FilmUP.com > Forum > Attualità - A lui i poveri fanno schifo...
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > A lui i poveri fanno schifo...   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 )
Autore A lui i poveri fanno schifo...
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 22-09-2006 12:46  
Non mi sembra di aver parlato di una contrapposizione di blocchi.
Ripeto per l'ennesima volta che i due blocchi vanno a braccetto in Arabia Saudita, gli sceicchi che trattano la donna come cani e sono i migliori amici degli Usa,che supportano il regime. Lo scontro di civiltà è pura farsa.

Tu invece hai parlato di fanatici integralisti, gente che brucia pupazzi, che vuole distruggere e che accoltella chi si permette di criticare. Dubito che sia un problema di mentalità e cultura. Se così fosse, come dobbiamo valutare la nostra mentalità e la nostra cultura?
I ragionamenti che fai possono essere giusti sono se li fai valere per entrambe le parti che chiami in causa. Se credi che non ci sia tolleranza e rispetto, capacità di aprirsi al dialogo guarda in casa tua a quello che fai. Se rispetti tu stesso i principi che pretendi dagli altri,la tua critica avrà un fondamento. Guarda quello che loro fanno nel tuo paese e quello che fai tu nei loro paesi. Altrimenti è solo vuota retorica alla Fallaci.
_______________Il terrorismo di Israele
Archivio Chomsky
Guantanamo,Cuba

[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 22-09-2006 alle 20:00 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 22-09-2006 12:56  
infatti quilty non è riuscito a cogliere neanche gli esempi fatti

del resto cosa dire delle colpe del colonialismo ad esempio in Sudafrica ?

eppure non sono venuti a mettere bombe in europa

o in India cosa ha prodotto quella società ?
Gandhi

tale e quale al fondamentalismo islamico


ma del resto l'utente in questione non ha ben capito a chi ci si riferisce

questo link è piuttosto esplicativo su questi movimenti portatori di ideali che contastano con i principi che regolano la vita della nostra società

http://www.italian.faithfreedom.org/website/readArticle5.php?article=83
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 22-09-2006 14:49  
La tua Tenenbaum è soltanto demagogia.
Puoi riportare gli esempi del Sud Africa ,del Sud America e dell'India. Come mai non hanno reagito? Perchè ci è andata bene.
Bin Laden ha lavorato in passato per la Cia e ne ha tratto giovamento.Appoggiare i fondamentalisti è un altro esempio di cosa non dovrebbe essere fatto per non alimentare la minaccia.
La cosa non credo ti interessi. Ti interessa sputare al vento , e quando soffia dalla parte sbagliata ti si ritorce contro.

Se questi musulmani hanno valori in contrasto con la nostra civiltà, cerchiamo di applicare gli stessi principi anche a noi stessi.Solo un ipocrita pretende due metri di giudizio. Verifichiamo se la nostra civiltà rispetta i loro principi nelle loro nazioni. Se la risposta è positiva, la critica è accettabile; altrimenti è meglio fare qualcosa per cambiare.

[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 22-09-2006 alle 14:50 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
vietcong

Reg.: 13 Ott 2003
Messaggi: 4111
Da: roma (RM)
Inviato: 22-09-2006 20:35  
quote:
In data 2006-09-22 12:46, Quilty scrive:


Tu invece hai parlato di fanatici integralisti, gente che brucia pupazzi, che vuole distruggere e che accoltella chi si permette di criticare. Dubito che sia un problema di mentalità e cultura.





scusa, Van Gogh fa un film in cui denuncia la sottomissione della donna da parte degli islamici più retrivi e un fanatico lo uccide. In quale modo, per grazia di dio, questo evento può NON essere collegato a un problema culturale? Vuoi dirmi che quell'uomo stava esprimendo la sua legittima reazione alla politica occidentale verso i paesi arabi? No, perchè se lo fai, sei un fiancheggiatore.
E non si è trattato di un caso isolato: la sceneggiatrice di quello stesso film è stata minacciata più volte e ha annunciato che lascerà l'Olanda.

quote:
In data 2006-09-22 12:46, Quilty scrive:

Se così fosse, come dobbiamo valutare la nostra mentalità e la nostra cultura?
I ragionamenti che fai possono essere giusti sono se li fai valere per entrambe le parti che chiami in causa.




Nella nostra cultura, più di un autore satirico ha usato Gesù Cristo come personaggio delle sue vignette, ma nessuno è stato ammazzato. Certo, spesso la libertà di parola suscita controversie, ma è un principio accettato, che può affermarsi contro la censura.

Il mio discorso è inattaccabile perchè si basa su quella che fondamentalmente è una ovvietà: noi abbiamo avuto l'illuminismo e loro no. Chi ha solo una cultura religiosa non è abituato alla pratica della critica dell'ideologia, soprattutto se vive in condizioni di povertà in una dittatura nazionalista e fondamentalista.
Poi, se ti fa piacere, puoi venirmi a dire che questa condizione è tutta colpa dell'occidente, ma la mia battuta da cui si è scatenata questa discussione non contraddice assolutamente questo punto. E' una questione su cui non mi esprimo, non voglio dire che noi siamo bravi e loro no (per altro mi fa schifo parlare in termino di "noi" e "loro", e ci saranno senz'altro musulmani più laici e umanisti di tanti integralisti cattolici). Non faccio una classifica. Dico solo che siamo un po' più laici, meno suscettibili, e quindi di conseguenza più aperti a interpretazioni alternative della relatà, che vengano dall'interno o dall'esterno.

Spero per l'ultima volta di essermi fatto capire.




_________________
La realtà è necessaria a rendere i sogni più sopportabili

  Visualizza il profilo di vietcong  Invia un messaggio privato a vietcong    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 22-09-2006 21:40  
quote:
In data 2006-09-22 14:49, Quilty scrive:
La tua Tenenbaum è soltanto demagogia.


direi che più che demagogia sono fatti

certo poi tu puoi far finta di non vedere quella cultura di cui noi dobbiamo avere paura (non della religione islamica in se)


e invece di continuare a cercare le cause solo nella politica americana ti dovresti porre quantomeno il dubbio di come sia possibile che intere generazioni di giovani vengano cresciute a pane e corano
e poi di certo non ci si può stupire del perchè accadano certe cose
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 22-09-2006 23:05  
quote:
In data 2006-09-22 20:35, vietcong scrive:
Dico solo che siamo un po' più laici, meno suscettibili, e quindi di conseguenza più aperti a interpretazioni alternative della relatà, che vengano dall'interno o dall'esterno.


mettiamola così: siamo non credenti, tutto qui.

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Ayrtonit
ex "ayrtonit"

Reg.: 06 Giu 2004
Messaggi: 12883
Da: treviglio (BG)
Inviato: 23-09-2006 13:52  
quote:
In data 2006-09-15 18:27, vietcong scrive:
quote:
In data 2006-09-15 18:16, Buttercup scrive:
quote:
In data 2006-09-15 18:06, MRSSTEELE scrive:
l'umiltà e il rispetto che ha lasciato Woytila nei nostri cuori


parla per te.





a me piace anche benedetto xvi, forse proprio perchè è un fottuto intollerante.






no ma fatemi capire. adesso esser intolleranti fa figo?
e allora viva la fallaci, su ditelo.
però alt, se mi metto a dire albanesi o zingari di merda sono una schifosa razzista.
quindi: intolleranza si, razzismo no?
_________________
"In effetti la degenerazione non è mai divertente, bisogna saperla mantenere su livelli tollerabili.
Non è tanto una questione di civiltà, ma di intelligenza."
DEMONSETH

  Visualizza il profilo di Ayrtonit  Invia un messaggio privato a Ayrtonit    Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 23-09-2006 14:40  
chi è che non è in qualche modo intollerante ?


ma cosa ci prendiamo per il culo che siamo tutti amici , baci e abbracci ?

quello che dovremmo fare e rispettarci reciprocamente, anche con grande fatica ma non certo fare finta che tutti i nostri simili ci piacciono
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
vietcong

Reg.: 13 Ott 2003
Messaggi: 4111
Da: roma (RM)
Inviato: 23-09-2006 15:30  
quote:
In data 2006-09-23 13:52, Ayrtonit scrive:
quote:
In data 2006-09-15 18:27, vietcong scrive:
quote:
In data 2006-09-15 18:16, Buttercup scrive:
quote:
In data 2006-09-15 18:06, MRSSTEELE scrive:
l'umiltà e il rispetto che ha lasciato Woytila nei nostri cuori


parla per te.





a me piace anche benedetto xvi, forse proprio perchè è un fottuto intollerante.






no ma fatemi capire. adesso esser intolleranti fa figo?




noooo, semplicemente mi diverte un papa che non riesce neanche a far finta di essere "buono". Da parte della chiesa poi, un certo ecumenismo tutto baci e abbracci per tutti, mi sa sempre di sottilmente "coloniale", dal momento che alla fine loro sono in qualche modo i portavoce di dio e quindi della verità e quindi di una sola possibilità di vedere il mondo. Detto questo, rimpiangeremo senz'altro la capacità del pontefice precedente di farsi apprezzare da tutti e di essere meno legato a questa ortodossia funesta che piace tanto ai vari socci e pera.

_________________
La realtà è necessaria a rendere i sogni più sopportabili

  Visualizza il profilo di vietcong  Invia un messaggio privato a vietcong    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 24-09-2006 00:12  
quote:
In data 2006-09-22 14:49, Quilty scrive:
Se questi musulmani hanno valori in contrasto con la nostra civiltà, cerchiamo di applicare gli stessi principi anche a noi stessi.Solo un ipocrita pretende due metri di giudizio. Verifichiamo se la nostra civiltà rispetta i loro principi nelle loro nazioni. Se la risposta è positiva, la critica è accettabile; altrimenti è meglio fare qualcosa per cambiare.



Ma quilty il contrasto tra i valori dell'islam e quelli della nostra civiltà è reciproco. Per questo lo scontro è inevitabile. Non è una questione di ipocrisia ma il semplice prendere atto che dalla cultura islamica nascono i terroristi e non pacifisti.

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 24-09-2006 18:02  
quote:
In data 2006-09-22 20:35, vietcong scrive:


scusa, Van Gogh fa un film in cui denuncia la sottomissione della donna da parte degli islamici più retrivi e un fanatico lo uccide. In quale modo, per grazia di dio, questo evento può NON essere collegato a un problema culturale? Vuoi dirmi che quell'uomo stava esprimendo la sua legittima reazione alla politica occidentale verso i paesi arabi? No, perchè se lo fai, sei un fiancheggiatore.
E non si è trattato di un caso isolato: la sceneggiatrice di quello stesso film è stata minacciata più volte e ha annunciato che lascerà l'Olanda.


Nella nostra cultura, più di un autore satirico ha usato Gesù Cristo come personaggio delle sue vignette, ma nessuno è stato ammazzato. Certo, spesso la libertà di parola suscita controversie, ma è un principio accettato, che può affermarsi contro la censura.

Il mio discorso è inattaccabile perchè si basa su quella che fondamentalmente è una ovvietà: noi abbiamo avuto l'illuminismo e loro no. Chi ha solo una cultura religiosa non è abituato alla pratica della critica dell'ideologia, soprattutto se vive in condizioni di povertà in una dittatura nazionalista e fondamentalista.
Poi, se ti fa piacere, puoi venirmi a dire che questa condizione è tutta colpa dell'occidente, ma la mia battuta da cui si è scatenata questa discussione non contraddice assolutamente questo punto. E' una questione su cui non mi esprimo, non voglio dire che noi siamo bravi e loro no (per altro mi fa schifo parlare in termino di "noi" e "loro", e ci saranno senz'altro musulmani più laici e umanisti di tanti integralisti cattolici). Non faccio una classifica. Dico solo che siamo un po' più laici, meno suscettibili, e quindi di conseguenza più aperti a interpretazioni alternative della relatà, che vengano dall'interno o dall'esterno.

Spero per l'ultima volta di essermi fatto capire.



Proprio oggi il Corsera dedica a pagina 18 e 19 un articolo al premio nobel Shirin Ebadi, iraniana e musulmana.
E' una vera dissidente che esalta il ruolo della donna nella società islamica e lotta per ottenere pari diritti. Rischia ogni giorno di essere arrestata ed è un esempio come tanti di persone che lottano per il proprio futuro.
Gli esempi che hai riportato tu fino ad ora sono solo casi di estremismo.
Anche io posso riportare un caso estremo che rivela invece qualcosa della nostra cultura. L'embargo imposto all'Iraq dalla comunità internazionale sotto la guida statunitense ha ucciso, secondo i rapporti dell'Unicef che ho postato anche qui sul forum, una media di 90.000 persone all'anno per 13 anni. Nessun intellettuale si è mai scandalizzato per quello che la nostra cultura illuminista provocava ad altri paesi. Certo, la pugnalata al regista non è un caso isolato, ma davanti a più di un milione di morti è un esempio abbastanza ridicolo. Sempre se si vuole parlare di rispetto, tolleranza, illuminismo: bisognerebbe prima valutare la nostra società e le sue azioni prima di lanciarsi in generiche accuse ad altri mondi , parlando di noi e loro e portando solo esempi di estremismo.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 24-09-2006 18:03  
quote:
In data 2006-09-24 00:12, Futurist scrive:
Non è una questione di ipocrisia ma il semplice prendere atto che dalla cultura islamica nascono i terroristi e non pacifisti.



Anche dalla cultura occidentale allora.
Gli Usa sono stati i principali artefici delle più grandi azioni di terrorismo negli ultimi 60 anni,che hanno coinvolto decine e decine di paesi mietendo in tutto il pianeta terrore e morte.
_________________
E' una storia che è successa ieri, ma io so che è domani.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 )
  
0.132215 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: