FilmUP.com > Forum > Attualità - veltroni come il berlusconismo?
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > veltroni come il berlusconismo?   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Autore veltroni come il berlusconismo?
Hias84

Reg.: 15 Mar 2007
Messaggi: 1262
Da: Serravalle Pistoiese (PT)
Inviato: 28-06-2007 12:43  
quote:
In data 2007-06-28 12:09, quentin84 scrive:
Siamo alle solite..se Veltroni è un sindaco tanto scadente perchè l'hanno votato per due volte? Per il famoso "clientelismo della sinistra" che tutti detestate, ma che evidentemente fa comodo a molti?

Poi a me risulta che sia molto popolare proprio nelle borgate, ma non vivendo a Roma posso sbagliare

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 28-06-2007 alle 12:12 ]



Vero.
_________________
Formula della mia felicità: un sì, un no, una linea retta, una meta... (F.W.Nietzsche)

  Visualizza il profilo di Hias84  Invia un messaggio privato a Hias84  Vai al sito web di Hias84    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 28-06-2007 14:15  
l'argomento non è veltroni-sindaco di roma, cmq.

----------------------

io penso che il partito democratico in quanto a "fumo negli occhi" per acquisire voti e consensi ha già vinto ieri:

se ieri si fosse presentato prodi o fassino o d'alema a parlare al lingotto di torino, dichiarandosi ufficialmente segretario del pd subito tutti avrebbero detto che loro e il loro partito non valgono niente, che ripropongono sempre le stesse cose ecc.

è bastato vedere che si trattava di veltroni che subito tutti hanno detto che sicuramente sarà un ottimo leader politico.

il fatto è che si sta dando esclusivamente importanza alla figura di veltroni.

che veltroni sia una personalità politica intelligente, preparata e una persona affidabile non ci sono dubbi.

ma ciò non toglie che lui non farà altro che proseguire i programmi politici dell'unione riformista per rafforzarli e trasformarli in effettive politiche centriste e riformiste di mercato.

aggiungo di più: ho l'impressione che il pd (già di per se nato per proteggere le politiche economiche in favore degli ambienti capitalisti amici di prodi)ha come segretario veltroni solo come facciata.

cioè veltroni altro non è che esclusivamente lo strumento atto a portare (con la sua figura innovativa e sostenuta da popolarità) voti ad un partito che ha bisogno di consensi e di rafforzarsi.

una volta costruito il pd si sposterà completamente su obiettivi riformisti. pure che c'è veltroni alla guida.

del resto ieri veltroni è stato chiaro sullo scalone e gli obiettivi economici.

ha ripetuto le stesse cose che dicono prodi e padoa schioppa. magari le ha dette in maniera più brillante, più addolcita.

ma sono le stesse identiche linee riformiste che con il sociale non hanno niente a che vedere.

e stiamo vedendo proprio in questi giorni quello che succede:

non vogliono abbassare l'età pensionabile proprio per non andare contro gli interessi della confindustria, degli imprenditori.

e con questo pò di scenario si parla di veltroni (saltato fuori ieri) come se convincesse il pd a tornare a fare politiche in favore dei lavoratori e dello stato sociale.

mi auguro che gli elettori non ci caschino.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
Maresca

Reg.: 12 Mar 2007
Messaggi: 2111
Da: Siviglia (es)
Inviato: 28-06-2007 14:37  
Alcune cose le ha dette, ma non è andato veramente in profondità su nessun tema. Enunciazioni di principi, poi sulle pensioni non è che abbia detto di preciso cosa bisognerebbe fare (anche se si è capito che è per i tagli). E' a favore di tutti, degli imprenditori e degli operai, dei laici e dei cattolici, degli inquinatori e degli ambientalisti. Però non si è ancora capito perché lui abbia ragione, mentre Berlusconi, se scrive sui manifesti di essere un presidente operaio, un presidente capitalista, un presidente donna, un presidente macho, un presidente razzista e un presidente negro abbia invece torto...
comunque penso che prima o poi dovrà chiarire maggiormente le su posizioni per forza di cose, a allora si vedrà quale sarà il vero potenziale del suo rientro nell'agone della politica nazionale.

  Visualizza il profilo di Maresca  Invia un messaggio privato a Maresca    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 28-06-2007 15:19  
quote:
In data 2007-06-28 14:37, Maresca scrive:
Alcune cose le ha dette, ma non è andato veramente in profondità su nessun tema. Enunciazioni di principi, poi sulle pensioni non è che abbia detto di preciso cosa bisognerebbe fare (anche se si è capito che è per i tagli). E' a favore di tutti, degli imprenditori e degli operai, dei laici e dei cattolici, degli inquinatori e degli ambientalisti. Però non si è ancora capito perché lui abbia ragione, mentre Berlusconi, se scrive sui manifesti di essere un presidente operaio, un presidente capitalista, un presidente donna, un presidente macho, un presidente razzista e un presidente negro abbia invece torto...
comunque penso che prima o poi dovrà chiarire maggiormente le su posizioni per forza di cose, a allora si vedrà quale sarà il vero potenziale del suo rientro nell'agone della politica nazionale.

In effetti ha cercato di dare ragione un po' a tutti, ma data la natura e i limiti del Partito Democratico non credo che Veltroni potesse fare un discorso diverso da quello che ha fatto ieri.

Comunque anch'io aspetto che chiarisca meglio cosa vuol fare.

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 28-06-2007 15:26  
quote:
In data 2007-06-28 14:37, Maresca scrive:
mentre Berlusconi, se scrive sui manifesti di essere un presidente operaio, un presidente capitalista, un presidente donna, un presidente macho, un presidente razzista e un presidente negro abbia invece torto...



hai sottolineato una cosa interessante.

diciamo che berlusconi ha sempre torto perchè che un imprenditore che ha molti poteri in mano e imperi finanziari si dichiari poi "operaio" è una presa per il culo fin troppo evidente.

la sua è una politica di slogan esteriormente convincenti; utilissima per farci cascare gli ignoranti, i disinformati di politica e quelli che ancora ritengono tutta l'unione, anche quella riformista, "comunista".

il resto dei voti glieli danno i benestanti (soprattutto i commercianti) che non vogliono pagare le tasse e i destrorsi.

veltroni invece ha un passato politico-giovanile pur sempre maturato nel p.c.i. e fino al cambiamento da pds a ds si è dimostrato forse uno dei pochi che, come modello politico, seguiva le idee di grandi personaggi di sinistra come enrico berlinguer.

ma è proprio questo voler stare in mezzo a tutto e da nessuna parte di preciso che fa capire l'identità centrista sua e del pd.

se non stai ne solo con la destra ne solo con la sinistra mi sembra ovvio che ti collochi al centro.

e i partiti trasversali, centristi, sono il peggio che possa ri-capitare all'Italia: visto che la prima repubblica è stata praticamente rappresentata per decenni da soggetti politici simili.

per veltroni sarà un boomerang.

chi lo voterà con convinzione saranno alcune classi agiate, i pubblici dipendenti con forti raccomandazioni che possono anche non fregarsene dei cambi di governo e dei passaggi da socialismi a riformismi, quelli che per motivazioni ancora ideologiche vecchie di anni ce l'hanno con la sinistra socialista e, infine, i riformismi convinti (che sono quelli che di certo non hanno problemi di lavoro, stipendi e pensioni).

se dovesse capitare che chi ha veri problemi e disagi sociali cmq lo vota (e non è affatto escluso)anzichè di votare la sinistra socialista o è un ignorante o (come è molto più probabile) è stato appunto esclusivamente attirato dalla figura innovativa di veltroni e dai discorsi più brillanti che riesce a fare.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 28-06-2007 20:20  
In preparazione del Vaffanculo Day, o V-day, sono andato al Parlamento europeo per spiegare la palude in cui si trova l'Italia e cercare qualche consenso. La sala era piena, nessuno sapeva niente. Mi hanno preso per un marziano, non credevano a quello che dicevo. Ho dato un saggio di populismo europeo. Oggi pubblico un breve filmato da Bruxelles. Domani un video riassuntivo insieme a quello integrale.
Ecco un estratto del mio intervento.

"Putin ci ha ricordato, dopo gli omicidi di giornalisti e oppositori del suo Governo, e qualche flebile denuncia del nostro Governo, che l’Italia è il Paese della mafia. Io, su questo punto, sono parzialmente d’accordo. La mafia, in realtà le mafie, ognuna con una sua identità regionale, sono un problema minore nel mio Paese.
Il problema vero è il Parlamento italiano che contiene un numero di individui giudicati in primo e secondo grado, una settantina, e 25 condannati in via definitiva, da far impallidire Al Capone e Don Corleone insieme.
Putin, se mi ascoltasse, potrebbe obiettare che sono state le mafie a farli eleggere o il voto di cittadini favoriti e collusi con la criminalità organizzata. Niente di tutto questo. Forse la stampa internazionale non lo sa ancora, ma due anni fa in Italia c’è stato un colpo di Stato. La legge elettorale è stata cambiata per impedire ai cittadini di votare il loro candidato. I partiti, non più di dodici persone, hanno deciso chi doveva fare il deputato o il senatore. La legge fu voluta da Berlusconi, l’opposizione si oppose poi, quando andò al Governo, Prodi la confermò. E’ meglio, molto meglio, per i partiti far eleggere dei loro impiegati che avere in Parlamento dei rappresentanti dei cittadini. Meglio pregiudicati che liberi.
Putin ci ha sottovalutato, le mafie in Italia contano meno dei partiti e sono più oneste, non dicono di essere democratiche e dalla parte dei cittadini.
L’Italia è una nazione con un Parlamento non eletto dai cittadini, simile più a un istituto di pena che a un luogo in cui si dovrebbero decidere le sorti della Nazione.
Il mio è un appello per restituire la libertà di voto e di informazione all’Italia.
L’otto settembre organizzerò in ogni città d’Italia una manifestazione, l’ho chiamata Vaffanculo day. Una via di mezzo tra il D-day dello sbarco in Normandia e V come Vendetta.
Quel giorno gli italiani dovranno riprendere in mano il loro Paese distrutto da decenni di partitocrazia, di massoneria piduista, di intrecci tra banche e mafia, di ingerenze del Vaticano nella cosa pubblica, dalla informazione di Stato e di Berlusconi, dai conflitti di interesse.
La Borsa di Londra e quella italiana dovrebbero fondersi. Vorrei chiedere agli inglesi: ma siete sicuri? Volete associarvi al più grande conflitto di interessi europeo. In cui il punto di riferimento è il noto pregiudicato Cesare Geronzi, coinvolto in quasi tutti gli scandali finanziari d’Italia e condannato per bancarotta? La Borsa Italiana va chiusa, non deve infettare anche il resto d’Europa. E’ un luogo in cui Unicredit-Capitalia ha la maggioranza relativa di Mediobanca che ha la maggioranza relativa di Generali che è uno dei principali azionisti di IntesaSanpaolo, il suo maggiore concorrente. E’ il luogo in cui uno come Tronchetti si fa passare da industriale distruggendo il valore di Telecom e di Pirelli insieme con lo 0,11 di capitale azionario di Telecom.
L’Italia è il Paese di Valentino Rossi e del maggior numero di morti per incidenti stradali. Il Paese del sole senza impianti di energia solare. Il Paese dell’arte con discariche e inceneritori e rigassificatori come nessuno in Europa. Il Paese del Diritto Romano con 350.000 leggi inapplicabili e in conflitto tra loro. La libertà di stampa, quella poca che ci è rimasta, è in pericolo. Il Parlamento voterà a luglio al Senato una legge per impedire che siano rese pubbliche le intercettazioni disposte dalla magistratura che riguardano i politici.
Ragazzi, se l’otto settembre, non ce la faccio, chiederò il diritto di asilo."

Partecipa al Vaffanculo Day!

Meglio questo che il discorso di quel viscido Craxiano di Veltroni
_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
Petrus

Reg.: 17 Nov 2003
Messaggi: 11216
Da: roma (RM)
Inviato: 28-06-2007 23:08  
quote:
In data 2007-06-28 12:09, quentin84 scrive:
Siamo alle solite..se Veltroni è un sindaco tanto scadente perchè l'hanno votato per due volte? Per il famoso "clientelismo della sinistra" che tutti detestate, ma che evidentemente fa comodo a molti?

Poi a me risulta che sia molto popolare proprio nelle borgate, ma non vivendo a Roma posso sbagliare




Veltroni è stato rieletto e continuerà ad esserlo (a vari livelli) per un bel pò di tempo perchè è un genio
ma, come mi ricordavano, il tema è la piece taurinense, per cui mi ritiro in buon ordine
_________________
"Verrà un giorno in cui spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate"

  Visualizza il profilo di Petrus  Invia un messaggio privato a Petrus  Vai al sito web di Petrus    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 29-06-2007 20:06  
veltroni è impazzito:

"bisogna alzare l'età pensionabile"

"è brutto che quando hai ancora 20 anni di vita davanti rimani senza un lavoro"

"per i lavori usuranti bisogna solo applicare qualche deroga alla legge sullo scalone"

"berlusconi ha fatto sotto il suo secondo governo leggi criticabili ma anche cose positive"

stop.

non c'è possibilità di ottimismo per i lavoratori e gli elettori della vera sinistra.

il partito democratico è stato accellerato da prodi perchè i partiti della sinistra socialista, attraverso le richieste su scalone e politiche economiche, hanno iniziato a rompere le palle agli interessi dei capitalisti amici di prodi e della confindustria.

il pd garantirà massima protezione alle politiche riformiste degli ambienti capitalisti.

e fino a che durerà il secondo governo prodi lo sosterrà sulla stessa, ovviamente, lunghezza d'onda (l'ha detto veltroni sempre oggi, assieme a quelle altre cazzate che ha sparato: "se prodi fallisce allora fallisce anche il nascente pd").

il lavoro sarà completato con la legge elettorale che l'unione riformista sta studiando: fatta in maniera tale da spazzare via gli altri partiti.

e veltroni fa il filo-berlusconiano riformista di merda che dà la copertura ai veri obiettivi del pd.

non deve sembrare esagerato filo-berlusconiano:

quasi quasi lo plaude pure

vuole usare il metodo-simpatìa e innovazione

è d'accordissimo, ne più ne meno, con lo scalone della riforma maroni

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 29-06-2007 23:24  
Io non mi sento un riformista filo-berlusconiano di merda, ma penso sia giusto che chi fa lavori particolarmente faticosi e usuranti (operai, ma anche autisti d'autobus e macchinisti) vada in pensione prima di chi lavora davanti ad una scrivania.

Anche se mi rendo conto che ci sono lavori "da scrivania" particolarmente stressanti come gli operatori telefonici (che non a caso sono tutti giovani).

Secondo Dan mi devo battere il petto perchè ho tradito la sinistra?

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 29-06-2007 23:38  
ecco, il call-center è proprio un classico esempio di sfruttamento da parte del privato, a causa dei cambiamenti del mondo del lavoro.

i lavori da scrivania non stressanti si stanno riducendo ormai, perchè si stanno riducendo i concorsi pubblici.

ci stanno anche i lavori da scrivania con i privati: ma ci si fa un mazzo così perchè, qualunque cosa fai, il privato richiede produttività.

veltroni mi auguro che dichiari di essere un centrista riformista. e la smetta di appropriarsi di una identità politica di sinistra.

ma tanto è comodo: occupare una poltrona di potere e mandare avanti un partitone che porta vantaggi a imprenditori e manager della finanza.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 30-06-2007 08:20  
veltroni inizia a ricevere i plausi di forza italia.

figuriamoci un pò...

e anche d'alema:
ieri, a una festa della cgl, ha detto chiaramente che non ci sono i soldi per abolire lo scalone.

dunque?: nessuna differenza con la riforma maroni.

durante la campagna elettorale avevano parlato di abolizione. e infatti epifani glielo ha rinfacciato.

e anche d'alema ha avuto il plauso di forza italia ieri.

chi è di destra può iniziare a votare anche questi riformisti, senza problemi.

il pd metterà in campo delle politiche che procureranno enormi malesseri sociali.

c'è da stare poco tranquilli.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 30-06-2007 10:02  
Comunque nel Dpef ci sono misure a favore dei meno abbienti (diminuzione dell'Ici, aumento delle pensioni minime).

Ovviamente in campagna elettorale L'Unione ha promesso un mucchio di cose poi però si è trovata davanti una difficile situazione di bilancio senza contare le richieste di "rigore" (leggi tagli alla spesa pubblica) che vengono dall'UE.

Se si votasse domani io voterei Sinistra Democratica, ma credo che la tua tesi Partito Democratico = Forza Italia sia troppo rozza.

Poi sulle pensioni, fermo restando che anche lavorare in un ufficio può essere molto stressante (dipende anche dalla persona)..continuo a pensare che il lavoro in fabbrica o in un cantiere lo sia di più senza contare gli incidenti sul lavoro che quando non sono mortali possono renderti invalido per sempre.

Nei lavori da scrivania simili rischi (per fortuna!) non si corrono.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 30-06-2007 alle 10:04 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 30-06-2007 alle 10:09 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 30-06-2007 10:29  
quote:
In data 2007-06-30 10:02, quentin84 scrive:

Ovviamente in campagna elettorale L'Unione ha promesso un mucchio di cose poi però si è trovata davanti una difficile situazione di bilancio senza contare le richieste di "rigore" (leggi tagli alla spesa pubblica) che vengono dall'UE.

la tua tesi Partito Democratico = Forza Italia sia troppo rozza.




con tutte le entrate che si stanno accumulando dall'evasione fiscale, e che hanno anche permesso di ricavare un extragettito detto tesoretto, è una barzelletta raccontare agli elettori che non ci stanno soldi per coprire le spese che scaturiranno dall'abolizione dello scalone.

senza contare che le spese sono di 10 mld di euro ogni 10 anni, non 65 addirittura come disse il tesoro.

e senza contare che persino il governo aveva detto in un primo momento che le risorse c'erano.

il fatto è che i capitalisti si sono iniziati ad agitare: prima la lotta all'evasione fiscale, poi le liberalizzazioni (che vanno contro la difesa dei privilegi monopolistici delle lobby)e infine l'iniziativa di poter anche eventualmente abolire appunto lo scalone pensionistico.

immagino che, incazzatissimi, hanno fatto arrivare i loro reclami a prodi (loro rappresentante di fiducia) e gli hanno fatto accellerare la costruzione di un partitone riformista di centro (e prodi ne è stato il regista autentico) che deve tornare a garantire la difesa di interessi capitalisti a scapito dei diritti sociali di lavoratori e pensionandi.

e prodi non solo ha fatto così ma ha portato sulla stessa lunghezza d'onda tutti: basti pensare al ministro del lavoro, che sembrava l'unico più socialista, e per mesi ha parlato di togliere lo scalone.

si è invece ammorbidito pure lui e ha iniziato a parlare di scalini e aumenti graduali dell'età pensionabile.

il tocco finale è venuto con veltroni a capo del pd: utilizzare innovatività e discorsi-simpatìa per far cascare molti elettori e con i voti far imporre questo partitone riformista pro lobby capitaliste vicine a prodi.

persino il tesoretto adesso verrà forse destinato ad altri obiettivi:
per mesi il governo dice di utilizzarlo contro flessibilità, precariati, pensioni.

ma ultimamente si sono fatti avanti i riformisti ue che chiedono di spostarlo verso obiettivi di crescita. il che significa soldi da dare alle imprese, con la scusa di dover aumentare l'iniziativa privata e la produttività nel mercato europeo.

e non mi meraviglierei se anche su questo punto l'unione riformista si allineasse alle richieste dei capitalisti.

--------------------------

rozza la teoria pd=forza italia?

in genere è stato sempre tipico di berlusconi fare promesse idiote in campagna elettorali per racimolare voti.

almeno berlusconi le faceva a chiacchiere.

invece l'unione si è addirittura presa l'onere di farlo scrivere nel programma che avrebbero abolito e non ammorbidito lo scalone.

buffoni, pro-capitalisti e centristi.

e ha fatto bene epifani a rinfacciarlo a d'alema ieri.

inoltre sembra proprio che sullo scalone la pensiono, con poche divergenze, come forza italia.

l'unica differenza è che con maroni ci si arriva di colpo oltre i 60 anni.

loro lo fanno fare gradualmente, ma l'obiettivo rimane uguale: in pensione, di pari passo, magari direttamente a 65 anni.

in più veltroni e d'alema hanno avuto gli apprezzamenti di bonaiuti e bondi di forza italia.

ci sono ancora dubbi che sono la stessa cosa?

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 30-06-2007 10:58  
Cosa posso dire? Spero che il Pd non abbandoni del tutto le classi meno abbienti in nome della "produttività".

Sulle pensioni spero almeno si trovi il modo di tutelare chi fa lavori particolarmente faticosi e stressanti..anche se da quello che scrivi ci sarebbero poche speranze.

Ci conviene confidare in Sinistra Democratica..

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 30-06-2007 11:14  
purchè sinistra democratica non si allei con lo sdi.

boselli ha dichiarato di volersi eventualmente alleare con sinistra democratica.

il problema è che:

lo sdi si vorrebbe cmq riunire con il nuovo psi di de michelis (benchè molti del nuovo psi vogliono restare con berlusconi)

inoltre boselli non digerisce i tre partiti della sinistra socialista

potrebbe quindi essere una manovra (sdi e sinistra democratica insieme) per togliere di mezzo i tre partiti della sinistra socialista

cmq bisogna ancora vedere la esatta posizione di angius perchè tra lui e mussi mi sembra mussi quello che fa meno problemi ad allearsi con bertinotti, diliberto e pecoraro scanio.

---------------------

quali che saranno le strategie di alleanza tra sinistra socialista, sinistra democratica e sdi io cmq continuerò a votare per rifondazione comunista.

l'unico partito veramente socialista e veramente di sinistra.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
0.232280 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: