FilmUP.com > Forum > Critica il critico - LA CRITICA SU INLAND EMPIRE
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Critica il critico > LA CRITICA SU INLAND EMPIRE   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 Pagina successiva )
Autore LA CRITICA SU INLAND EMPIRE
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 15-02-2007 10:42  
quote:
In data 2007-02-14 22:35, pkdick scrive:

a me sembra che la verità sia un pò in mezzo... l'interpretazione "comune" mi sembra difficile da mettere in discussione, però mi sembra esistano un bel pò di zone d'ombra che lasciano allo spettatore la possibilità di speculare, senza probabilmente raggiungere una decisione definitiva.



beh, la vicenda è molto chiara, mentre sul significato, sul senso, della storia, di alcuni momenti del film, e di determinate figure, è aperta la via ad ogni tipo di speculazione, anzi proprio lì risiede buona parte del fascino del film.

[ Questo messaggio è stato modificato da: mescal il 15-02-2007 alle 10:42 ]

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
pkdick

Reg.: 11 Set 2002
Messaggi: 20557
Da: Mercogliano (AV)
Inviato: 15-02-2007 11:38  
ma secondo me ci sono alcune cose su cui si potrebbe discutere, anche semplicemente a livello di ricostruzione del plot (ricordo che leggendo il celeberrimo post di petrus mi erano venuti degli appunti da fare, dovrei riprenderlo)... poi sì, andando oltre i livelli di significazione possono essere variegatissimi (basti pensare al tizio ripugnante dietro al ristorante, per il quale è possibile dare diverse interpretazioni senza perderne in efficacia)
_________________
Quattro galìne dodicimila

  Visualizza il profilo di pkdick  Invia un messaggio privato a pkdick    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 15-02-2007 14:49  
Si può tranquillamente affermare che in MD c'è una struttura centrale ben evidente ,solida , chiaramente lineare (il sogno di Diane, il suo risveglio , i flashbacks su tutto quello che la porta ad ingaggiare un killer per uccidere la sua amata Camilla, la chiave blu sul tavolo che ricorda il patto con l'assassino; quindi il suicidio).
Poi ci sono tanti altri elementi secondari che vanno ad arricchire il film ,sui quali si possono fornire svariate interpretazioni.

Ma affermare ,come fa questo inutile fornarino, che MD è "un puro elenco di luoghi lynchiani che non [costruiscono] né un racconto né una mappa ma solo una galleria di visioni, spostamenti e incroci" significa non avere capito un emerito cazzo.


[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 15-02-2007 alle 14:52 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
mescal

Reg.: 22 Lug 2006
Messaggi: 4695
Da: napoli (NA)
Inviato: 15-02-2007 22:05  
quote:
In data 2007-02-15 11:38, pkdick scrive:
ma secondo me ci sono alcune cose su cui si potrebbe discutere, anche semplicemente a livello di ricostruzione del plot (ricordo che leggendo il celeberrimo post di petrus mi erano venuti degli appunti da fare, dovrei riprenderlo)... poi sì, andando oltre i livelli di significazione possono essere variegatissimi (basti pensare al tizio ripugnante dietro al ristorante, per il quale è possibile dare diverse interpretazioni senza perderne in efficacia)



ma infatti io non concordo con quella spiegazione del film, se è la stessa che ericdraven ha riportato sul forum di samara.



[ Questo messaggio è stato modificato da: mescal il 15-02-2007 alle 22:06 ]

  Visualizza il profilo di mescal  Invia un messaggio privato a mescal    Rispondi riportando il messaggio originario
13Abyss

Reg.: 20 Lug 2003
Messaggi: 7565
Da: Magliano in T. (GR)
Inviato: 16-02-2007 14:41  
quote:
In data 2007-02-15 14:49, Quilty scrive:

Ma affermare ,come fa questo inutile fornarino, che MD è "un puro elenco di luoghi lynchiani che non [costruiscono] né un racconto né una mappa ma solo una galleria di visioni, spostamenti e incroci" significa non avere capito un emerito cazzo.


[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 15-02-2007 alle 14:52 ]


ah si, quindi hai capito tutto tu, occhio...
e dimmi, negando il commento di Fornara, implicitamente convalidi la presenza di un racconto, di una mappa visiva, o ancora, di un filo...
bene, allora parlane, invece di criticare chi ha criticato. non ho ancora letto nulla di interessante scritto da te, se non elogi senza la minima fondatezza ("ahhhh, stupendo, incredibile, una visione allucinante, che trip!!!"). in questo modo ti dai ben poche credenziali, preferisco credere in Fornara...

tornando a me, nell'altro topic mi sa che ho insistito un pò troppo sul plot, dando l'impressione che fosse quello il fulcro a cui riferirsi per una critica.
tutt'altro, in realta me ne sbatto notevolmente della "storia celata".
è il visivo, il fottuto visivo, a dimostrarsi ad ogni attimo vacuo, scorrelato da sè stesso, anonimo e forzato. spiegatemi: continui primissimi piani in digitale di gente che parla tramite frasi senza senso (e sto quindi parlando del 60% del film) rendono un'opera un capolavoro? tutto questo mi sconcerta...
_________________
Rubare in Sardegna è il Male.

  Visualizza il profilo di 13Abyss  Invia un messaggio privato a 13Abyss  Email 13Abyss    Rispondi riportando il messaggio originario
Schizobis

Reg.: 13 Apr 2006
Messaggi: 1658
Da: Aosta (AO)
Inviato: 16-02-2007 14:55  
Lasciamo perdere le spiegazioni della trama (anche se in realtà qualcuno ha già spiegato tutto il film per filo e per segno), qui il discorso è cercare di non spaventarsi di fronte all'apparente assurdità della successione degli avvenimenti.
Il finale è molto metaforico, tutti quei personaggi sono una specie di girotondo Felliniano, con una musica accattivante e liberatoria. Quindi lascia perdere la scimmietta o il mondo della frutta,Pomona, il senso è semplicemente un ballo nella testa di David Lynch.
Questo film ha un pregio particolare, quello di suggerire un evidente parallelismo tra la vicenda dell'Attore e la vicenda dello Spettatore. L'Attore Laura Dern nel momento più grande della immedesimazione nella sua parte realizza il potere catartico del Cinema.
La spettatrice piangente vedendo rappresentata la propria storia viene liberata, come altre, dalla reclusione di un mondo immaginario e riportata alla vita reale.
Basterebbe questo per farsi piacere il film.

[ Questo messaggio è stato modificato da: Schizobis il 16-02-2007 alle 15:29 ]

  Visualizza il profilo di Schizobis  Invia un messaggio privato a Schizobis    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 16-02-2007 15:24  
quote:
In data 2007-02-16 14:55, Schizobis scrive:
una specie di girotondo Felliniano,

ah ecco, non ti avevo letto prima di scrivere di là
_________________
Quando mia madre, prima di andare a letto, mi porta un bicchiere di latte caldo, ho sempre paura che ci sia dentro una lampadina.

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 16-02-2007 15:28  
comunque abyss, si è capito che quella che accusi è una mancanza di nessi non solo di tipo causa-effetto, epperò questo insistere sull'insistenza (pardon) di primi piani, sul digitale, sul nonsense dei dialoghi (che poi è tutto da dimostrare, vedasi quelli sublimi dei barboni quando muore la dern), e sui punti neri degli attori, eddai, mi pare di leggere leonardo su ioma.
_________________
Quando mia madre, prima di andare a letto, mi porta un bicchiere di latte caldo, ho sempre paura che ci sia dentro una lampadina.

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
13Abyss

Reg.: 20 Lug 2003
Messaggi: 7565
Da: Magliano in T. (GR)
Inviato: 16-02-2007 15:52  
quote:
In data 2007-02-16 15:28, sandrix81 scrive:
comunque abyss, si è capito che quella che accusi è una mancanza di nessi non solo di tipo causa-effetto



comunque fondamentali, altrimenti saremmo qua a parlare di fotografia e non di cinema...

quote:
In data 2007-02-16 15:28, sandrix81 scrive:
epperò questo insistere sull'insistenza (pardon) di primi piani, sul digitale, sul nonsense dei dialoghi (che poi è tutto da dimostrare, vedasi quelli sublimi dei barboni quando muore la dern), e sui punti neri degli attori, eddai, mi pare di leggere leonardo su ioma.



beh, ma è ovvio che insisto su queste cose.
sono le uniche presenti nel film.

e comunque ognuno avrà le sue opinioni e io non sono di certo un critico, ma mi riesce difficile digerire quello che hai appena affermato definendo i dialoghi dei barboni "sublimi"... dai, occhio a sfiorare il ridicolo...
_________________
Rubare in Sardegna è il Male.

  Visualizza il profilo di 13Abyss  Invia un messaggio privato a 13Abyss  Email 13Abyss    Rispondi riportando il messaggio originario
Marienbad

Reg.: 17 Set 2004
Messaggi: 15904
Da: Genova (GE)
Inviato: 16-02-2007 15:52  
quote:
In data 2007-02-16 15:28, sandrix81 scrive:
...e sui punti neri degli attori...




Questa è mia veramente, ero così mortalmente annoiata che non sapevo più come far passare il tempo. Comunque 47.
_________________
Inland Empire non l'ho visto e non mi piace

  Visualizza il profilo di Marienbad  Invia un messaggio privato a Marienbad     Rispondi riportando il messaggio originario
godfew

Reg.: 24 Lug 2006
Messaggi: 453
Da: Pesaro (PS)
Inviato: 16-02-2007 16:04  
A me la scena dei barboni ha sconcertato per quanto sia venuta male a dire la verità. Da ogni punto di vista, gli attori, ciò che dicono e ciò che viene inquadrato.
Anche la banalissima battuta della vecchia lebbrosa: stai tranquilla cara, stai solo morendo. Mi è sembrata tanto fuori luogo quanto banale.

  Visualizza il profilo di godfew  Invia un messaggio privato a godfew    Rispondi riportando il messaggio originario
sandrix81

Reg.: 20 Feb 2004
Messaggi: 29115
Da: San Giovanni Teatino (CH)
Inviato: 16-02-2007 16:07  
il fatto è che è ben di più di una banalissima battuta.
ma tutti troppo impegnati ad annoiarsi, a trovare il banale.
tutti troppo impegnati a smascherare Lynch.
_________________
Quando mia madre, prima di andare a letto, mi porta un bicchiere di latte caldo, ho sempre paura che ci sia dentro una lampadina.

  Visualizza il profilo di sandrix81  Invia un messaggio privato a sandrix81  Vai al sito web di sandrix81    Rispondi riportando il messaggio originario
13Abyss

Reg.: 20 Lug 2003
Messaggi: 7565
Da: Magliano in T. (GR)
Inviato: 16-02-2007 16:10  
quote:
In data 2007-02-16 16:07, sandrix81 scrive:
il fatto è che è ben di più di una banalissima battuta.
ma tutti troppo impegnati ad annoiarsi, a trovare il banale.
tutti troppo impegnati a smascherare Lynch.



ah, quindi non è una banalissima battuta...
forse sottintende qualche sottotesto sottocutaneo? spiegacelo Sandro, su.
in questo modo passerei dall'impegno per smascherare Lynch a quello per smascherare te.
_________________
Rubare in Sardegna è il Male.

  Visualizza il profilo di 13Abyss  Invia un messaggio privato a 13Abyss  Email 13Abyss    Rispondi riportando il messaggio originario
godfew

Reg.: 24 Lug 2006
Messaggi: 453
Da: Pesaro (PS)
Inviato: 16-02-2007 16:11  
Nel momento in cui ti metti in gioco ci sta anche il fatto che la gente cerchi di smascherarti. Inland Empire lo'ho trovato un po troppo presuntuoso, uscito troppo sull'onda del successo di MD, al cui confronto per me soccombre senza speranze.

  Visualizza il profilo di godfew  Invia un messaggio privato a godfew    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 16-02-2007 19:21  
quote:
In data 2007-02-16 14:41, 13Abyss scrive:
quote:
In data 2007-02-15 14:49, Quilty scrive:

Ma affermare ,come fa questo inutile fornarino, che MD è "un puro elenco di luoghi lynchiani che non [costruiscono] né un racconto né una mappa ma solo una galleria di visioni, spostamenti e incroci" significa non avere capito un emerito cazzo.


[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 15-02-2007 alle 14:52 ]


ah si, quindi hai capito tutto tu, occhio...
e dimmi, negando il commento di Fornara, implicitamente convalidi la presenza di un racconto, di una mappa visiva, o ancora, di un filo...
bene, allora parlane, invece di criticare chi ha criticato. non ho ancora letto nulla di interessante scritto da te, se non elogi senza la minima fondatezza ("ahhhh, stupendo, incredibile, una visione allucinante, che trip!!!"). in questo modo ti dai ben poche credenziali, preferisco credere in Fornara...




Sei in totale confusione.
Se ti fermassi un secondo a leggere ho quotato le parole esatte di fornarino a riguardo di Mulholland Drive, che su questo forum è stato spiegato in lungo e in largo.
Fino a ieri sera non avevo ancora visto IE e infatti in questo topic non ho espresso alcun guidizio su quest'ultimo film.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 Pagina successiva )
  
0.120354 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: