande cage e grande storia.
come al solito gli usa vengono denunciati,coi loro problemi ed in questo caso il loro animo guerrafondaio.
difatti sarà prorpio questo a far scarcerare yuri.
cmq molto bello l'inizio in cui vengono elencate le migliori armi del secolo.
un ultimo aspetto:illuminanti i dato oggettivi dati in questo film come la questione morale nella quale viene enunciato il fatto ke le auto e le sigarette uccidono di + delle armi.
io già lo sapevo ma molti no ed è meglio ke lo sappiano.
il voto:7,5.
HALLO!

  Visualizza il profilo di Didadario  Invia un messaggio privato a Didadario  Email Didadario     Rispondi riportando il messaggio originario
cabal22

Reg.: 15 Mar 2006
Messaggi: 2812
Da: Livorno (LI)
Inviato: 20-06-2006 12:05  
I primi minuti sono fenomenali, con la "storia della pallottola" dalla catena di montaggio al petto del miliziano ucciso dal bambino-soldato. Poi il film piano piano si trasforma in un "diario mentale" di un Nicolas Cage bravo ma non eccezionale, con un fratello drogato (Jared Leto) bravo ma non eccelso e una moglie talmente scema da non accorgersi che i milioni di dollari che il marito fa in giro per il mondo sono il frutto di traffici molto poco leciti. Interessante e a suo modo istruttivo ma a parer mio noiosetto.

Voto: 6,5

[ Questo messaggio è stato modificato da: cabal22 il 20-06-2006 alle 12:07 ]

  Visualizza il profilo di cabal22  Invia un messaggio privato a cabal22  Vai al sito web di cabal22    Rispondi riportando il messaggio originario
cabal22

Reg.: 15 Mar 2006
Messaggi: 2812
Da: Livorno (LI)
Inviato: 20-06-2006 12:17  
Comunque è "Lord of War". Qualcuno lo sistemi, per favore.

  Visualizza il profilo di cabal22  Invia un messaggio privato a cabal22  Vai al sito web di cabal22    Rispondi riportando il messaggio originario
valy1967

Reg.: 09 Giu 2005
Messaggi: 1002
Da: Roma (RM)
Inviato: 22-06-2006 17:35  
Patinato e insulso.
_________________
" Piantata tra i cedri e le querce,sperduta tra il nulla e l'addio"

  Visualizza il profilo di valy1967  Invia un messaggio privato a valy1967  Email valy1967    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 02-08-2006 22:51  
quote:
In data 2006-06-22 17:35, valy1967 scrive:
Patinato e insulso.


Io invece trovo che sia un film importante e necessario,specie di questi tempi,come molti film impegnati , forse soffre di un eccesso di didascalismo, ma riesce quasi sempre a evitare la retorica grazie alla scelta di raccontare la storia dal punto di vista dell'eroe negativo.Cage è più bravo del solito.
Forse Niccol è più bravo come sceneggiatore che come regista, comunque la sequenza iniziale del proiettile è strepitosa!

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
Kermunos

Reg.: 19 Nov 2004
Messaggi: 2306
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 08-08-2006 01:22  
Appena visto. Bello, bello, bello. Ma sopratutto, non stupido.
Giusto per fare una battutaccia, ricorda un po film tipo "glitter" o "save the last dance"; giovane ragazzo povero ha un sogno nella vita, e dopo mille avversità ed ostacoli, sfonda e lo raggiunge.
In realtà è un gran bel film, peccato l'abbia visto solo adesso. Fotografare così una delle più grandi e tragiche realta del mondo, è un intuizione davvero geniale. Par mio di miscredente e peccatore, ma è uno dei più bei film degli ultimi anni.
_________________
"Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido, per mantenere la mente diciamo... flessibile"

"Questo non é il Vietnam. E' FilmUp, ci sono delle regole"

  Visualizza il profilo di Kermunos  Invia un messaggio privato a Kermunos  Email Kermunos     Rispondi riportando il messaggio originario
lumbreras

Reg.: 26 Feb 2006
Messaggi: 1400
Inviato: 01-09-2006 13:23  
Davvero bellissimo questo film...a me personalmente ha fatto ragionare tantissimo perchè forse sottovalutavo un po' la gravità del mestiere del trafficante d'armi...Insomma,si parla sempr edi traffici di droga,ma dei traffici di armi mai e infatti credo che sia un problema abbstanza sottovalutato.
Un film di denuncia sociale,in cui l'oggetto della denuncia altro non è che il protagonista.Bello davvero.
_________________
La differenza tra me e i surrealisti sta nel fatto che io sono un surrealista (S.Dalì)

  Visualizza il profilo di lumbreras  Invia un messaggio privato a lumbreras    Rispondi riportando il messaggio originario
Goose76

Reg.: 16 Ago 2003
Messaggi: 224
Da: treviglio (BG)
Inviato: 01-09-2006 14:48  
quote:
In data 2006-06-22 17:35, valy1967 scrive:
Patinato e insulso.




in genere(in particolar modo se negative)le affermazioni andrebbero motivate.


  Visualizza il profilo di Goose76  Invia un messaggio privato a Goose76    Rispondi riportando il messaggio originario
follettina

Reg.: 21 Mar 2004
Messaggi: 18413
Da: pineto (TE)
Inviato: 11-09-2006 22:03  
bello il film, finale che ti fa riflettere... nicolas cage ottimo in questa parte..

  Visualizza il profilo di follettina  Invia un messaggio privato a follettina    Rispondi riportando il messaggio originario
Verme87

Reg.: 01 Set 2006
Messaggi: 2564
Da: catanzaro (CZ)
Inviato: 11-09-2006 22:53  
A me il film è piaciuto un casino..è davvero fatto bene..è un film dalla trama drammatica e molto attuale con un sfondo d'ironia davvero irresistibile..Nicola Cage sublime come sempre...VOTO 8,5

  Visualizza il profilo di Verme87  Invia un messaggio privato a Verme87     Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 21-09-2006 11:03  
Nelle critiche "ufficiali" ne ho letto male (molto) , malissimo(in qualche caso) e benissimo (una o due volte).
Eppure questo è un gran bel film, ben scritto, ben girato, godibile e non per questo superficiale.Il fatto è che qualcuno pretende che una volta che si parli di trafficanti d'armi si debba per forza farlo in termini condannatori o comunque approfondendo quelle che (chi scrive) crede che siano gli aspetti di cui si dovrebbe parlare. Bah...
Invece in questo caso, quel "tutto" è protagonista dei dettagli, ma di nessuna tesi. Non si giudica perchè certe cose sono facilmente giudicabili, quindi non ce n'è necessità. Si inserisce invece sul tutto quello che altri:

quote:
In data 2005-11-28 14:14, Goose76 scrive:

La giustificazione alla vendita di armi non è il vil denaro ma la capacità (tipicamente americana)del self made man di riuscire in qualcosa, di passare dal nulla al tutto con la sola forza di volontà.La celebrazione dell'amore per il proprio lavoro.




quote:
In data 2006-02-06 09:53, ipergiorg scrive:

Forse l'unico sincero è il protagonista: lui riconosce la sua natura (demoniaca) e la asseconda sempre. Attorno a se fa terra bruciata e lui continua, e non perchè se smette finirebbe ammazzato come il fratello, semplicemente il suo lavoro gli piace.


hanno giustamente trovato, ovvero il grande ideale dell'uomo che fa quel per cui si sente portato, e che in America ha portato alla coniatura del termine self-made man, etichetta cui tutti ambiscono e su cui è fondata quella società.
E' partendo da questo "centro" che vanno considerate tutte le ramificazioni della vicenda. Cage è un uomo che tradisce tutti pur di non tradire se stesso. Le armi sono la sua religione, così come per il padre la religione è l'enraismo. Anche se non lo è nato (ebreo),sa che quella è la sua natura.
Cage così tradisce la moglie, i genitori, il fratello...prova a tradier se stesso allontandosi da quel mercato, ma non ci riesce.Uccide il concorrente perchè sa che in fondo è quello che vuole.
NOn c'è quindi dispersione (come dice Sesti nelal rece di filmup), non mi è è parso logorroico come dice Petruz, perchè, come già detto all'inzio, è solo questione di punti di vista.
Se si guarda da quello giusto ci si accorge che tutto torna.
Davvero un gran bel film.

_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
  
0.125954 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: