FilmUP.com > Forum > Attualità - "piduismo" invisibile contro il sindacato
  Indice Forum | Registrazione | Modifica profilo e preferenze | Messaggi privati | FAQ | Regolamento | Cerca     |  Entra 

FilmUP Forum Index > Zoom Out > Attualità > "piduismo" invisibile contro il sindacato   
Autore "piduismo" invisibile contro il sindacato
dan880

Reg.: 02 Ott 2006
Messaggi: 2948
Da: napoli (NA)
Inviato: 17-05-2009 14:51  
uno degli obiettivi della P2, la loggia massonica fondata negli anni '70 da licio gelli con lo scopo di riunire personaggi importanti e potenti dello Stato (ambienti militari e dei servizi segreti, della politica e dell'imprenditoria, del giornalismo e delle forze dell'ordine) al fine di destabilizzare l'ordine democratico, controllare le istituzioni e scambiarsi favori prevedeva (tra le tante cose, nel famoso piano di rinascita democratica) anche la divisione e meglio ancora la spaccatura delle forze sindacali.

un obiettivo che forse allora non fu possibile raggiungere ma che oggi (grazie all'attivazione e all'assenza di un governo padronale, guidato da un ex piduista)si sta realizzando.

i poteri economici forti e consolidati stanno attuando i loro assalti di interessi (anche sui mercati internazionali) potendosi ormai permettere di non tener più conto del sindacato. anzi di ignorarlo completamente, addirittura. ponendoli (alla fine di tutto) dinanzi al fatto compiuto. per poi arrivare comunque ad accontentare solo il padrone, a svantaggio dei lavoratori.

oggi insomma il sindacato non conta quasi più niente. e questo è un brutto segnale per la difesa democratica del lavoro, delle tutele e delle garanzie dei sottoposti.

le recenti operazioni della cai su alitalia (settembre 2008) e (ancor di più) della scalata della fiat prima alla statunitense chrysler e adesso sulla tedesca opel (maggio 2009, e senza considerare le mire di marchionne anche verso industrie automobilistiche sudamericane) ne sono l'esempio più evidente.

a questo, aggiungiamoci la strategia "terrorista" del governo attuale di portarsi dalla sua parte cisl, uil e ugl favorendo una rottura con la cgil e fomentando a ogni occasione questo clima velenoso.

perchè quando un ministro come sacconi afferma: "noi facciamo gli accordi. è la cgil che si mette contro", emerge un atteggiamento pericoloso.

compito di un governo è quello di mettere insieme il sindacato davanti alle proposte, non di convocare riservatamente 3 delle 4 sigle confederali; negare da entrambe le parti l'incontro avvenuto e, in seguito, isolare e delegittimare la cgil.

i piani piduisti di gelli prevedevano: nascita di uno Stato presidenziale; aumento dei poteri dell'esecutivo; assalto padronale ai mezzi d'informazione; separazione delle carriere dei magistrati; controllo politico sulle toghe; eliminazione del valore legale alla laurea e (appunto) spaccatura dell'unità sindacale.

siamo arrivati anche a quest'ultimo obiettivo?: ci stiamo arrivando di sicuro.

  Visualizza il profilo di dan880  Invia un messaggio privato a dan880    Rispondi riportando il messaggio originario
  
0.111353 seconds.







© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: