FilmUP.com > Forum > Attualità - Addio, Delara
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > Addio, Delara   
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
Autore Addio, Delara
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 03-05-2009 11:28  
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=56629&sez=HOME_NELMONDO

Ha potuto fare solo un'ultima, straziante, telefonata a sua madre. Il primo maggio in Iran è stata giustiziata la giovane pittrice (i suoi quadri dipinti in carcere sono stati esposti a Teheran e Stoccolma) 23enne Delara Darabi per un omicidio commesso quando aveva 17 anni.

Nel 2003 Delara, assieme al suo fidanzato di 19 anni, cercò di rapinare una sua anziana zia. Durante la rapina la donna venne uccisa. Delara confessò di essere stata lei, ma in seguito ritrattò dicendo che era stato il suo ragazzo a uccidere e a spingerla a confessare perchè, essendo minorenne, non sarebbe stata condannata a morte e sarebbe dovuto andare così se l'Iran rispettasse le Convenzioni internazionali che vietano di mettere a morte chi ha commesso reati in età minorile, come scrive Gabriel Bertinetto su L'Unità di oggi. E queste convenzioni a tutela dei minori, a quanto mi risulta, sono state ratificate anche dallì Iran.

Gli inquirenti non le hanno creduto e la sentenza di morte è stata confermata (lui se l'è cavata con dieci anni di prigione). Sembrava che in seguito alle proteste internazionali, l'esecuzione della sentenza fosse stata sospesa almeno per due mesi, il potere giudiziario centrale iraniano era orientato in tal senso, ma evidentemente c'è stata un' "inspiegabile" accelerazione e pochi giorni fa Delara è stata impiccata in tutta fretta, non è stata rispettata nemmeno la legge iraniana che impone di avvisare familiari e avvocati del prigioniero 48 ore prima dell'esecuzione.

La sola cosa che, in base alla legge iraniana, avrebbe potuto salvarla e commutare la sua pena era il perdono dei familari della vittima che non c'è stato. Anzi, ho letto che è stato lo stesso figlio della donna uccisa a sostituire il boia stringendo il cappio al collo di Delara Darabi.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 03-05-2009 alle 12:02 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 03-05-2009 12:24  
Una mostruosità aberrante. Che altro vuoi dire quando leggi certe cose?

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 03-05-2009 13:13  
quote:
In data 2009-05-03 12:24, Hamish scrive:
Una mostruosità aberrante. Che altro vuoi dire quando leggi certe cose?

In effetti non c'è molto altro da dire. Questa vicenda mi ha molto colpito emotivamente forse perchè Delara era quasi mia coetanea...non so..o forse perchè sono ancora scosso dalle idee di Haroldkid il quale ritiene che i minorenni detenuti per omicidio non abbiano nessun diritto ad essere riabilitati, nessun diritto alla cultura e quindi neanche all'arte..se fosse stato per lui, probabilmente, Delara non avrebbe potuto avere nemmeno i materiali per dipingere e questo per per me è una forma di pena capitale.

Non vorrei riaprire la polemica (ma anche sì)..però quelle opinioni non riesco proprio a mandarle giù.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 03-05-2009 alle 13:15 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 04-05-2009 11:56  
In questo video sul sito de L'Unità potete vedere alcuni quadri dipinti da Delara Darabi:

http://video.unita.it/?video=955

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 04-05-2009 14:23  
Prima o poi l'Iran farà la fine dell'Irak, non può essere altrimenti
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 05-05-2009 07:34  
si potrebbe dire che sono paesi che non c'entrano nulla l'uno con l'altro quanto a tipologia di governo, storia e varietà di etnie ed inoltre anche la politica estera dei paesi occidentali, Usa in primis, è cambiata. Gli aspetti culturali non si cambiano con la forza, oltretutto in Iran c'è una larga fascia del Paese che non si riconosce in certi atteggiamenti. Bigogna sperare che prima o poi arrivi al potere e riporti l'Iran a livelli di civiltà che aveva negli anni 50' e 60'
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 05-05-2009 16:35  
quote:
In data 2009-05-05 07:34, gatsby scrive:
Gli aspetti culturali non si cambiano con la forza, oltretutto in Iran c'è una larga fascia del Paese che non si riconosce in certi atteggiamenti. Bigogna sperare che prima o poi arrivi al potere e riporti l'Iran a livelli di civiltà che aveva negli anni 50' e 60'


Bè..insomma l'Iran degli anni '50 e '60, quello dello Scià di Persia (se escludiamo la parentesi di Mossadeq) era anch'esso un regime autoritario e repressivo. Piaceva a noi perchè era filo-occidentale e, all'apparenza, "moderno", ma finì per generare la reazione khomeinista e la rivoluzione islamica.

Spero anch'io che l'Iran cambi senza interventi militari esterni, magari grazie ai movimenti giovanili e studenteschi..ma ci vorranno molti decenni, temo.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 05-05-2009 alle 18:15 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 05-05-2009 17:37  
ma quantomeno era "laico" e non quasi teocratico come lo è ora, con tutto ciò che questo significa sulla società
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
Hamish

Reg.: 21 Mag 2004
Messaggi: 8354
Da: Marigliano (NA)
Inviato: 05-05-2009 18:38  
quote:
In data 2009-05-05 16:35, quentin84 scrive:
quote:
In data 2009-05-05 07:34, gatsby scrive:
Gli aspetti culturali non si cambiano con la forza, oltretutto in Iran c'è una larga fascia del Paese che non si riconosce in certi atteggiamenti. Bigogna sperare che prima o poi arrivi al potere e riporti l'Iran a livelli di civiltà che aveva negli anni 50' e 60'




Spero anch'io che l'Iran cambi senza interventi militari esterni

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 05-05-2009 alle 18:15 ]

Anche perchè gli interventi militari, se cambiano le cose, le cambiano in peggio.

  Visualizza il profilo di Hamish  Invia un messaggio privato a Hamish    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 05-05-2009 18:55  
beh il nazismo sarebbe durato ancora a lungo senza la guerra...
Non sono per gli interventi militari per cambiare la politica interna di un Paese, ma non riuscirei ad essere così assolutorio nei principi.
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
eltonjohn

Reg.: 15 Dic 2006
Messaggi: 9472
Da: novafeltria (PS)
Inviato: 05-05-2009 19:11  
quote:
In data 2009-05-05 07:34, gatsby scrive:
si potrebbe dire che sono paesi che non c'entrano nulla l'uno con l'altro quanto a tipologia di governo, storia e varietà di etnie ed inoltre anche la politica estera dei paesi occidentali, Usa in primis, è cambiata. Gli aspetti culturali non si cambiano con la forza, oltretutto in Iran c'è una larga fascia del Paese che non si riconosce in certi atteggiamenti. Bigogna sperare che prima o poi arrivi al potere e riporti l'Iran a livelli di civiltà che aveva negli anni 50' e 60'



Alla faccia della civiltà anni 50 e 60, quella volta c'era lo Scià che in quanto a repressione non era certo secondo a questi qua
_________________
Riminesi a tutti gli effetti...a'l'imi fata!

  Visualizza il profilo di eltonjohn  Invia un messaggio privato a eltonjohn    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 05-05-2009 20:07  
sì, è proprio come dici tu elton...
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 05-05-2009 20:17  
quote:
In data 2009-05-05 18:55, gatsby scrive:
beh il nazismo sarebbe durato ancora a lungo senza la guerra...
Non sono per gli interventi militari per cambiare la politica interna di un Paese, ma non riuscirei ad essere così assolutorio nei principi.


Vabbè..credo comunque che Hamish parlasse di guerre d'aggressione. Nel caso della Germania, i primi ad aggredire l'Europa furono i nazisti.

Oltretutto nel caso dell'Iran non è una semplice questione di politica interna, si tratta di tradizioni culturali e religiose secolari per non dire quasi millenarie difficili da scalfire con le armi che, anzi, rischiano di radicalizzare le posizioni.
In un Paese, tra l'altro, dove non c'è separazione tra sfera politica e religiosa e questo rende tutto molto più difficile.

Pensa solo al fatto del figlio della vittima che stringe personalmente il cappio al collo di quella poveretta accusata dell'omicidio, una vera e propria legalizzazione della vendetta personale: quello che a noi appare orrendo (e lo è), per la mentalità dominante di quel Paese è, evidentemente, la forma più alta di giustizia.
Solo per cambiare questo aspetto ci vorranno secoli e il cambiamento deve partire da loro.

Pensa solo che anche in Italia, nella patria di Beccaria e di Pietro Verri, nel Paese che almeno da sessant'anni non prevede più la pena di morte, appena c'è un fatto di sangue c'è gente che, sull'onda emotiva, invoca la forca e che, forse, sarebbe ben felice di fare il boia.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 05-05-2009 alle 22:48 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
gatsby

Reg.: 21 Nov 2002
Messaggi: 15032
Da: Roma (RM)
Inviato: 05-05-2009 23:07  
quote:
In data 2009-05-05 20:17, quentin84 scrive:
Vabbè..credo comunque che Hamish parlasse di guerre d'aggressione. Nel caso della Germania, i primi ad aggredire l'Europa furono i nazisti.


il discorso è: se i nazisti avessero continuato con la loro dittatura senza cercare di creare un nuovo impero, saresti stato favorevole ad un attacco alla Germania per cambiare la politica interna?Avresti attaccato se fosse stata l'unica possibilità per salvare ebrei e altri discriminati?
quote:
In data 2009-05-05 20:17, quentin84 scrive:
Oltretutto nel caso dell'Iran non è una semplice questione di politica interna, si tratta di tradizioni culturali e religiose secolari per non dire quasi millenarie


ma non è vero! Khomeyni ha preso il potere solo nel 1979, e prima l'Iran era un Paese ben diverso (uno dei primi paesi arabi ad avere concesso il voto alle donne), non certo una sorta di teocrazia mascherata quale è ora. Se poi parliamo di millenni per un'area dalle varie etnie, conosciuta come Persia e colonizzata a lungo, non capisco proprio di che si stia parlando.
L'Iran è forse il paese tuttora più "evoluto" del mediooriente e non è così impensabile che un giorno ritorni
_________________
Qualunque destino, per lungo e complicato che sia, consta in realtà di un solo momento : quello in cui l'uomo sa per sempre chi è

  Visualizza il profilo di gatsby  Invia un messaggio privato a gatsby  Vai al sito web di gatsby    Rispondi riportando il messaggio originario
quentin84

Reg.: 20 Lug 2006
Messaggi: 3011
Da: agliana (PT)
Inviato: 06-05-2009 11:37  
quote:
In data 2009-05-05 23:07, gatsby scrive:

il discorso è: se i nazisti avessero continuato con la loro dittatura senza cercare di creare un nuovo impero, saresti stato favorevole ad un attacco alla Germania per cambiare la politica interna?Avresti attaccato se fosse stata l'unica possibilità per salvare ebrei e altri discriminati?


Se nel 1935, quando vennero promulgate le leggi di Norimberga che privavano gli ebrei tedeschi della cittadinanza (decretandone la "morte civile"), la Germania fosse stata isolata e sanzionata morlamente, politicamente ed economicamente da tutte le democrazie europee e dagli USA non credo che sarebbe stato necessario alcun attacco militare.

Ma è solo un'ipotesi accademica, ovviamente.

[ Questo messaggio è stato modificato da: quentin84 il 06-05-2009 alle 11:39 ]

  Visualizza il profilo di quentin84  Invia un messaggio privato a quentin84    Rispondi riportando il messaggio originario
Vai alla pagina ( 1 | 2 Pagina successiva )
  
0.213338 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: