FilmUP.com > Forum > Attualità - Guerra civile a Gaza?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Guerra civile a Gaza?   
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
Autore Guerra civile a Gaza?
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 18-12-2006 09:11  
Ieri colpi di Mortaio contro l'ufficio di Abu Mazen (diversi feriti) un paio di giorni fa attentato contro il primo ministro di Hamas primo ministro Ismail Haniyeh.. siamo ad una resa dei conti armata?

Tutto questo poi mentre l'UE ha appena affermato che "saluta gli sforzi per formare un governo di unità nazionale"
ammazza che tempismo!

Ovviamente D'Alema non si è lasciato sfuggire l'occasione
"Io penso che ci sia una responsabilita' di Israele che in tutti questi mesi ha tenuto chiuso il valico".

Niente niente a sinistra sono un po' fissati?


_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 18-12-2006 10:17  
Per il momento non penso si possa parlare di guerra civile,ma di scontri.Spero che questo pericolo venga scongiurato perchè il popolo palestinese è già martoriato per mille altri motivi.

Per quanto riguarda le responsabilità di Israele,credo che effettivamente ci siano state in parte.Quanto meno c'è stata una forte ingerenza su un governo eletto democraticamente e ciò non contribuisce di certo ad allentare la tensione.

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
Kermunos

Reg.: 19 Nov 2004
Messaggi: 2306
Da: Gorizia (GO)
Inviato: 18-12-2006 10:46  
Io invece mi domando cosa ci sia dietro, cioè quali siano i nuovi equlibri politici e di sostegno estero, tali da giustificare scontri a fuoco tra le due principali fazioni armate palestinesi.
Chi ha promesso cosa a chi ed in cambio di cosa, insomma.
Resto sempre convinto poi, che noi di quello che sta succedendo ne sappiamo forse il 5-10%.
Preferisco quindi non commentare in nessun modo se con con l'ennesima ovvietà... altri morti.
_________________
"Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido, per mantenere la mente diciamo... flessibile"

"Questo non é il Vietnam. E' FilmUp, ci sono delle regole"

  Visualizza il profilo di Kermunos  Invia un messaggio privato a Kermunos  Email Kermunos     Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 18-12-2006 11:24  
Purtroppo i palestinesi ce la stanno mettendo tutta per dimostrare che non sanno governarsi da soli.

Io invece credo che non solo possano, ma debbano governarsi da soli senza ingerenze iraniane, siriane e tantomeno israeliane.

Israele, con la repressione durissima che sta attuando a Gaza e la chiusura totale nei confronti di Hamas (che aveva accettato il cosiddetto "piano dei prigionieri" che comportava l'implicito riconoscimento di Israele), non ha facilitato le cose e ha spinto sempre di più Hamas nell'abbraccio mortale dell'Iran.

Nessun protettorato siriano o iraniano darà ai palestinesi i loro diritti.
La Comunità internazionale deve convincere Olmert ad aprire una trattativa con i palestinesi, prima che i Territori diventino un'altra Somalia.

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 18-12-2006 11:38  
quote:
In data 2006-12-18 11:24, quentin84 scrive:
Purtroppo i palestinesi ce la stanno mettendo tutta per dimostrare che non sanno governarsi da soli.

Io invece credo che non solo possano, ma debbano governarsi da soli senza ingerenze iraniane, siriane e tantomeno israeliane.

Israele, con la repressione durissima che sta attuando a Gaza e la chiusura totale nei confronti di Hamas (che aveva accettato il cosiddetto "piano dei prigionieri" che comportava l'implicito riconoscimento di Israele), non ha facilitato le cose e ha spinto sempre di più Hamas nell'abbraccio mortale dell'Iran.

Nessun protettorato siriano o iraniano darà ai palestinesi i loro diritti.
La Comunità internazionale deve convincere Olmert ad aprire una trattativa con i palestinesi, prima che i Territori diventino un'altra Somalia.



eh certo si sparano tra loro, ma bisogna sempre in qualche modo rimbrottare Israele. Tralasciando questo, ma che cavolo di interesse dovrebbe avere Olmert nel riconoscere credibilità a un'associazione terroristica che non riconosce e non riconoscerà mai la legittimità di israele? No perchè tutte le pallottole che si sparano tra di loro son pallottole in meno contro gli Israeliani eh.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 18-12-2006 17:52  
Caro tricheco, la guerra civile palestinese non fa comodo nemmeno agli israeliani.

Se i Territori dovessero diventare ingovernabili, gli unici a giovarne saranno gli integralisti di Al Qaeda (che stanno già cercando di infiltrarsi in Palestina) e allora temo che rimpiangeremo Hamas.

Insisto: Hamas aveva accettato il "piano dei prigionieri", anche se Israele non si fidava avrebbe dovuto accogliere quel timido segnale e mettere il governo palestinese alla prova.

Ciò non significa che sia tutta colpa di Israele. Il ritiro da Gaza , seppur avvenuto in maniera unilaterale, era un segnale nella direzione giusta, ma i gruppi radicali palestinesi ne hanno approfittato per trasformare Gaza nella rampa di lancio dei missili Qassam , non fermarli è stato un errore da parte di Abu Mazen.

Io non rimbrotto Israele per il gusto di farlo, ritengo solo che ognuna delle due parti abbia le proprie colpe, ma essendo Israele la parte più forte abbia maggiori responsabilità.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 18-12-2006 alle 17:55 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 18-12-2006 19:13  
quote:
In data 2006-12-18 09:11, ipergiorg scrive:

Niente niente a sinistra sono un po' fissati?



Meglio guardare ogni cosa sempre e solo "dal buco della serratura", vero?

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
honecker

Reg.: 31 Gen 2005
Messaggi: 626
Da: Pankow (es)
Inviato: 18-12-2006 19:26  
quote:
In data 2006-12-18 11:38, ipergiorg scrive:
quote:
In data 2006-12-18 11:24, quentin84 scrive:
Purtroppo i palestinesi ce la stanno mettendo tutta per dimostrare che non sanno governarsi da soli.

Io invece credo che non solo possano, ma debbano governarsi da soli senza ingerenze iraniane, siriane e tantomeno israeliane.

Israele, con la repressione durissima che sta attuando a Gaza e la chiusura totale nei confronti di Hamas (che aveva accettato il cosiddetto "piano dei prigionieri" che comportava l'implicito riconoscimento di Israele), non ha facilitato le cose e ha spinto sempre di più Hamas nell'abbraccio mortale dell'Iran.

Nessun protettorato siriano o iraniano darà ai palestinesi i loro diritti.
La Comunità internazionale deve convincere Olmert ad aprire una trattativa con i palestinesi, prima che i Territori diventino un'altra Somalia.




eh certo si sparano tra loro, ma bisogna sempre in qualche modo rimbrottare Israele.



Il governo israeliano affamandoli dà loro una bella mano, un po' come si fa con i cani da lotta. L'importante è non lamentarsi se un pit bull sfuggito all'occhio vigile del controllore un giorno sbrana qualcuno....

  Visualizza il profilo di honecker  Invia un messaggio privato a honecker    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 19-12-2006 09:38  
Siete grandiosi. I Palestinesi sono diventati degli irresponsabili, come dei Pit Bull affamati, pur di dare la colpa a Israele. Addirittura il maggior responsabile è Israele mica le due fazioni che si sparano addosso. E poi poverini sono spinti verso l'abbraccio mortale con Iran e Siria. Eh come no, come se non avessero strettissime relazioni da sempre. Che poi, insomma pure l'Iran o la Siria han interesse a che si sparino l'un l'altro a gaza? Sprecando energie usabili contro Israele?
Inoltre davvero non credo esista un collante maggiore dell'avere un nemico comune; ancora di più se sei ridotto a mal partito come dite voi
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 19-12-2006 09:42  
quote:
In data 2006-12-18 19:13, madpierrot scrive:
quote:
In data 2006-12-18 09:11, ipergiorg scrive:

Niente niente a sinistra sono un po' fissati?



Meglio guardare ogni cosa sempre e solo "dal buco della serratura", vero?




cioè come fa D'Alema? Dimmi un po' se in un momento del genere ti deve venire in mente di accusare Israele.
E c'è pure chi afferma che a Israele è concesso tutto.. qui li si incolpa persino della guerra fratricida tra palestinesi, vedete un po' voi.
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 19-12-2006 11:17  
Iper, rispondimi sul "piano dei prigionieri" che comportava la nascita dello Stato Palestinese nei confini del '67 e quindi il riconoscimento implicito di Israele. Mi pare di ricordare che quei cattivoni di Hamas avessero accettato quel piano.

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
ipergiorg

Reg.: 08 Giu 2004
Messaggi: 10143
Da: CARBONERA (TV)
Inviato: 19-12-2006 11:34  
quote:
In data 2006-12-19 11:17, quentin84 scrive:
Iper, rispondimi sul "piano dei prigionieri" che comportava la nascita dello Stato Palestinese nei confini del '67 e quindi il riconoscimento implicito di Israele. Mi pare di ricordare che quei cattivoni di Hamas avessero accettato quel piano.



ah certo basta il riconoscimento implicito, quando tra gli scopi di Hamas c'è di cancellare lo stato Israeliano. Siamo seri su. Per di più dimmi se non accettare un piano di pace centri qualcosa su due fazioni che si sparano addosso. Ma sarà almeno questo responsabilità dei palestinesi?
_________________
Spock: We must acknowledge once and for all that the purpose of diplomacy is to prolong a crisis.

  Visualizza il profilo di ipergiorg  Invia un messaggio privato a ipergiorg  Vai al sito web di ipergiorg    Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 19-12-2006 13:31  
Si insiste troppo su questa storia del riconoscimento che ,tra l'altro, non ha valore costitutivo.Non serve a niente,è solo un atto politico.Non è che se il futuro stato palestinese non dovesse riconoscere Israele avrebbe diritto ad accampare pretese o ad innescare una guerra.

Ci sono decine di casi di Stati che non si sono mai riconosciuti reciprocamente o di altri che lo hanno fatto in estremo ritardo.L'Italia non ha mai riconosciuto la repubblica democratica tedesca,gli Usa hanno riconosciuto la Cina solo negli anni '70 pur sedendo insieme nel consiglio di sicurezza Onu,moti stati arabi non riconoscono Israele,e con questo?

La questione del riconoscimento è solo propaganda per non addivenire ad un accordo di pace.A parte tutto questo c'è da dire che il riconoscimento può anche essere implicito,non ci vuole per forza un'apposita dichiarazione,e la firma di un piano di pace mi sembra che serva allo scopo.

Parliamo dei problemi seri come il ritorno dei profughi cacciati dalle loro case,i confini del fututo stato palestinese,il problema di Gerusalemme,ma lasciamo perdere la questione del riconoscimento che è una cazzata.

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 19-12-2006 13:51  
quote:
In data 2006-12-19 11:34, ipergiorg scrive:
quote:
In data 2006-12-19 11:17, quentin84 scrive:
Iper, rispondimi sul "piano dei prigionieri" che comportava la nascita dello Stato Palestinese nei confini del '67 e quindi il riconoscimento implicito di Israele. Mi pare di ricordare che quei cattivoni di Hamas avessero accettato quel piano.



ah certo basta il riconoscimento implicito, quando tra gli scopi di Hamas c'è di cancellare lo stato Israeliano. Siamo seri su. Per di più dimmi se non accettare un piano di pace centri qualcosa su due fazioni che si sparano addosso. Ma sarà almeno questo responsabilità dei palestinesi?


Anche l'OLP voleva cancellare Israele, ma a quanto mi risulta, ci sono state comunque delle trattative che hanno portato al riconoscimento di Israele nel 1988.
Certo che se i Palestinesi si sparano addosso, la colpa primaria è loro, dico solo che le chiusure del governo israeliano ad ogni ipotesi di dialogo con il governo palestinese eletto , hanno radicalizzato le posizioni e non hanno certo contribuito a creare un clima pacifico.

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
TesPatton

Reg.: 09 Giu 2004
Messaggi: 7745
Da: Pn (PN)
Inviato: 19-12-2006 14:51  
quote:
In data 2006-12-19 09:38, ipergiorg scrive:
Siete grandiosi. I Palestinesi sono diventati degli irresponsabili, come dei Pit Bull affamati, pur di dare la colpa a Israele.



Scusami ma questo non te lo permetto. La famiglia di mio padre è stata letteralmente cacciata di casa a furia di bombardate da parte israeliana e certe cose le so non solo per sentito dire ma anche per aver visto direttamente sul posto com'è la situazione. Israele ha molte colpe, è inutile negarlo e tutta la questione del riconoscimento è una cazzata in confronto a ciò che sta succedendo adesso.

La situazione è grave, molto grave, e il grado di esasperazione è veramente arrivato a livelli ALLARMANTI. Se si vuole fare una discussione seria senza portare avanti la solita questione del riconoscimento, io ci sto pure, se invece bisogna fare la sagra del luogo comune mi tolgo di mezzo. Anzi ancora mi chiedo perchè sono quì che leggo, ma la metà del mio sangue è palestinese e quindi mi sento presa in causa. Firmato un PitBull affamatissimo.



[ Questo messaggio è stato modificato da: TesPatton il 19-12-2006 alle 14:53 ]

  Visualizza il profilo di TesPatton  Invia un messaggio privato a TesPatton    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
  
0.220185 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: