FilmUP.com > Forum > Attualità - Riapriamo i manicomi
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Riapriamo i manicomi   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
Autore Riapriamo i manicomi
londoner

Reg.: 22 Gen 2005
Messaggi: 690
Da: london (es)
Inviato: 12-02-2006 02:13  
quote:
In data 2006-01-11 15:02, Tenenbaum scrive:

http://www.corriere.it/gallery/Cronache/vuoto.shtml?2006/01_Gennaio/armadio/1&9



Trovato sotto un'auto che stava cercando di riparare: il cric ha ceduto La madre muore e lui la sigilla nell'armadio


Trentacinquenne di Alessandria nasconde il decesso della donna per continuare a incassare la pensione. Lunedì è morto anche lui



ALESSANDRIA - Più di tre anni fa aveva sigillato il cadavere della madre nell'armadio di casa. Oggi è stato trovato morto nel garage e la vicenda è venuta a galla da una scritta su un muro dell'appartamento. Forse non aveva denunciato la morte della donna per poter usufruire della sua pensione. È una vicenda che ha dell'incredibile quella accaduta a Orsara Bormida, un paesino sulle colline intorno ad Acqui Terme in provincia di Alessandria. Protagonista un uomo di 35 anni, Mirko Sartori, che affittava una casa nei pressi del castello di Orsara, in via San Martino. Viveva da solo con la madre, Anna Pelloni, una pensionata nata nel 1931. Una coppia schiva, che non frequentava la gente del paese.

TORACE SFONDATO - Lunedì il proprietario dell'appartamento si è recato nella casa alla ricerca di Sartori che non sentiva da un paio di settimane. Ha visto la porta del garage semi aperta ed è entrato: all'interno, sotto una Fiat Panda maldestramente sollevata con un cric che aveva poi ceduto, c'era il cadavere dell'uomo, col torace sfondato.
MESSAGGIO SUL MURO - Il proprietario ha avvertito i carabinieri che sono entrati nella casa di Sartori. All'interno disordine, sporcizia e le pareti coperte di scritte. Una diceva: «Voi che ci troverete, mia madre è nell'armadio della camera da letto. L'ho trovata morta il 20 novembre del 2002». Un rapido controllo ha permesso di accertare che l'indicazione era vera: l'armadio della camera da letto era stato sigillato e all'interno c'era in effetti il cadavere ormai mummificato dell'anziana donna morta probabilmente all'età di 71 anni.
UNA COPPIA RISERVATA - I carabinieri hanno sentito i vicini di casa (ma la via è breve e scarsamente abitata) che hanno detto di non essersi accorti di nulla. Fino al mese scorso la pensione della donna sarebbe stata regolarmente ritirata. Madre e figlio erano poco conosciuti nella zona. Originari di Genova, si erano trasferiti prima nel Milanese e solo successivamente in provincia di Alessandria. Erano arrivati a Orsara Bormida da circa quattro anni. Lei pensionata, lui in cerca di occupazione, abitavano in una strada isolata e avevano scarsi rapporti con i vicini.
SANTUARIO DOMESTICO - L'interno della loro abitazione, una piccola casa unifamiliare in affitto, è stato trovato completamente ricoperto di scritte, in buona parte prive di senso. Alcune dicevano: «non fatele del male, ho tutelato mia madre con l'aiuto di Dio». Al piano superiore della villetta Mirko Sartori aveva allestito una sorta di santuario. L'armadio contenente il cadavere di Anna Pelloni era stato sigillato con il silicone. Nello stesso modo erano state ermeticamente isolate le finestre della stanza in cui la madre è stata trovata mummificata. Le persiane erano state sbarrate inchiodando delle assi di legno.
11 gennaio 2006







spegni mediaset ... fa malissimo

  Visualizza il profilo di londoner  Invia un messaggio privato a londoner    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
  
0.114010 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: