FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - Caramel
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > Caramel   
Autore Caramel
kubrickfan

Reg.: 19 Dic 2005
Messaggi: 917
Da: gessate (MI)
Inviato: 01-01-2008 13:19  
Trama: Quattro ragazze nella Beirut di oggi gestiscono un salone di bellezza (Si belle), con tanta nostalgia per le cose di Francia che adorano, e con una grande varietà di problemi che le toccano ad una a una. C'è una di esse che si scopre lesbica, un altra che vive dei sotterfugi dell'amante sposato, chi ha problemi ad ammettere al fidanzato di non essere più vergine e chi inutilmente fa provini in continuazione per cercare di avere qualche parte nello spettacolo. Tra tutte queste problematiche di vita il negozio va avanti grazie e sopratutto per la sua famosa ceretta al caramello ...



Commento: Da una regista all'opera prima (che è anche interprete del ruolo di Layale, cioè dell'avvenente mora che si innamora di un uomo sposato) un delicato e delizioso film commedia agrodolce sui problemi di quattro donne totalmente diverse che hanno in comune solo il luogo in cui lavorano, un salone di bellezza. Oltre a Layale abbiamo Nisrine (Yasmine Al Masri), che deve cercare di riparare alla propria verginità persa poco prima del matrimonio (strepitosa la battuta "Se chiama, ditegli che sono dalla sarta"), Rima (Joanna Moukarzel) che scopre di essere attratta dalle donne, per finire con Jamale (Gisèle Aouad), in cerca di lavori televisivi e ossessionata dal fisico che non deve sfiorire come la sua vita privata che ha subito un divorzio. Il tutto con di mezzo il caramello caldo epr fare le cerette.
Intelligentemente la Beirut di oggi non viene vista come un campo di battaglia, sembra una città del tutto normale, ma per ricordare come la situazione sia angosciante anche se nel film si parla di tutt'altro che problemi politici, l'insegna del negozio di bellezza femminile Si Belle (dove lavorano le 4 donne) ha la B (come Beirut) cadente e appesa solo al gancio inferiore che la porta a rimanere verso il basso al contrario. Di fatto questa Beirut che si vede è una comune città piena di fervore, dove i problemi non sono la sopravvivenza ma la risoluzione di cose se vogliamo anche minori ma emozionalmente molto importanti. Le quattro donne sono molto unite tra di loro, fanno fronte insieme davanti ai problemi, un po' Sex and The City, ricordato appieno nella scena dell'albergo, vivono di emozioni del tutto genuine prive di angosce politiche, degne più dei problemi feminili che delle logiche di paese. Accenni storici non presenti, privazioni pesanti non mostrate ci allontanano dall'idea di un paese flagellato, qui ci si concentra sul nucleo serenamente e non sul villaggio globale.
Le protagoniste, belle, ben vestite si muovono con dolcezza sulla scena, cercando di riuscire a risolvere i problemi in maniera diretta affrontandoli. Delle quattro la vicenda centralizzante e più sviluppata è quella di Layale, che attraverso un clacson ha un richiamo verso l'amante di cui è perdutamente innamorata. Sono ottimamente caratterizzate le logiche di questa trama, con lei decisa a capire il senso di tutto questo rapporto tanto occasionale e sopratutto secondario. Bello anche la logica che fa della scena d'albergo l'emblema, un anniversario festeggiato prima di quello vero come se cercasse di invertire l'importanza dei ruoli tra moglie e amante, sopratutto dopo una pulizia a fondo della squallida camera d'albergo. E mentre la storia centrale prosegue, nei tempi della commedia agrodolce sono perfetti gli sguardi saffici, gli incontri dal dottore per la ricostruzione della verginità, i goffi tentativi di sembrare sempre belle a dispetto di anni e di età.
Gli uomini ovviamente sono defilati in questo tipo di film, ma non sono mai visti come dei beoti, dei sempliciotti, ognuno ha una sua concretezza, filosofia, dolcezza (escluso l'amante che non vediamo mai e non sentiamo parlare)
Importantissimo nell'economia del film la parte di Rose (Siham Haddad), che nell'anzianità perde contatto con le gioie del mondo e la possibilità di avere un rapporto tenero e affettuoso con un dolce uomo maturo per occuparsi della sorella un po' matta Lili (Aziza Semaan, davvero bravissima nella parte di questa vagabonda senza troppo senno ma dalla grande furbizia nel restare al centro dell'attenzione per non rimanere sola).
Questo percorso dell'anzianità dopo quello della gioventù diventa un interessante metafora che a sfiorire non conta che sia il corpo, destino ineluttabile della vita, che coprirlo eccessivamente con creme e belletti porta solo a una perdita di identità e di dignità ("rimettiti la tua faccia prima di incontrarlo" dice Lili a Rose).
Dolce tocco nelle trame e nelle caratterizzazioni sottolineato da un buon comparto musicale, sempre leggero e mai invadente, davvero pregno nelle tonalità, stesse tonalità da sottolineare in una fotografia azzeccatissima un po' oscura e un po'naif, che impreziosiscono un lavoro davvero degno.
in definitiva una commedia agrodolce di ottima fattura, divertente ma non spensierata, che chiude questo 2007 con un tocco di grande umanità femminile, spuntato nella cornice che meno te l'aspetti.
Buon anno a tutti, che il 2008 ci porti ancora lavori del suo genere buoni come questo. W le donne!


_________________
non solo quentin ma nel nome di quentin...quentin tarantino project
QUENTIN TARANTINO PROJECT

  Visualizza il profilo di kubrickfan  Invia un messaggio privato a kubrickfan    Rispondi riportando il messaggio originario
liliangish

Reg.: 23 Giu 2002
Messaggi: 10879
Da: Matera (MT)
Inviato: 25-01-2008 20:15  
un film, un gioiellino di grazia e sobrietà.
_________________
...You could be the next.

  Visualizza il profilo di liliangish  Invia un messaggio privato a liliangish    Rispondi riportando il messaggio originario
Lollina
ex "lolly19"


Reg.: 11 Gen 2002
Messaggi: 19693
Da: albenga (SV)
Inviato: 25-01-2008 20:16  
Voglio vederlo.
_________________
Perchè sentiamo la necessita' di chiaccherare di puttanate, per sentirci a nostro agio?E' solo allora che sai di aver trovato qualcuno di davvero speciale,quando puoi chiudere quella cazzo di bocca per un momento e condividere il silenzio in santa pace.

  Visualizza il profilo di Lollina  Invia un messaggio privato a Lollina    Rispondi riportando il messaggio originario
liliangish

Reg.: 23 Giu 2002
Messaggi: 10879
Da: Matera (MT)
Inviato: 26-01-2008 16:23  
quote:
In data 2008-01-25 20:16, Lollina scrive:
Voglio vederlo.




ti piacerebbe tantissimo... è un film pienamente femminile.
_________________
...You could be the next.

  Visualizza il profilo di liliangish  Invia un messaggio privato a liliangish    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.121729 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: