FilmUP.com > Forum > Attualità - Mastella, De Magistris, la crisi di governo e la mafia
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Mastella, De Magistris, la crisi di governo e la mafia   
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
Autore Mastella, De Magistris, la crisi di governo e la mafia
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 22-10-2007 18:01  

Il caso Mastella è molto semplice.
Un magistrato indaga su determinati fatti e quando qualcuno scopre che si sta indagando su Prodi e Mastella (che risultano inquisiti) ,il ceppalonico chiede il trasferimento di De Magistris. Il Csm deve ancora decidere in merito , ma nel frattempo l'inchiesta viene tolta al suddetto magistrato in quanto , vertendo su di lui un processo di trasferimento richiesto dalla stessa persona sulla quale indaga, la vicenda Mastella - De Magistris sarebbe quindi una pura faccenda personale in cui Mastella può permettersi di accusare il magistrato di avercela con lui e di non essere obiettivo nell'inchiesta che conduce.
Siamo quindi alla farsa. Le parole del magistrato:
"C'è inimicizia, devi astenerti. Una cosa veramente incredibile. E' senza precedenti. Che cosa dovevo fare di fronte a quella richiesta? Dovevo fermarmi, dovevo chiudere le mie indagini? La logica era quella: io dovevo fermare le mie indagini in quella direzione"
Così torniamo all'epoca fascista

Mastella afferma poi che l'inchiesta deve andare avanti lo stesso perchè lui vuole togliersi il fango di dosso. C'è un piccolo particolare però: il procedimento viene quindi affidato a un altro magistrato che si deve studiare tutte le carte e sa benissimo che se non si volterà dall'altra parte potrebbe arrivare anche per lui la richiesta di trasferimento.
La lezione quindi è: se toccate determinate persone sapete già cosa vi accadrà. occupatevi di altro, dateci retta.

Mastella non contento pretende la solidarietà dei suoi colleghi. Di Pietro è stato l'unico della maggioranza a dire qualcosa; Mastella ha replicato con un "sei un ignorante del diritto".
Non contento minaccia la crisi di governo: "se faccio così schifo allora non voterò la finanziaria e vi mando tutti a casa". Il ricatto quindi: o siete tutti solidali con me o perdete la poltrona.

Ma cosa sarebbe successo se una porcata simile l'avesse fatta (come l'ha fatta tante tante volte con le sue ridicole leggi ad personam) il buon silvietto?
E cosa sarebbe successo se tutti avessero saputo prima che come ministro della Giustizia si sarebbe scelto il testimone di nozze del mafioso Francesco Campanella?
E quale sarebbe poi la differenza tra questo governo e quello precedente, quando Prodi non ha ancora mandato sul satellite rete 4 , ancora non ha proposto la legge sul conflitto di interessi, ancora non ha riformato la legge Maroni eccetera eccetera?

La vicenda Mastella - De Magistris mi sembra una faccenda molto molto grave tant'è che mentre tutti tacciono, tranne timidamente Di Pietro, dopo di questa la credibilità della coalizione è scesa a zero.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 22-10-2007 19:39  
la faccenda in effetti è di una gravità assoluta; come ha detto da qualche parte Travaglio, Mastella & co. hanno creato le condizioni di fatto perché si possa fermare ogni indagine che non si vuole, alla faccia della terzietà della magistratura

è obbrobrioso quello che è successo a De Magistris, una delle pagine più gravi della storia della nostra repubblica che stanno riuscendo a far passare sotto silenzio come nemmeno il centrodestra sarebbe stato in grado di fare
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
Valparaiso

Reg.: 21 Lug 2007
Messaggi: 4447
Da: Napoli (es)
Inviato: 22-10-2007 19:46  
L'avocazione e, se dovesse andare in porto, il trasferimento di De Magistris sono in effetti cose che lasciano parecchio perplessi.
Va detto che De Magistris, dalle interviste che rilascia, tutto può sembrare meno che un magistrato terzo, ma secondo me l'inchiesta è lui a doverla portare avanti. Il nostro ordinamento prevede comunque sufficienti garanzie perché, almeno nel caso di imputati VIP, ci siano ampie possibilità di difesa per l'imputato.

  Visualizza il profilo di Valparaiso  Invia un messaggio privato a Valparaiso    Rispondi riportando il messaggio originario
HistoryX

Reg.: 26 Set 2005
Messaggi: 4234
Da: cagliari (CA)
Inviato: 22-10-2007 19:48  
Che merda!... ma io son comunista quindi non mi tocca il centro sinistra, non mi espongo perchè siamo al governo e mi fa comodo.
Quando lo farà silvio scenderò in piazza a manifestare e a fumare canne, anzi inizio subito a fare la seconda sulla fiducia per essere lucido e coerente stasera allo specchio prima di andare a letto.

  Visualizza il profilo di HistoryX  Invia un messaggio privato a HistoryX    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 22-10-2007 21:17  
quote:
In data 2007-10-22 19:46, Valparaiso scrive:
L'avocazione e, se dovesse andare in porto, il trasferimento di De Magistris sono in effetti cose che lasciano parecchio perplessi.


Sono d'accordo

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
TesPatton

Reg.: 09 Giu 2004
Messaggi: 7745
Da: Pn (PN)
Inviato: 22-10-2007 21:21  
quote:
In data 2007-10-22 19:39, sloberi scrive:
la faccenda in effetti è di una gravità assoluta; come ha detto da qualche parte Travaglio, Mastella & co. hanno creato le condizioni di fatto perché si possa fermare ogni indagine che non si vuole, alla faccia della terzietà della magistratura

è obbrobrioso quello che è successo a De Magistris, una delle pagine più gravi della storia della nostra repubblica che stanno riuscendo a far passare sotto silenzio come nemmeno il centrodestra sarebbe stato in grado di fare




Concordo. Un pò mi aspettavo un'altra Mastellata, da quando è Ministro della Giustizia non ne infila di giusta nemmeno una. Che schifo.
_________________
Spegni la candela, non voglio vedere il colore dei miei pensieri.

  Visualizza il profilo di TesPatton  Invia un messaggio privato a TesPatton    Rispondi riportando il messaggio originario
madpierrot

Reg.: 08 Mag 2004
Messaggi: 851
Da: Pista Uno (es)
Inviato: 22-10-2007 21:50  
quote:
In data 2007-10-22 19:39, sloberi scrive:
la faccenda in effetti è di una gravità assoluta; come ha detto da qualche parte Travaglio, Mastella & co. hanno creato le condizioni di fatto perché si possa fermare ogni indagine che non si vuole, alla faccia della terzietà della magistratura

è obbrobrioso quello che è successo a De Magistris, una delle pagine più gravi della storia della nostra repubblica che stanno riuscendo a far passare sotto silenzio come nemmeno il centrodestra sarebbe stato in grado di fare



Quoto sia questo, sia quanto detto da Quilty (tutto tranne il giudizio sulla credibilità del csx. Perchè? Perchè l'alternativa sarebbe cmq peggio...).
L'abuso di potere politico da "vecchi democristiani" è uno dei cancri di questo Paese. Mastella è una delle peggiori disgrazie che potessero capitare a questo governo.

  Visualizza il profilo di madpierrot  Invia un messaggio privato a madpierrot    Rispondi riportando il messaggio originario
sloberi

Reg.: 05 Feb 2003
Messaggi: 15093
Da: San Polo d'Enza (RE)
Inviato: 23-10-2007 08:24  
quote:
In data 2007-10-22 21:50, madpierrot scrive:
tutto tranne il giudizio sulla credibilità del csx. Perchè? Perchè l'alternativa sarebbe cmq peggio



la credibilità non è un valore negoziabile e individuabile per contrasto

fiducia incondizionata questa coalizione ne sta meritando davvero poca; peggio era difficile fare in certi campi
_________________
E' ok per me!

  Visualizza il profilo di sloberi  Invia un messaggio privato a sloberi     Rispondi riportando il messaggio originario
Valparaiso

Reg.: 21 Lug 2007
Messaggi: 4447
Da: Napoli (es)
Inviato: 23-10-2007 09:19  
Però quando si fanno certe affermazioni, teniamo conto comunque che il centrosinistra poteri in merito non ne ha. L'avocazione, giusta o sbagliata che sia, l'ha decisa il capo della Procura, per la semplice ragione che De Magistris è venuto meno al dovere di informarlo sull'inchiesta. Il trasferimento, se dovesse passare, sarebbe comunque deciso dal Csm.
Insomma, stiamo parlando di un'inchiesta con parecchie ombre, e di certo un magistrato che conduce un'inchiesta sui giornali non è il massimo della deontologia. Le dimissioni di Mastella sarebbero certamente un fatto di opportunità, ma non lo si può certo obbligare, visto che in Italia le dimissioni sono un gesto poco frequentato, e la legge è comunque dalla sua parte, sancendone l'innocenza fino a prova contraria.

[ Questo messaggio è stato modificato da: Valparaiso il 23-10-2007 alle 09:19 ]

  Visualizza il profilo di Valparaiso  Invia un messaggio privato a Valparaiso    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 23-10-2007 11:38  
Valparaiso, qui le ombre le ha chi non è informato.
Il trasferimento del magistrato è stato chiesto da Mastella ,per i motivi che tu hai addebitato invece all'avocazione.

http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/cronaca/pm-catanzaro/pm-catanzaro/pm-catanzaro.html
Gli ispettori di Mastella avrebbero rilevato "gravi anomalie" nella gestione del fascicolo, contestando a De Magistris il suo rifiuto a riferire gli sviluppi dell'inchiesta al procuratore capo Lombardi, mentre quest'ultimo sarebbe "incolpato" per non aver esercitato alcun controllo sul suo sostituto.

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 23-10-2007 11:46  
I motivi per cui per ora è stata tolta l'inchiesta a De Magistris da parte della Procura di Catanzaro non sono ancora stati resi noti.
http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/politica/mastella-replica/inchiesta-avocata/inchiesta-avocata.html

Si parla appunto di una presunta incompatibilità del magistrato con l'indagine che stava svolgendo, proprio perchè sarebbe entrato in conflitto con colui che ne ha chiesto il trasferimento (che è lo stesso personaggio sul quale indaga); il che naturalmente è una motivazione ridicola perchè si può ben capire che allora ogni volta che un politico sa che si sta indagando su di lui fa subito richiesta di trasferimento del magistrato e l'inchiesta viene interrotta per incompatibilità tra le parti in causa. Una farsa appunto.

[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 23-10-2007 alle 11:51 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
Quilty

Reg.: 10 Ott 2001
Messaggi: 7637
Da: milano (MI)
Inviato: 23-10-2007 12:03  
Infatti, come da post di apertura con tanto di link, Le parole del magistrato:
"C'è inimicizia, devi astenerti. Una cosa veramente incredibile. E' senza precedenti. Che cosa dovevo fare di fronte a quella richiesta? (sta parlando della richiesta di trasferimento voluta da Mastella,ndr)Dovevo fermarmi, dovevo chiudere le mie indagini? La logica era quella: io dovevo fermare le mie indagini in quella direzione"

[ Questo messaggio è stato modificato da: Quilty il 23-10-2007 alle 12:06 ]

  Visualizza il profilo di Quilty  Invia un messaggio privato a Quilty    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 23-10-2007 12:46  
l'inchiesta riguarda la seguente vicenda:

un gruppo di persone, formato da politici nazionali e regionali-imprenditori-militari-magistrati, si è accaparrato alcuni finanziamenti erogati dall'unione europea.

sono finanziamenti che valgono milioni di euro, cioè i vecchi miliardi. e dovevano essere destinati ad investimenti sia per l'ue in generale che per i suoi singoli Stati.

questi soldi sono stati "dirottati" in una banca di san marino. e da quì riciclati per procedere a operazioni poco legali, tra le quali finanziamento illecito ai partiti politici.

perchè proprio san marino?:
perchè le persone che hanno acquisito illegalmente questi soldi avrebbero costituito una specie di loggia massonica coperta, clandestina. con sede a san marino.

l'inchiesta ha accertato che, probabilmente, tra i politici a livello nazionale coinvolti ci sarebbero mastella, romano prodi e un esponente dell'udc.

----------------

il pm luigi de magistris si è visto sottrarre l'inchiesta dopo 3 anni che seguiva il caso, a catanzaro.

la motivazione?: de magistris è incompatibile a procedere nei confronti di politici come mastella per i rapporti troppo tesi delineatisi tra il giudice e l'accusato durante le indagini.

come a dire che mastella ha tutto il diritto di non essere giudicato da de magistris perchè il giudice ha mostrato ingiustificata rivalità e antipatia nei suoi confronti.

niente di più assurdo: non si può cioè immaginare di togliere l'inchiesta a un magistrato per presunti motivi di antipatia che lui avrebbe nei confronti del suo antagonista.

perchè così facendo, a questo punto, in Italia ogni cittadino che dovesse finire sotto una inchiesta potrebbe dire di essere ingiustificata vittima dell'antipatia prevenuta di un giudice che lo deve indagare e quindi per questo chiederre al procuratore di quel palazzo di giustizia di far sottrarre l'inchiesta allo stesso giudice.

in realtà tutto è partito proprio da mastella: il giudice ha iniziato regolarmente a fare le indagini e mastella, appena venuto a conoscenza del fatto, ha inviato ispettori in procura per iniziare un clima di pressioni, sottili intimidazioni, minacce.

e non di certo campate in aria: visto che alla fine mastella è riuscito a far sottrarre l'inchiesta al magistrato con una scusante a dir poco risibile.

--------------------------

è il solito copione che si ripete: quando le inchieste di giudici coraggiosi e determinati toccano i potenti scatta subito la macchina del Potere stesso che interviene per bloccare tutto, destinare l'inchiesta a giudici più "fidati" e troppo prudenti, far rallentare tutto, arrivare alla conclusione di un nulla di fatto, o quasi.

ed è forse quello che succederà adesso. de magistris lo ha denunciato chiaramente. e c'è da crederci.


anche perchè se si trattava di un cittadino qualunque...: ma siccome si tratta di mastella.

e quel che è più grave è che è anche il ministro proprio della giustizia.e che prodi è il capo del governo.

ma del resto: dopo che cesare previti fu proposto come ministro della giustizia, e dopo che per due volte berlusconi è stato capo del governo.

sono solo le brutte fotocopie gli uni degli altri. e la storia si ripete sempre.
---------------------------

non lo so se ci troviamo dinanzi a una nuova P2:
ma di sicuro ci troviamo ancora dinanzi a gruppi di potere delle istituzioni e della politica dello Stato italiano che decidono di allearsi segretamente per controllare flussi di denaro pubblico e utilizzarlo per scopi illeciti.

e non ci si ferma quì: perchè tutto questo potere finanziario serve ovviamente a controllare molto fortemente il sistema economico e istituzionale. a condizionare scelte di potere, leggi, investiture.

e naturalmente è sempre un vantaggio anche per la criminalità organizzata. che è legata da sempre a questi poteri.

la P2 aveva uno scopo preciso: bloccare la democraticità dello Stato. era formata da tanti poteri occulti che volevano intervenire contro la magistratura indipendente e coraggiosa, la libertà d'informazione, e mettere i propri uomini-chiave in tutti i centri di potere, per la difesa di interessi corporativistici. soprattutto in caso di complotti, anche criminali.

ed era una minaccia anche contro lo Stato democratico: perchè la P2 riuniva tutti gli alti ufficiali militari italiani che, assieme agli stragisti fascisti-alla politica della prima repubblica e alla Cia, si erano resi responsabili di attentati con le bombe per far instaurare una dittatura.dopo la stagione dei tentati golpe.

e la P2 depistò sempre le indagini, facendole a poco a poco insabbiare.

forse oggi lo scenario non è identico a quello in tutto: ma qualcosa di simile ancora c'è.

ci sono ancora minacce antidemocratiche molto potenti che si insinuano nello Stato per condizionarlo e strumentalizzarlo per propri, oscuri fini.e non solo per fini politici.

----------------------------

quanto alla crisi di governo:
mi pare che mastella adesso minaccia di non firmare più la finanziaria.

lo stesso che pochi giorni fa aveva dichiarato di non voler fare sgambetti al governo.

io l'ho detto la minaccia da dove arriva: dal centro.

si qualificano sempre come i vecchi partitocratici di merda della prima repubblica. in tutto.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
Valparaiso

Reg.: 21 Lug 2007
Messaggi: 4447
Da: Napoli (es)
Inviato: 23-10-2007 13:07  
quote:
In data 2007-10-23 11:38, Quilty scrive:
Valparaiso, qui le ombre le ha chi non è informato.
Il trasferimento del magistrato è stato chiesto da Mastella ,per i motivi che tu hai addebitato invece all'avocazione.

http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/cronaca/pm-catanzaro/pm-catanzaro/pm-catanzaro.html
Gli ispettori di Mastella avrebbero rilevato "gravi anomalie" nella gestione del fascicolo, contestando a De Magistris il suo rifiuto a riferire gli sviluppi dell'inchiesta al procuratore capo Lombardi, mentre quest'ultimo sarebbe "incolpato" per non aver esercitato alcun controllo sul suo sostituto.


Quilty, cerca di capire... il trasferimento può esere disposto solo dal Csm, e cioè dai magistrati stessi.
L'avocazione è stata disposta da un magistrato, ed è stato già detto che la motivazione non sarà solo relativa al conflitto di interessi creato dalla richiesta di Mastella.
Francamente io tutte queste interferenze governative per ora non le vedo... la richiesta di trasferimento si è risolta chiaramente in un autogol di Mastella, se è fondata o meno lo stabilirà il Csm, che fino ad oggi ha sempre difeso, anche in maniera corporativa, i magistrati contro i politici, quindi difficilmente me lo vedo a parare il culo a questi ultimi, se De Magistris ha operato correttamente come dice.

  Visualizza il profilo di Valparaiso  Invia un messaggio privato a Valparaiso    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 23-10-2007 13:11  
quote:
In data 2007-10-23 12:46, dan880 scrive:
l'inchiesta riguarda la seguente vicenda:

un gruppo di persone, formato da politici nazionali e regionali-imprenditori-militari-magistrati, si è accaparrato alcuni finanziamenti erogati dall'unione europea.

sono finanziamenti che valgono milioni di euro, cioè i vecchi miliardi. e dovevano essere destinati ad investimenti sia per l'ue in generale che per i suoi singoli Stati.

questi soldi sono stati "dirottati" in una banca di san marino. e da quì riciclati per procedere a operazioni poco legali, tra le quali finanziamento illecito ai partiti politici.

perchè proprio san marino?:
perchè le persone che hanno acquisito illegalmente questi soldi avrebbero costituito una specie di loggia massonica coperta, clandestina. con sede a san marino.

l'inchiesta ha accertato che, probabilmente, tra i politici a livello nazionale coinvolti ci sarebbero mastella, romano prodi e un esponente dell'udc.

----------------

il pm luigi de magistris si è visto sottrarre l'inchiesta dopo 3 anni che seguiva il caso, a catanzaro.

la motivazione?: de magistris è incompatibile a procedere nei confronti di politici come mastella per i rapporti troppo tesi delineatisi tra il giudice e l'accusato durante le indagini.

come a dire che mastella ha tutto il diritto di non essere giudicato da de magistris perchè il giudice ha mostrato ingiustificata rivalità e antipatia nei suoi confronti.

niente di più assurdo: non si può cioè immaginare di togliere l'inchiesta a un magistrato per presunti motivi di antipatia che lui avrebbe nei confronti del suo antagonista.

perchè così facendo, a questo punto, in Italia ogni cittadino che dovesse finire sotto una inchiesta potrebbe dire di essere ingiustificata vittima dell'antipatia prevenuta di un giudice che lo deve indagare e quindi per questo chiederre al procuratore di quel palazzo di giustizia di far sottrarre l'inchiesta allo stesso giudice.

in realtà tutto è partito proprio da mastella: il giudice ha iniziato regolarmente a fare le indagini e mastella, appena venuto a conoscenza del fatto, ha inviato ispettori in procura per iniziare un clima di pressioni, sottili intimidazioni, minacce.

e non di certo campate in aria: visto che alla fine mastella è riuscito a far sottrarre l'inchiesta al magistrato con una scusante a dir poco risibile.

--------------------------

è il solito copione che si ripete: quando le inchieste di giudici coraggiosi e determinati toccano i potenti scatta subito la macchina del Potere stesso che interviene per bloccare tutto, destinare l'inchiesta a giudici più "fidati" e troppo prudenti, far rallentare tutto, arrivare alla conclusione di un nulla di fatto, o quasi.

ed è forse quello che succederà adesso. de magistris lo ha denunciato chiaramente. e c'è da crederci.


anche perchè se si trattava di un cittadino qualunque...: ma siccome si tratta di mastella.

e quel che è più grave è che è anche il ministro proprio della giustizia.e che prodi è il capo del governo.

ma del resto: dopo che cesare previti fu proposto come ministro della giustizia, e dopo che per due volte berlusconi è stato capo del governo.

sono solo le brutte fotocopie gli uni degli altri. e la storia si ripete sempre.
---------------------------

non lo so se ci troviamo dinanzi a una nuova P2:
ma di sicuro ci troviamo ancora dinanzi a gruppi di potere delle istituzioni e della politica dello Stato italiano che decidono di allearsi segretamente per controllare flussi di denaro pubblico e utilizzarlo per scopi illeciti.

e non ci si ferma quì: perchè tutto questo potere finanziario serve ovviamente a controllare molto fortemente il sistema economico e istituzionale. a condizionare scelte di potere, leggi, investiture.

e naturalmente è sempre un vantaggio anche per la criminalità organizzata. che è legata da sempre a questi poteri.

la P2 aveva uno scopo preciso: bloccare la democraticità dello Stato. era formata da tanti poteri occulti che volevano intervenire contro la magistratura indipendente e coraggiosa, la libertà d'informazione, e mettere i propri uomini-chiave in tutti i centri di potere, per la difesa di interessi corporativistici. soprattutto in caso di complotti, anche criminali.

ed era una minaccia anche contro lo Stato democratico: perchè la P2 riuniva tutti gli alti ufficiali militari italiani che, assieme agli stragisti fascisti-alla politica della prima repubblica e alla Cia, si erano resi responsabili di attentati con le bombe per far instaurare una dittatura.dopo la stagione dei tentati golpe.

e la P2 depistò sempre le indagini, facendole a poco a poco insabbiare.

forse oggi lo scenario non è identico a quello in tutto: ma qualcosa di simile ancora c'è.

ci sono ancora minacce antidemocratiche molto potenti che si insinuano nello Stato per condizionarlo e strumentalizzarlo per propri, oscuri fini.e non solo per fini politici.




...e aggiungo: de magistris è il classico giudice al quale gliela fanno pagare per aver toccato i potenti.
_________________

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 | 3 Pagina successiva )
  
0.238086 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: