FilmUP.com > Forum > Attualità - il sismi e le schedature riservate
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > il sismi e le schedature riservate   
Autore il sismi e le schedature riservate
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 07-07-2007 17:58  
sembra che nel periodo compreso tra il 2001 e il 2006 il sismi (il servizio segreto militare italiano) abbia proceduto alla schedatura di magistrati e giornalisti italiani.

al di là del fatto di dover accertare le responsabilità istituzionali di organi e personaggi, è una vicenda che ha sicuramente del vero.

anche perchè non è la prima volta che la storia italiana ci parla di retroscena oscuri e inquietanti che legano l'attività dei servizi segreti a quella dei poteri istituzionali e politici.

le prime forme di servizi segreti sono nate già poco prima dell'inizio del secondo dopoguerra: inizialmente si trattava di spie che collaboravano ora con un potere, poi con un altro, sullo sfondo della guerra e delle alleanze dei governi, su scala internazionale, contro le dittature.

poi è venuta la strategia della tensione:
i servizi segreti hanno coperto e contribuito a depistare le indagini della magistratura atte ad accertare i moventi e i personaggi coinvolti nelle stragi.

quelle che dal '69 all' '84 furono fatte in Italia con lo scopo di destabilizzare le istituzioni democratiche per arrivare all'instaurazione di governi militari fascisti dittatoriali.

dietro c'erano la casa bianca, la cia, i partiti di governo della prima repubblica, i militari, i terroristi di estrema destra, la p2 di licio gelli (la p2 era un'associazione occulta nata con lo scopo di bloccare i poteri democratici dello Stato e l'azione della magistratura contro i poteri forti; vi facevano parte politici, giornalisti, funzionari, imprenditori[tra i quali berlusconi]. e attraverso la p2 i legami tra questi poteri, il terrorismo e la mafia furono forti).

gli appoggi ai tentativi di colpi di Stato.

poi ci sono state alcune vicende oscure: ustica ad esempio.

di sicuro i servizi segreti hanno giocato anche stavolta un ruolo fondamentale nel coprire le responsabilità degli organi militari italiani che sapevano la verità sull'aereo civile dell'itavia, abbattuto per errore il 27 giugno '80 da un missile sparato da un caccia militare americano. il missile era indirizzato all'aereo privato di gheddafi. del fatto erano a conoscenza, oltre italiani e americani, anche i francesi.

fino alle vicende degli ultimi tempi:
l'inchiesta telecom sulle intercettazioni e il sequestro illegale di abu omar(anche quà in compartecipazione con gli americani e i poteri militari di entrambi i Paesi).

tutte queste vicende denotano un legame tra poteri istituzionali e militari atti a occultare, attraverso appunto il potere esercitato dai servizi segreti, fatti su vicende gravi, nelle quali emergono responsabilità e interessi intrecciati.

la politica, cmq, c'entra sempre:
perchè in quanto organi di Stato i servizi segreti non possono mai muoversi senza la copertura e talvolta anche i suggerimenti dei poteri politici più importanti che hanno governato l'Italia.

proprio perchè gli interessi in questione riguardano anche la politica.

questa sì che è una emergenza democratica, indice di un fascismo occulto di Stato pericoloso ed esistente da più di 40 anni.

che berlusconi, nello specifico di questa vicenda sismi, ci dica: io non ne so niente, significa raccontare favole per bambini.

perchè quand'anche lui non ha dato l'autorizzazione personale alle schedature del sismi, in quanto capo del governo e massima autorità politica di Stato ha tutte le informazioni che riguardano le attività dei servizi. e in politica si sa sempre tutto su quello che succede negli ambienti di potere.

non so che responsabilità ha berlusconi su questa vicenda del sismi, cioè fin dove arriva la sua responsabilità.

so solo però che la schedatura dei magistrati e dei giornalisti era un sistema astuto per mettere queste due categorie sotto una lente di ingrandimento e a 360 gradi.

lo scopo?. trovare un qualunque "neo" per ricattarli, minacciarli, passarli dalla propria parte, cmq impedire che facciano il loro lavoro normalmente contro i poteri dello Stato coinvolti in faccende illegali.

e mi risulta che berlusconi non ha molte simpatie verso la stampa indipendente e soprattutto i magistrati.

l'unica cosa che mi dispiace è la solita sensazione che alla fine purtroppo tutto si sgonfierà.

come ogni vicenda top secret che in 40 anni di storia italiana ha visto coinvolti i poteri dello Stato e i servizi segreti.
_________________

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 09-07-2007 17:15  
certo che si sgonfierà come tutto in Italia di importante e compromettente per quei marcioni...d'altronde anche voi in alcuni discorsi(vedi intercettazioni, caso Visco ecc.)avete detto che sono tutte buffonate......
_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 09-07-2007 17:59  
hai fatto un pò di, voluta, confusione:

innanzitutto perchè le intercettazioni e il caso visco sono due vicende differenti, anche se hanno riguardato entrambe esponenti dell'unione e del governo.

in secondo luogo, per entrambe le vicende, i servizi segreti non c'entrano niente.

la faccenda sismi è solo il nuovo capitolo di una storia trentennale di rapporti oscuri tra Stato e politica per trame antidemocratiche (tra le quali, in mezzo a tante vicende di cronaca, l'epoca stragista fascista della strategia della tensione).

------------------

le intercettazioni:
le telefonate intercorse tra d'alema, fassino e manager di gruppi bancari non hanno evidenziato reati. bensì l'interessamento abbastanza forte dei ds a veder rafforzato un sistema bancario collegato al partito e che avrebbe intensificato i rapporti tra i ds e il mondo economico-bancario italiano.

insomma, una dimostrazione di quanto i leader politici sono in realtà molto poco attaccati alle battaglie politiche dei loro partiti.

ha dato cmq fastidio la pubblicazione delle intercettazioni sui giornali, e proprio perchè si è ritenuto che ad esse si voleva dare una differente interpretazione, convincendo l'opinione pubblica dell'esistenza di eventuali reati.

da quì la legge, cmq voluta fortemente anche dalla cdl, per intervenire contro la stampa in casi di pubblicazioni e inchieste su intercettazioni.

ho sentito dire che questa legge metterebbe il bavaglio alla stampa(è stato fatto anche uno sciopero a fine giugno da parte dei giornalisti).

sono convinto che d'alema e fassino reati non ne hanno su questa vicenda, ma il bavaglio alla stampa mi trova in disaccordo.

i giornalisti hanno cmq il diritto di informare. la politica deve intervenire solo contro chi passa le informazioni alla stampa.

----------------------

visco:
molto probabilmente il ministro visco avrà in un certo modo esercitato una qualche forma di pressione sul comando delle fiamme gialle per la sostituzione di un ufficiale.

certo la cosa non è partita da un'idea di visco, per quanto era lui il responsabile del controllo politico sulla guardia di finanza: ci sarà di sicuro una responsabilità di altri personaggi del governo.

è una vicenda poco chiara.

visco si è presentato spontaneamente dai magistrati che indagano sul caso dopo essersi prima dimesso, e ha fatto le sue dichiarazioni.

per un fatto di formalità i magistrati hanno dovuto cmq iscriverlo nel registro degli indagati.

l'inchiesta magari non chiarirà tutti i dettagli ma qualcosa ce lo dirà pprima o poi su come più o meno sono andati i fatti.

se visco si è reso responsabile di reati sono il primo a dire che la magistratura deve fare il suo corso.

e non lo dico solo perchè non sono ideologicamente un sostenitore del partito di visco o degli altri partiti riformisti dell'unione che hanno fatto logicamente quadrato intorno a lui per difenderlo.

se visco fosse stato di uno dei partiti della sinistra socialista sarei della stessa opinione.


  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.113977 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: