FilmUP.com > Forum > Sondaggi - Rivoluzione =Violenza?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > interAction > Sondaggi > Rivoluzione =Violenza?   
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Rivoluzione =Violenza?
Si 7 38.9%
No 11 61.1%
Totale 18 100%

Autore Rivoluzione =Violenza?
Karletto18

Reg.: 01 Dic 2006
Messaggi: 14
Da: Londra (es)
Inviato: 01-12-2006 16:34  
Ritenete conciliabile,in un'eventuale rivoluzione del proletariato conseguente alla fine del sistema capitalista,l'impiego della violenza su padroni,servi dei padroni e sulle loro consorti? La violenza è un'arma necessaria in una rivoluzione?
_________________
La violenza è la levatrice di ogni vecchia società, gravida di una nuova società.( L'ho detto io)

  Visualizza il profilo di Karletto18  Invia un messaggio privato a Karletto18    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 01-12-2006 16:40  
La rivoluzione non è un pranzo di gala
non è una festa letteraria
non è un disegno o un ricamo
non si può fare con tanta eleganza
con tanta serenità, con tanta grazia e cortesia
la rivoluzione è un atto di violenza

(Mao Tze Tung)

[ Questo messaggio è stato modificato da: mescal il 01-12-2006 alle 16:41 ]

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Karletto18

Reg.: 01 Dic 2006
Messaggi: 14
Da: Londra (es)
Inviato: 01-12-2006 16:43  
quote:
In data 2006-12-01 16:40, mescal scrive:
La rivoluzione non è un pranzo di gala
non è una festa letteraria
non è un disegno o un ricamo
non si può fare con tanta eleganza
con tanta serenità, con tanta grazia e cortesia
la rivoluzione è un atto di violenza

(Mao Tze Tung)

[ Questo messaggio è stato modificato da: mescal il 01-12-2006 alle 16:41 ]


Bravo allievo quello. Peccato che poi sia venuto Xiaoping.....
_________________
La violenza è la levatrice di ogni vecchia società, gravida di una nuova società.( L'ho detto io)

  Visualizza il profilo di Karletto18  Invia un messaggio privato a Karletto18    Rispondi riportando il messaggio originario
cabal22

Reg.: 15 Mar 2006
Messaggi: 2812
Da: Livorno (LI)
Inviato: 01-12-2006 17:51  
Qual'è la definizione di "proletariato" nel 2006? Sicuramente non è la stessa del 1918. O no?

Qual'è la definizione di "rivoluzione"?
1)Se per essa si intende un processo radicale che mira a estirpare completamente una realtà socio-politica, allora con tutta probabilità una rivoluzione pacifica è impossibile. 2)Se per rivoluzione si intende, invece, un processo graduale che miri a far cambiare la Società nei limiti e nei delle proprie possiblità, allora una rivoluzione "pacifica" è possibile. Basti vedere quello che è riuscito ad ottenere un certo Gandhi.

Ecco, penso che lo spartiacque sia in quello che si vuole ottenere da una rivoluzione. Se qualcosa di possibile ed accettabile (ora e per tutti) o qualcosa di completamente diverso dalla realtà odierna, un volo pindarico, un'utopia (come il comunismo, lo stalinismo, il maoismo). Allora, nel primo caso sì, un moto pacifico è possibile. Nell'altro caso ,assolutamente no. La violenza è necessaria ed anzi indispensabile.

In ogni caso, penso sia impossibile escludere del tutto possibili episodi di violenza (seppur isolati) all'interno di un moto "rivoluzionario".
In questo caso, sembrerebbe proprio che l'unica definizione possibile sia la prima.

[ Questo messaggio è stato modificato da: cabal22 il 01-12-2006 alle 17:56 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: cabal22 il 01-12-2006 alle 18:46 ]

  Visualizza il profilo di cabal22  Invia un messaggio privato a cabal22  Vai al sito web di cabal22    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 01-12-2006 18:42  
quote:
In data 2006-12-01 17:51, cabal22 scrive:
un certo Indira Gandhi.



E io che pensavo fosse una donna



[ Questo messaggio è stato modificato da: mescal il 01-12-2006 alle 18:42 ]

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
cabal22

Reg.: 15 Mar 2006
Messaggi: 2812
Da: Livorno (LI)
Inviato: 01-12-2006 18:47  
E vabbè, mi sono confuso.

  Visualizza il profilo di cabal22  Invia un messaggio privato a cabal22  Vai al sito web di cabal22    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 01-12-2006 19:05  
Hai ragione, Cabal, scusa.
Ma tu per caso hai, o lavori in un videonoleggio? mi ricordo che accennasti a qualcosa di simile, una volta...(scusate l'ot)

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
Kermunos

Reg.: 19 Nov 2004
Messaggi: 2306
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 01-12-2006 19:09  
Si.
_________________
"Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido, per mantenere la mente diciamo... flessibile"

"Questo non é il Vietnam. E' FilmUp, ci sono delle regole"

  Visualizza il profilo di Kermunos  Invia un messaggio privato a Kermunos  Email Kermunos     Rispondi riportando il messaggio originario
cabal22

Reg.: 15 Mar 2006
Messaggi: 2812
Da: Livorno (LI)
Inviato: 01-12-2006 19:23  
quote:
In data 2006-12-01 19:05, mescal scrive:
Hai ragione, Cabal, scusa.
Ma tu per caso hai, o lavori in un videonoleggio? mi ricordo che accennasti a qualcosa di simile, una volta...(scusate l'ot)



Sì sì.

  Visualizza il profilo di cabal22  Invia un messaggio privato a cabal22  Vai al sito web di cabal22    Rispondi riportando il messaggio originario
Karletto18

Reg.: 01 Dic 2006
Messaggi: 14
Da: Londra (es)
Inviato: 01-12-2006 19:57  
Videonoleggio? Schiavi del capitale americano!
_________________
La violenza è la levatrice di ogni vecchia società, gravida di una nuova società.( L'ho detto io)

  Visualizza il profilo di Karletto18  Invia un messaggio privato a Karletto18    Rispondi riportando il messaggio originario
Julian

Reg.: 27 Gen 2003
Messaggi: 6177
Da: Erbusco (BS)
Inviato: 01-12-2006 20:12  
quote:
In data 2006-12-01 17:51, cabal22 scrive:
Qual'è la definizione di "proletariato" nel 2006? Sicuramente non è la stessa del 1918. O no?




Certo che è la stessa. Il termine però in effetti oggi è improprio. Comunque secondo la definizione di chi per primo l'ha usato il termine allude al fatto di "vendere forza lavoro", ovvero di essere un lavoratore dipendente. Posso anche essere un grande ingegnere, avere uno stipendio alto e pensare in effetti nello stesso modo in cui pensa un grande industriale, ma nei fatti io lavoro alle dipendenze di un'altra persona, e quindi, sono un proletario!
_________________
Se nulla capivo, qui tu finalmente
nulla lasciavi germogliare sulla brulla,
paradossale, tra noi terra infondata,
dove sono i leoni, ammattiti e marroni
lasciando immaginare
la sposa occidentale.

  Visualizza il profilo di Julian  Invia un messaggio privato a Julian    Rispondi riportando il messaggio originario
skylight

Reg.: 07 Dic 2002
Messaggi: 705
Da: san gillio (TO)
Inviato: 01-12-2006 22:29  
no,nn credo ke rivoluzione sia x forza sinonimo d violenza
_________________
conosci i tuoi nemici e conoscerai te stesso

  Visualizza il profilo di skylight  Invia un messaggio privato a skylight    Rispondi riportando il messaggio originario
cabal22

Reg.: 15 Mar 2006
Messaggi: 2812
Da: Livorno (LI)
Inviato: 02-12-2006 12:50  
quote:
In data 2006-12-01 20:12, Julian scrive:
quote:
In data 2006-12-01 17:51, cabal22 scrive:
Qual'è la definizione di "proletariato" nel 2006? Sicuramente non è la stessa del 1918. O no?




Certo che è la stessa. Il termine però in effetti oggi è improprio. Comunque secondo la definizione di chi per primo l'ha usato il termine allude al fatto di "vendere forza lavoro", ovvero di essere un lavoratore dipendente. Posso anche essere un grande ingegnere, avere uno stipendio alto e pensare in effetti nello stesso modo in cui pensa un grande industriale, ma nei fatti io lavoro alle dipendenze di un'altra persona, e quindi, sono un proletario!




E allora la popolazione si compone per un buon 70% di proletari, ma forse anche di più. Rimangono fuori solo i commercianti e gli imprenditori.

  Visualizza il profilo di cabal22  Invia un messaggio privato a cabal22  Vai al sito web di cabal22    Rispondi riportando il messaggio originario
Janet13
ex "vinegar"


Reg.: 23 Ott 2005
Messaggi: 15804
Da: Cagliari (CA)
Inviato: 02-12-2006 14:47  
Ma Carletto Marx è un prodotto di Marquez?
_________________
"Mi scusi ma... non m'ha già visto in qualche posto?"
"Ricordo il nome ma non la faccia"

  Visualizza il profilo di Janet13  Invia un messaggio privato a Janet13    Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 03-12-2006 18:16  
quote:
In data 2006-12-01 16:34, Karletto18 scrive:
Ritenete conciliabile,in un'eventuale rivoluzione del proletariato conseguente alla fine del sistema capitalista,l'impiego della violenza su padroni,servi dei padroni e sulle loro consorti? La violenza è un'arma necessaria in una rivoluzione?



Che sia necessaria è fuori di dubbio.
Non esiste altra rivoluzione.
Mi fa molto ridere il pacifismo degli odierni sedicenti "comunisti post moderni" che vorrebbero cambiare il mondo. Però dopodomani e senza dire come.

Non capisco il riferimento alle "consorti", o meglio non capisco se sia ironia o cosa: una rivoluzione non implica certo vendette o vili rappresaglie.

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
0.128938 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: