FilmUP.com > Forum > Attualità - America, dalla libertà al fascismo (il governo mondiale è alle porte)
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > America, dalla libertà al fascismo (il governo mondiale è alle porte)   
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
Autore America, dalla libertà al fascismo (il governo mondiale è alle porte)
superman18

Reg.: 26 Dic 2005
Messaggi: 3228
Da: trevignano (TV)
Inviato: 20-09-2007 22:24  
gruppo Signoraggio network, ha tradotto e messo su youtube il documentario di Aaron Russo , "America: Freedom to Fascism".
come ho gia scritto in passato, le tasse sono una truffa del sistema bancario, ogni centesimo delle nostre tasse (ecetto ICI,pedaggi vari,canoni vari, ecc..) finiscono nelle tasche di banchieri internazionali privati...

il documentario parla proprio di questo, nel contesto USA, di come prima del 1913 , anno in cui venne istituita la Federal reserve(privata), il popolo americano non pagava tasse, poiche il denaro veniva emesso dallo stato, e non dalla banca centrale privata...

il documentario tradotto è diviso in 7 parti, che potete tranquillamente trovare qui http://it.youtube.com/user/SignoraggioNetwork

ma vorrei che faceste molta atenzione all'ultima parte , che parla di come i banchieri che controllano il mondo, vogliano arrivare ad un governo mondiale, per poterci schiazizzare meglio.
ecco il video
http://it.youtube.com/watch?v=dUkc-slW5pQ
_________________
Quando i giorni sono musica
fermiamoci a sentire.
Se sono muri salta di là
se sono amori abbracciali.
È un ballo che continua
in mille passi brevi.

  Visualizza il profilo di superman18  Invia un messaggio privato a superman18  Vai al sito web di superman18     Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 21-09-2007 08:49  
io lo vado ripetendo da sempre che siamo in balìa di un processo inarrestabile:

la caduta del muro di berlino ha segnato la predominanza del mercato e del capitalismo.

il potere è finito in mano ai gruppi bancari ed economici mondiali, specie di quelli statunitensi.

la politica si è completamente subordinata al sistema economico: sono cambiati alcuni partiti di sinistra, trasformandosi in partiti centristi e riformisti(dal pds al pd) con lo scopo di portare avanti e rafforzare politiche riformiste di mercato, specialmente per salvaguardare gli interessi delle lobby imprenditoriali locali che strozzano il pluralismo concorrenziale, generando monopoli.

l'europa si è federata in una organizzazione geografico-economica che sempre di più si avvicina agli stati uniti, e così facendo ha imposto organismi economici mafiosi che spingono continuamente per politiche capitaliste sempre più ferree che devono spazzare via il pubblico e lo stato sociale.

e poi è venuto fuori il fenomeno della globalizzazione: caduta definitiva di frontiere tra i mercati, per far correre ovunque il potere del capitalismo globale. ed è forse appunto questo l'anticamera di un governo capitalista mondiale, naturalmente controllato dai poteri economici vicini alla casa bianca, che impone una sola politica economica. una politica economica però che farà soccombere praticamente tutti, tranne banchieri, politici, affaristi, capitalisti.

e non tralasciamo le conseguenze che tutto questo scenario ha già prodotto:
privatizzazioni a tappeto di molti ex enti pubblici

aumento incredibili di offerte di lavoro privato facendo divorare molti concorsi pubblici

nascita di agenzie interinali e centri per l'impiego(che sono solo fornitori di sfruttamenti lavorativi temporanei verso il priovato. come gli stage: che sono senza garanzie per il lavoratore, quindi una specie di lavoro a nero mascherato, e permettono all'imprenditore di non riconoscerti niente e non pagare tasse e/o contributi)

flessibilità dei contratti di lavoro

allungamento dell'età lavorativa

e da non tralasciare anche altri effetti:

tentativi di estensione del controllo economico statunitense su altri Paesi(come l'iraq, combattuto con la scusa di facciata della lotta al terrorismo e di eliminazione di armi di distruzioni di massa, che molte volte sono state provate come inesistenti. in realtà ci sono piani di controllo sulle risorse locali e contemporaneamente il continuo ingrassare degli affari industriali americani che da una guerra possono scaturire).

infiltrazione dei poteri criminali internazionali negli organismi economici capitalisti dell'ue, anche a livello locale(come i tentativi di controllo sui lavori per la costruzione del ponte sullo stretto di messina e il sicuro inserimento in progetti di edilizia e appalti, come anche la tav).

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
superman18

Reg.: 26 Dic 2005
Messaggi: 3228
Da: trevignano (TV)
Inviato: 21-09-2007 19:43  
quote:
In data 2007-09-21 08:49, dan880 scrive:
io lo vado ripetendo da sempre che siamo in balìa di un processo inarrestabile:

la caduta del muro di berlino ha segnato la predominanza del mercato e del capitalismo.

il potere è finito in mano ai gruppi bancari ed economici mondiali, specie di quelli statunitensi.

la politica si è completamente subordinata al sistema economico: sono cambiati alcuni partiti di sinistra, trasformandosi in partiti centristi e riformisti(dal pds al pd) con lo scopo di portare avanti e rafforzare politiche riformiste di mercato, specialmente per salvaguardare gli interessi delle lobby imprenditoriali locali che strozzano il pluralismo concorrenziale, generando monopoli.

l'europa si è federata in una organizzazione geografico-economica che sempre di più si avvicina agli stati uniti, e così facendo ha imposto organismi economici mafiosi che spingono continuamente per politiche capitaliste sempre più ferree che devono spazzare via il pubblico e lo stato sociale.

e poi è venuto fuori il fenomeno della globalizzazione: caduta definitiva di frontiere tra i mercati, per far correre ovunque il potere del capitalismo globale. ed è forse appunto questo l'anticamera di un governo capitalista mondiale, naturalmente controllato dai poteri economici vicini alla casa bianca, che impone una sola politica economica. una politica economica però che farà soccombere praticamente tutti, tranne banchieri, politici, affaristi, capitalisti.

e non tralasciamo le conseguenze che tutto questo scenario ha già prodotto:
privatizzazioni a tappeto di molti ex enti pubblici

aumento incredibili di offerte di lavoro privato facendo divorare molti concorsi pubblici

nascita di agenzie interinali e centri per l'impiego(che sono solo fornitori di sfruttamenti lavorativi temporanei verso il priovato. come gli stage: che sono senza garanzie per il lavoratore, quindi una specie di lavoro a nero mascherato, e permettono all'imprenditore di non riconoscerti niente e non pagare tasse e/o contributi)

flessibilità dei contratti di lavoro

allungamento dell'età lavorativa

e da non tralasciare anche altri effetti:

tentativi di estensione del controllo economico statunitense su altri Paesi(come l'iraq, combattuto con la scusa di facciata della lotta al terrorismo e di eliminazione di armi di distruzioni di massa, che molte volte sono state provate come inesistenti. in realtà ci sono piani di controllo sulle risorse locali e contemporaneamente il continuo ingrassare degli affari industriali americani che da una guerra possono scaturire).

infiltrazione dei poteri criminali internazionali negli organismi economici capitalisti dell'ue, anche a livello locale(come i tentativi di controllo sui lavori per la costruzione del ponte sullo stretto di messina e il sicuro inserimento in progetti di edilizia e appalti, come anche la tav).



non hai capito bene il concetto:

prova a levarti dalla testa le varie etichette: "comunista-capitalista-americanizazione ecc"
non è che gli USA vogliano conquistare il mondo!!! è un'organizazione di banche e corporation internazionali, che piano piano vogliono creare un governo mondiale, controllato da loro da dietro le quinte....

devi capire che i politici in se' non hanno alcun potere, sono solo attori di un reality, sono servi dei banchieri....

quel simbolo che hai sull'avatar , non significa alcunchè, rifondazione comunista, non ha gnente di comunista.

poi è vero che stanno svendendo gli enti pubblici alle banche, per ridurre il popolo ancora più in miseria.
_________________
Quando i giorni sono musica
fermiamoci a sentire.
Se sono muri salta di là
se sono amori abbracciali.
È un ballo che continua
in mille passi brevi.

  Visualizza il profilo di superman18  Invia un messaggio privato a superman18  Vai al sito web di superman18     Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 22-09-2007 14:02  
quote:
In data 2007-09-21 19:43, superman18 scrive:
rifondazione comunista, non ha gnente di comunista.



se non avesse niente di comunista allora si sarebbe federato con il partito democratico al centro, accodandosi a politiche riformiste.

e lo stesso discorso vale anche per comunisti italiani, un altro partito che merita davvero una enorme stima.

sono gli unici due partiti che intendono proprio combattere questi disegni riformisti e capitalisti che a poco a poco vogliono trascinare tutto il sistema in una globalizzazione gigantesca. che magari appunto potrebbe, tra 30 anni, significare proprio un unico sistema economico mondiale, governato da una o poche banche, organismi economici accentrati, impresa privata.

il 20 ottobre ci sarà una grande manifestazione contro i provvedimenti presi a fine luglio sul welfare: e verranno in piazza migliaia di disoccupati e lavoratori sfruttati.

vallo a chiedere a questi manifestanti qual'è secondo loro il partito veramente di sinistra in Italia.

e questa manifestazione sarà l'anticamera della "cosa rossa": il progetto di unione tra rifondazione e comunisti italiani per ricostruire la vera sinistra socialista.

se questo partito non fosse veramente di sinistra, come dici, se ne fregherebbe di queste spaventose prospettive di trasformazioni economiche e sociali.

ma non mi pare che questo avvenga.


_________________

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
superman18

Reg.: 26 Dic 2005
Messaggi: 3228
Da: trevignano (TV)
Inviato: 22-09-2007 14:33  
allora te lo rispiego:
i partiti sono TUTTI al servizio delle banche, (al massimo si potrà salvare qualce parlamentare singolo dei bassi fondi), rifondazione comunista recita soltanto, ...

manifestare per lavorare è l'esempio più lampante del lavaggio del cervello che abbiamo subito negli ultimi 300 anni da parte dei banchieri e delle multinazionali...

dovremmo invece manifestare (o meglio fare disobedienza civile) per poter lavorare meno e riprenderci la vita ce dovremmo avere.

ecco il tuo paladino del popolo che da buon cameriere delle banche , le serve a dovere... http://it.youtube.com/watch?v=6e2TFVKyvrQ
_________________
Quando i giorni sono musica
fermiamoci a sentire.
Se sono muri salta di là
se sono amori abbracciali.
È un ballo che continua
in mille passi brevi.

  Visualizza il profilo di superman18  Invia un messaggio privato a superman18  Vai al sito web di superman18     Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 22-09-2007 14:51  
sono sicuro che bertinotti sarebbe molto interessato anche ad essere coinvolto in una discussione sul signoraggio bancario.

e anche se le mie idee politiche sono a favore di rifondazione comunista trovo che buontempo di an ha sollevato una questione su un problema molto grave sul quale bisognerebbe scavare molto a fondo.

tuttavia, nel caso specifico del filmato da te postato, voglio sottolineare che lì bertinotti è in veste di presidente della camera e come tale ha solo il compito di far rispettare i tempi stabiliti dai regolamenti parlamentari.

nessun ostacolo è stato posto da bertinotti: anche perchè seppur ha parlato per soli 2 minuti circa(per esigenze parlamentari), buontempo di an ha cmq potuto rendere pubblica un'informazione su un fatto che era doveroso citare.

se bertinotti avesse degli scambi di interessi così stretti con il sistema bancario, o cmq capitalista italiano in generale, allora avrebbe potuto prendere il posto di prodi alla guida del secondo governo dell'unione, cosa che non si è verificata.

oppure lo avrebbero investito dell'onere di guidare registicamente la nascita di un partito pro-banche e pro-imprese come il partito democratico.

e nemmeno questo si è verificato.

rifondazione dovrebbe essere il secondo partito politico d'Italia, se le cose stessero come dici tu.

se poi lui ha amicizie con banchieri, bè non mi sembra un reato.

dal momento che queste eventuali conoscenze amichevoli non hanno incidenza sulle idee politiche di bertinotti e sui programmi politici del suo partito, che è di sinistra.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
superman18

Reg.: 26 Dic 2005
Messaggi: 3228
Da: trevignano (TV)
Inviato: 22-09-2007 15:17  
te lo dico per la terza volta:

la politica è solo un reality!!!!!

non c'è gnente di vero!!!!

tutti i partiti son al servizio delle banche!

perchè non scrivi una bella lettere al Bertinotti e gli chiedi di darti chiarimenti sul signoraggio bancario?
però non alla mail della camera dei deputati, li censurano la parola "sinoraggio".
_________________
Quando i giorni sono musica
fermiamoci a sentire.
Se sono muri salta di là
se sono amori abbracciali.
È un ballo che continua
in mille passi brevi.

  Visualizza il profilo di superman18  Invia un messaggio privato a superman18  Vai al sito web di superman18     Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 22-09-2007 18:15  
Levami una curiosità superman18... ma te voti Berlusconi? Repubblicano per te è fico? No perchè gli stessi discorsi che si sentono nel filmatino (di cui ho visto solo il primo spezzone, ma tanto ho capito l'andazzo) sono il pane quotidiano di una certa politica di destra.
Del resto nel filmato prima si spaccia per dato di fatto una sciocchezza colossale, ovvero che del 1913 ad oggi la qualità della vita degli americani si sarebbe abbassata (ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah). Dopo si elencano le tasse che gli americani pagano... ciò mi ha riportato alla mente Berlusconi col foglietto in mano che da Vespa comincia a dire "e si paga irpef e il canone e la bolletta e bla bla bla per arricchire un sistema burocratico che è solo uno spreco" con tutta la sinistra impazzita perchè in un intervista Berlusconi disse, citando sant'agostino, "quando le tasse sono eccessive è giusto non pagarle".

Ora. Secondo me tutta questa storia sul signoraggio è la più grossa sciocchezza che si possa concepire perchè l'unica verità è che le banche, tasse o non tasse, Berlusconi o Prodi, costituzione o meno, sono solo degli intermediari.
Insomma, dire che le banche controllano il mondo solo perchè esistono mi sembra una demenza. Allora anche i panettieri e i pizzaioli si arricchiscono, perchè mentre noi potremmo vivere mangiando solo l'erba dei campi siamo ingannati e paghiamo per mangiare, dando il controllo del mondo ai fruttivendoli. Discorsi privi di logica e senso.

Allora, facciamo un dialogo serio... rispondi alle domande:
1) se le tasse servono solo a mantenere le banche, con quali soldi vengono costruiti e mantenuti ospedali, strade, ferrovie, scuole, eserciti, pensionati, pompieri, parlamentari, sindaci, poliziotti e così via?
2) se si smettesse di pagare le tasse, come avveniva negli USA prima del 1913, le strade, gli ospedali, le scuole, gli eserciti etc. verrebbero creati solo dai privati (eh, lo stato non ha fondi). Naturalmente i privati depositano e chiedono prestiti agli istituti finanziari, ovvero alle banche. Quindi risiamo punto e a capo.
3) Dato che le banche funzionano come intermediari, ovvero non hanno mai fondi propri e danno in prestito solo quanto depositato da altri, come potrebbero sopravvivere se il loro servizio non fosse vantaggioso... guarda che accendere un mutuo o aprire un conto corrente non è obbligatorio. Se nessuno lo facesse le banche sparirebbero. Il punto è che le banche sono proprio utili, o no?

_________________
"Verso l'infinito e oltre, per arrivare là dove nessu uomo è mai giunto prima"

"trascendere le limitazioni umane e padroneggiare l'universo" (medaglia Fields)

[ Questo messaggio è stato modificato da: Futurist il 22-09-2007 alle 18:16 ]

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
superman18

Reg.: 26 Dic 2005
Messaggi: 3228
Da: trevignano (TV)
Inviato: 22-09-2007 18:46  
non ho colto bene la prima parte del tuo discorso riguardante Berlusconi....

comunque...

dai Futurist che stai migliorando, stai cominciando a porti delle domande almeno....

allora, prima del 1913, come tutt'ogi, in america , i lavori pubblici vengono finanziati dalle varie tasse comunali, canoni, bollette,pedagi stradali, tiket ecc...

invece come ho già detto le tasse sul reddito finiscono tutte nelle tasche della federal reserve=goldman sach=Rockfeller, Morgan ecc...

detto questo, se domani mattina tutte le persone del mondo chiudessero il loro conto in banca, il sistema bancario cadrebbe all'istante, I cittadini ridono!!! eheheh
ma prova tu a convincere tutti i cittadini a chiudere il proprio conto in banca...

comunque tu sei libero di restare nell'ignoranza e far finta che vada tutto a meraviglia....
_________________
Quando i giorni sono musica
fermiamoci a sentire.
Se sono muri salta di là
se sono amori abbracciali.
È un ballo che continua
in mille passi brevi.

  Visualizza il profilo di superman18  Invia un messaggio privato a superman18  Vai al sito web di superman18     Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 23-09-2007 10:49  
quote:
In data 2007-09-22 18:46, superman18 scrive:
allora, prima del 1913, come tutt'ogi, in america , i lavori pubblici vengono finanziati dalle varie tasse comunali, canoni, bollette,pedagi stradali, tiket ecc...


Se questo fosse vero, disperazione e amerezza per gli americani.
In effetti io ho sempre saputo che negli USA le tasse sul reddito erano molto più basse rispetto all'Italia (oltre la metà) perchè laggiù molto era finanziato da pedaggi, tiket e così via. Ma però a questo punto mi dovresti dire chi finanzia la spesa militare, perchè quella mi pare proprio di competenza federale.

In più vorrei sapere che ne pensi del caso italiano. Perchè da noi non c'è la federal reserve ma nonostante ciò lo stato si è pesantemente indebitato con le banche normali e con i loro clienti (il famoso debito pubblico che per pagarne gli interessi svanisce una significativa percentuale delle imposte sul reddito). Si tratta anche qui di signoraggio?
_________________
"Verso l'infinito e oltre, per arrivare là dove nessu uomo è mai giunto prima"

"trascendere le limitazioni umane e padroneggiare l'universo" (medaglia Fields)

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
superman18

Reg.: 26 Dic 2005
Messaggi: 3228
Da: trevignano (TV)
Inviato: 23-09-2007 11:22  
quote:
In data 2007-09-23 10:49, Futurist scrive:
quote:
In data 2007-09-22 18:46, superman18 scrive:
allora, prima del 1913, come tutt'ogi, in america , i lavori pubblici vengono finanziati dalle varie tasse comunali, canoni, bollette,pedagi stradali, tiket ecc...


Se questo fosse vero, disperazione e amerezza per gli americani.
In effetti io ho sempre saputo che negli USA le tasse sul reddito erano molto più basse rispetto all'Italia (oltre la metà) perchè laggiù molto era finanziato da pedaggi, tiket e così via. Ma però a questo punto mi dovresti dire chi finanzia la spesa militare, perchè quella mi pare proprio di competenza federale.

In più vorrei sapere che ne pensi del caso italiano. Perchè da noi non c'è la federal reserve ma nonostante ciò lo stato si è pesantemente indebitato con le banche normali e con i loro clienti (il famoso debito pubblico che per pagarne gli interessi svanisce una significativa percentuale delle imposte sul reddito). Si tratta anche qui di signoraggio?




anche qui come , naturalmente , nel resto d'europa, asia ecc... si tratta proprio di sinoraggio.
la banca d'italia (bankitalia s.p.a) è privata, come è privata anche la BCE*, quindi la BCE privata stampa i pezzi di carta che noi chiamiamo euro e li presta alla comunità europea , facendosseli restituire atraverso le nostre tasse e il nostro sudore + un interesse, questa truffa viene appunto camuffata chiamandola debito pubblico....
trallaltro la bce stampa quei soldi, senza contropartita in oro, quindi può decidere a piacimento se creare deflazione o inflazione, ciòè può decidere dell'intera economia europea.
(*) la BCE è posseduta dalle varie banche centrali degli stati europei , tutte privatissime.


per quanto riguarda la spesa militare americana, devi capire , che le guerre sono volute, finanziate e pianificate , dalle stesse banche, con lo scopo di indebbitare gli stati in conflitto.
tanto creare denaro, alla FED , non costa nulla, basta solo ce accenda la stampante!!!(poi ci pensano i cittadini a restituire il denaro ).
_________________
Quando i giorni sono musica
fermiamoci a sentire.
Se sono muri salta di là
se sono amori abbracciali.
È un ballo che continua
in mille passi brevi.

  Visualizza il profilo di superman18  Invia un messaggio privato a superman18  Vai al sito web di superman18     Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 24-09-2007 11:27  
quote:
In data 2007-09-23 11:22, superman18 scrive:
anche qui come , naturalmente , nel resto d'europa, asia ecc... si tratta proprio di sinoraggio.
la banca d'italia (bankitalia s.p.a) è privata, come è privata anche la BCE*, quindi la BCE privata stampa i pezzi di carta che noi chiamiamo euro e li presta alla comunità europea , facendosseli restituire atraverso le nostre tasse e il nostro sudore + un interesse, questa truffa viene appunto camuffata chiamandola debito pubblico....
trallaltro la bce stampa quei soldi, senza contropartita in oro, quindi può decidere a piacimento se creare deflazione o inflazione, ciòè può decidere dell'intera economia europea.
(*) la BCE è posseduta dalle varie banche centrali degli stati europei , tutte privatissime.


per quanto riguarda la spesa militare americana, devi capire , che le guerre sono volute, finanziate e pianificate , dalle stesse banche, con lo scopo di indebbitare gli stati in conflitto.
tanto creare denaro, alla FED , non costa nulla, basta solo ce accenda la stampante!!!(poi ci pensano i cittadini a restituire il denaro ).



Mi sembri troppo categorico (anche se qualcosa di vero c'è, lo riconsco). La banca d'Italia non è una vera azienda privata perchè è inquadrata nelle norme giuridiche del diritto pubblico, ciò vale a dire che deve fare il pubblico interesse stabilito dal governo, cosa che una normale S.P.A non è tenuta a fare.
Inoltre i "beneficiari" del meccanismo del debito pubblico non sono tanto le banche ma i risparmiatori. Infatti, quando lo stato chiede soldi alla banca, la banca chiede i soldi da prestare allo stato ai suoi clienti, vale a dire pensionati, lavoratori, cittadini e chiunque altro decida di investire i suoi risparmi in titoli di stato (bot, cct...). Quindi il risparmiatore avrà un interesse sui suoi titoli, lo stato dovrà pagare un interesse di poco maggiore alla banca che si prende la differenza, che in realtà è utile solo a pagare le spese di gestione e di erogazione del servizio (insomma, un po' come quando vai dal fruttivendolo che compra le mele dal condadino ad un prezzo e te le rivende a prezzo maggiore, così si prende la differenza... ma non si può dire che ruba i soldi). Quindi il debito pubblico ha poco a che fare con banche e soprattutto BCE, se non marginalmente. Diciamo che è colpa del mal governo.
Sulla BCE ho saputo anch'io che c'è qualcosa che non torna. Però tenderei a escludere che la cartamoneta possa essere stampata a piacimento... un eccesso porterebbe all'inflazione. Difatto non c'è più la contropartita in oro ma il valore dell'euro è comunque legato al volore della BCE, di conseguenza a quello delle banche dei paesi che aderiscono al trattato di Maastricht e quindi al valore dei risparmi e dei conti correnti delle aziende e dei clienti delle banche. Se quindi venisse stampata una quantità di moneta non corrisposta alle potenzialità del mercato e alla effettiva ricchezza della popolazione, l'euro perderebbe di significato (come è un po' avvenuto per il dollaro durante la recente crisi dei mutui, dove le banche concedevano prestiti non coperti e spesso non restituibili, falsando il sistema).
In effetti non c'è nessuna legge che ti impedisce di barattare, se il sistema monetario non ti convince.
Però le banche sono solo intermediari. I dipendenti bancari non guadagnano diversamente dei normali impiegati e nessuno dei grandi direttori e banchieri, seppur ben retribuiti, figura tra gli uomini più ricchi del mondo. Quindi alla fine non è neanche vero che si arricchiscono più del dovuto. Sono i personaggi dello spettacolo e dello sport che invece si arricchiscono più del dovuto... sembra quasi che la socirtà sia configurata per mantenrli nel lusso nonostante il loro contributo spesso nullo al bene comune.
_________________
"Verso l'infinito e oltre, per arrivare là dove nessu uomo è mai giunto prima"

"trascendere le limitazioni umane e padroneggiare l'universo" (medaglia Fields)

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
RICHMOND

Reg.: 03 Mag 2003
Messaggi: 13088
Da: genova (GE)
Inviato: 24-09-2007 11:44  
quote:
In data 2007-09-22 15:17, superman18 scrive:

...gnente...





Sei recidivo. Comunque se è fatto apposta non fa ridere, se invece è involontario fa ridere di brutto.
_________________
L'amico Fritz diceva che un film che ha bisogno di essere commentato, non è un buon film . Forse, nella sua somma chiaroveggenza, gli erano apparsi in sogno i miei post.

  Visualizza il profilo di RICHMOND  Invia un messaggio privato a RICHMOND  Email RICHMOND  Vai al sito web di RICHMOND    Rispondi riportando il messaggio originario
Futurist

Reg.: 30 Giu 2005
Messaggi: 1290
Da: firenze (FI)
Inviato: 24-09-2007 12:11  
quote:
In data 2007-09-24 11:44, RICHMOND scrive:
quote:
In data 2007-09-22 15:17, superman18 scrive:

...gnente...





Sei recidivo. Comunque se è fatto apposta non fa ridere, se invece è involontario fa ridere di brutto.



Fa lo stesso orrore grammaticale che mi condannò all'insufficienza perenne alle scuole medie. Ha tutta la mia solidarietà, da somaro a somaro...
_________________
"Verso l'infinito e oltre, per arrivare là dove nessu uomo è mai giunto prima"

"trascendere le limitazioni umane e padroneggiare l'universo" (medaglia Fields)

  Visualizza il profilo di Futurist  Invia un messaggio privato a Futurist    Rispondi riportando il messaggio originario
superman18

Reg.: 26 Dic 2005
Messaggi: 3228
Da: trevignano (TV)
Inviato: 24-09-2007 20:52  
quote:
In data 2007-09-24 11:27, Futurist scrive:
quote:
In data 2007-09-23 11:22, superman18 scrive:
anche qui come , naturalmente , nel resto d'europa, asia ecc... si tratta proprio di sinoraggio.
la banca d'italia (bankitalia s.p.a) è privata, come è privata anche la BCE*, quindi la BCE privata stampa i pezzi di carta che noi chiamiamo euro e li presta alla comunità europea , facendosseli restituire atraverso le nostre tasse e il nostro sudore + un interesse, questa truffa viene appunto camuffata chiamandola debito pubblico....
trallaltro la bce stampa quei soldi, senza contropartita in oro, quindi può decidere a piacimento se creare deflazione o inflazione, ciòè può decidere dell'intera economia europea.
(*) la BCE è posseduta dalle varie banche centrali degli stati europei , tutte privatissime.


per quanto riguarda la spesa militare americana, devi capire , che le guerre sono volute, finanziate e pianificate , dalle stesse banche, con lo scopo di indebbitare gli stati in conflitto.
tanto creare denaro, alla FED , non costa nulla, basta solo ce accenda la stampante!!!(poi ci pensano i cittadini a restituire il denaro ).



Mi sembri troppo categorico (anche se qualcosa di vero c'è, lo riconsco). La banca d'Italia non è una vera azienda privata perchè è inquadrata nelle norme giuridiche del diritto pubblico, ciò vale a dire che deve fare il pubblico interesse stabilito dal governo, cosa che una normale S.P.A non è tenuta a fare.
Inoltre i "beneficiari" del meccanismo del debito pubblico non sono tanto le banche ma i risparmiatori. Infatti, quando lo stato chiede soldi alla banca, la banca chiede i soldi da prestare allo stato ai suoi clienti, vale a dire pensionati, lavoratori, cittadini e chiunque altro decida di investire i suoi risparmi in titoli di stato (bot, cct...). Quindi il risparmiatore avrà un interesse sui suoi titoli, lo stato dovrà pagare un interesse di poco maggiore alla banca che si prende la differenza, che in realtà è utile solo a pagare le spese di gestione e di erogazione del servizio (insomma, un po' come quando vai dal fruttivendolo che compra le mele dal condadino ad un prezzo e te le rivende a prezzo maggiore, così si prende la differenza... ma non si può dire che ruba i soldi). Quindi il debito pubblico ha poco a che fare con banche e soprattutto BCE, se non marginalmente. Diciamo che è colpa del mal governo.
Sulla BCE ho saputo anch'io che c'è qualcosa che non torna. Però tenderei a escludere che la cartamoneta possa essere stampata a piacimento... un eccesso porterebbe all'inflazione. Difatto non c'è più la contropartita in oro ma il valore dell'euro è comunque legato al volore della BCE, di conseguenza a quello delle banche dei paesi che aderiscono al trattato di Maastricht e quindi al valore dei risparmi e dei conti correnti delle aziende e dei clienti delle banche. Se quindi venisse stampata una quantità di moneta non corrisposta alle potenzialità del mercato e alla effettiva ricchezza della popolazione, l'euro perderebbe di significato (come è un po' avvenuto per il dollaro durante la recente crisi dei mutui, dove le banche concedevano prestiti non coperti e spesso non restituibili, falsando il sistema).
In effetti non c'è nessuna legge che ti impedisce di barattare, se il sistema monetario non ti convince.
Però le banche sono solo intermediari. I dipendenti bancari non guadagnano diversamente dei normali impiegati e nessuno dei grandi direttori e banchieri, seppur ben retribuiti, figura tra gli uomini più ricchi del mondo. Quindi alla fine non è neanche vero che si arricchiscono più del dovuto. Sono i personaggi dello spettacolo e dello sport che invece si arricchiscono più del dovuto... sembra quasi che la socirtà sia configurata per mantenrli nel lusso nonostante il loro contributo spesso nullo al bene comune.



ti chiedo una cosa allora, che cos'è il costo del denaro? se le cose vanno come dici tu il denaro non dovrebbe avere un costo del 3 o 4 % e cosivvia...


poi per quanto riguarda la buona fede della banca centrale, nell'operare nel bene dello stato, ti spiego alcune cosette, i soldi dei correntisti non vengono prestati allo stato, ma vengono usati come dicevo prima per prestarli ai privati, creando una sorta di signoraggio secondario a cui può acedere una qualsiasi banca ( tanto i proprietari delle banche son sempre gli stessi).
lo statuto di bankitalia, diceva fino a due anni fa, che il suo maggior azionista doveva essere lo stato, questa norma non era mai stata rispettata.
Nel 1993 il professor Auriti denuncia bankitalia, , nel 2005 bankitalia viene condannata a pagare un risarcimento a tutti i cittadini che lo ricchiedevano, poi lo statuto di bankitalia è stato cambiato, e hanno legalizzato la truffa.
quindi la truffa c'è di sicuro.
per quanto riguarda il resto, guardati questa intervista a Miclavez, coautore di "euroschiavi" http://video.google.it/videoplay?docid=8208628600166597158&q=miclavez&total=7&start=0&num=10&so=0&type=search&plindex=1

Ps: Rockfeller tra gli uomini più ricchi del mondo, è il maggior azionista della federal reserv e delle varie banche proprietarie della bce...(poi molti conti dei banchieri , sono cifrati ...
_________________
Quando i giorni sono musica
fermiamoci a sentire.
Se sono muri salta di là
se sono amori abbracciali.
È un ballo che continua
in mille passi brevi.

  Visualizza il profilo di superman18  Invia un messaggio privato a superman18  Vai al sito web di superman18     Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
  
0.420729 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: