FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - Il demone sotto la pelle di Cronenberg
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > Il demone sotto la pelle di Cronenberg   
Autore Il demone sotto la pelle di Cronenberg
Schizobis

Reg.: 13 Apr 2006
Messaggi: 1658
Da: Aosta (AO)
Inviato: 08-02-2007 12:12  
IL DEMONE SOTTO LA PELLE di David Cronenberg 1975 (tutto a posto e niente in ordine)

Terzo lungometraggio per il canadese David Cronenberg che inizia il lavoro di labor limae sulla sua grezza poetica di carne e sangue e partorisce il suo vermiciattolo sovversivo che mina i principi morali e le regole del normale vivere civile. Il quadro idilliaco del condominio Arca di Noè è l’ipocrisia di facciata del perbenismo del Sistema: luoghi confortevoli, camere da hotel cinque stelle, parco giochi per bambini, garage personalizzato, piscina interna, day hospital condominiale. Ma già all’interno del Sistema, la libidine serpeggia e prende la forma di vermiciattoli escrementizi che si agitano sotto pelle. La modalità di trasmissione è tipicamente oro-sessuale, il parassita guadagna il sistema gastrointestinale, agita le viscere come un alieno irrequieto e approfitta di baci appassionati per saltare di carne in carne. In poche scene sono gettati i semi per tanti filoni dei film Horror-fantascientifici: la minaccia interna viscerale di Alien, la scena della vasca da bagno di Nightmare, la scena dei conati di vomito in stile Esorcista, la bulimia di sesso e sangue in stile Dracula (secondo Coppola), il Condominio posseduto come una Casa Infernale. Ci sono naturalmente scene direttamente imprestate da altri film, come l’assedio finale e bagno battesimale nella piscina che ricordano i film dei Morti Viventi di Romero. E lo stesso regista sottolinea i tratti più caratteristici del suo inconfondibile stile: la contaminazione batteriologica (virale, parassitaria) e la diffusione rapida dell’epidemia, la sessualità come fattore di perversione culturale e liberazione dalla schiavitù morale, la deformazione della carne con particolare attenzione agli orifizi corporei, lo schianto del crash automobilistico, il potere ambivalente della scienza (della medicina soprattutto). L’occhio di Cronenberg sembra parteggiare abbastanza sfacciatamente per questi posseduti, dediti alla zoofilia, alla omosessualità, all’incesto e al sesso di gruppo. E in effetti verso la fine del film, c’è una scena in cui la bella infermiera confessa al medico il sogno di un rapporto sessuale con una anziano ripugnante e maleodorante che la convince, con parole di fuoco, alla copula. Il sesso come desiderio represso: di notte scateniamo tutti i nostri impulsi laidi e segreti tuffandoci nella piscina delle deviazioni, di giorno ci mascheriamo dietro la rispettabilità di giacca e cravatta, o di un camice, o di una divisa. Il finale del film va proprio in questa direzione, la normalità della quotidianità rende invisibile la vera natura perversa dell’uomo. Non è successo niente, la radio tranquillizza il comune cittadino, lo invita alla calma, alla ragionevolezza; la situazione è sotto controllo, anzi, per usare un termine medico, il malato è sotto osservazione…

  Visualizza il profilo di Schizobis  Invia un messaggio privato a Schizobis    Rispondi riportando il messaggio originario
Sarita

Reg.: 27 Gen 2007
Messaggi: 39
Da: Mantova (MN)
Inviato: 08-02-2007 14:48  
Visto parecchio tempo fa, non sono in grado di giudicare la validità del film nei suoi aspetti tecnici, ma non ne ho un buon ricordo, rimasi molto impressionata da quell'intreccio di horror,deviazioni, sesso e contagi.
Per tutta la sera, dopo averlo visto, mi sembrava di sentire addosso quegli orribili parassiti.
_________________
C'è il silenzio del cielo prima del temporale,
delle foreste prima che si levi il vento,
del mare calmo della sera, della nostra anima.
E c'è il silenzio che chiede soltanto
di essere ascoltato.

  Visualizza il profilo di Sarita  Invia un messaggio privato a Sarita    Rispondi riportando il messaggio originario
Frankiefan


Reg.: 11 Mar 2004
Messaggi: 364
Da: Savona (SV)
Inviato: 10-02-2007 18:02  
Dovrei rivederlo, purtroppo la qualità della mia registrazione è pessima...

Tuttavia ricordo un diffuso senso di inquietudine, stupore e disgusto.... non in senso negativo, ma emozioni grezze provocate da questo film feroce, confuso, torbido... Un Cronemberg allo stato selvaggio, non ancora votato alle produzioni patinate come History of vioklence o Spider (che per altro ho apprezzato), un vero pugno nello stomaco....
_________________
Rose tints my world, keeps me safe from my trouble and pain!!!

Mo' motherf***ing SNAKES on mo' motherf***ing planes!!!

http://www.bollalmanacco.splinder.com

  Visualizza il profilo di Frankiefan  Invia un messaggio privato a Frankiefan    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.117667 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: