FilmUP.com > Forum > Attualità - La stampa commerciale sempre più distante dalla realtà
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > La stampa commerciale sempre più distante dalla realtà   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
Autore La stampa commerciale sempre più distante dalla realtà
Julian

Reg.: 27 Gen 2003
Messaggi: 6177
Da: Erbusco (BS)
Inviato: 26-11-2006 17:56  
Azz...il solito. Se parli della Russia e della Cina significa che per fortuna non hai capito nulla.
E per dire questo non è certo necessario essere comunisti o anarchicio quello che vuoi tu: è sufficiente leggere Marx ed Engels.
Ma non starò qui a spiegarti ste cose, temo sarebbe una perdita di tempo.
_________________
Se nulla capivo, qui tu finalmente
nulla lasciavi germogliare sulla brulla,
paradossale, tra noi terra infondata,
dove sono i leoni, ammattiti e marroni
lasciando immaginare
la sposa occidentale.

  Visualizza il profilo di Julian  Invia un messaggio privato a Julian    Rispondi riportando il messaggio originario
Noodles132

Reg.: 24 Set 2005
Messaggi: 366
Da: Roma (RM)
Inviato: 26-11-2006 17:58  
quote:
In data 2006-11-26 17:56, Julian scrive:
Azz...il solito. Se parli della Russia e della Cina significa che per fortuna non hai capito nulla.
E per dire questo non è certo necessario essere comunisti o anarchicio quello che vuoi tu: è sufficiente leggere Marx ed Engels.
Ma non starò qui a spiegarti ste cose, temo sarebbe una perdita di tempo.



Tipico attegiamento da radical-chic.
E quale sarebbe la vostra alternativa comunista? Quella di Berlinguer? No,voi sognate un socialismo come a Cuba e a me non dispiace quel socialismo lì solo che non vi appartiene.
_________________
"Il genio, che cos'è il genio? fantasia,intuizione, velocità d'esecuzione"

  Visualizza il profilo di Noodles132  Invia un messaggio privato a Noodles132    Rispondi riportando il messaggio originario
Julian

Reg.: 27 Gen 2003
Messaggi: 6177
Da: Erbusco (BS)
Inviato: 26-11-2006 17:59  
quote:
In data 2006-11-26 17:58, Noodles132 scrive:
quote:
In data 2006-11-26 17:56, Julian scrive:
Azz...il solito. Se parli della Russia e della Cina significa che per fortuna non hai capito nulla.
E per dire questo non è certo necessario essere comunisti o anarchicio quello che vuoi tu: è sufficiente leggere Marx ed Engels.
Ma non starò qui a spiegarti ste cose, temo sarebbe una perdita di tempo.



Tipico attegiamento da radical-chic.
E quale sarebbe la vostra alternativa comunista? Quella di Berlinguer? No,voi sognate un socialismo come a Cuba e a me non dispiace quel socialismo lì solo che non vi appartiene.




Assolutamente no. Ritenta, sarai più fortunato.
Non credo, fra le altre cose, che esista un atteggiamento politico più concreto del mio e di quello di chi la pensa come me.
_________________
Se nulla capivo, qui tu finalmente
nulla lasciavi germogliare sulla brulla,
paradossale, tra noi terra infondata,
dove sono i leoni, ammattiti e marroni
lasciando immaginare
la sposa occidentale.

  Visualizza il profilo di Julian  Invia un messaggio privato a Julian    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 26-11-2006 18:15  
prego chiunque non voglia parlare del topic, ma rispondere a tono a chi lo ha offeso, di non farlo, in modo che i miei compiti di cancellazione nelle prossime ore (ora non posso) siano più veloci. Grazie.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Noodles132

Reg.: 24 Set 2005
Messaggi: 366
Da: Roma (RM)
Inviato: 26-11-2006 18:16  
quote:
In data 2006-11-26 18:15, gatsby scrive:
prego chiunque non voglia parlare del topic, ma rispondere a tono a chi lo ha offeso, di non farlo, in modo che i miei compiti di cancellazione nelle prossime ore (ora non posso) siano più veloci. Grazie.



Lo accetto.
_________________
"Il genio, che cos'è il genio? fantasia,intuizione, velocità d'esecuzione"

  Visualizza il profilo di Noodles132  Invia un messaggio privato a Noodles132    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 27-11-2006 14:56  
quote:
In data 2006-11-26 16:54, Noodles132 scrive:

Bene allora commentiamo i fatti:

Israele uccide ogni giorno bambin e i mass media fanno passare i palestinesi come dei "terroristi" e la comunità mondiale sostiene "legittimi" i raid israeliani.
Poi ci sono gruppi di estrema sinistra che fanno cortei propalestina anche se hanno rappresentanti in parlamento che votano proisraele e manifestano anche in cortei che richiedono interventi militari dell'Onu in Libano,al fianco di israele.
Così va bene? IPOCRITI




Si d'accordo il tuo punto di vista è chiaro.
A questo punto però , visto che giudichi l'atteggiamento di queste persone bisognerebbe anche che specificassi cosa fai invece tu per la questione, immaginando che non fai parte di quel gruppo di ipocriti .Sarebbe interessante saperlo.
E se per caso non dovessi fare nulla la tua critica sarebbe ancora più inutile.
Non che interessi al forum quello che fai , ma per sottolineare ulteriormente che i commenti sulle persone (tra l'altro generici, visto che ci sarà stato qualcuno tra le oltre 50.000 persone che non appartiene alla categoria da te descritta)non sono di alcuna utilità.
Anche se fossero tutti un branco di ipocriti la causa che sostengono è comunque degna di supporto. A meno che , come fanno i media, il commento sulle presunte intenzioni delle persone sia più rilevante dei fatti in questione e debba essere l'oggetto principale della discussione, e non mi sembra proprio il caso vista la gravità dei fatti.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 28-11-2006 14:44  
quote:
In data 2006-11-20 15:42, Quilty scrive:
La manifestazione di sabato (anzi le manifestazioni di Milano e Roma)a sostegno della causa palestinese era un valido test per valutare il livello di propaganda degli organi di informazione.

Ho preso in considerazione Repubblica e il Corriere della Sera, i due giornali più letti d' Italia.
La vergognosa presentazione dei fatti che questi organi hanno offerto la dice lunga sulla credibilità di questi giornali.

Entrambi hanno dedicato alla questione le prime tre pagine dell'edizione domenicale.
La prevalenza dei commenti ( a partire dal titolo centrale in prima pagina per proseguire con gli editoriali e la cronaca) era tutta incentrata su quelli che Repubblica stessa definisce "poche centinaia di manifestanti" che insultavano i morti di Nassyria, bruciavano fantocci e via discorrendo. Ulteriore spazio era concesso per le reazioni del mondo politico , lo sdegno del Quirinale....

In fondo alla pagina 4 di Repubblica si poteva leggere che l'operato di Israele nella striscia di Gaza è stato condannato da una risoluzione dell'Onu a maggioranza schiacciante
http://www.repubblica.it/2006/11/sezioni/esteri/medio-oriente-25/gaza-onu-risoluzione/gaza-onu-risoluzione.html
a seguito dell'ennesimo massacro israeliano nei Territori Occupati (da Israele).

Una stampa seria e onesta avrebbe dato risalto alla maggioranza delle oltre cinquantamila persone radunatesi nei due cortei, presentando adeguatamente le motivazioni e le richieste della sfilata, aprendo quindi un dibattito e informando adeguatamente il lettore sui recenti fatti di cronaca nella regione mediorientale.
Valutare l'operato di poche centinaia di manifestanti per condannarle sonoramente è un esercizio utile per evitare di parlare di questioni ben più rilevanti ed evidenti.
Se inneggiare a una strage o bruciare fantocci merita tutti questi commenti e questo spazio, quanto spazio dovrebbe essere destinato al fatto che l'Italia è impegnata in un commercio di armi con un paese che le usa per uccidere indiscriminatamente le persone (e le cui azioni sono profondamente deplorate dalla stragrande maggioranza dei paesi che compongono le Nazioni Unite)?

La presentazione di questi fatti , il tono e lo spazio concesso rileva che questi mass media agiscono in realtà a sostegno di azioni di terrorismo impedendo al lettore una più completa conoscenza degli avvenimenti del mondo reale.
Sarebbe infatti molto difficile per il Governo in carica giustificare la sua politica estera sul fatto in questione se una stampa vigile e al servizio della comunità ponesse l'accento sulle questioni importanti piuttosto che soffermarsi sulle gesta insignificanti di qualche imbecille.
Una stampa che predilige gli imbecilli è in effetti essa stessa imbecille.

sono completamente d'accordo...avevo notato anche io questa discriminanza....
_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 28-11-2006 15:26  
ribadisco che la critica di Quilty non è molto corretta

infatti lui ha preso come riferimento un giorno

ma non ha detto niente di ciò che è stato scritto nei giorni prima, o meglio immediatamente dopo l'evento



comunque questo è quello che scrivono oggi i giornalisti sulla "stampa commerciale"

Il Corriere della Sera senza firme STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO
Il Corriere della Sera oggi esce senza firme, malgrado tutta la redazione, collaboratori e opinionisti, abbiano lavorato ieri come al solito: in segno di rispetto verso i nostri lettori, abbiamo attuato una forma di agitazione che non condiziona la qualità dei contenuti del giornale. Da 639 giorni gli editori si rifiutano di discutere con i giornalisti del rinnovo del contratto nazionale.
La loro idea di giornalismo e di informazione è assolutamente inaccettabile: prevede che i giornali vengano realizzati da personale precario, attraverso la completa liberalizzazione dei contratti a tempo determinato; vogliono applicare la legge Biagi in modo da poter costringere un giornalista ad essere trasferito da una testata all’altra sotto forma di “prestito”; vogliono che i responsabili delle redazioni siano posti sotto controllo diretto dell’editore a cui dovranno obbedire pena il licenziamento; vogliono togliere gli scatti di anzianità biennali decurtando fino al 30 per cento le attuali retribuzioni; vogliono limitare i poteri degli organismi sindacali; vogliono imporre il trasferimento dei giornalisti in un’altra sede, dotandosi così di una possibile arma di ricatto contro i giornalisti “scomodi”.
Nel frattempo, questi stessi editori violano in continuazione norme sindacali, regole e contratti. Anche nei giornali del gruppo Rcs, l’invadenza della pubblicità e del marketing ha raggiunto livelli preoccupanti e intollerabili e le professionalità e le competenze vengono svilite in nome degli interessi del mercato.
I giornalisti non stanno facendo una battaglia per chiedere più soldi e non perché possano contare su stipendi d’oro: oggi chi comincia a fare il giornalista impiega in media 10 anni a trovare un posto di lavoro stabile (quando ci riesce) e in questo tempo guadagna in media 5 mila euro lordi all’anno, mentre il primo stipendio dei nuovi assunti è di 15 mila euro lordi all’anno. In compenso, i bilanci delle nostre aziende segnano utili e vantano risultati nettamente superiori alla crescita del Pil. Inoltre, gli editori ricevono ogni anno dallo Stato sovvenzioni pari a circa 700 milioni di euro.
I giornalisti chiedono che non siano minate le garanzie minime per un’informazione democratica e libera da vincoli: i nostri editori sono banchieri, assicuratori, imprenditori di tutti i settori, dall’edilizia alle telecomunicazioni. Non si può discutere sulle basi poste oggi dagli editori: probabilmente, il loro obiettivo reale è fare dei giornali senza giornalisti. E, quindi, senza informazione. Ci opporremo con tutti i mezzi a nostra disposizione per evitare che questo avvenga.

L'assemblea di redazione del Corriere della Sera
28 novembre 2006



_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
Sandrixgay

Reg.: 27 Nov 2006
Messaggi: 35
Da: Piccole labbra (CR)
Inviato: 28-11-2006 18:46  
quote:
In data 2006-11-27 14:56, Quilty scrive:
quote:
In data 2006-11-26 16:54, Noodles132 scrive:

Bene allora commentiamo i fatti:

Israele uccide ogni giorno bambin e i mass media fanno passare i palestinesi come dei "terroristi" e la comunità mondiale sostiene "legittimi" i raid israeliani.
Poi ci sono gruppi di estrema sinistra che fanno cortei propalestina anche se hanno rappresentanti in parlamento che votano proisraele e manifestano anche in cortei che richiedono interventi militari dell'Onu in Libano,al fianco di israele.
Così va bene? IPOCRITI




Si d'accordo il tuo punto di vista è chiaro.
A questo punto però , visto che giudichi l'atteggiamento di queste persone bisognerebbe anche che specificassi cosa fai invece tu per la questione, immaginando che non fai parte di quel gruppo di ipocriti .Sarebbe interessante saperlo.
E se per caso non dovessi fare nulla la tua critica sarebbe ancora più inutile.
Non che interessi al forum quello che fai , ma per sottolineare ulteriormente che i commenti sulle persone (tra l'altro generici, visto che ci sarà stato qualcuno tra le oltre 50.000 persone che non appartiene alla categoria da te descritta)non sono di alcuna utilità.
Anche se fossero tutti un branco di ipocriti la causa che sostengono è comunque degna di supporto. A meno che , come fanno i media, il commento sulle presunte intenzioni delle persone sia più rilevante dei fatti in questione e debba essere l'oggetto principale della discussione, e non mi sembra proprio il caso vista la gravità dei fatti.


Ti posso assicurare che per la causa palestinese faccio abbastanza e sono molto più coerente di quei vermi. Gatsy (scusa se ho sbagliato il nome) sa perchè ma gli chiedo di non dirlo. Se vuoi ti dico in privato in cosa consiste il mio impegno

  Visualizza il profilo di Sandrixgay  Invia un messaggio privato a Sandrixgay    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 29-11-2006 17:13  
quote:
In data 2006-11-28 15:26, Tenenbaum scrive:
ribadisco che la critica di Quilty non è molto corretta

infatti lui ha preso come riferimento un giorno

ma non ha detto niente di ciò che è stato scritto nei giorni prima, o meglio immediatamente dopo l'evento






Ma dillo tu allora ...quali sarebbero le mie omissioni?
La vicenda palestinese è da sempre a senso unico sui media commerciali (ovvero quelli che si basano sulla pubblicità)e oggetto di una incessante campagna di propaganda in favore dell'occupazione israeliana.
Attendo comunque gli interventi che ristabiliscano l'equilibrio alla mia palese non obiettività!



[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 29-11-2006 alle 17:14 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 )
  
0.127683 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: