FilmUP.com > Forum > Attualità - Prepariamoci al peggio...
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Prepariamoci al peggio...   
Autore Prepariamoci al peggio...
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 25-05-2006 18:35  
L'attuale governo, lo stesso medesimo che ha intenzione di mettere in libertà con un prossimo provvedimento almeno 20,000 carcerati tramite l'amnistia ne ha gettata un'altra, tramite il ministro Ferrero: con uno schiocco di dita, senza batter il ben che minimo ciglio si vogliono regolarizzare da qui a sei mesi circa oltre 480,000 immigrati richiedenti il permesso di soggiorno. Il tutto senza una solida strategia e ora spiego anche il perchè. Verranno progressivamente eliminati i centri di permanenza temporanei, verranno interrotte sia le operazioni di rimpatrio, sia le azioni di espulsione. Avete capito bene: praticamente si apre il paese ad un'immigrazione cotica e disorganizzata, anche perchè secondo i piani non intercorrerà nemmeno più la differenza tra chi avrà un reale datore di lavoro e chi invece sosterrà semplicemente di voler cercare un lavoro, ma che di fatto non ha.
Ma non finisce qui: il lavoro sin qui svolto in cui è stata diminuita di due terzi l'ondata massiccia di sbarchi clandestini verrà interrotta, perchè comunque non avrà alla base la solidità del rimpatrio.
Sulla certificazione d'identità e il dovere di dimostrare di avere un lavoro posti dalla Bossi-Fini poi è ancora peggio: la legge puntualmente verrà abrogata e chissà come si conoscerà l'identità reale del migrante e la sua possibilità di restare per il fatto di avere appunto un'occupazione.
Verrà favorita un'immigrazione troppo massiccia appena l'operato decantato dal ministro avrà una risonanza concreta nei paesi, un'immigrazione entro la quale scafisti e organizzazioni criminali dedite al traffico d'umani avranno di che cullarsi. Questo perchè l'autorità di rimpatrio verrà definitivamente rasa al suolo con un crollo verticale.
Nemmeno i decreti di espulsione avranno più vita. Con la Libia si vogliono interropmere i rapporti di gestione dei flussi a causa di firme mancanti alla Convenzione di Ginevra, ma come si farà dunque a tenere per forza migliaia di immigrati? Nessuno parla di alternative, ergo chi viene rimane in maniera indistinta e indiscriminata.
Infatti la falsata di volere superare i cpt e non di chiuderli non convince, perchè a quanto pare il collasso sarà sempre più imponente: spigatemi la logica per cui alcuni saranno accolti immediatamente, altri invece tenuti dentro nei "nuovi" centri. Non c'è, non esiste, però intanto si è parlato di eliminare i centri e finire con le "deportazioni" (ma pensa tu che terminologia).
Sulla base di queste decisioni così imponenti di regolarizzazione è incredibile di come si pretenderà di non dare a molti stronzi la possibilità di esternare del razzismo spiccio: effettivamente le proporzioni di questa cosa sono davvero troppo grandi e difficile da verificare ed il tempo lo dimostrerà.
I flussi se si moltiplicano più del dovuto arriveranno a convergere e a collassare, tanto che poi ci si chiede se mai tutti avranno possibilità di lavoro.
E qui sta tutta la contraddizione: ci sarà piena possibilità di permanenza, ma di occupazione potremo dire lo stesso?
Questo nessuno lo garantisce, eppure le cifre parlano, sempre più immigrati arrivano, ma il lavoro è quello che è e andare a tangere i buoni immigrati già regolari che lavorano non è cosa opportuna.
E mentre tutto il fardello si basa sul "chi ha già o potenzialmente può avere un datore di lavoro", nulla fu mai meno strategico ed azzardato.
Effettivamente, con il riflesso che questa decisione si porterà dietro nei prossimi mesi non si può non pensare ad un termine, brutto, antiquato eppure mai così vicino alla realtà: invasione.
Prepariamoci al peggio...


  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 25-05-2006 19:28  
Gli immigrati in via di regolarizzazione sono persone che nei mesi scorsi avevano già inoltrato domanda di permesso di soggiorno, e che quindi già hanno o potranno avere nei prossimi mesi un datore di lavoro.

La politica della precedente maggioranza (che ne aveva regolarizzati in un colpo solo settecentomila: dov'eri Marcomond? Dov'eri? )ha incrementato gli irregolari visto che non ha voluto identificarli in occasione del decreto flussi, per non fare figure di merda ed evitare di processare decine di migliaia di italiani coinvolti per violazione della Bossi-Fini.
_________________
"La via da percorrere non è facile né sicura, ma deve essere percorsa e lo sarà"

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 25-05-2006 19:39  
quote:
In data 2006-05-25 19:28, madpierrot scrive:
Gli immigrati in via di regolarizzazione sono persone che nei mesi scorsi avevano già inoltrato domanda di permesso di soggiorno, e che quindi già hanno o potranno avere nei prossimi mesi un datore di lavoro.

La politica della precedente maggioranza (che ne aveva regolarizzati in un colpo solo settecentomila: dov'eri Marcomond? Dov'eri? )ha incrementato gli irregolari visto che non ha voluto identificarli in occasione del decreto flussi, per non fare figure di merda ed evitare di processare decine di migliaia di italiani coinvolti per violazione della Bossi-Fini.




Non solo è assurdo quanto detto ma non c'è nemmeno la capacità di captare realmente la radice del problema. Innanzi tutto con una legge che lega la permanenza al lavoro la regolarizzazione è accertata, ma per giunta operazioni come rimpatrio ed espulsione hanno dato concreti e reali risultati.
Ehm...700,000!?? Mha, io so molti meno e per giunta in un arco temporale che non si riduce a soli 6 mesi.
Non solo: parli di irregolari e clandestini? Bhè vedremo ora, tanto nessuno viene rimandato indietro.
Prepariamoci al peggio...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 25-05-2006 19:50  
Inoltre il ministro Ferrero ha parlato di rendere maggiormente vivibili i CPT, non di eliminarli completamente e di dare maggiore garanzia ai cittadini della Libia, paese, ricordiamolo, retto da un dittatore alla Saddam in cui vengono sistematicamente violati i diritti umani e perseguitati gli oppositori.
_________________
"La via da percorrere non è facile né sicura, ma deve essere percorsa e lo sarà"

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 25-05-2006 20:02  
quote:
In data 2006-05-25 19:50, madpierrot scrive:
Inoltre il ministro Ferrero ha parlato di rendere maggiormente vivibili i CPT, non di eliminarli completamente e di dare maggiore garanzia ai cittadini della Libia, paese, ricordiamolo, retto da un dittatore alla Saddam in cui vengono sistematicamente violati i diritti umani e perseguitati gli oppositori.




Queste le belle parole per giustificarsi...dietro una strategia mancante, una correzione errata dei flussi, un politica d'accoglienza inesistente...prepariamoci al peggio...

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
marcomond

Reg.: 25 Nov 2001
Messaggi: 1968
Da: varese (VA)
Inviato: 25-05-2006 22:24  
Anche qui come nell'altro topic sull'amnistia sono pronto ad ammettere che tanto non vale la pena parlarne più di tanto. Io ci vedo un insieme di mosse sbagliate su questa maxi manovra di regolarizzazione senza l'appoggio di determinati elementi che si vogliono eliminare. Ma comunque succederà e spero di essermi sbagliato e che il tutto si evolva senza danni per noi e per i prossimi immigrati che verranno (oltre che per quelli che già ci sono regolarmente).
Quindi questo è il mio ultimo messaggio sull'argomento.

  Visualizza il profilo di marcomond  Invia un messaggio privato a marcomond  Vai al sito web di marcomond    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 26-05-2006 09:34  
quote:
In data 2006-05-25 20:02, marcomond scrive:
quote:
In data 2006-05-25 19:50, madpierrot scrive:
Inoltre il ministro Ferrero ha parlato di rendere maggiormente vivibili i CPT, non di eliminarli completamente e di dare maggiore garanzia ai cittadini della Libia, paese, ricordiamolo, retto da un dittatore alla Saddam in cui vengono sistematicamente violati i diritti umani e perseguitati gli oppositori.




Queste le belle parole per giustificarsi...dietro una strategia mancante, una correzione errata dei flussi, un politica d'accoglienza inesistente...prepariamoci al peggio...



Con un governo che ha ricevuto la fiducia da manco una settimana è abbastanza palese che per ora siano solo parole e proposte e che manchi quindi una strategia.
Sarà un vero e proprio testo di legge a sancire una politica sull'immigrazione e a implementare una strategia in questo senso.

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.019013 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: