FilmUP.com > Forum > Attualità - Sulle iene, Porta a Porta, e uno stato sociale e civile che non esiste
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Sulle iene, Porta a Porta, e uno stato sociale e civile che non esiste   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
Autore Sulle iene, Porta a Porta, e uno stato sociale e civile che non esiste
Saeros

Reg.: 27 Mag 2004
Messaggi: 7565
Da: Napoli (NA)
Inviato: 12-10-2006 20:18  
quote:
In data 2006-10-12 19:25, sloberi scrive:
E comunque Porta a Porta fa schifo.


mi sa che questa e` l'unica questione su cui siamo tutti d'accordo.

ad ogni modo, spero che la proposta di Casini passi. pero` che sia obbligatoria, altrimenti non servira` a niente.
_________________
Mizar:Sae è da interpretare stile rebus..
Un Lugubre Equivoco

  Visualizza il profilo di Saeros  Invia un messaggio privato a Saeros  Vai al sito web di Saeros     Rispondi riportando il messaggio originario
pensolo

Reg.: 11 Gen 2004
Messaggi: 14685
Da: Genova (GE)
Inviato: 12-10-2006 20:20  
quote:
In data 2006-10-12 20:18, Saeros scrive:
pero` che sia obbligatoria, altrimenti non servira` a niente.



Oltre ad essere obbligatoria deve necessariamente essere a sorpresa.
altrimenti davvero non servità a niente ma si rivelerà per quello che probabilmente è: pura demagogia elettorale



_________________
E' proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un'altra prospettiva


[ Questo messaggio è stato modificato da: pensolo il 12-10-2006 alle 20:22 ]

  Visualizza il profilo di pensolo  Invia un messaggio privato a pensolo     Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 13-10-2006 19:24  
E voglio pure i controlli incrociati di sangue e urine.
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 13-10-2006 22:40  
io voglio anche la prova del palloncino ogni 50 minuti.

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 14-10-2006 12:04  
quote:
In data 2006-10-12 20:18, Saeros scrive:
quote:
In data 2006-10-12 19:25, sloberi scrive:
E comunque Porta a Porta fa schifo.


mi sa che questa e` l'unica questione su cui siamo tutti d'accordo.

ad ogni modo, spero che la proposta di Casini passi. pero` che sia obbligatoria, altrimenti non servira` a niente.



Quella di Casini è demagogia da quattro soldi. Niente di più.

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
Kermunos

Reg.: 19 Nov 2004
Messaggi: 2306
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 14-10-2006 13:56  
Demagogia è un termine di origine greca (composto di demos, "popolo" e ago, "conduco, trascino") che indica un comportamento politico incline ad assecondare le aspettative della gente, sulla base della percezione delle loro necessità.
Di frequente utilizzo nel dizionario politico, con accezione dispregiativa indica il comportamento di colui che utilizza frasi retoriche ed esprime promesse inconsistenti per accaparrarsi il favore dell'elettorato, facendo spesso leva su sentimenti irrazionali, ed alimentando la paura o l'odio nei confronti del nemico o dell'avversario politico.
La demagogia è l'attività del politico che, in vista del proprio interesse, spinge il popolo a fare qualcosa contro il suo interesse, sviando la percezione delle necessità reali.
Platone indicava la demagogia come una forma di governo che deriva dalla degenerazione della democrazia e che sarebbe preludio della tirannide e dell'anarchia.
È possibile reperire esempi pratici di questa pratica, anche in tempi molto più vicini ai giorni nostri.

Fonte wikipedia
(Il primo significato non lo conoscevo, ma sarebbe il modo esatto attraverso cui attuare concretamente il sistema di democrazia di rappresentanza... ma guarda un pò.)


Personalmente resto convinto che il problema non sia questo. Questa è politica di mestiere. Son stati tutti presi in contropiede. Le sparano grosse nel tentativo di prendere tempo, di fare il solito girotondo di commenti che commentano altri commenti fatti su precedenti dichiarazioni e commenti, cercando nel mentre di organizzarsi una difesa e/o un attacco efficaci riguardanti il vero nocciolo del problema.
All'interno di palazzo Chigi trova sede una vera è propria questura, con questore, agenti e mezzi tecnici comuni a qualsiasi questura di polizia. Dopo l'eppisodio della valigetta di cocaina e dopo il servizio delle iene, sarebbe dovuta partire d'ufficio un'indagine interna "per stabilite modi, tempi, luoghi e responsabilità dirette ed indirette delle persone legate alle attività illecite nell'uso di sostanza stupefacenti". Anche solo dalla questura di roma. Qualcuno ha visto qualcosa?
Esami e test clinici per stabilite se chi stà in parlamento e in senato fa uso di droghe... per me è un principio sbagliato di affrontare la questione. Può essere un bello spottone politico, provocatorio e visivamente d'impatto per l'opinione pubblica, "demagogico" come si diceva sopra, ma non è minimamente risolutore o anche solo lontamente utile nel caso in questione. I controlli si eludono e si falsificano senza il ben che minimo problema... poi magari fra poco passa nuovamente il provvedimento che prevede l'immunità parlamentare e tanti saluti. Certo è che se fosse approvata una cosa del genere, diventerebbe necessario instuire questi controlli in qualsiasi ufficio pubblico e statale, anche solo per un'ovvia questione di equità e legittimo sospetto. Ma con il relae numero di persone che fa uso di stupefacenti, cosa succederebbe? Quanti in prigione e quanti in comunità? Nuovi posti di lavoro che si liberano? E le famiglie fatte a pezzi? E i costi per chi sta in prigione o in comunità, chi li sostiene? Si parla di migliaia e migliaia di persone in tutto il paese... E i costi di questi controlli, dove li mettiamo? Personale tecnico preparato, apparecchiature di laboratorio, strumenti vari, avvocati, denunce, ricorsi... il chaos!
Il punto del problema resta sempre quello. Parafrasando uno slogan che si usa durante manifestazioni o altre attività politiche e sociali legate all'uso delle sostanze stupefacenti: "giusto o sbagliato, non può essere reato".
Mancano informazione, educazione, onestà. Drogarsi è male perchè se lo si fa, non si è più esseri umani, sì passa alla sottoclasse degli scarti, delle palle al piede, degli improduttivi, dei crminiali, dei tossici, delle merde e dei poveretti.

Drogarsi è male perchè ad ogni uso di una determinata sostanza, non corrispondono mai una cura, un'attenzione ed un effettiva conoscenza proporzionali alla pericolosità della sostanza ed ai suoi effetti. Non è quasi mai una scelta consapevole dei rischi, non è prevalentemente mai una scelta consapevole in generale.
Al massimo è giusto o sbagliato, ma come ben tutti sappiamo quì dentro, giusto o sbagliato son concetti assai personali ed emotivamente susciettibili..
_________________
"Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido, per mantenere la mente diciamo... flessibile"

"Questo non é il Vietnam. E' FilmUp, ci sono delle regole"

  Visualizza il profilo di Kermunos  Invia un messaggio privato a Kermunos  Email Kermunos     Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 14-10-2006 14:39  
Ulteriore sviluppo (grottesco)

Aperto fascicolo per violazione privacy

La procura di Roma ha aperto un fascicolo processuale, ipotizzando la violazione della privacy, sul caso del test antidroga fatto da una troupe delle Iene a cinquanta politici italiani e culminato in una serie di polemiche che hanno indotto il Garante della privacy a bloccare la messa in onda del servizio. Il procuratore Giovanni Ferrara ed i suoi sostituti procedono, per il momento, contro ignoti.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 14-10-2006 15:35  
In questo caso concorderei con Ipergiorg (!!).
L'uso personale di sostanze stupefacenti non è minimamente punibile e nemmeno costituisce un reato.

Proviamo però ad applicare questa vicenda a ciascuno di noi. Immaginiamo di lavorare in una banca e un gruppo esterno di giornalisti si reca all'uscita dell'edificio e intervista i dipendenti. di nascosto in realtà esegue un test simile a quello a cui "le Iene" hanno sottoposto i parlamentari.

Non ci sarebbe nessuno al mondo disposto a lasciare che le sua analisi appaiano sui giornali. Questi sono fatti del tutto personali e la cosa costituisce di per se un reato (questo si). Non si può nemmeno dire: ma i parlamentari ci rappresentano e devono comportarsi responsabilmente. Da questo punto di vista allora anche il direttore della nostra banca potrebbe sostenere tali argomentazioni , asserendo che la professionalità degli impiegati che si drogano è minata e per questo è giusto rendere pubbliche le analisi.

Se applichiamo a noi stessi i concetti e la morale che pretendiamo dagli altri, in questo caso chi sostiene che le analisi private di una persona debbano essere sbandierate ai quattro venti è un ipocrita.


[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 14-10-2006 alle 15:36 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 14-10-2006 16:07  
In realtà a parte gli scherzi pure io sono d'accordo con Iper. Non si può parlare di censura perchè le iene in fin dei conti hanno infranto la legge, e ancora di più l'avrebbero fatto mandando in onda il servizio.

Ed inoltre non sono nemmeno d'accordo con Casini. Un politico nel tempo libero è liberissimo di farsi dua canne. Cosa me ne può fregare? Io lo devo giudicare (in quanto cittadino) per il ruolo che svolge, non per la sua vita privata. O bisogna pure controllare quanti bicchieri di vino bevono a pranzo?
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 21-10-2006 13:49  
quote:
In data 2006-10-12 12:59, riddick scrive:
quote:
In data 2006-10-12 10:43, ipergiorg scrive:
ma veramente non capisco l'obiezione: ma il garante per gli studenti si sarebbe mosso?
1) non potete escluderlo.


non mi risulta si sia elevato a difensore del popolo con il servizio della discoteca



questo non credo però ti farà contento....

Nuovo stop del Garante della privacy alle Iene per il test antidroga in discoteca
di Nicoletta Cottone

Nuovo stop alle Iene, con il blocco dell’uso di dati personali nel servizio sull’assunzione di droghe realizzato dalla trasmissione di Mediaset in una discoteca.
Il Garante per la privacy, interviene, dunque, per la seconda volta in pochi giorni, sul programma “Le iene”, dichiarando illecita la raccolta di dati personali, anche di natura sanitaria e grave l’intrusione nell’intimità delle persone attraverso l’uso di telecamere poste nella toilette. «Occorre essere fermi e severi - dice il Garante della privacy Giuseppe Fortunato - contro questi veri e propri illeciti e contro ogni forma di violazione della dignità e della libertà dell’individuo». Il servizio, realizzato in una discoteca di Milano, era un test sull’assunzione di droghe effettuato all’insaputa degli interessati nella toilette del locale. Il 50% dei ragazzi era risultato positivo alla cocaina.
«Si deve poter essere liberi di frequentare locali pubblici senza la paura o il sospetto che qualcuno ci osservi con le telecamere - aggiunge il Garante Giuseppe Fortunato - e ci sottoponga, a nostra insaputa, a test di ogni genere. È inammissibile che si violi la sfera più intima delle persone, raccogliendo con l’inganno dati di natura sanitaria, mettendo in atto artifici, per di più in luoghi, come la toilette, dove ognuno di noi si aspetta naturalmente che venga garantita la riservatezza».
Una volta visionato il servizio andato in onda nella puntata delle Iene del 10 ottobre il Garante ha rilevato, dunque, un illecito trattamento di dati sanitari. La raccolta di dati è stata effettuata in una discoteca di Milano con piccole spugne che una volta impregnate di urina sono state sottoposte a un test sull’uso di droga. I ragazzi erano stati ripresi con una telecamera nascosta. Due, secondo l’Authority per la protezione dei dati personali, i gravi illeciti: da una parte la raccolta fraudolenta di dati sanitari, dall’altra la violazione della sfera privata degli interessati, della loro dignità e del diritto al pudore. Le norme previste dal Codice della privacy, secondo il Garante, sono state violate anche se le immagini delle persone non erano identificabili in quanto parzialmente oscurate, perché la lesione dei diritti era già avvenuta con l’illecita raccolta di dati e la successiva detenzione di filmati e risultati dei test relativi a persone individuabili.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 21-10-2006 15:34  
non cambia di troppo le carte in tavola perchè quel servizio era già andato in onda l'anno scorso e nessuno aveva fatto una piega.
Stavolta si sono mossi solo in seguito alla baruffa scatenata dai politici; non potevano davvero fare altrimenti.
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
riddick

Reg.: 14 Giu 2003
Messaggi: 3018
Da: san giorgio in bosco (PD)
Inviato: 21-10-2006 16:56  
quote:
In data 2006-10-21 15:34, sloberi scrive:
non cambia di troppo le carte in tavola perchè quel servizio era già andato in onda l'anno scorso e nessuno aveva fatto una piega.
Stavolta si sono mossi solo in seguito alla baruffa scatenata dai politici; non potevano davvero fare altrimenti.



detto tutto

  Visualizza il profilo di riddick  Invia un messaggio privato a riddick    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
  
0.127904 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: