FilmUP.com > Forum > Attualità - Sulle iene, Porta a Porta, e uno stato sociale e civile che non esiste
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Sulle iene, Porta a Porta, e uno stato sociale e civile che non esiste   
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
Autore Sulle iene, Porta a Porta, e uno stato sociale e civile che non esiste
Kermunos

Reg.: 19 Nov 2004
Messaggi: 2306
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 11-10-2006 01:39  
Riporto quì quanto ho postato in off topic per aprire la discussione sull'argomento in questione, e tutte le possibili sfumature, variabili, digressioni e collegamenti del caso.

Quanto sto per scrivere non c'entra nulla con l'argomento in discussione.
Spero che stiate guardando porta a porta. Se non è così fatelo. Oggi è una puntata che entrerà nella storia della televisione della repubblica, una delle pagine peggiori della storia di questo paese.
E stato dimostrato che c'è il legittimo sospetto che parecchi deputati usano sostanze stupefacenti. Il metodo usato per ottenere questa informazione si è rivelato indubbiamente illegale in materia di leggi vigenti. Tuttavia, il dato è che, a fronte di un parlamento che ha votato una legge punitiva come non se ne vedevano dai tempi della prima crociata americana contro la marjuana, il problema non sembra essere che una buona percentuale di questo parlamento (che ha discusso e votato quella legge) poi, di fatto, si fà pure lui. Il problema ma che poverino non è giusto che si sappia.
Vespa sta facendo peste e corna purchè la discussione verta sulla questione della privacy violata, non che chi mi governa e mi manda in galera se la spassa alle mie spalle pippando tranquillo con gli amici tra una seduta e l'altra, o si fa quelche canna di nascosto in bagno! E io che sono un convinto anti nazi-fascista, anzi non solo, anti totalitarista e contro tutte le forme di regime, sto facendo il tifo per la Mussolini, che è l'unica che sta parlando con cervello e coscenza, ponendo la questione su quello che è importante.
Scusate ancora, ma spero che poi se ne possa discutere un po nella sede appropiata. Son curioso di sapere cosa ne pensate. Ho approfittato di questo topic perchè in questo momento è il più seguito. Torno a godermi la seconda parte.
_________________
"Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido, per mantenere la mente diciamo... flessibile"

"Questo non é il Vietnam. E' FilmUp, ci sono delle regole"

  Visualizza il profilo di Kermunos  Invia un messaggio privato a Kermunos  Email Kermunos     Rispondi riportando il messaggio originario
Kermunos

Reg.: 19 Nov 2004
Messaggi: 2306
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 11-10-2006 02:20  
Ora sono piuttosto innervosito, anzi letteralmente furibondo. Prima, durante la trasmissione, pensando al mio vissuto ed a quello di molte persone che conosco, sono arrivato alle lacrime dalla rabbia, sudavo dall'ira.
Mi scuso in aticipo, alcune cose che scriverò potrebbero essere non molto lucide e chiare.
La trasmissione di porta a porta di questa sera verteva sul fatto che le iene hanno fatto un servizio, non andato in onda, che dimostra, anzi no, che conferma il ragionevolissimo sospetto che già si aveva da tempo. Anche in parlamento, essendo questo composto da uomini e non da angeli, santi e dei, si fa uso di sostanze stupefacenti. Da questo sono partite due discussioni collaterali. Una che principalemente parlava di ennesima grave violazione della privacy dei deputati della camera, l'altra, taciuta ed elusa all'inverosimile da quella schifosa becera merda umana che è Vespa, che si concentrava su fatto che 32 deputati sui 50 controllati, erano positivi al test antidroga effettuato.
Come già ho detto in off topic, quei 32 deputati più (è sicuro per una questione statistica e di buon senso) altri all'interno della camera (nonchè ovviamente del senato!) ci governano, legiferano. E legiferano la Fini-Giovanardi poi trasformata in Fini-Mantovani.
Una legge, secondo una mia convinzione incrollabie maturata per strada e per diretto contatto con una parte della realtà ad essa direttamente collegata, fatta per punire i consumatori di quelle che attualmente sono considerate le droghe leggere (principalmente marjuana e derivati). E specifico consumatori. La favola dello spaccio non esiste, perchè nel momento in cui accuisti, anche vendi, magari all'amico, magari dividi la spesa, magari offri qualche canna agli amici. Ed ecco che di fronte anche a solo questi tre esempi, per la legge in questione diventi autamaticamente spacciatore/consumatore.
E qui siamo già ad un'altro spunto di discussione...
Devo cercare di essere più conciso e breve.
Allora vedrò di riassumere per sommi capi ciò di cui vorrei portarvi a ragionare.

Primo - Parlamentari e senatori della repubblica fanno abitualmente uso di sostanze stupefacenti, impuniti, protetti, circondati d'oro, incenso e mirra.

Secondo - E vietato parlare della cosa, è vietato insinuare, è vietato pensare.

Terzo - Stiamo andando verso un sistema dove l'unico modo per avere e dare informazioni che devono essere sapute, discusse, dubitate anche è certo, confutate, ma per dio almeno rese di dominio pubblico, e attraverso il governo e quello che il governo ritiene giusto e lecito.
Con la scusa della privacy si va a capofitto verso quello che è regime!
Perchè l'evoluzione di quello che ho sentito questa sera è che la privacy può comunque venir meno in qualsiasi momento se a violarla è l'istituzione stato, ma non se a fare inchiesta ed a interrogare è l'istituzione cittadino.

Quarto - Durante la trasmissione, si è menzionato il fatto che le iene avessero trasmesso sempre questa sera un servizio analogo a quello censurato sul parlamento, solo effettuato all'interno di una discoteca. L'ipotesi più gettonata, è stata di "occulta e diabolica" manovra pubblicitaria preparata a priori per screditare il parlamento e il garante sulla privacy. Ho visto il servizio in questione e, perbacco, era proprio quello già trasmesso molti mesi fa sempre dalle iene. Allora non è volata una mosca sulla quesione privacy, non ma, un però, un alt, un commento alla lesa dignità di coloro a cui era stato fatto di nascosto il test. Non un "ma" riguardo l'illegalissimo atto di carpire informazioni cliniche in modi non ufficili e unanimemente consapevoli.

Quinto - E' vero, c'è il rischio che in un paese come questo, ci siano situazioni di degenerazione tale da portare ipoteticamente dei privati, come per esempio un datore di lavoro, a effettuare di nascosto test clinici sui dipendenti o i possibili nuovi assunti, magari per vedere proprio se hanno gravi malattie o altre beghe. Ricordo a tutti che in Italia, non è illegale formulare e far firmare un contratto di lavoro dove si fa divieto alle donne assunte di avere gravidanze per un determinato periodo dopo l'assunzione! Da anni c'è questo problema ma nessuno ne parla, nessuno si indigna, nessuno si strappa i capelli in lacrime. Nessuno a parte quelle poche, fiere associazioni che si battono per diritti sociali e vengono ocultate e sistematicamente censurate dagli stessi sindacati confederati!

E ci sarebbereo altre cose che mi sono turbinate in testa nelle ultime due ore, tante, terribili. Roba da farmi venire voglia di prendere fucile e bombe, e massacrare gli ipocriti, finti perbenisti e moralisi che giurano e spergiurano sull'etica, la legalità e la moralità, sputando sulla vita dei pezzenti e dei peones. Facendosi beffe della dignità e del sangue di tutti noi, che come rincoglioniti arteriosclerotici siamo persi ditero cazzo di pc di merda a parlare di elezioni di "best off the forum!"

Faffanculoooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

_________________
"Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido, per mantenere la mente diciamo... flessibile"

"Questo non é il Vietnam. E' FilmUp, ci sono delle regole"

  Visualizza il profilo di Kermunos  Invia un messaggio privato a Kermunos  Email Kermunos     Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 11-10-2006 02:57  
Kermunos, capisco la tua rabbia, però non ci possiamo raccontare che queste cose non si sapessero, o perlomeno che ci fossero forti motivi di sospettarle. Non era parso strano il caso di Miccichè, che si faceva recapitare cocaina nella sede del ministero delle Finanze, e non mi pare ne abbia subito particolari conseguenze?
Il Parlamento vota le leggi solo per gli altri, da questo punto di vista, e la vicenda fa abbastanza schifo. Però queste vicende dovrebbero portarci ad approvare al più presto una seria normativa antiproibizionista, non a lanciarci in una crociata moralizzatrice...
E' assurdo che lo Stato debba spendere tante risorse e uomini e mezzi e cani per, alla fine della fiera, rompere le palle a qualche ragazzino che si fa una canna o mettere in galera qualche tossicodipendente, con una repressione che crea i problemi sociali che dice di voler risolvere.
Sul fatto che si perda tempo a discutere degli awards, non farti ingannare dai toni accesi... resta comunque un gioco, e magari ci si scanna tanto per una quisquilia del genere anche per sfuggire a una realtà che evidentemente proprio rosea non è...
anche cretinate come quella hanno la loro importanza in questo senso.
Certo la vaga possibilità di cambiare il meccanismo degli awards è comunque più realistica di quella di limitare gli assurdi privilegi e la doppia morale vigente nei confronti di chi comanda, ma è comunque importante mantenere la capacità di indignarsi ed esprimere la propria incazzatura di fronte all'ingiustizia.


  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Saeros

Reg.: 27 Mag 2004
Messaggi: 7565
Da: Napoli (NA)
Inviato: 11-10-2006 07:39  
non per niente, ma qualcuno lo deve dire: legalizzatela! almeno la cannabis! cosi` i parlamentari (a parte i coglioni che sniffano cocaina) stanno a posto, e almeno c'e` un minimo di coerenza!
e comunque sia, la Mussolini di solito non mi piace, ma stavolta ha proprio ragione. stavolta, sono con la Mussolini.
_________________
Mizar:Sae è da interpretare stile rebus..
Un Lugubre Equivoco

  Visualizza il profilo di Saeros  Invia un messaggio privato a Saeros  Vai al sito web di Saeros     Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 11-10-2006 10:54  
Vabbè, il modo di fare "informazione" di Vespa ormai lo conosciamo bene.

In questi giorni poi la nostra classe politica si è coperta di ridicolo proprio in relazione alla differenza di trattamento con il servizio fatto dalle iene nelle discoteche.

Ma in uno dei post c'era scritta una cosa verissima; l'Italia è lo stato dei "si sa ma non si dice". E per quanto concerne l'uso di droghe da parte dei politici non si fa certo eccezione.
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 11-10-2006 11:35  
mah, per me la violazione della Privacy è abbastanza palese. Dico, fosse successo all'entrata all'università o al liceo un controllo analogo non avreste protestato contro l'ingerenza?
Poi vabbeh inquadrare il cesso di una discoteca al buio senza dire dove è la discoteca mi sembra una situazione molto più anonima dell'intervista a 50 politici. Volete che la lista non salti fuori??
Arriva cmq la giustificazione delle Jene a dirci che tutto era anonimo ecc. ecc. e qui siamo ad un paradosso..
Seguitemi un attimo:
Avremmo visto un servizio con 50 interviste finte ai vari politici (dio che palla!!) o magari con un set di politici "scelti a caso". Dei politici inquadrati hai voglia a oscurare la faccia e alterare la voce: bastano pochi particolari, le espressioni usate, la posizione presa su un determinato tema, la cadenza per identificare un personaggio pubblico. Ma supponiamo pure che tutto questo sia davvero impossibile e che sia pure impossibile risalire con qualche sforzo investgativo ai nomi dei deputati intervistati.. facciamo finta di crederci.. allora cosa resta? il risultato statistico no?? Ma quello lo sappiamo già da ieri. Dunque dove sarebbe calpestata la libertà di informazione? Per di più la polemica sulla censura ha sicuramente alzato l'interesse sulla vicenda (e lo Share delle IENE sfruttato pure da Matrix)

P.S. per assurdo Bocchino è stato così fesso da violarsi da solo la privacy, chiedendo la distruzione del suo campione.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
riddick

Reg.: 14 Giu 2003
Messaggi: 3018
Da: san giorgio in bosco (PD)
Inviato: 11-10-2006 15:25  
quote:
In data 2006-10-11 11:35, ipergiorg scrive:
Dei politici inquadrati hai voglia a oscurare la faccia e alterare la voce: bastano pochi particolari, le espressioni usate, la posizione presa su un determinato tema, la cadenza per identificare un personaggio pubblico.


con tutte quelle centinaia centinaia di mangiastipendio ho i miei dubbi. potrà poi anche darsi che degli studenti nella stessa situazione avrebbero protestato , ma il garante avrebbe mosso un dito in quel caso?

  Visualizza il profilo di riddick  Invia un messaggio privato a riddick    Rispondi riportando il messaggio originario
pensolo

Reg.: 11 Gen 2004
Messaggi: 14685
Da: Genova (GE)
Inviato: 11-10-2006 15:30  
quote:
In data 2006-10-11 15:25, riddick scrive:
quote:
In data 2006-10-11 11:35, ipergiorg scrive:
Dei politici inquadrati hai voglia a oscurare la faccia e alterare la voce: bastano pochi particolari, le espressioni usate, la posizione presa su un determinato tema, la cadenza per identificare un personaggio pubblico.


con tutte quelle centinaia centinaia di mangiastipendio ho i miei dubbi. potrà poi anche darsi che degli studenti nella stessa situazione avrebbero protestato , ma il garante avrebbe mosso un dito in quel caso?



non credo.

Comunque iper dai..a volte tiri fuori delle teorie che farebbero invidia a chi cerca di dimostrare che Berlusconi ha fatto i soldi da solo
_________________
Bart,voglio condividere con te le tre massime indispensabili per andare avanti nella vita.N°1:"Mi raccomando coprimi" N°2: "Miticooo!Ottima idea capo" N°3:"Era già così quando sono arrivato io"

  Visualizza il profilo di pensolo  Invia un messaggio privato a pensolo     Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 11-10-2006 16:10  
Il fatto è Iper, che quella dorga i parlamentari se la comprano con i soldi dei contribuenti.E francamente la cosa rode.Penso che molti di noi se sapessero che il porpio eletto fa uso di cocaina non lo votavano, così come tnate altre questioni riguardanti l'ambito pubblico.
I dati si sapevano è vero, ma il bello è sapere chi effettivamente ne fa uso e chi no.Anche perchè tra di loro c'è anche chi è pulito.
Comunque sia il reality "L'intelligente" della Gialappa's diventa così semrpe più gustoso.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 12-10-2006 10:43  
ma veramente non capisco l'obiezione: ma il garante per gli studenti si sarebbe mosso?
1) non potete escluderlo.
2) un provvedimento o è giusto o è sbagliato indipendentemente dal fatto che la "vittima" possa o meno difendersi. Come se la polizi recuperasse una ferrari rubata e gli altri derubati dicesser: eh non è mica giusto restituirla al proprietario perchè la mia panda mica me l'hanno recuperata.

Le iene a loro detta volevano solo fare una statistica e quella statistica è stata annunciata già l'altro ieri. Non è mica un ragionamento così difficile.

Strana anche l'argomentazione: fa rabbia che i politici comprino la droga coi nostri soldi.. a parte che hanno anche altri redditi.. beh allora facciamo uno screening di tutti i dipendenti pubblici (nostri soldi) e parastatali (sempre nostri soldi) e i positivi a casa... immagino vi piacerebbe come sistema no?
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
pkdick

Reg.: 11 Set 2002
Messaggi: 20557
Da: Mercogliano (AV)
Inviato: 12-10-2006 11:28  
mah, sulla questione privacy iper non avrebbe tutti i torti. oltretutto il confronto con il servizio in discoteca non può reggere del tutto, in quanto in quel caso si trattava di campione molto più generico (non si sa esattamente di che discoteca si trattasse, nè quando).
in parole povere possiamo aspettarci trasparenza da chi ci rappresenta, se non la otteniamo questo dovrebbe dare da riflettere, ma mi pare poco sensato cercare di fregarli a loro volta per ottenerla.

concordo anche quando dice che il risultato più rilevante è il dato statistico che comunque si è ottenuto, proprio per questo fa schifo come si sia deviato il ragionamento su un appiglio secondario sul quale come detto mi sembra ci sia poco da controbattere. mostrarsi integerrimi in pubblico e farsi in privato, invece di affrontare il discorso legalizzazione in maniera seria, ancora una volta un atteggiamento che dovrebbe darci da riflettere su chi ci rappresenta e su come è arrivato li.
sperando che possa servire per il futuro, ma così come ragionano tipicamente all'italiana loro tendiamo a farlo anche noi elettori, quindi dubito che il polverone possa portare a qualcosa di concreto.
bà.

  Visualizza il profilo di pkdick  Invia un messaggio privato a pkdick    Rispondi riportando il messaggio originario
HistoryX

Reg.: 26 Set 2005
Messaggi: 4234
Da: cagliari (CA)
Inviato: 12-10-2006 11:35  
Ma che dici Iper?
Stai infilando baggianate una dietro l'altra, non ho capito qual'è il senso del tuo discorso...
É vero che il fatto rimane comunque, e che sia risultato ancora più eclatante con l'intervento del garante, ma il centro del discorso non è la privacy, fai il gioco di vespa.
Aldilà del fatto che si poteva facilmente ipotizzare, ora si ha una prova ed è una cosa gravissima, se si ha un pò di dignità presidenti di camera e senato dovrebbero davvero fare i test a tutti, il rigore morale dovrebbe essere al primo posto in chi ci comanda, per lo meno la coerenza, non legiferi contro per poi essere il primo ad essere strafatto.
Almeno in questo non fare il bastian contrario.
É il momento di cambiare qualcosa, e in mezzo ci metterei pure il fatto delle fedine penali di chi siede in quelle poltrone e tutti gli obbrobriosi privilegi d'elite collegati.
É inutile dividerci, come è inutile continuare a votare da una parte o dall'altra, vedasi intercettazioni telecom.
Bisognerebbe fare qualcosa, non so cosa...proposta: una valanga d'insulti via mail a camera e senato?
_________________
[ Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (Johann Wolfgang Göethe) ]

  Visualizza il profilo di HistoryX  Invia un messaggio privato a HistoryX    Rispondi riportando il messaggio originario
riddick

Reg.: 14 Giu 2003
Messaggi: 3018
Da: san giorgio in bosco (PD)
Inviato: 12-10-2006 12:59  
quote:
In data 2006-10-12 10:43, ipergiorg scrive:
ma veramente non capisco l'obiezione: ma il garante per gli studenti si sarebbe mosso?
1) non potete escluderlo.


non mi risulta si sia elevato a difensore del popolo con il servizio della discoteca

  Visualizza il profilo di riddick  Invia un messaggio privato a riddick    Rispondi riportando il messaggio originario
Kermunos

Reg.: 19 Nov 2004
Messaggi: 2306
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 12-10-2006 14:33  
Terzo - Stiamo andando verso un sistema dove l'unico modo per avere e dare informazioni che devono essere sapute, discusse, dubitate anche è certo, confutate, ma per dio almeno rese di dominio pubblico, e attraverso il governo e quello che il governo ritiene giusto e lecito.
Con la scusa della privacy si va a capofitto verso quello che è regime!
Perchè l'evoluzione di quello che ho sentito questa sera è che la privacy può comunque venir meno in qualsiasi momento se a violarla è l'istituzione stato, ma non se a fare inchiesta ed a interrogare è l'istituzione cittadino.

Quarto - Durante la trasmissione, si è menzionato il fatto che le iene avessero trasmesso sempre questa sera un servizio analogo a quello censurato sul parlamento, solo effettuato all'interno di una discoteca. L'ipotesi più gettonata, è stata di "occulta e diabolica" manovra pubblicitaria preparata a priori per screditare il parlamento e il garante sulla privacy. Ho visto il servizio in questione e, perbacco, era proprio quello già trasmesso molti mesi fa sempre dalle iene. Allora non è volata una mosca sulla quesione privacy, non un mà, un però, un alt, un commento alla lesa dignità di coloro a cui era stato fatto di nascosto il test. Non un "ma" riguardo "l'illegalissimo" atto di carpire informazioni cliniche in modi non ufficiali e unanimemente consapevoli.

Quinto - E' vero, c'è il rischio che in un paese come questo, ci siano situazioni di degenerazione tale da portare ipoteticamente dei privati, come per esempio un datore di lavoro, a effettuare di nascosto test clinici sui dipendenti o i possibili nuovi assunti, magari per vedere proprio se hanno gravi malattie o altre beghe. Ricordo a tutti che in Italia, non è illegale formulare e far firmare un contratto di lavoro dove si fa divieto alle donne assunte di avere gravidanze per un determinato periodo dopo l'assunzione! Da anni c'è questo problema ma nessuno ne parla, nessuno si indigna, nessuno si strappa i capelli in lacrime. Nessuno a parte quelle poche, fiere associazioni che si battono per diritti sociali e vengono ocultate e sistematicamente censurate dagli stessi sindacati confederati!

Su queste tre annotazioni non ho colto le vostre opinioni.
Una considerazione generale che faccio però è questa.
In Italia il numero delle persone che fanno uso di sostanze stupefacenti, attualmente illegali, è nell'ordine dei milioni. Considerando anche un uso solo saltuario e magari prevalentemente riferito a droghe "leggere" (Cannabinoidi), non ho difficoltà a sbilanciarmi ed affermare che più della metà delle persone attualmente risiedenti in questo paese, assume sostanze stupefacenti.
Se più della metà delle persone che vivono in questo paese, indipendentemente dal tipo di sostanza usata, fa uso di droge, vuol dire che il fenomeno è socialmente assorbito e metabolizzato. Ma è sepolto sotto un fitto strato di paura, sopratutto ignoranza, e finta moralità.
Magari allora il problema non è nella "legalità" o meno del farsi. Magari il problema stà nel fatto che c'è un ipocrisa maliziosa di fondo che genera più guari di quanti possano farne le sostanze stesse?

_________________
"Vota Antonio vota Antonio vota Antonio vota Antonio, Vota Antonio La Trippa"
Birra, birra, birra, birra, Bufaus sa birra!

[ Questo messaggio è stato modificato da: Kermunos il 12-10-2006 alle 14:38 ]

  Visualizza il profilo di Kermunos  Invia un messaggio privato a Kermunos  Email Kermunos     Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 12-10-2006 19:25  
quote:
In data 2006-10-11 16:10, gatsby scrive:
Penso che molti di noi se sapessero che il porpio eletto fa uso di cocaina non lo votavano, così come tnate altre questioni riguardanti l'ambito pubblico.





Tanto con quella meraviglia di legge elettorale che ci hanno propinato non li abbiamo potuti scegliere lo stesso...

E comunque Porta a Porta fa schifo.
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
  
0.239052 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: