FilmUP.com > Forum > Attualità - Partito politico olandese chiede la legalizzazione della pedofilia!
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Partito politico olandese chiede la legalizzazione della pedofilia!   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Autore Partito politico olandese chiede la legalizzazione della pedofilia!
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 07-06-2006 12:11  
quote:
In data 2006-06-07 12:06, Logan71 scrive:
quote:
In data 2006-06-07 11:41, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2006-06-07 11:34, ipergiorg scrive:
Richmond la differenza tra i due comportamenti è banale: l'omosessualità può avvenire tra persone entrambe consenzienti e conscie di quello che fanno, la pedofilia proprio no.
Cioè la pedofilia è, in pratica, sempre uno stupro
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

[ Questo messaggio è stato modificato da: ipergiorg il 07-06-2006 alle 11:35 ]



Si ma pedofilia non è solo l'atto sessuale. E' un reato che ruota attorno ad una moltitudine di microreati. Ad esempio il fuorviare la mente di un bambino, portandolo a credere che sia una cosa giusta (questo solo per fare un esempio).
Con questo non voglio dire che siano simili. la differenza banale l'hai giustamente fatta notare tu.
io stavo solo cercando di far capire come con il troppo permissivismo del giorno d'oggi non sia così assurdo che un partito arrivi a chiedere una cosa del genere.





E il discorso ora ridiventa generale...la giustizia (soprattutto italiana) dovrebbe darci la CERTEZZA DELLA PENA e per questa tipologia ignobile di reati e per altre di pari gravità, nessun attenuante, nessuno sconto, nessuna amnistia.


E dire che sono un garantista...ma non per questi tipi di reati.











Ho letto tutta la tua spiegazione. su molte cose ero già informato e su altre no, ma fa piacere sapere che la gente non parla a vanvera.
In ogni caso ho quotato quest'ultima parte di discorso, perchè è qui che voglio andare a parare:
non è tanto il discorso sull'origine della pedofilia, sull'effettivo significato, sul rientrare di quyesto fenomeno nella categoria dei reai o meno.
il mio discorso è che la mentalità e la cultura imperanti dell'occidente moderno stanno facendo si che la diversità, comunque e qualunque essa sia, stia prendendo campo e divenga accettabile.
Di questo passo diventerà difficile contrastare fenomeni cui alla radice stanno principi aberranti come quelli da te spiegati (pedofilia).
Occorre prevenire, invece che curare.
Ma il mio è un discorso di cultura, più che altro, di cultura permessivista all'estremo.
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 07-06-2006 13:53  
secondo me è un discorso di libertà, un discorso politico di libertà.
RICHMOND sono scettico sul fatto che ci possa essere un legame tra le politiche permissiviste e la volonta da parte di quattro drogati di legalizzare la pedofilia.
credo che il discorso fatto da logan71 sia complessivamente giusto. secondo me si deve inquadrare il problema nel seguente modo:
da una parte ci sono istanze libertarie dll'altra c'è un voler andare contro la sfera umana. perché di questo si tratta, la pedofilia è un reato contro la sfera umana. janett fa un discorso molto sensato parlando di come un bambino debba gradualmente avvicinarsi al sesso. chiaramente legalizzando rapporti sessuali con 12enni non si aiuta questo principio. quindi credo che il problema sia che a causa di una propaganda fatta dalle televisioni, dal vaticano, dalla radio, dai giornali, le persone abbiamo perso il senso di quali siano libertà e quali violazioni della libertà. nella nostra quotidianetà a causa della volontà di difendere, o meglio, conservare ciò che è il nostro mondo si nega il diverso. e parlo di matrimonio omosessuali, inseminazione eterologa, tecniche assistite di fecondazione e persino rapporti sessuali fuori dal matrimonio.
una società libertaria deve andare contro queste tendenze conservatrici ma non si deve dire che questo andare contro sfocia in pedofilia o altri fenomeni abominevoli. che manca nel nostro mondo è la consapevolezza di quali siano i diritti e quali i falsi diritti(che sono quindi appropriazioni indebite da parte di un individuo a scapito dell'altro). e poiché è impossibile mettersi a tavolino e scrivere una carta di quali debbano essere i nuovi diritti(è impossibile a causa degli interessi di parte e dello scarso ruolo dei libertari nel nostro pianeta)allora è opportuno stabilire che vi debbano essere delle priorità nella vita, una di queste il rispetto dei bambini e l'impossibilità che vi possa essere un giorno la possibilità di metterli in pericolo. evidentemente la costituzione olandese ha un vuoto legislativo stupido che consente formazioni parlamentari abominevoli e false. false nel senso che ricercano la libertà assoluta, fenomeno irrealizzabile e che se anche lo fosse sarebbe fonde di ingiustizia e basta. per questo credo che la libertà vera sia quella auspicata dai grandi libertari della storia, specialmente quelli anarchici e anarcocomunisti.

_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 07-06-2006 14:39  
quote:
In data 2006-06-07 13:53, MARQUEZ scrive:
secondo me è un discorso di libertà, un discorso politico di libertà.
RICHMOND sono scettico sul fatto che ci possa essere un legame tra le politiche permissiviste e la volonta da parte di quattro drogati di legalizzare la pedofilia.
credo che il discorso fatto da logan71 sia complessivamente giusto. secondo me si deve inquadrare il problema nel seguente modo:
da una parte ci sono istanze libertarie dll'altra c'è un voler andare contro la sfera umana. perché di questo si tratta, la pedofilia è un reato contro la sfera umana. janett fa un discorso molto sensato parlando di come un bambino debba gradualmente avvicinarsi al sesso. chiaramente legalizzando rapporti sessuali con 12enni non si aiuta questo principio. quindi credo che il problema sia che a causa di una propaganda fatta dalle televisioni, dal vaticano, dalla radio, dai giornali, le persone abbiamo perso il senso di quali siano libertà e quali violazioni della libertà. nella nostra quotidianetà a causa della volontà di difendere, o meglio, conservare ciò che è il nostro mondo si nega il diverso. e parlo di matrimonio omosessuali, inseminazione eterologa, tecniche assistite di fecondazione e persino rapporti sessuali fuori dal matrimonio.
una società libertaria deve andare contro queste tendenze conservatrici ma non si deve dire che questo andare contro sfocia in pedofilia o altri fenomeni abominevoli. che manca nel nostro mondo è la consapevolezza di quali siano i diritti e quali i falsi diritti(che sono quindi appropriazioni indebite da parte di un individuo a scapito dell'altro). e poiché è impossibile mettersi a tavolino e scrivere una carta di quali debbano essere i nuovi diritti(è impossibile a causa degli interessi di parte e dello scarso ruolo dei libertari nel nostro pianeta)allora è opportuno stabilire che vi debbano essere delle priorità nella vita, una di queste il rispetto dei bambini e l'impossibilità che vi possa essere un giorno la possibilità di metterli in pericolo. evidentemente la costituzione olandese ha un vuoto legislativo stupido che consente formazioni parlamentari abominevoli e false. false nel senso che ricercano la libertà assoluta, fenomeno irrealizzabile e che se anche lo fosse sarebbe fonde di ingiustizia e basta. per questo credo che la libertà vera sia quella auspicata dai grandi libertari della storia, specialmente quelli anarchici e anarcocomunisti.





si ma la differena dall'kmosessualità sta solo ed unicamente nel fatto che la pedofilia è un retao (prima di tutto moralmente econseguentemente anche dal punto di vista giuridico).
ma entrabi vertono in direzioni contrarie alla natura umana, edi qualunque essere vivente.
O meglio....nemmeno contro natura, perchè comunque sono anormalità perfettamente riscontrabili in natura, almeno nelle specie più simili all'uomo (vedi il bonobo), ma sicuramente anomalie, in ogni caso riferite ad una ristretta cerchia di individui, rispetto a quella che è la totalità degli esseri viventi sul pianeta.
Con questo, ribadisco, senza minimamente voler condannare l'omosesualità che, in ongi caso, è una qualità di certi esseri umani e come tale va tutelata. ma non sbandierata con orgoglio: questa la trovo una cosa molto stupida.
inoltre il voler far sembrare a tutti i costi normale qualcosa che in realtà non lo è può rivelarsi fuorviante e, sopratutto, aprire la strada a prospettive aberranti come quelle di difendere la pedofilia. Sicuramente non accadrà che verrà riconosiuta legalmente la pedofilia, almeno spero di no, perhcè altrimenti ssrebbe davvero preoccupante.
Ma io volevo andare a parare da un'altra parte: secondo vpoi quindici anni fa qualcuno avrebbe avuto, anche in Olanda, la faccia tosta di proporre una csa simile?
E' questo il punto: chidiamoci come mai un partito si è sentito libero di fare una richiesta di questo tipo.
la risposta sta nei mei post.
Di questo passo, prima o poi, qualcuno chiederà di legalizzare le adozioni di bambini da parte di coppie formate da un uomo e una gallina.
Sono temi che toccano davero la natura umana, nonchè quella sentimentale, quindi nessuno sta qui condannando l'omosessualità (menbtre io condanno a priori la pedofilia, pur rendendoi conto che speso c'è unanetta linea di confine che separa una cosa dall'alra...).
Ma per questo occorre andarci con i piedi di piombo e credo che l'atteggiamento della Chiesa, in questo caso, sia più che giustificato, in quanto stranamente è più lungimirante e preventiva di molti "progressisti".
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
83Alo83

Reg.: 26 Mag 2002
Messaggi: 16507
Da: Palermo (PA)
Inviato: 07-06-2006 15:08  
quote:
In data 2006-06-07 10:45, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2006-06-01 01:37, EtaBeta scrive:
sembra pazzesco ma è assolutamente vero !




Questo è quello che si ottiene con l'eccssivo permessivismo.


no, questa è soltanto una cazzata di pochi pazzi.
il permessivismo qui non c'entra proprio nulla.

_________________
Mi contraddico, forse?
Ebbene mi contraddico, ma sono vasto, contengo moltitudini.

  Visualizza il profilo di 83Alo83  Invia un messaggio privato a 83Alo83    Rispondi riportando il messaggio originario
Lollina
ex "lolly19"


Reg.: 11 Gen 2002
Messaggi: 19693
Da: albenga (SV)
Inviato: 07-06-2006 15:11  
Si fa di tutto per combatterla e loro la legalizzano?

_________________
Perchè sentiamo la necessita' di chiaccherare di puttanate, per sentirci a nostro agio?E' solo allora che sai di aver trovato qualcuno di davvero speciale,quando puoi chiudere quella cazzo di bocca per un momento e condividere il silenzio in santa pace.

  Visualizza il profilo di Lollina  Invia un messaggio privato a Lollina    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 07-06-2006 15:45  
quote:
In data 2006-06-07 15:08, 83Alo83 scrive:
quote:
In data 2006-06-07 10:45, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2006-06-01 01:37, EtaBeta scrive:
sembra pazzesco ma è assolutamente vero !




Questo è quello che si ottiene con l'eccssivo permessivismo.


no, questa è soltanto una cazzata di pochi pazzi.
il permessivismo qui non c'entra proprio nulla.




Direi che questo, sommato a quello che ha scritto prima Ipergiorg chiude il discorso.
Nel momento in cui si fa del male ad una persona (innocente oltre tutto) siamo nel penale e le libertà politiche e civili, o il permissivismo (i pedofili esistono, e spesso sono molto molto potenti, anche nelle società meno lassiste) non c'entrano un tubo...

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 07-06-2006 19:00  
quote:
In data 2006-06-07 14:39, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2006-06-07 13:53, MARQUEZ scrive:
secondo me è un discorso di libertà, un discorso politico di libertà.
RICHMOND sono scettico sul fatto che ci possa essere un legame tra le politiche permissiviste e la volonta da parte di quattro drogati di legalizzare la pedofilia.
credo che il discorso fatto da logan71 sia complessivamente giusto. secondo me si deve inquadrare il problema nel seguente modo:
da una parte ci sono istanze libertarie dll'altra c'è un voler andare contro la sfera umana. perché di questo si tratta, la pedofilia è un reato contro la sfera umana. janett fa un discorso molto sensato parlando di come un bambino debba gradualmente avvicinarsi al sesso. chiaramente legalizzando rapporti sessuali con 12enni non si aiuta questo principio. quindi credo che il problema sia che a causa di una propaganda fatta dalle televisioni, dal vaticano, dalla radio, dai giornali, le persone abbiamo perso il senso di quali siano libertà e quali violazioni della libertà. nella nostra quotidianetà a causa della volontà di difendere, o meglio, conservare ciò che è il nostro mondo si nega il diverso. e parlo di matrimonio omosessuali, inseminazione eterologa, tecniche assistite di fecondazione e persino rapporti sessuali fuori dal matrimonio.
una società libertaria deve andare contro queste tendenze conservatrici ma non si deve dire che questo andare contro sfocia in pedofilia o altri fenomeni abominevoli. che manca nel nostro mondo è la consapevolezza di quali siano i diritti e quali i falsi diritti(che sono quindi appropriazioni indebite da parte di un individuo a scapito dell'altro). e poiché è impossibile mettersi a tavolino e scrivere una carta di quali debbano essere i nuovi diritti(è impossibile a causa degli interessi di parte e dello scarso ruolo dei libertari nel nostro pianeta)allora è opportuno stabilire che vi debbano essere delle priorità nella vita, una di queste il rispetto dei bambini e l'impossibilità che vi possa essere un giorno la possibilità di metterli in pericolo. evidentemente la costituzione olandese ha un vuoto legislativo stupido che consente formazioni parlamentari abominevoli e false. false nel senso che ricercano la libertà assoluta, fenomeno irrealizzabile e che se anche lo fosse sarebbe fonde di ingiustizia e basta. per questo credo che la libertà vera sia quella auspicata dai grandi libertari della storia, specialmente quelli anarchici e anarcocomunisti.





si ma la differena dall'kmosessualità sta solo ed unicamente nel fatto che la pedofilia è un retao (prima di tutto moralmente econseguentemente anche dal punto di vista giuridico).
ma entrabi vertono in direzioni contrarie alla natura umana, edi qualunque essere vivente.
O meglio....nemmeno contro natura, perchè comunque sono anormalità perfettamente riscontrabili in natura, almeno nelle specie più simili all'uomo (vedi il bonobo), ma sicuramente anomalie, in ogni caso riferite ad una ristretta cerchia di individui, rispetto a quella che è la totalità degli esseri viventi sul pianeta.
Con questo, ribadisco, senza minimamente voler condannare l'omosesualità che, in ongi caso, è una qualità di certi esseri umani e come tale va tutelata. ma non sbandierata con orgoglio: questa la trovo una cosa molto stupida.
inoltre il voler far sembrare a tutti i costi normale qualcosa che in realtà non lo è può rivelarsi fuorviante e, sopratutto, aprire la strada a prospettive aberranti come quelle di difendere la pedofilia. Sicuramente non accadrà che verrà riconosiuta legalmente la pedofilia, almeno spero di no, perhcè altrimenti ssrebbe davvero preoccupante.
Ma io volevo andare a parare da un'altra parte: secondo vpoi quindici anni fa qualcuno avrebbe avuto, anche in Olanda, la faccia tosta di proporre una csa simile?
E' questo il punto: chidiamoci come mai un partito si è sentito libero di fare una richiesta di questo tipo.
la risposta sta nei mei post.
Di questo passo, prima o poi, qualcuno chiederà di legalizzare le adozioni di bambini da parte di coppie formate da un uomo e una gallina.
Sono temi che toccano davero la natura umana, nonchè quella sentimentale, quindi nessuno sta qui condannando l'omosessualità (menbtre io condanno a priori la pedofilia, pur rendendoi conto che speso c'è unanetta linea di confine che separa una cosa dall'alra...).
Ma per questo occorre andarci con i piedi di piombo e credo che l'atteggiamento della Chiesa, in questo caso, sia più che giustificato, in quanto stranamente è più lungimirante e preventiva di molti "progressisti".


no la chiesa non ha nessuna posizione lungimirante, la chiesa deve solo cercare di difendere il suo interesse:il proselitismo. da un mutamento in senso progressista e libertario della società la chiesa vedrebbe messo in pericolo il proprio interesse.
credo che una persona razionale debba cercare di indicare sempre i veri motivi che sono alla base degli eventi.

per quanto concerne il discorso sulle diversità, non ho questa visione così drastica. l'omosessualità non è diversità ma semplicemente un fenomeno genetico recessivo. parlare di diversità implica un giudizio morale, mentre la morale non c'entra nulla in questo caso. purtroppo il concettio di diverso, in senso sociale l'ha introdotto la mentalità ristretta della chiesa del moralismo anglicano e adesso sarebbe l'ora di liberarcene.
anche la pedofilia secondo studi moderni è causata da un gene che funziona in una determinata maniera, non comune al resto delle persone che la società identifica come normali.
infatti credo che alla fine un pedofilo abbia solo questa colpa, quella di essere nato con un gene che crea pulsioni aggressive contro forme di vita indifese.
e in usa società egualitaria, ripeto non si deve consentire l'associazione a partiti che vanno contro l'uomo.
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 08-06-2006 00:40  
quote:
In data 2006-06-07 19:00, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2006-06-07 14:39, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2006-06-07 13:53, MARQUEZ scrive:
secondo me è un discorso di libertà, un discorso politico di libertà.
RICHMOND sono scettico sul fatto che ci possa essere un legame tra le politiche permissiviste e la volonta da parte di quattro drogati di legalizzare la pedofilia.
credo che il discorso fatto da logan71 sia complessivamente giusto. secondo me si deve inquadrare il problema nel seguente modo:
da una parte ci sono istanze libertarie dll'altra c'è un voler andare contro la sfera umana. perché di questo si tratta, la pedofilia è un reato contro la sfera umana. janett fa un discorso molto sensato parlando di come un bambino debba gradualmente avvicinarsi al sesso. chiaramente legalizzando rapporti sessuali con 12enni non si aiuta questo principio. quindi credo che il problema sia che a causa di una propaganda fatta dalle televisioni, dal vaticano, dalla radio, dai giornali, le persone abbiamo perso il senso di quali siano libertà e quali violazioni della libertà. nella nostra quotidianetà a causa della volontà di difendere, o meglio, conservare ciò che è il nostro mondo si nega il diverso. e parlo di matrimonio omosessuali, inseminazione eterologa, tecniche assistite di fecondazione e persino rapporti sessuali fuori dal matrimonio.
una società libertaria deve andare contro queste tendenze conservatrici ma non si deve dire che questo andare contro sfocia in pedofilia o altri fenomeni abominevoli. che manca nel nostro mondo è la consapevolezza di quali siano i diritti e quali i falsi diritti(che sono quindi appropriazioni indebite da parte di un individuo a scapito dell'altro). e poiché è impossibile mettersi a tavolino e scrivere una carta di quali debbano essere i nuovi diritti(è impossibile a causa degli interessi di parte e dello scarso ruolo dei libertari nel nostro pianeta)allora è opportuno stabilire che vi debbano essere delle priorità nella vita, una di queste il rispetto dei bambini e l'impossibilità che vi possa essere un giorno la possibilità di metterli in pericolo. evidentemente la costituzione olandese ha un vuoto legislativo stupido che consente formazioni parlamentari abominevoli e false. false nel senso che ricercano la libertà assoluta, fenomeno irrealizzabile e che se anche lo fosse sarebbe fonde di ingiustizia e basta. per questo credo che la libertà vera sia quella auspicata dai grandi libertari della storia, specialmente quelli anarchici e anarcocomunisti.





si ma la differena dall'kmosessualità sta solo ed unicamente nel fatto che la pedofilia è un retao (prima di tutto moralmente econseguentemente anche dal punto di vista giuridico).
ma entrabi vertono in direzioni contrarie alla natura umana, edi qualunque essere vivente.
O meglio....nemmeno contro natura, perchè comunque sono anormalità perfettamente riscontrabili in natura, almeno nelle specie più simili all'uomo (vedi il bonobo), ma sicuramente anomalie, in ogni caso riferite ad una ristretta cerchia di individui, rispetto a quella che è la totalità degli esseri viventi sul pianeta.
Con questo, ribadisco, senza minimamente voler condannare l'omosesualità che, in ongi caso, è una qualità di certi esseri umani e come tale va tutelata. ma non sbandierata con orgoglio: questa la trovo una cosa molto stupida.
inoltre il voler far sembrare a tutti i costi normale qualcosa che in realtà non lo è può rivelarsi fuorviante e, sopratutto, aprire la strada a prospettive aberranti come quelle di difendere la pedofilia. Sicuramente non accadrà che verrà riconosiuta legalmente la pedofilia, almeno spero di no, perhcè altrimenti ssrebbe davvero preoccupante.
Ma io volevo andare a parare da un'altra parte: secondo vpoi quindici anni fa qualcuno avrebbe avuto, anche in Olanda, la faccia tosta di proporre una csa simile?
E' questo il punto: chidiamoci come mai un partito si è sentito libero di fare una richiesta di questo tipo.
la risposta sta nei mei post.
Di questo passo, prima o poi, qualcuno chiederà di legalizzare le adozioni di bambini da parte di coppie formate da un uomo e una gallina.
Sono temi che toccano davero la natura umana, nonchè quella sentimentale, quindi nessuno sta qui condannando l'omosessualità (menbtre io condanno a priori la pedofilia, pur rendendoi conto che speso c'è unanetta linea di confine che separa una cosa dall'alra...).
Ma per questo occorre andarci con i piedi di piombo e credo che l'atteggiamento della Chiesa, in questo caso, sia più che giustificato, in quanto stranamente è più lungimirante e preventiva di molti "progressisti".


no la chiesa non ha nessuna posizione lungimirante, la chiesa deve solo cercare di difendere il suo interesse:il proselitismo. da un mutamento in senso progressista e libertario della società la chiesa vedrebbe messo in pericolo il proprio interesse.
credo che una persona razionale debba cercare di indicare sempre i veri motivi che sono alla base degli eventi.

per quanto concerne il discorso sulle diversità, non ho questa visione così drastica. l'omosessualità non è diversità ma semplicemente un fenomeno genetico recessivo. parlare di diversità implica un giudizio morale, mentre la morale non c'entra nulla in questo caso. purtroppo il concettio di diverso, in senso sociale l'ha introdotto la mentalità ristretta della chiesa del moralismo anglicano e adesso sarebbe l'ora di liberarcene.
anche la pedofilia secondo studi moderni è causata da un gene che funziona in una determinata maniera, non comune al resto delle persone che la società identifica come normali.
infatti credo che alla fine un pedofilo abbia solo questa colpa, quella di essere nato con un gene che crea pulsioni aggressive contro forme di vita indifese.
e in usa società egualitaria, ripeto non si deve consentire l'associazione a partiti che vanno contro l'uomo.




I nostri sono punti di vista totalmente differenti, direi. pur con le migliori argomentazioni credo sia impossibile trovare un punto d'accordo.
Potrei, per esempio, dirti non sono affatto daccordo nel dire che giudicare un fenomeno "anormale" significhi implicare in qualche modo la sfera morale.
la moralità a mio avviso non c'entra, qui è una questione di natura, di "rimanere in linea" con quella che è la regolarità degli eventi.
ma tu mi risponderesti dell'altro....abbiamo punti di vista troppo divesi e rischieremmo di andare avanti per giornie giorni senza trovare soluzioni, allungando il topic e rischiando pure di finire off topic.
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 08-06-2006 14:15  
quote:
In data 2006-06-08 00:40, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2006-06-07 19:00, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2006-06-07 14:39, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2006-06-07 13:53, MARQUEZ scrive:
secondo me è un discorso di libertà, un discorso politico di libertà.
RICHMOND sono scettico sul fatto che ci possa essere un legame tra le politiche permissiviste e la volonta da parte di quattro drogati di legalizzare la pedofilia.
credo che il discorso fatto da logan71 sia complessivamente giusto. secondo me si deve inquadrare il problema nel seguente modo:
da una parte ci sono istanze libertarie dll'altra c'è un voler andare contro la sfera umana. perché di questo si tratta, la pedofilia è un reato contro la sfera umana. janett fa un discorso molto sensato parlando di come un bambino debba gradualmente avvicinarsi al sesso. chiaramente legalizzando rapporti sessuali con 12enni non si aiuta questo principio. quindi credo che il problema sia che a causa di una propaganda fatta dalle televisioni, dal vaticano, dalla radio, dai giornali, le persone abbiamo perso il senso di quali siano libertà e quali violazioni della libertà. nella nostra quotidianetà a causa della volontà di difendere, o meglio, conservare ciò che è il nostro mondo si nega il diverso. e parlo di matrimonio omosessuali, inseminazione eterologa, tecniche assistite di fecondazione e persino rapporti sessuali fuori dal matrimonio.
una società libertaria deve andare contro queste tendenze conservatrici ma non si deve dire che questo andare contro sfocia in pedofilia o altri fenomeni abominevoli. che manca nel nostro mondo è la consapevolezza di quali siano i diritti e quali i falsi diritti(che sono quindi appropriazioni indebite da parte di un individuo a scapito dell'altro). e poiché è impossibile mettersi a tavolino e scrivere una carta di quali debbano essere i nuovi diritti(è impossibile a causa degli interessi di parte e dello scarso ruolo dei libertari nel nostro pianeta)allora è opportuno stabilire che vi debbano essere delle priorità nella vita, una di queste il rispetto dei bambini e l'impossibilità che vi possa essere un giorno la possibilità di metterli in pericolo. evidentemente la costituzione olandese ha un vuoto legislativo stupido che consente formazioni parlamentari abominevoli e false. false nel senso che ricercano la libertà assoluta, fenomeno irrealizzabile e che se anche lo fosse sarebbe fonde di ingiustizia e basta. per questo credo che la libertà vera sia quella auspicata dai grandi libertari della storia, specialmente quelli anarchici e anarcocomunisti.





si ma la differena dall'kmosessualità sta solo ed unicamente nel fatto che la pedofilia è un retao (prima di tutto moralmente econseguentemente anche dal punto di vista giuridico).
ma entrabi vertono in direzioni contrarie alla natura umana, edi qualunque essere vivente.
O meglio....nemmeno contro natura, perchè comunque sono anormalità perfettamente riscontrabili in natura, almeno nelle specie più simili all'uomo (vedi il bonobo), ma sicuramente anomalie, in ogni caso riferite ad una ristretta cerchia di individui, rispetto a quella che è la totalità degli esseri viventi sul pianeta.
Con questo, ribadisco, senza minimamente voler condannare l'omosesualità che, in ongi caso, è una qualità di certi esseri umani e come tale va tutelata. ma non sbandierata con orgoglio: questa la trovo una cosa molto stupida.
inoltre il voler far sembrare a tutti i costi normale qualcosa che in realtà non lo è può rivelarsi fuorviante e, sopratutto, aprire la strada a prospettive aberranti come quelle di difendere la pedofilia. Sicuramente non accadrà che verrà riconosiuta legalmente la pedofilia, almeno spero di no, perhcè altrimenti ssrebbe davvero preoccupante.
Ma io volevo andare a parare da un'altra parte: secondo vpoi quindici anni fa qualcuno avrebbe avuto, anche in Olanda, la faccia tosta di proporre una csa simile?
E' questo il punto: chidiamoci come mai un partito si è sentito libero di fare una richiesta di questo tipo.
la risposta sta nei mei post.
Di questo passo, prima o poi, qualcuno chiederà di legalizzare le adozioni di bambini da parte di coppie formate da un uomo e una gallina.
Sono temi che toccano davero la natura umana, nonchè quella sentimentale, quindi nessuno sta qui condannando l'omosessualità (menbtre io condanno a priori la pedofilia, pur rendendoi conto che speso c'è unanetta linea di confine che separa una cosa dall'alra...).
Ma per questo occorre andarci con i piedi di piombo e credo che l'atteggiamento della Chiesa, in questo caso, sia più che giustificato, in quanto stranamente è più lungimirante e preventiva di molti "progressisti".


no la chiesa non ha nessuna posizione lungimirante, la chiesa deve solo cercare di difendere il suo interesse:il proselitismo. da un mutamento in senso progressista e libertario della società la chiesa vedrebbe messo in pericolo il proprio interesse.
credo che una persona razionale debba cercare di indicare sempre i veri motivi che sono alla base degli eventi.

per quanto concerne il discorso sulle diversità, non ho questa visione così drastica. l'omosessualità non è diversità ma semplicemente un fenomeno genetico recessivo. parlare di diversità implica un giudizio morale, mentre la morale non c'entra nulla in questo caso. purtroppo il concettio di diverso, in senso sociale l'ha introdotto la mentalità ristretta della chiesa del moralismo anglicano e adesso sarebbe l'ora di liberarcene.
anche la pedofilia secondo studi moderni è causata da un gene che funziona in una determinata maniera, non comune al resto delle persone che la società identifica come normali.
infatti credo che alla fine un pedofilo abbia solo questa colpa, quella di essere nato con un gene che crea pulsioni aggressive contro forme di vita indifese.
e in usa società egualitaria, ripeto non si deve consentire l'associazione a partiti che vanno contro l'uomo.




I nostri sono punti di vista totalmente differenti, direi. pur con le migliori argomentazioni credo sia impossibile trovare un punto d'accordo.
Potrei, per esempio, dirti non sono affatto daccordo nel dire che giudicare un fenomeno "anormale" significhi implicare in qualche modo la sfera morale.
la moralità a mio avviso non c'entra, qui è una questione di natura, di "rimanere in linea" con quella che è la regolarità degli eventi.
ma tu mi risponderesti dell'altro....abbiamo punti di vista troppo divesi e rischieremmo di andare avanti per giornie giorni senza trovare soluzioni, allungando il topic e rischiando pure di finire off topic.


no, ti sbagli in toto, la natura non agisce secondo principi a priori ma secondo la CASUALITà. almeno questo afferma la scienza. quindi definire una cosa anormale implica per quello che ti ho detto nel precedente messaggio sono una concezione morale.e di moralità stantia ce n'è anche troppa.
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 08-06-2006 17:09  
Ok...ma la casualitàdimostra come il 70, facciamo anche 80 per cento degli individui,algiorno d'oggi,nascano come eterosessuali.
Poi che omosessuale lo si posa diventare,è un altro discorso, ma per esempio concedere le adozioni alle coppie gay sarebbe ilmodo milgiore per far crescere la soglia dell'omosessualitàoltre il sessanta per cento. E questa sarebbe una cosa distruttiva, in quanto il rincipio naturale (questa volta non dettato dalla casualità,ma da strani giochifisicomeccanici che spaventano alsolopensiero,in quanto sembrano quasi studiati a tavolino dalla natura..) dell'unione "maschio - femmina = figlio" se ne andrebbe a puttane.
Ma tutto sta anche al concetto di "normalità". Ma tu mi dici essere il caso a determinare,in tutto e per tutto, gli eventi scientifici e naturali. Bene,ma allora io ti domando: "è un caso se sia io che te abbiamo due orecchie, due mani e due piedi"?. Beh...io non credo. E' sicuramente un caso, invece, se un mio amico è nato senza una mano,o con tre dita. Moralmente non ha nulla di sbagliato. E' una persona normalissima, con gli stessi miei diritti ecc..Ma è senza una mano.
Ebbene è un caso, perchè su dieci persone, quante nascono senza una mano?
Ma allora, ed èqui che voglio parare,vogliemo far si che il caso diventi regolarità e farlo passare epr normale?



PS: Mi hai portato tu a fare l'estremo paragone con l'handikap. io l'avrei evitato. Maè l'unicomodo per argomentare la mia opinione,che sno convinto essere scientificamente e moralmente corretta,in quanto non lede i diritti di nessuno.
E' solo un dato di fatto,non abbandonando ilmio rispetto verso gli omosessuali,come verso ogni altro tipo di formadi irregolarità o anomlia presente nella società.
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 08-06-2006 19:08  
quote:
In data 2006-06-08 17:09, RICHMOND scrive:

Poi che omosessuale lo si posa diventare,è un altro discorso, ma per esempio concedere le adozioni alle coppie gay sarebbe il modo migliore per far crescere la soglia dell'omosessualità oltre il sessanta per cento. E questa sarebbe una cosa distruttiva...



E la dimostrazione al di fuori di ogni dubbio di ciò che dici?
A me sembrano teorie che lasciano il tempo che trovano, e vagamente "hitleriane"...

P.S.:Il "principio naturale" fra l'altro ci dice che la Natura ha dotato l'uomo e altre specie di un'ampia varietà di comportamenti sessuali, fra cui l'ermafroditismo e, guarda un po', l'omosessualità...
_________________
"La via da percorrere non è facile né sicura, ma deve essere percorsa e lo sarà"

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 08-06-2006 23:54  
quote:
In data 2006-06-08 19:08, madpierrot scrive:
quote:
In data 2006-06-08 17:09, RICHMOND scrive:

Poi che omosessuale lo si posa diventare,è un altro discorso, ma per esempio concedere le adozioni alle coppie gay sarebbe il modo migliore per far crescere la soglia dell'omosessualità oltre il sessanta per cento. E questa sarebbe una cosa distruttiva...



E la dimostrazione al di fuori di ogni dubbio di ciò che dici?
A me sembrano teorie che lasciano il tempo che trovano, e vagamente "hitleriane"...

P.S.:Il "principio naturale" fra l'altro ci dice che la Natura ha dotato l'uomo e altre specie di un'ampia varietà di comportamenti sessuali, fra cui l'ermafroditismo e, guarda un po', l'omosessualità...




ma siamo sempre in linea con il principio "quotiamo solo quello che ci fa cimodo". la mia frase che hai quotato, presa singolarmente, ha ben poco significato. Integrata col resto del post assume unn significato maggiore, che poi rimane la mia opinione, sicuramente ben lungi dall'essere vicina alle teorie naziste.
Tu mi parli della natura che "ha dotato l'uomo di un'ampia varietà di comportamenti sessuali (....) fra cui anche l'omosessualità". Se avessi letto i mie post precedenti e parte di quello che hai postato ti accorgeresti che anche io la penso così. ma questo non significa che se la natura abbia dotato certi soggetti (che sono una minoranza, ovviamente; e ci accorgiamo del perchè domandandoci "a cosa realmente serva il sesso") di un gusto sessuale che non corrisponde a quello della maggioranza...allora dobbiamo fare di tutto perchè quel gusto diventi quello della maggioranza.
Io rimango dell'avviso che con le adozioni delle coppie gay l'ottanta per cento dei bambini crescerebbero pesantemente condizionati nei propri gusti sessuali, e si contribuirebbe a far diventare quella che è una componente della vastità di gusti sessuali (per usare parole tue), invece, come una più diffusa abitudine.
E ciò per l'esistenza della specie stessa è qualcosa di devastante.
Con questo, ribadisco, non mi sogno di critivcare chi ha gusti sessuali diversi dal mio.
ma ritorniamo al punto di partenza...un conto è non criticare, rispettare ecc...
un altro è stravolgere a tutti i costi il corso delle cose, perchè una certa cultura ce lo impone. C'è un confine che rimane ancora purtroppo vago e chge dobrebbe esser netto, e che porta un partito olandese a sentirsi legittimato a fare una richiesta che personalmente giudico fuori dal mondo.
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 09-06-2006 20:48  
quote:
In data 2006-06-08 17:09, RICHMOND scrive:
Ok...ma la casualitàdimostra come il 70, facciamo anche 80 per cento degli individui,algiorno d'oggi,nascano come eterosessuali.
Poi che omosessuale lo si posa diventare,è un altro discorso, ma per esempio concedere le adozioni alle coppie gay sarebbe ilmodo milgiore per far crescere la soglia dell'omosessualitàoltre il sessanta per cento. E questa sarebbe una cosa distruttiva, in quanto il rincipio naturale (questa volta non dettato dalla casualità,ma da strani giochifisicomeccanici che spaventano alsolopensiero,in quanto sembrano quasi studiati a tavolino dalla natura..) dell'unione "maschio - femmina = figlio" se ne andrebbe a puttane.
Ma tutto sta anche al concetto di "normalità". Ma tu mi dici essere il caso a determinare,in tutto e per tutto, gli eventi scientifici e naturali. Bene,ma allora io ti domando: "è un caso se sia io che te abbiamo due orecchie, due mani e due piedi"?. Beh...io non credo. E' sicuramente un caso, invece, se un mio amico è nato senza una mano,o con tre dita. Moralmente non ha nulla di sbagliato. E' una persona normalissima, con gli stessi miei diritti ecc..Ma è senza una mano.
Ebbene è un caso, perchè su dieci persone, quante nascono senza una mano?
Ma allora, ed èqui che voglio parare,vogliemo far si che il caso diventi regolarità e farlo passare epr normale?



PS: Mi hai portato tu a fare l'estremo paragone con l'handikap. io l'avrei evitato. Maè l'unicomodo per argomentare la mia opinione,che sno convinto essere scientificamente e moralmente corretta,in quanto non lede i diritti di nessuno.
E' solo un dato di fatto,non abbandonando ilmio rispetto verso gli omosessuali,come verso ogni altro tipo di formadi irregolarità o anomlia presente nella società.


io non voglio far passare il caso per un qualcosa di accettabile, l'ho detto, sta alle leggi, e all'uomo accettare determinati aspetti.
forse non sai che se uno nasce senza un braccio è esclusivamente per un principio di casualità. la casualità si ha quando non c'è finalismo. la natura non ha finalismo. se uno nasce senza un braccio è perché il caso a voluto che ci fosse un errore ad esempio nella trasmissione genetica. questo è alla base dell'evoluzione. quindi la tua dimostrazione non è corretta perché è viziata da un pregiudizio(non lo dico polemicamnte) che ha inculcato la società nella mente delle persone.
quindi l'omosessualità che non rappresenta un male per gli eterosessuali e per gli omosessuali stessi va accettata, mentre va condannata la pedofilia ch rappresenta una forma di schiavitù dei minori. è semplice, non è permissivismo questo, ma è diritto libertario, due cose diversissime.
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 10-06-2006 22:15  
Guarda che l'idea di partenza tua, alla fine, è anche la mia. Sulla casualità siamo daccordo e infatti mi sembra che abbiamo scritto le stesse cose. e anche sull'omosessualità. nessuno dice che non va accettata. Non lo dici tu come non lo dic io.
E' il farne motivo di vanto che non mi sta bene.
E, soprattutto, il concedere ale copie gay l'adozione dei fili. Poi, sul resto siamo daccordo, dire.
Mi pare di aver sottolineato parecchie volte il confine che c'è fra omosessuaità e pedofilia.
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
Seyia4

Reg.: 15 Mag 2006
Messaggi: 130
Da: gtyu (es)
Inviato: 17-06-2006 10:45  
quote:
In data 2006-06-01 01:37, EtaBeta scrive:
sembra pazzesco ma è assolutamente vero !


onestamente me l'aspettavo. l'olanda già da tempo con le sue perversioni è sull'orlo del baratro. legalizzazione della prostituzione, dell'aborto, della sperimentazione e uccisione degli embrioni, legalizzazione dei matrimoni gay, riconoscimento delle coppie di fatto gay e etero, legalizzazione del commercio della droga, adozione alle coppie omosessuali, legalizzazione dell'eutanasia per gli adulti e i bambini....... ora dopo il sostegno per l'orgoglio pedofilo e zoofilo manca solo il riconoscimento legale delle unioni tra consanguinei. è solo questione di tempo. Bisogna solo vedere fino a quando il Padre Eterno sopporterà!

  Visualizza il profilo di Seyia4  Invia un messaggio privato a Seyia4    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
0.223503 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: