FilmUP.com > Forum > Arte e letteratura - La frase celebre o l'aforisma che preferite
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Arte e letteratura > La frase celebre o l'aforisma che preferite   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 Pagina successiva )
Autore La frase celebre o l'aforisma che preferite
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 26-04-2007 17:34  
quote:
In data 2007-04-22 17:27, quentin84 scrive:
quote:
In data 2007-04-22 17:17, eltonjohn scrive:
Questa è per Quentin

"I nostri letterati vanno a sinistra,essi sperano che a sinistra la fantasia sia più fertile.Ilcomunismo,per costoro,è un lassativo che dovrebbe smuovere la loro stitichezza"

Leo Longanesi


Può darsi che ci sia un fondo di verità..ma per me gli aforismi migliori di Longanesi sono i seguenti:

"Uno stupido è uno stupido. Due stupidi sono due stupidi.Diecimila stupidi sono una forza storica"

"Non è la libertà che manca. Mancano gli uomini liberi"

questi due sono eccezionali!
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
Maresca

Reg.: 12 Mar 2007
Messaggi: 2111
Da: Siviglia (es)
Inviato: 26-04-2007 17:37  
Col primo dei due citati di Longanesi potrebbero farci le magliette di FilmUp.

  Visualizza il profilo di Maresca  Invia un messaggio privato a Maresca    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 26-04-2007 17:38  
quote:
In data 2007-04-21 15:09, eraclito scrive:
ora come ora??

Non preoccuparti delle tue difficoltà in matematica, ti assicuro che le mie sono più grandi.
A. Einstein


in realtà poi si sbagliava perché il non avanzare delle sue ricerche era dovuto ad un deficit di matematica, precisamente di geometria differenziale che è stata introdotta negli anni ottanta e di geo algebrica introdotta nel 89-95 molto più difficile di qualsiasi teoria fisica.
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 26-04-2007 17:41  
quote:
In data 2007-04-21 16:17, cabal22 scrive:
Io so di non sapere (Socrate)

ma anche

Ama e fa ciò che vuoi (S.Agostino)


due delle più stupide mai dette. la prima da quanto è demente viene presa come esempio di fallacia logica. la seconda non solo è impraticabile ma è anche contraddittoria. E non tiene conto della vita, sembra scritta da uno che è vissuto su marte.
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
Maresca

Reg.: 12 Mar 2007
Messaggi: 2111
Da: Siviglia (es)
Inviato: 26-04-2007 17:55  
quote:
In data 2007-04-26 17:41, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2007-04-21 16:17, cabal22 scrive:
Io so di non sapere (Socrate)

ma anche

Ama e fa ciò che vuoi (S.Agostino)


due delle più stupide mai dette. la prima da quanto è demente viene presa come esempio di fallacia logica. la seconda non solo è impraticabile ma è anche contraddittoria. E non tiene conto della vita, sembra scritta da uno che è vissuto su marte.



E invece sono frasi belle e molto profonde, mi domando come si possa arrivare a negarlo per puro spirito di contraddizione...

  Visualizza il profilo di Maresca  Invia un messaggio privato a Maresca    Rispondi riportando il messaggio originario
Maresca

Reg.: 12 Mar 2007
Messaggi: 2111
Da: Siviglia (es)
Inviato: 26-04-2007 17:55  
quote:
In data 2007-04-26 17:41, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2007-04-21 16:17, cabal22 scrive:
Io so di non sapere (Socrate)

ma anche

Ama e fa ciò che vuoi (S.Agostino)


due delle più stupide mai dette. la prima da quanto è demente viene presa come esempio di fallacia logica. la seconda non solo è impraticabile ma è anche contraddittoria. E non tiene conto della vita, sembra scritta da uno che è vissuto su marte.



E invece sono frasi belle e molto profonde, mi domando come si possa arrivare a negarlo per puro spirito di contraddizione...

  Visualizza il profilo di Maresca  Invia un messaggio privato a Maresca    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 26-04-2007 18:23  
quote:
In data 2007-04-26 17:55, Maresca scrive:
quote:
In data 2007-04-26 17:41, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2007-04-21 16:17, cabal22 scrive:
Io so di non sapere (Socrate)

ma anche

Ama e fa ciò che vuoi (S.Agostino)


due delle più stupide mai dette. la prima da quanto è demente viene presa come esempio di fallacia logica. la seconda non solo è impraticabile ma è anche contraddittoria. E non tiene conto della vita, sembra scritta da uno che è vissuto su marte.



E invece sono frasi belle e molto profonde, mi domando come si possa arrivare a negarlo per puro spirito di contraddizione...

te lo dico senza offesa.
Innanzitutto la prima è una boita storica perché chi dice che sa di non sapere commette una fallacia(studiati logica matematica, o anche una introduzione alla logica, tipo quella scritta da coehn e poi ne riparliamo). e questo bel gioco di parole è scritto solo per far applaudire come foche i fessi che non sanno il significato delle parole.
la seconda va contro le leggi della vita. come fa un carcerato a fare quello che vuole(per esempio). come fa un bambino del terzo mondo a fare quello che vuole?come fa ad amare uno che vede il marcio del mondo?
comunque visto che sicuramente sai di non sapere le tue tesi sono per me da non tenere in nessuna considerazione. pensaci.
comunque se non sei d'accordo, sono qui per sentire che cavolate dici.
ripeto, senza offesa.
_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
Maresca

Reg.: 12 Mar 2007
Messaggi: 2111
Da: Siviglia (es)
Inviato: 26-04-2007 18:39  
Molto in sintesi, perché non ho voglia di perdere a leggere stronzate o scrivere cose inutili:
La frase attribuita all''oracolo, che afferma che Socrate sia il più sapiente degli uomini perché sa di non sapere, afferma semplicemente che la sapienza del filosofo sta soprattutto nella consapevolezza che ciò che è ignoto, ciò che non si sa, è molto di più rispetto a quanto si sa. A fronte di coloro che al suo tempo si dichiaravano sapienti, e oggi sappiamo effettivamente quanto le convinzioni dei contemporanei di Socrate fossero approssimative e fallaci, Socrate fa scandalo perché è portatore di una conoscenza mutevole, in continuo divenire e impegnata in una perenne inchiesta sulla realtà. Ed è una frase che è validissima ancora oggi, e su cui si basa ogni ricerca scientifica, che è sempre motivata dal desiderio di svelare qualcosa in più del mondo che ci circonda, e quindi dall'assunto che ciò sappiamo è sempre troppo poco...

Sant'Agostino sintetizza i dieci comandamenti in uno solo, che ne traduce l'insegnamento in un semplice principio, che rappresenta perfettamente il senso dell'agire e della visione cristiana del mondo. Se proprio hai difficoltà a introiettare e rispettare tutti i comandamenti, ama, dice, e allora sarà facile capire cosa devi fare in ogni situazione. Se poi ciò che vuoi contestare è proprio la morale cristiana in se stessa, è un altro paio di maniche, e qui ti lascio al solito duello con i tuoi amici...

  Visualizza il profilo di Maresca  Invia un messaggio privato a Maresca    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 26-04-2007 18:43  
"Non fidarti di un filosofo che sa di sapere"
Norberto Bobbio

Marquez, la famosa frase di Socrate è chiaramente paradossale (non sai che la filosofia ne è piena?) ed è da intendersi come una celebrazione del dubbio e sopratutto della ricerca infinita della verità: io so di non sapere perchè ci sarà sempre qualcosa che ignoro e che devo cercare di capire.

"Ama e fa ciò che vuoi" vuol dire semplicemente che amore e libertà sono legati: se amo qualcuno devo rispettare la sua libertà.
E' un concetto meraviglioso.

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 26-04-2007 18:45  
Maresca mi ha preceduto!!

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
MARQUEZ

Reg.: 23 Feb 2006
Messaggi: 2117
Da: Firenze (FI)
Inviato: 26-04-2007 18:53  
quote:
In data 2007-04-26 18:39, Maresca scrive:
Molto in sintesi, perché non ho voglia di perdere a leggere stronzate o scrivere cose inutili:
La frase attribuita all''oracolo, che afferma che Socrate sia il più sapiente degli uomini perché sa di non sapere, afferma semplicemente che la sapienza del filosofo sta soprattutto nella consapevolezza che ciò che è ignoto, ciò che non si sa, è molto di più rispetto a quanto si sa. A fronte di coloro che al suo tempo si dichiaravano sapienti, e oggi sappiamo effettivamente quanto le convinzioni dei contemporanei di Socrate fossero approssimative e fallaci, Socrate fa scandalo perché è portatore di una conoscenza mutevole, in continuo divenire e impegnata in una perenne inchiesta sulla realtà. Ed è una frase che è validissima ancora oggi, e su cui si basa ogni ricerca scientifica, che è sempre motivata dal desiderio di svelare qualcosa in più del mondo che ci circonda, e quindi dall'assunto che ciò sappiamo è sempre troppo poco...

Sant'Agostino sintetizza i dieci comandamenti in uno solo, che ne traduce l'insegnamento in un semplice principio, che rappresenta perfettamente il senso dell'agire e della visione cristiana del mondo. Se proprio hai difficoltà a introiettare e rispettare tutti i comandamenti, ama, dice, e allora sarà facile capire cosa devi fare in ogni situazione. Se poi ciò che vuoi contestare è proprio la morale cristiana in se stessa, è un altro paio di maniche, e qui ti lascio al solito duello con i tuoi amici...

che cazzate che scrivi, mamma mia.
che ciò che sappiamo sia poco è la scoperta dell'acqua calda. non mi sembra per questo che si debba parlare di frase profonda. ma fammi il piacere.
oltretutto ha un doppio valore, anche quello di stabilire questa suprema modestia secondo la quale siamo nullità e che tutto ciò che sappiamo è impreciso, ridotto e poco profondo.
quindi se applichi questa lettura(che viene fatta in libri tipo quelli di abbagnano....) anche quella frase è poco profonda e un po' idiotuccia.pecato che ad abbagnano sfugga il seguito che è tanto caro a matematici tipo cohen che ci hanno pubblicato teoremi a patire da questo. e i teoremi tant per fartelo presente sono verità, non cose relitive come dicevano buffoni del calibro di feyerabend e kuhn che neanche sanno dove sta di casa la matematica.

sulla frase di agostino, quello che i cattolici considerano un grande uomo, cè da dire poco. sono d'accordo che riassuma tutti i comandamenti. e infatti ne mostra la stupidità e la limitatezza.
che amare sia una chiave per fare la cosa giusta è una cazzata fantascientifica. purtroppo piace molto alla chiesa teorica del porgere l'altra guancia.
quindi basta che ti guardi intorno e ti renderai conto qunto sia inapplicabile e idiota tale frase.
tra l'altro a titolo personale ti dico questo: uno dei motivi che mi hanno spinto a diventare ateo e anticlericale sono proprio i dieci comandmenti(in realtà sono 32 ma nessuno lo dice perché alcuni smentiscono gli altri).
comunque vivi pure nelle tue illusioni da apetta maya, del fiorellino e dell'amore se fi fa contento, ma ti assicuro che ilmondo non è affatto amore nonostante ci siano miliardi di persone che pregano lo stesso dio inesistente di Agostino.




_________________
«E' vietato fare la cacca per terra, giusto? Bene, la pubblicità è come la cacca: puzza e fa schifo…».
Piergiorgio Odifreddi

  Visualizza il profilo di MARQUEZ  Invia un messaggio privato a MARQUEZ  Vai al sito web di MARQUEZ    Rispondi riportando il messaggio originario
eraclito

Reg.: 14 Mar 2005
Messaggi: 4702
Da: Siano (SA)
Inviato: 26-04-2007 23:47  
quote:
In data 2007-04-26 17:38, MARQUEZ scrive:
quote:
In data 2007-04-21 15:09, eraclito scrive:
ora come ora??

Non preoccuparti delle tue difficoltà in matematica, ti assicuro che le mie sono più grandi.
A. Einstein


in realtà poi si sbagliava perché il non avanzare delle sue ricerche era dovuto ad un deficit di matematica, precisamente di geometria differenziale che è stata introdotta negli anni ottanta e di geo algebrica introdotta nel 89-95 molto più difficile di qualsiasi teoria fisica.




si, ma cerca di andare oltre...
_________________
Indietro?....Neanche per prendere la rincorsa!!!

  Visualizza il profilo di eraclito  Invia un messaggio privato a eraclito  Email eraclito    Rispondi riportando il messaggio originario
Topper

Reg.: 04 Giu 2004
Messaggi: 6779
Da: Roma (RM)
Inviato: 27-04-2007 10:05  
quote:
In data 2007-04-26 18:53, MARQUEZ scrive:
che cazzate che scrivi, mamma mia.


Guarda che tutto quello che dici tu non è un assioma!
Ma pensi che quello che scrivi sia verità assoluta?
Sei talmente spocchioso che credi di razionalizzare i sentimenti e le sensazioni degli altri solo citando libri o numeri!
Se qualcuno trova quella frase profonda o se qualcuno vuole farne di quell'aforisma una ragione di vita, a te che cazzo te ne frega?

  Visualizza il profilo di Topper  Invia un messaggio privato a Topper    Rispondi riportando il messaggio originario
DottorDio

Reg.: 12 Lug 2004
Messaggi: 7645
Da: Abbadia S.S. (SI)
Inviato: 27-04-2007 19:42  
quote:
In data 2007-04-26 18:53, MARQUEZ scrive:
che cazzate che scrivi, mamma mia.



Già qui passi dalla parte del torto. Anche il dialogo ha delle regole, così come il tuo termine improprio "cazzate" per indicare cose da accostarsi al cosiddetto cazzo: nel senso comune cose talmente false da essere ridicole. Ti renderai conto che già qui stai dicendo falsità.


quote:
In data 2007-04-26 18:53, MARQUEZ scrive:
che ciò che sappiamo sia poco è la scoperta dell'acqua calda. non mi sembra per questo che si debba parlare di frase profonda. ma fammi il piacere.
oltretutto ha un doppio valore, anche quello di stabilire questa suprema modestia secondo la quale siamo nullità e che tutto ciò che sappiamo è impreciso, ridotto e poco profondo.
quindi se applichi questa lettura(che viene fatta in libri tipo quelli di abbagnano....) anche quella frase è poco profonda e un po' idiotuccia.pecato che ad abbagnano sfugga il seguito che è tanto caro a matematici tipo cohen che ci hanno pubblicato teoremi a patire da questo. e i teoremi tant per fartelo presente sono verità, non cose relitive come dicevano buffoni del calibro di feyerabend e kuhn che neanche sanno dove sta di casa la matematica.



Ma vedi che Socrate aveva ragione? Lui riconosceva di non sapere...te no.
Prima di tutto leggi dalla fonte anche se è solo un piccolo estratto
Anziché citare scrittori che parlano di socrate o che criticano platone, dovresti leggere platone e gli scritti riguardanti socrate per capirli, altrimenti fai la figura del contadinello che si faceva consigliare dal parroco o dal partito come votare...
Socrate era abile nell'imbarazzare i propri interlocutori smascherando la loro ignoranza e raramente iniziava lui per primo un discorso. Era un distruttore (come un distruttore era Marx) e non propriamente un costruttore di idee (anche se nei dialoghi platonici costruisce e come).

A sto punto riporto un paio di citazioni d'antologia:

quote:

[...] d'altronde è tutta qui la differenza tra i matematici e gli altri: i primi costruiscono un sistema platonico i secondi pratico. e la pratica è piena di errori malfunzionamenti e via dicendo. Basta guardare quanto siano grossolani i motori automobilistici, o quanto lo siano i progetti delle case, oppure quanto sia grossolane certe programmazioni di software pieni di bug.



quote:

il sistema platonico e i matematici puri hanno più di quanto si pensi a che vedere perché entrambi hanno alla loro base idee pure. e la realtà è una approssimazione piuttosto grossolana di quella che è la matematica pura.
le applicazioni usano spesso forme semplificate di matematica. comunque è un discorso molto profondo e per dipanarlo bene ci vorrebbero ore.



La mia proposta è: eliminiamo il sistema di integrazione e calcoliamo tutto per sommatorie infinitesime analizzando ogni singola particella subatomica dei materiali di costruzione, di combustione ed eliminiamo i bug con la sola matematica (pensi che i programmatori con le palle fumanti non sappiano la matematica? ma più che altro, che non sappiano utilizzare i loro linguaggi di programmazione?).
Quella del mondo platonico mò la spieghi e dici come possa giocare a favore della matematica se così facendo, anche stando alle tue affermazioni, la matematica si stacca dalla realtà.
Sinceramente, quando vedo una retta disegnata alla lavagna mi incazzo perché è un'approssimazione del cazzo: la retta è monodimensionale eppure viene rappresentata in tre dimensioni. Per il punto poi sto in silenzio stampa...

quote:

sulla frase di agostino, quello che i cattolici considerano un grande uomo, cè da dire poco. sono d'accordo che riassuma tutti i comandamenti. e infatti ne mostra la stupidità e la limitatezza.


Perché?

quote:

che amare sia una chiave per fare la cosa giusta è una cazzata fantascientifica.


ahahahahah, e perché?

quote:

purtroppo piace molto alla chiesa teorica del porgere l'altra guancia.
quindi basta che ti guardi intorno e ti renderai conto qunto sia inapplicabile e idiota tale frase.



Come me, anche te sai pressoché a memoria "tutto benigni 95-96" e lì in poche parole il robertaccio ha spiegato in maniera molto efficace quella frase. Certo che è irrealizzabile nella sua ultima istanza, ma è quella la meta che ogni uomo dovrebbe raggiungere: rispetto delle libertà reciproche. In ogni modo, assai più realizzabile di rivoluzioni proletarie efficaci, marxismi e post marxismi (tanto per citare cose a te care e note (?) ai più).

quote:

tra l'altro a titolo personale ti dico questo: uno dei motivi che mi hanno spinto a diventare ateo e anticlericale sono proprio i dieci comandmenti(in realtà sono 32 ma nessuno lo dice perché alcuni smentiscono gli altri).



Questa m'è del tutto nuova. Io sapevo che fossero 15 e che la terza tavola fosse scivolata di mano a Mel Mosè...

quote:

comunque vivi pure nelle tue illusioni da apetta maya, del fiorellino e dell'amore se fi fa contento, ma ti assicuro che ilmondo non è affatto amore nonostante ci siano miliardi di persone che pregano lo stesso dio inesistente di Agostino.



Chi ha mai detto che il mondo è amore?
Non è che chi crede in Dio debba essere condannato a priori sulle proprie azioni. L'amore è qualcosa che va al di là del concetto di Dio. Dio è solo una personificazione e astrazione dell'amore che l'uomo s'è creato. Molti discorsi su Dio, se letti sostituendo la parola Dio con la parola Amore diventano profondissimi e di facile apprezzamento pure per gli atei (intelligenti), pure per quelli più accaniti (e te sai quanto sono anticlericale, antireligione, antidogmatico).

Hasta la vista, math-man
_________________
Geppetto è stato l'unico uomo ad aver fatto un figlio con una sega

Attention: Dieu est dans cette boite comme ailleurs et partout!

  Visualizza il profilo di DottorDio  Invia un messaggio privato a DottorDio    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 27-04-2007 19:43  
Questa sembra andare a pennello a Marquez..

Prossimo
Uno che ci è stato imposto di amare come noi stessi e che fa di tutto per farci disubbidire

(Ambrose Bierce)
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 Pagina successiva )
  
0.218955 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: