FilmUP.com > Forum > Tutto Cinema - Cloverfield: alien ai tempi di youtube
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Cinema > Tutto Cinema > Cloverfield: alien ai tempi di youtube   
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 Pagina successiva )
Autore Cloverfield: alien ai tempi di youtube
kubrickfan

Reg.: 19 Dic 2005
Messaggi: 917
Da: gessate (MI)
Inviato: 02-02-2008 10:32  
Trama: Durante una festa come tante, un gruppo di amici sta chiaccherando in una tranquilla New York. Uno di essi, Hud, riprende tutto con la sua videocamera mentre l'amico Rob gli chiede di fare una specie di reportage registrando le impressioni della serata. All'improvviso un boato sconvolge la città : una petroliera viene ribaltata da un essere misterioso e gigantesco, e la testa della statua della libertà staccata e gettata in strada.
Tutti cercano di salvarsi scappando dove possono, mentre Hud non cessa mai di riprendere quanto accade. Qualche tempo dopo questi tragici fatti ci viene mostrata l'intera sequenza di quanto accaduto proprio come Hud l'aveva ripresa con la sua videocamera ...



Commento: Incredibile davvero JJ Abrams, il geniale produttore e ideatore con Bryan Burk di questo atipico disaster movie (termine caro alla cinematografia degli anni settanta/ottanta), che fonda la sua stranezza dall'essere girato interamente come un reportage in presa diretta degli accadimenti con camera a mano apparentemente (ovviamente nella realtà della realizzazione filmica non è così) senza alcun tipo di montaggio alcuno. Abrams si era già segnalato per essere il regista dell'action Mission Impossible 3 con Tom Cruise, ma sopratutto per le sue serie televisive di successo come Alias e Lost. Trama e metodologia di ripresa davvero affascinanti, con un intenso lavoro di marketing che ha tenuto nascosto le immagini del mostro che provoca il disastro fino all'ultimo e distillato in rete a poco a poco facendo rimbalzare ogni tipo di congettura (addirittura unendo due poster del film si vedrebbe la sagoma della terribile inarrestabile bestia arrivata da chissà dove, che potrebbe essere anche un esperimento fallito del governo o risvegliata da un terremoto sottomarino), strategia vincente che ha fatto salire l'attesa per questo Cloverfield (letteralmente "campo di trifogli" ma deve avere dei significati slang particolari) alle stelle.
Blog, siti di cinema e forum hanno ipotizzato che la creatura poteva essere un proseguo dei film giapponesi con un redivivo Godzilla, qualche figlio transfuga dal giappone generato da quel genere di mostri, invece niente di tutto questo. La creatura è autoriale, personale e nuova. Non genialissima nella morfologia alla fine dei fatti, ma teniamo conto che la cosa non è neppure poi così importante. In un film di questo tipo dove i protagonisti sono delle persone qualunque, non armati, spaventati (e tutti attori volutamente semisconosciuti proprio per calare lo spettatore idealmente nella coscienza del personale e del possibile esserci situazionale) e che si muovono non per affrontare il pericolo ma per scampare alla minaccia, alla fine cosa affronti non diventa determinante ma quanto più dove devi andare per trovare un rifugio sicuro.
La trama è facilmente riassumibile : Hud e Rob stanno festeggiando a New York con degli amici, quando un terribile boato porta tutti ad affacciarsi alle finestre. E'incominciato un terribile attacco da parte di una misteriosa creatura alla città, Hud non smette mai di riprendere con la sua videocamera ogni fase della successiva fuga e della ricerca della fidanzata di Rob, Elisabeth, rimasta imprigionata nel suo appartamento dal crollo di un muro. E mentre il gruppo di amici coadiuvato da Lili, Marlena e Jason si aggirano sperduti per arrivare all'obbiettivo, la città fugge in preda al panico e i militari non sanno che fare.
I film in presa diretta degli avvenimenti con telecamera a mano non sono certo una novità, sono stati usati varie volte, come nel famoso (ma tutt'altro che valido) The Blair Witch Project, fu usata anche in una puntata di X-Files, ma sicuramente è stato quanto mai coraggioso usarla nel realizzare un disaster movie che conta tra le sue chicche una testa della Statua della Libertà scaraventata in strada, attacchi furiosi di Stealth e carri armati, esplosioni dovunque con morte e distruzione generalizzate.
Di fatto questa scelta rappresenta un valore aggiunto nell'immedesimazione dello spettatore, che da un lato può sgradire i movimenti di macchina tanto sincopati e frenetici (davvero meglio vederlo prima dei pasti e non dopo questo film, comunque la durata limitata di 85 minuti è proprio cercata per aiutare di limitare il disagio di visione) ma dall'altro è scelta performante di ansia, che tiene incollati alla sedia dopo l'inizio tranquillo (abbastanza lungo in proporzione alla durata del film che serve per farci conoscere i personaggi).
Bravo il regista Matt Reeves (sopratutto sceneggiatore e produttore, non dirigeva dal 1996 con il film Tre amici un matrimonio e un funerale) a dosare le varie cose, mettendo al suo interno varie domande non risolte per strada e alcune scene d'impatto strepitoso (quella del ponte ripresa dal basso) e fughe in bui cunicoli dove il pericolo è ad ogni angolo (come se non bastasse, ci sono anche altri problemi oltre al grande mostro da affrontare).
Viene accennato anche come la razza umana si distingua pure in questi momenti tragici per i suoi vili atti di sciacallaggio nei negozi, dove solo il gruppo di amici è determinato ad essere unito e pronto ad aiutare gli altri.
Gli effetti speciali sono più che validi, distruzione di palazzi ed esplosioni complete, dove il mostro viene mostrato lungamente solo a pezzi e alla fine in maniera completa.
In definitiva un film innovativo e geniale, potentemente emozionale, pieno di pathos, che diventerà un cult per la sua concezione filmico/tecnica, fatto per essere visto come non un esperimento ma un modo per immedesimare al massimo nell'azione, con eroi qualunque che non combattono ma scappano per la vita, rovinato purtroppo da un design della creatura banale, alcune scelte narrative discutibili (il faccia a faccia davvero straniante con un senso perso delle proporzioni), comunque da vedere assolutamente perchè di film così coinvolgenti non ne passano davvero molti.
Per la camera a mano lo stomaco regge, non preoccupatevi, al limite fate come abbiamo scritto sopra : prendere prima dei pasti.

_________________
non solo quentin ma nel nome di quentin...quentin tarantino project
QUENTIN TARANTINO PROJECT

  Visualizza il profilo di kubrickfan  Invia un messaggio privato a kubrickfan    Rispondi riportando il messaggio originario
SimoneNepo

Reg.: 12 Gen 2008
Messaggi: 59
Da: TORINO (TO)
Inviato: 02-02-2008 12:51  
Tutti, ma dico tutti quelli che son andati a vederlo, sia in real, o che han scritto su altri forum che srgue han detto che è una cagata...chi ben comincia, però si sapeva J.J. Abrams è un grande a creare aspettative e aprendere x il culo ^^



_________________
Laggiù c'è qualcosa in agguato, e non è un uomo....moriremo tutti.

  Visualizza il profilo di SimoneNepo  Invia un messaggio privato a SimoneNepo     Rispondi riportando il messaggio originario
elyhouse

Reg.: 02 Feb 2008
Messaggi: 1
Da: Reggio Emilia (RE)
Inviato: 02-02-2008 13:10  
L'ho visto ieri sera.
L'idea di questo film non era sicuramente originale sin dall'inizio, si contava soprattutto sugli effetti speciali...

Il risultato: tutta la sala si addormenta dopo i primi 20 minuti in cui non succede assolutamente nulla, le scene belle sono 2 in croce il resto del film è girato veramente malissimo!

Mi spiace per la Paramount ma questo film è davvero una delusione.

SCONSIGLIATISSIMO!!!!!!!!!

  Visualizza il profilo di elyhouse  Invia un messaggio privato a elyhouse    Rispondi riportando il messaggio originario
henrygale

Reg.: 24 Gen 2008
Messaggi: 21
Da: Orbassano (TO)
Inviato: 02-02-2008 17:46  
E' un buon film... come giustamente dice il critico non originalissimo, in fondo è essenzialmente una via di mezzo tra THEBLAIRWITHCPROJECT - INDIPENDECE DAY e LA GUERRA DEI MONDI... ma la miscela mi è risultata ben gradita.

Concordo sul primo quarto d'ora di film, decisamente sonnolento con qualche pezzettino divertente... poi dall'attacco del mostro in poi si ANIMA alla grande però!

Non sono d'accordo sul dire che siano SOLDI BUTTATI quelli per questo film... sicuramente è più valido di quella boiata penosa di IAMLEGEND (non che ci volesse molto) di cui ho ancora l'amaro in bocca... certamente parlare di CAPOLAVORO è un esagerazione ma sono abbastanza convinto che rimarrà pur sempre un film molto SINGOLARE.

La scelta del filmare tutto tramite TELECAMERINA è buona per l'immedesimazione coi personaggi ma un pò confusionaria per le sequenze più agitate... dove viene un pò di nausea alla fine per le inquadrature che sballonzolano su e giù... comunque si capisce sempre quello che succede

Per me è una sufficienza piena e un altro mezzo punto per la scelta di stile nel film...

Se non volete vederlo al cinema magari affittatevi poi il DVD... almeno vederlo una volta vale la pena secondo me

  Visualizza il profilo di henrygale  Invia un messaggio privato a henrygale    Rispondi riportando il messaggio originario
pkdick

Reg.: 11 Set 2002
Messaggi: 20557
Da: Mercogliano (AV)
Inviato: 03-02-2008 01:51  
mi è piaciuto, anche se lo avrei preferito più integralista con le proprie scelte di messa in scena, con meno concessioni alla facilità di fruizione.

  Visualizza il profilo di pkdick  Invia un messaggio privato a pkdick    Rispondi riportando il messaggio originario
IOSONO

Reg.: 04 Ago 2006
Messaggi: 217
Da: Milano (MI)
Inviato: 03-02-2008 02:36  
ho girato tantissimi siti per vedere che pensa la gente, o piace un casino o fa schifo, nn ci sono vie di mezzo... a me personalmente è piaciuto molto, originalissimo... fatto da dio, certe inquadrature e certi pianisequenza fanno paura!! Non ti dice niente... ok è vero... ma è fantastico per quello... alla fine, che volete sentirvi dire? quello che in fondo già sapete e avete già visto???????
Nient' altro da dire, ammiro la campagna pubblicitaria, le aspettative create e l' originalità del tutto... spaventosamente moderno e vicino alla realtà e alle paure di tutti... DA VEDERE!

  Visualizza il profilo di IOSONO  Invia un messaggio privato a IOSONO      Rispondi riportando il messaggio originario
Chenoa

Reg.: 16 Mag 2004
Messaggi: 11104
Da: Vittorio Veneto (TV)
Inviato: 03-02-2008 19:05  
quote:
In data 2008-02-03 02:36, IOSONO scrive:
ammiro la campagna pubblicitaria, le aspettative create e l' originalità del tutto... spaventosamente moderno e vicino alla realtà e alle paure di tutti... DA VEDERE!


Ecco, sono d'accordo con quanto scritto da Iosono.
E pure con kubrikfan quando consiglia di vederlo prima dei pasti: io non mi sono sentita granché bene, dopo la visione.

Spoiler
Comunque anatomicamente non è simile a nessun megamostro conosciuto fin'ora. Lo paragonerei piuttosto a un grosso e deformato ragno, seppur alla lontana (mostriciattoli compresi).
Fine spoiler

Ma ho sentito male io o già si parla di un sequel?

  Visualizza il profilo di Chenoa  Invia un messaggio privato a Chenoa    Rispondi riportando il messaggio originario
pkdick

Reg.: 11 Set 2002
Messaggi: 20557
Da: Mercogliano (AV)
Inviato: 03-02-2008 19:12  
quote:
In data 2008-02-03 19:05, Chenoa scrive:
Ma ho sentito male io o già si parla di un sequel?


si, ne ho sentito parlare anch'io.
un mio amico dice di aver sentito che potrebbe riguardare la stessa vicenda filmata da una persona diversa, ma non ho idea di quale siano le sue fonti.

  Visualizza il profilo di pkdick  Invia un messaggio privato a pkdick    Rispondi riportando il messaggio originario
igiul46

Reg.: 18 Giu 2005
Messaggi: 816
Da: rende (CS)
Inviato: 04-02-2008 05:22  
Personalmente ho letto la recensione di filmup riguardo a cloverfield, ma non mi trova affatto daccordo, l'ho letta poco prima di vederlo e mi aveva tolto un po della voglia iniziale, ma a dire la verità è stato ancora meglio di come me lo aspettassi!!
il film sale di intensità con il passare dei minuti fino a diventare quasi insopportabile ... Insopportabile per chi è debole di cuore o per chi non regge bene certe scene,lascia senza fiato, mi è sembrato di aver preso soltanto una boccata d'aria iniziale per poi rimanere in apnea!
L'idea di riprendere il tutto solo da una video camera e di vivere il film in prima persona non mi ispirava tanto ma è stato davvero eccezzionale... (anche perche le scene in movimento tipo war movie mi piacciono molto) è vero forse si è esagerato nelle doti dei protagonisti, come ho letto il film perde di credibilità, ma se è per questo penso che anche un mostro con tanto di figlioletti non sia il massimo per un film credibile quindi... il film è di fantascienza è come tale bisognerebbe giudicarlo senza star lì troppo a pensarci, forse si sono un po troppo resistenti questi ragazzi ma di certo non penso che sia giusto dire che non risulta veritiero perche invece di scappare vanno verso il pericolo, vanno per salvare una ragazza mika per comprare i popcorn,non credo sia un'utopia! come voto dò un 8 anche perche a me piace dare voti a seconda della categoria dei film e come film di fantascienza mi garba molto!!

ah ho cercato ma non ho trovato niente... nel caso mi scuso! ciao!!

_________________
UN ANELLO PER DOMARLI TUTTI, UN ANELLO PER TROVARLI, UN ANELLO PER GHERMIRLI E NELL'OSCURITA INCATENARLI

IL SIGNORE DEGLI ANELLI

[ Questo messaggio è stato modificato da: igiul46 il 04-02-2008 alle 05:23 ]

[ Questo messaggio è stato modificato da: igiul46 il 04-02-2008 alle 05:24 ]

  Visualizza il profilo di igiul46  Invia un messaggio privato a igiul46    Rispondi riportando il messaggio originario
ssj4gohan

Reg.: 07 Set 2005
Messaggi: 192
Da: Capurso (BA)
Inviato: 04-02-2008 13:06  
Conoscevo questo progetto da ormai un anno e non vedevo l'ora che uscisse nelle sale. Sapevo a cosa andavo incontro ma ad un talento che si cela dietro, del calibro di J.J. Abrams, non avrei potuto rifiutare.
Trama a parte, perchè non voglio svelare ciò che gli altri andrebbero a vedere, mi soffermo solo su certi aspetti. In primis girato con camera a mano usando gli occhi di uno spettatore. E' stata una scelta rischiosa perchè ne abbiamo visti gli effetti delle streghe...Con fortuna (e si sapeva) le tecniche non sono le stesse dando qualità e spessore sia per le emozioni emanate che per la tensione tangibile per tutto il film.
Abrams è un autentico genio, ha effettuato secondo me la campagna pubblicitaria più azzeccata di tutti i tempi, riuscendo a far mostrare il film anche ad un target del tutto diverso da quello che poteva far accorrere.
Personalmente a me + piaciuto molto, sia èer l'originalità e sia per tutta la tecnica mostrata tanto che forse prenderò il dvd originale appena uscirà.
C'era gente che appena terminata la visione si è lasciata sfuggire commenti super-negativi di quanto fosse indignata, ma non tutti sapevano cosa stessero realmente vedendo oppure spinti dalla sola curiosità. Infatti come altri hanno dichiarato è un film che spacca a metà la opinioni, osannandolo da una parte come un cult e affossandolo dall'altra perchè girato malissimo e con difetti.
Certo se vogliamo fare i pignoli, nessun film è perfetto e lasciando da parte l'indistruttibilità della videocamera o la batteria al plutonio che non si scarica mai, direi che sono certi aspetti irrilevanti visto che comunque non c'erano alternative.
In definitiva voto 8 e 10 ad Abrams che come sempre riesce a non deludere...
Ah, la scena finale che spega tutto è una genialata e chi ci ha fatto caso sa a cosa mi riferisco, tutta la spiegazione viene data nell'ultimo secondo del film e ci vuole occhio per vederla ^^

  Visualizza il profilo di ssj4gohan  Invia un messaggio privato a ssj4gohan     Rispondi riportando il messaggio originario
Marco82

Reg.: 02 Nov 2003
Messaggi: 924
Da: Lodi (LO)
Inviato: 04-02-2008 18:19  
mi unisco anche io alla lista dei contenti:

In un film come questo, conta più la scelta della tecnica oppure il contenuto dell'opera? E' una domanda scema, lo so, ma non sono riuscito a non farmela appena finito di visionare il film. Il motivo è semplice: a livello di sinossi questo Cloverfield non porta nulla di nuovo, riprende tutti i clichè tipici dei film "monster movie" e non ne aggiunge di nuovi. Troveremo il mostro spacca-tutto incredibilmente resistente ai proiettili, il gruppo di protagonisti intenti a sopravvivere fra palazzi che crollano ed esplosioni varie, i militari che si apprestano a soccorrere i feriti e a preparare il controattacco, ecc ecc
Nulla di nuovo quindi, su questo piano. Cosa c'è allora di innovativo all'interno di Cloverfield? La risposta andrebbe cercata nella mente geniale del produttiore J.J. Abrams, capace ancora una volta di fare suo un progetto che di base originale non è. C'era già riuscito nel bellissimo Mission Impossible III e c'è riuscito anche questa volta con Cloverfield, modificando il genere da cui attinge per integrarlo con il modo di fare Cinema che piace a lui. Questo aspetto lo si vede sopratutto dalla caratterizzazione dei personaggi, così incredibilmente simili in ogni sua opera, che sia un telefilm oppure un lungometraggio. E' impossibile infatti pensare a Hud senza che torni in mente Benji di MI:3 oppure, andando ancora più indietro, Marshall della serie televisiva Alias, tutti personaggi diversi con compiti diversi ma incredibilmente simili fra di loro. Ancora più dei singoli personaggi è proprio l'importanza del "gruppo" che viene fuori in questo Cloverfield, come già lo si era visto in MI:3 laddove J.J. Abramas aveva spostato l'attenzione dal singolo Tom Cruise/Ethan Hunt all'intero gruppo "mission impossibile". E' proprio quando le persone lavorano insieme che escono fuori le idee migliori, e anche in Cloverfield si ripete questa teoria quando gli amici di Rob decidono di seguirlo aiutandolo a trovare la sua ex ragazza. Il suggerimento di Hud sarà di importanza fondamentale per poter raggiungere il palazzo della ragazza e altrettanto lo sarà la presenza dei suoi amici quando Rob verrà sorpreso dai figlioletti del mostro, a continua conferma che si può raggiungere gli obiettivi prefissati solo se si sta insieme.
Quindi, scelto il "genere" e scelti i protagonisti, il lavoro passa nelle mani di Reeves che decide di riprendere il tutto in soggettiva attraverso una finta videocamera. Questa impostazione regala al film alcune scene memorabili ma anche tanta confusione in alcuni momenti in cui la confusione non ci dovrebbe proprio essere, come per esempio tutta la prima parte di presentazione del party a sorpresa, dove la videocamera viene continuamente sballottolata senza alcun motivo valido. Una scena su tutte però vale la pena di ricordarla: il gruppo di ragazzi vede il mostro davanti a loro e si ferma dalla paura. Si vedono dei razzi che improvvisamente gli vengono scagliati contro, la videocamera/macchina da presa si volta di 90° per vedere chi li ha lanciati e scopre una decina di soldati accompagnati da un carroarmato che stanno avanzando nella loro direzione. Il gruppo si divide ai lati della strada per far passare i militari i quali continuando a sparare assordano Hud e di conseguenza anche noi spettatori. I soldati passano e dietro di loro lasciano una fitta coltre di fumo, Hud riprende in mano la videocamera caduta e cerca gli amici dall'altro lato della strada. Li vede sani e salvi e si ricongiungono per continuare la loro strada. Tutta questa sequenza è emozionante proprio per la scelta di ripresa che è stata effettuata, il tentativo di immedesimare lo spettatore in ciò che succede riesce perchè i tempi di reazione di Hud coincidono perfettamente con i tempi di chi guarda, creando così il giusto climax per appassionare la visione.
La scelta di una tale messa in scena diventa quindi l'unica differenza fra Cloverfield e un qualsiasi altro "monster movie", ma in anni come questi che sta passando Hollywood in cui si fa così tanta fatica a creare qualcosa di nuovo, un prodotto coraggioso come questo va assolutamente premiato.
(tratto da qui)
_________________
"1..2..3..4..5..e 6...sei...numero perfetto..."
"ma non era 3, il numero perfetto?"
"sì, ma io ho sei colpi quì dentro..."

  Visualizza il profilo di Marco82  Invia un messaggio privato a Marco82     Rispondi riportando il messaggio originario
igiul46

Reg.: 18 Giu 2005
Messaggi: 816
Da: rende (CS)
Inviato: 04-02-2008 20:09  
quote:
In data 2008-02-01 11:14, Salentinu scrive:
io nn lo andro' a vedere... nn è nientaltro ke il risultato d 2 idee rubbate.... un mostro enorme come godzilla con riprese stile blairwitch....


semoplice... dato ke anke nella versione rimodernata d godzilla si trattava d un mostro giapponese, gli americani sen ne sn dovuti creare uno tt loro -.-'



OKOK, forse non ci siamo, il mostro tranne qualche fotogrammo finale non viene quasi per niente ripreso... se avessero voluto lo avrebbero fatto vedere fino alla nausea e nei minimi particolari, ma non è questo l'intento, per quanto mi riguarda a dostruggere new york potrebbe essere anche il fantasmino di ghostbuster e non mi cambierebbe nulla!! Il bello del film è essere proprio al centro della scena, non sapere nulla di quello che sta accadendo cosa sia di preciso il pericolo, ma che cmq bisogna scappare!!

L'unica pecca del film, (anche se proprio pecca non è) è che si, c'è tanto movimento della camera, ma alla fine non ci sono quasi per niente scene fake come ci si aspetterebbe da un video amatoriale! tutto quello che c'è da vedere viene visto e anche nei minimi particolari, ma anche perche altrimenti avremmo assistito alla sfilata di tantissimi tipi di scarpe...
_________________
UN ANELLO PER DOMARLI TUTTI, UN ANELLO PER TROVARLI, UN ANELLO PER GHERMIRLI E NELL'OSCURITA INCATENARLI

IL SIGNORE DEGLI ANELLI

  Visualizza il profilo di igiul46  Invia un messaggio privato a igiul46    Rispondi riportando il messaggio originario
SimoneNepo

Reg.: 12 Gen 2008
Messaggi: 59
Da: TORINO (TO)
Inviato: 05-02-2008 02:23  
Visto, e mi è piaciuto molto, lo promuovo a pieni voti.

Premettiamo una cosa però: bisogna accettare lo stile registico, è ovvio che chi odia la macchina da presa a mano, anche solo stile Bourne Ultimatum, uscirà dal cinema schifato, sempre che arrivi alla fine.

Ma a parte questo:

LATI POSITIVI
La recitazione è di alto livello, grazie anche alla presumibili direzioni del regista, tutto sembra vero e realistico, i ragazzi si muovono a loro agio e recitano senza i soliti clichè. Forse la caratterizzazione non è al massimo per tutti, ma anche quest'ultima è a buoni livelli e per fortuna il film non si incentra solo sul mostro ma anche sul loro stato d'animo. Da qui si passa alla sceneggiatura, che devo dire è proprio ben gestita: è ovvio che non tutti i nodi vengono al pettine e molte cose non sono spiegate, e meno male! Alla fine è un video fatto da dei ragazzi quindi non deve spiegare proprio nulla, anzi spiega già abbastanza secondo me, elementi come i morsi del mostro...cosa causano? cosa succede alla ragazza morsa? come arriva o si crea la progenie del mostro? da dove arriva il mostro stesso non vengono spiegati e lasciano le porte aperte all' immaginazione, troppe volte siamo abituati a sentire tutto e a farci spiegare tutto. La vicenda è ben congeniata e coinvolge e non ha elementi insensati all'interno a parte alcune cose che spiegherò nei lati negativi. Anche i tagli e i pezzi rimanenti del video sovrascritto son interessanti e aiutano a entrare meglio nella vicenda. Gli effetti speciali sono di prim'ordine, ma di questo oramai si è quasi sempre sicuri in questo genere di film quindi..La durata non è eccessiva e a parer mio è una scelta sensata per un film di questo genere.

LATI NEGATIVI
Innazitutto la batteria dura un casino e sta telecamera è più reistente di un carro armato. Io personalmente l'avrei getta via in numerosi casi per salvarmi la vita, però a quel punto il film sarebbe durato 10 minuti.
Ci sono, soprattutto alla festa numerosi raccordi di sguardi sbagliati,e sgurdi stessi indirizzati male.
Il sonoro a volte perde di realisticità: il mostro passa, si sentono i passi, poi quando loro escono 20 sec dopo non si sente più...una bestia cosi si sente a chilometri di distanza...
Non ne ho in mente altri al momento, sta di fatto che quelli che ho elencato sono abbastanza veniali...potrei aggiungere che non mi ha trasmesso molta tensione, ma questo è soggettivo.

SPOILERPer quanto riguarda l'ultima scena:
io non ho proprio sentito al TG che parlavano di un satellite caduto in mare, anche perchè non sarebbe cosi grosso e si sarebbe polverizzato, però boh..potrei averlo perso quando lo rivedrò ci starò maggiormente attento.
E ho interpretato quella cosa che viene giù dal mare come un uovo, quindi io perpeisco l'essere come un alieno che è cresciuto per pochi mesi nel mare e poi si è incazzato.

SPOILERAlla fine dei titoli di coda si sente una voce:
Siamo morti? Questo sempre IMHO indica che loro sono sopravvissuti e che porteranno la telecamera in un luogo sicuro, cosa che spiega come ha potuto finire nelle mani dell'esercito.

Voto 1-6 = 4
_________________
Laggiù c'è qualcosa in agguato, e non è un uomo....moriremo tutti.

  Visualizza il profilo di SimoneNepo  Invia un messaggio privato a SimoneNepo     Rispondi riportando il messaggio originario
Chenoa

Reg.: 16 Mag 2004
Messaggi: 11104
Da: Vittorio Veneto (TV)
Inviato: 05-02-2008 10:53  
quote:
In data 2008-02-05 02:23, SimoneNepo scrive:
SPOILERAlla fine dei titoli di coda si sente una voce:
Siamo morti? Questo sempre IMHO indica che loro sono sopravvissuti e che porteranno la telecamera in un luogo sicuro, cosa che spiega come ha potuto finire nelle mani dell'esercito.



Queste domande le potresti inserire nella sezione SPOILER, così se ne può parlare con più libertà.
Comunque i due giovani sono morti, mi ricordo che dopo quella domanda si sente un altro boato, ossia l'esplosione finale (quella che dovrebbe radere al suolo l'intera città). Difatti all'inizio del film si legge che il video è stato recuperato nell'area una volta chiamata Central Park. E loro sono proprio lì alla fine del film.

  Visualizza il profilo di Chenoa  Invia un messaggio privato a Chenoa    Rispondi riportando il messaggio originario
Chenoa

Reg.: 16 Mag 2004
Messaggi: 11104
Da: Vittorio Veneto (TV)
Inviato: 05-02-2008 11:05  
quote:
In data 2008-02-04 18:19, Marco82 scrive:
In un film come questo, conta più la scelta della tecnica oppure il contenuto dell'opera? E' una domanda scema, lo so, ma non sono riuscito a non farmela appena finito di visionare il film. Il motivo è semplice: a livello di sinossi questo Cloverfield non porta nulla di nuovo, riprende tutti i clichè tipici dei film "monster movie" e non ne aggiunge di nuovi.


Ti sei risposto da solo, insomma.

  Visualizza il profilo di Chenoa  Invia un messaggio privato a Chenoa    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( Pagina precedente 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 Pagina successiva )
  
0.341422 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: