FilmUP.com > Forum > Attualità - ALITALIA
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > ALITALIA   
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
Autore ALITALIA
clagle01

Reg.: 18 Set 2003
Messaggi: 1566
Da: Lissone (MI)
Inviato: 31-03-2008 09:28  
Passeggeri dimezzati e via alla cassa integrazione per 900 dipendenti Sea. Questi i primi effetti del ritiro della compagnia di bandiera dall'hub lombardo.
Alitalia ha tagliato il 70% delle tratte operative su Malpensa, trasferendole su Fiumicino......siamo stati capaci anche di fare questo!!!!!
_________________
Nulla accade per caso.....

  Visualizza il profilo di clagle01  Invia un messaggio privato a clagle01  Email clagle01  Vai al sito web di clagle01     Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 31-03-2008 09:51  
la vicenda Alitalia dimostra quanto l'imprenditoria italiana sia tra le peggiori che ci siano: c'è stato molto tempo per poter intervenire in favore della compagnìa di bandiera e nessuno si è mai mosso. nessuna cordata è mai spuntata fuori.

ecco che ci si ritrova adesso in una situazione nella quale la compagnìa verrebbe praticamente svenduta alla Francia, con eliminazione di servizi importanti di volo e con la perdita d'importanza di un grande aeroporto italiano e soprattutto (cosa molto grave) con perlomeno 2.100 dipendenti che finiranno in mezzo a una strada.

l'alternativa è il fallimento.

le responsabilità politiche sono bipartisan: perchè se è vero che prodi e padoa-schioppa si sono intestarditi a svendere l'alitalia ad air france-klm, lasciando al governo successivo (di qualunque indirizzo politico sia)il compito di gestire questa situazione e togliere eventuali castagne dal fuoco, è anche vero che il governo di centro-destra sarebbe potuto intervenire (quando era all'esecutivo) per favorire una soluzione italiana almeno prima che le azioni della compagnia perdessero di valore, scendendo enormemente.

e adesso non mi sembra neanche corretto utilizzare questa vicenda per fini elettorali, proprio perchè chi commenta e si fa portabandiera di "orgogli nazionalistici imprenditoriali" non ha neanche lui diritto a criticare (e viene smentito da alcuni degli stessi chiamati in causa, che negano interessamenti e coinvolgimenti nell'affare): tra l'altro influenzando le quotazioni di mercato, che è un reato.

il trauma maggiore è certamente anche quello occupazionale: al di là dell'esito finale di questa tormentata vicenda, è un problema sul quale non ci si può passare sopra.
_________________

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 31-03-2008 10:22  
quote:
In data 2008-03-31 09:28, clagle01 scrive:
Passeggeri dimezzati e via alla cassa integrazione per 900 dipendenti Sea. Questi i primi effetti del ritiro della compagnia di bandiera dall'hub lombardo.
Alitalia ha tagliato il 70% delle tratte operative su Malpensa, trasferendole su Fiumicino......siamo stati capaci anche di fare questo!!!!!


Alitalia perde qualcosa come 200 milioni di euro l'anno per stare a Malpensa. Ora 2 sono le cose: o vogliamo un'azienda sana che possa competere sul mercato, o ci teniamo l'ennesimo baraccone mangiasoldi statalmente assistito come fino ad oggi. Però non credo che l'unione europea sia d'accordo con l'alternativa numero 2...

Se Malpensa non è in grado di reggere e di essere un Hub internazionale senza il continuo foraggiamento di Alitalia, vuol dire che è solo un'inutile cattedrale nel deserto, quindi non vedo dove sia il problema.

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 31-03-2008 20:42  
io penso che c'è poco da rallegrarsi con l'offerta di air france: la compagnia italiana di bandiera verrà praticamente ceduta a costo zero, con 2.100 esuberi e la perdita di un importante aeroporto italiano come snodo importante a livello internazionale.

adesso si dirà: se non si fa questo rischia il sicuro fallimento.

è troppo comodo.

gli imprenditori italiani, che tanto reclamano produttività e mercato competitivo (soprattutto quest'ultima frase), perchè non si sono mossi?(magari, attraverso una grande cordata, proprio quelli del nord che oggi tanto reclamano malpensa).

sarà pure una domanda retorica, ma sinceramente procura un gran fastidio sentir parlare di un Paese che lo si vuol far diventare competitivo quando gli imprenditori italiani fanno la loro parte solo quando si tratta di sfruttare i lavoratori, disapprovare gli inasprimenti delle norme per la sicurezza sul lavoro e dire che i tesoretti sono solo merito loro.

ci vuole più coerenza e riconoscere che questo è un Paese da teatrino dove si salta fuori dalla tana solo quando si tratta di divorare la carogna ridotta a pezzi.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
stilgar

Reg.: 12 Nov 2001
Messaggi: 4999
Da: castelgiorgio (TR)
Inviato: 01-04-2008 23:37  
Concordo con Cagle, che è sta cosa di tagliare i voli su Malpensa!?!?
Quella specie di baraccone dove c'è nebbia anche ad Agosto, con le piste messe a cazzo di cane, i Terminal fatti con il culo e un sistema di scale mobili e ascensori che sembra stato progettato da Escher non è da ridimensionare, E' DA CHIUDERE!!!!
_________________

Profundis - L'anima nera della rete

  Visualizza il profilo di stilgar  Invia un messaggio privato a stilgar  Email stilgar  Vai al sito web di stilgar     Rispondi riportando il messaggio originario
McMurphy

Reg.: 27 Dic 2002
Messaggi: 7223
Da: Verano Brianza (MI)
Inviato: 02-04-2008 11:23  
quote:
In data 2008-03-31 20:42, dan880 scrive:
... la compagnia italiana di bandiera verrà praticamente ceduta a costo zero



...e i l'indebitamento e i mezzi per rilanciarla dove li metti?

per l'alitalia air france dovra' farsi carico di un paio di miliardi altro che costo zero


che poi tutti sti casini per l'alitalia e i suoi dipendenti mi fanno girare i coglioni cento volte... ma sapete che stanno a far tanto casino per sti 2100 esuberi e attraverso gli ammortizzatori sociali questi avrebbero assicurato per 7 anni lo stipendio al 100%... quando un qualsiasi dipendente privato gli danno un calcio in culo e tanti saluti (per non parlare dei precari)

in alitalia hanno mangiato tutti politici, sindacati, dipendenti a spese della collettivita'... e' ora di finirla con la storia dei privilegi acquisiti che non si possono mai cambiare

compagnia di bandiera?
ma che gliela vendino al burundi

  Visualizza il profilo di McMurphy  Invia un messaggio privato a McMurphy    Rispondi riportando il messaggio originario
McMurphy

Reg.: 27 Dic 2002
Messaggi: 7223
Da: Verano Brianza (MI)
Inviato: 02-04-2008 11:24  
chiaramente il discorso malpensa con alitalia e' separato

  Visualizza il profilo di McMurphy  Invia un messaggio privato a McMurphy    Rispondi riportando il messaggio originario
stilgar

Reg.: 12 Nov 2001
Messaggi: 4999
Da: castelgiorgio (TR)
Inviato: 02-04-2008 22:39  
quote:
In data 2008-04-02 11:23, McMurphy scrive:
quote:
In data 2008-03-31 20:42, dan880 scrive:
... la compagnia italiana di bandiera verrà praticamente ceduta a costo zero



...e i l'indebitamento e i mezzi per rilanciarla dove li metti?

per l'alitalia air france dovra' farsi carico di un paio di miliardi altro che costo zero


che poi tutti sti casini per l'alitalia e i suoi dipendenti mi fanno girare i coglioni cento volte... ma sapete che stanno a far tanto casino per sti 2100 esuberi e attraverso gli ammortizzatori sociali questi avrebbero assicurato per 7 anni lo stipendio al 100%... quando un qualsiasi dipendente privato gli danno un calcio in culo e tanti saluti (per non parlare dei precari)

in alitalia hanno mangiato tutti politici, sindacati, dipendenti a spese della collettivita'... e' ora di finirla con la storia dei privilegi acquisiti che non si possono mai cambiare

compagnia di bandiera?
ma che gliela vendino al burundi




Quoto alla STRAGRANDE
_________________

Profundis - L'anima nera della rete

  Visualizza il profilo di stilgar  Invia un messaggio privato a stilgar  Email stilgar  Vai al sito web di stilgar     Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 02-04-2008 23:39  
2100 esuberi non si possono accettare. soprattutto quando si pensa a politici che si inventano cordate per motivi elettorali ma furono i primi a non muoversi in tempo, evitando che si arrivasse a una situazione simile e a un numero così alto di licenziamenti.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
stilgar

Reg.: 12 Nov 2001
Messaggi: 4999
Da: castelgiorgio (TR)
Inviato: 04-04-2008 10:02  
quote:
In data 2008-04-02 23:39, dan880 scrive:
2100 esuberi non si possono accettare. soprattutto quando si pensa a politici che si inventano cordate per motivi elettorali ma furono i primi a non muoversi in tempo, evitando che si arrivasse a una situazione simile e a un numero così alto di licenziamenti.



Sai qual'è il problema dan?
Io ho sentito tanti sindacalisti e politici riempirsi la bocca con tante belle parole ma nessuna alternativa. Non si possono accettare 2100 esuberi? No, infatti, qualunque altra azienda con questi numeri avrebbe già dovuto chiudere da un pezzo, altro che 2000 esuberi.
Io vorrei sapere dove è che vivi. Quello che non si può davvero accettare è che a quei 2000 esuberi verrebbe garantito il 100% dello stipendio per diversi anni come si era proposto di fare nel caso Air France avesse tenuto la sua posizione. Ma se domani la mia azienda chiude a me chi mi garantisce lo stipendio?
Eh, certo che poi mi si viene a dire "c'è gente che non è tagliata per lavorare nel privato e che cerca un posto nel pubblico".
Grazie al cazzo direi, tanto c'è papà Stato che si sobbarca sempre tutto.
Io sinceramente spero che questa azienda chiuda i battenti e che soprattutto i dipendenti NON SIANO MESSI IN CASSA INTEGRAZIONE perchè se si giungerà al fallimento sarà in gran parte colpa di chi non ha voluto negoziare.
Cazzi loro.

_________________

Profundis - L'anima nera della rete

[ Questo messaggio è stato modificato da: stilgar il 04-04-2008 alle 10:03 ]

  Visualizza il profilo di stilgar  Invia un messaggio privato a stilgar  Email stilgar  Vai al sito web di stilgar     Rispondi riportando il messaggio originario
McMurphy

Reg.: 27 Dic 2002
Messaggi: 7223
Da: Verano Brianza (MI)
Inviato: 04-04-2008 10:22  
quote:
In data 2008-04-04 10:02, stilgar scrive:
quote:
In data 2008-04-02 23:39, dan880 scrive:
2100 esuberi non si possono accettare. soprattutto quando si pensa a politici che si inventano cordate per motivi elettorali ma furono i primi a non muoversi in tempo, evitando che si arrivasse a una situazione simile e a un numero così alto di licenziamenti.



Sai qual'è il problema dan?
Io ho sentito tanti sindacalisti e politici riempirsi la bocca con tante belle parole ma nessuna alternativa. Non si possono accettare 2100 esuberi? No, infatti, qualunque altra azienda con questi numeri avrebbe già dovuto chiudere da un pezzo, altro che 2000 esuberi.
Io vorrei sapere dove è che vivi. Quello che non si può davvero accettare è che a quei 2000 esuberi verrebbe garantito il 100% dello stipendio per diversi anni come si era proposto di fare nel caso Air France avesse tenuto la sua posizione. Ma se domani la mia azienda chiude a me chi mi garantisce lo stipendio?
Eh, certo che poi mi si viene a dire "c'è gente che non è tagliata per lavorare nel privato e che cerca un posto nel pubblico".
Grazie al cazzo direi, tanto c'è papà Stato che si sobbarca sempre tutto.
Io sinceramente spero che questa azienda chiuda i battenti e che soprattutto i dipendenti NON SIANO MESSI IN CASSA INTEGRAZIONE perchè se si giungerà al fallimento sarà in gran parte colpa di chi non ha voluto negoziare.
Cazzi loro.



9 sigle sindacali...
poi sono rimasti basiti perche' dopo il rilancio fatto all'ultimo momento air-france ha abbandonato il tavolo delle trattative

le dichiarazioni erano del tipo: "abbiamo sparato alto perche' pensavamo che poi avremmo trattato al ribasso"... che idioti

come se a un tizio che ti tiene con una mano sopra un precipizio tu gli vai a dire "quando mi tiri su preparami anche una bella cena che ho fame"

ma quello ti lascia andare senza grossi problemi... e infatti il giorno dopo air-france e' salita del 4%

non ho ancora dimenticato il giorno di qualche anno fa nel quale si sono messi tutti in malattia... non mi risulta che qualcuno (anche tra i medici) sia stato condannato per falso

mentre i dipendenti parmalat hanno avuto tutta la mia solidarieta' questi di alitalia possono lasciarli a casa tutti domani che non me ne fregherebbe niente

  Visualizza il profilo di McMurphy  Invia un messaggio privato a McMurphy    Rispondi riportando il messaggio originario
stilgar

Reg.: 12 Nov 2001
Messaggi: 4999
Da: castelgiorgio (TR)
Inviato: 04-04-2008 14:27  
quote:
In data 2008-04-04 10:22, McMurphy scrive:
quote:
In data 2008-04-04 10:02, stilgar scrive:
quote:
In data 2008-04-02 23:39, dan880 scrive:
2100 esuberi non si possono accettare. soprattutto quando si pensa a politici che si inventano cordate per motivi elettorali ma furono i primi a non muoversi in tempo, evitando che si arrivasse a una situazione simile e a un numero così alto di licenziamenti.



Sai qual'è il problema dan?
Io ho sentito tanti sindacalisti e politici riempirsi la bocca con tante belle parole ma nessuna alternativa. Non si possono accettare 2100 esuberi? No, infatti, qualunque altra azienda con questi numeri avrebbe già dovuto chiudere da un pezzo, altro che 2000 esuberi.
Io vorrei sapere dove è che vivi. Quello che non si può davvero accettare è che a quei 2000 esuberi verrebbe garantito il 100% dello stipendio per diversi anni come si era proposto di fare nel caso Air France avesse tenuto la sua posizione. Ma se domani la mia azienda chiude a me chi mi garantisce lo stipendio?
Eh, certo che poi mi si viene a dire "c'è gente che non è tagliata per lavorare nel privato e che cerca un posto nel pubblico".
Grazie al cazzo direi, tanto c'è papà Stato che si sobbarca sempre tutto.
Io sinceramente spero che questa azienda chiuda i battenti e che soprattutto i dipendenti NON SIANO MESSI IN CASSA INTEGRAZIONE perchè se si giungerà al fallimento sarà in gran parte colpa di chi non ha voluto negoziare.
Cazzi loro.




mentre i dipendenti parmalat hanno avuto tutta la mia solidarieta' questi di alitalia possono lasciarli a casa tutti domani che non me ne fregherebbe niente


Ma che c'entra Mec, quelli non sono mica dipendenti pubblici, eh!!
Sticazzi della Parmalat, d'altronde è colpa dei dipendenti che non hanno scelto di lavorare nel pubblico, non lo sai?
_________________

Profundis - L'anima nera della rete

  Visualizza il profilo di stilgar  Invia un messaggio privato a stilgar  Email stilgar  Vai al sito web di stilgar     Rispondi riportando il messaggio originario
Tenenbaum

Reg.: 29 Dic 2003
Messaggi: 10848
Da: cagliari (CA)
Inviato: 05-04-2008 14:13  
http://forumfilmup.leonardo.it/forum/viewtopic.php?topic=60629&forum=21&5
_________________
For relaxing times make it Suntory time

  Visualizza il profilo di Tenenbaum  Invia un messaggio privato a Tenenbaum  Email Tenenbaum    Rispondi riportando il messaggio originario
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 05-04-2008 14:42  
stilgar c'era chi qualche anno fa aveva il potere politico di intervenire per evitare che alitalia si riducesse in questa situazione.

non si è fatto niente e adesso, arrecando inoltre danni alle quotazioni di borsa della compagnìa e influenzando l'andamento delle trattative con interferenze politiche inappropriate e ingiustificate, sono state inventate delle false cordate italiane a scopi elettorali, poi clamorosamente smentite dagli stessi interessati.

le categorie sindacali hanno fatto il loro dovere: evitare molti danni alle categorie dei lavoratori da loro rappresentati.

per loro il piano air france-klm poteva anche andar bene: almeno per cgl, cisl, uil. ma andava ulteriormente ritoccato e migliorato per evitare dei contraccolpi troppo gravi causati dallla prima stesura del progetto francese.

inoltre tengo a ricordare che il sindacato andava interpellato direttamente sin dall'inizio delle trattative: è una cosa molto grave chiamarlo in causa e informarlo su ciò che è stato deciso, solo alla fine. e ponendolo dinanzi a un diktat: prendere o lasciare (e questo, certo, è stato colpa degli esponenti del governo dell'unione che hanno condotto le trattative con air france).

purtroppo questa è un'altra conseguenza dei sistemi di mercato: cercare di estromettere quanto più è possibile le forze sindacali per lasciare mani libere al privato e alle sue strategie impopolari e antisociali di mercato.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 05-04-2008 15:42  
Grazie ai nostri sindacati se prima con l'acquisto da parte di Air France ne mandavano a casa un po' (per lo più in buona parte incapaci fatti assumere dalla politica) adesso rischiano di perdere il lavoro praticamente quasi tutti.
Grazie sindacalismo italiano, hai dimostrato per l'ennesima volta la tua inutilità e soprattutto perniciosità
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
  
0.026309 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: