FilmUP.com > Recensioni > Insospettabili sospetti
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Insospettabili sospetti

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Rosanna Donato02 maggio 2017Voto: 7.5
 

  • Foto dal film Insospettabili sospetti
  • Foto dal film Insospettabili sospetti
  • Foto dal film Insospettabili sospetti
  • Foto dal film Insospettabili sospetti
  • Foto dal film Insospettabili sospetti
  • Foto dal film Insospettabili sospetti
Quando si perde tutto, si è disposti a fare qualsiasi cosa per riprendersi ciò che è nostro di diritto. È proprio questo che accade a tre amici di vecchia data, Willie, Joe ed Al, i quali decidono di abbandonare per la prima volta la retta via quando vedono i loro fondi pensione andare in fumo. Furiosi per non poter pagare i conti e preoccupati per il futuro delle loro famiglie, vogliono vendicarsi della banca che si è dileguata con i loro soldi. Come? I tre organizzano una rapina da manuale, pensando anche a un alibi perfetto per il giorno dell’evento. Ma spesso, come sappiamo, quello che sembra essere un piano perfetto nasconde un errore madornale. Sarà il loro caso?

“Insospettabili sospetti” segna il debutto alla regia cinematografica di Zach Braff, l’attore noto per essere uno dei protagonisti della celebre serie tv “Scrubs”, di cui - si vocifera - potrebbe uscire un film su Netflix in futuro. Quest’ultimo è stato bravo a mescolare insieme molti elementi importanti: una regia incisiva, un cast d’eccezione, una colonna sonora bizzarra e una sceneggiatura buona, che - a prodotto finito - lascia intravedere un lavoro accurato ed elaborato di scrittura. Insospettabili sospetti è una commedia ben riuscita, dove a farla da padrone è un umorismo leggero, intelligente, che non si accosta minimamente alla volgarità. La pellicola, infatti, cerca di essere il più divertente possibile senza però esagerare.

Spesso, tra l’altro, i dialoghi sono impregnati di una forte ironia che ben si presta al personaggio a cui è stata affidata la battuta e al loro modo di essere e vivere. Questo mette in luce quanto ogni dettaglio sia fondamentale all’interno della pellicola, che non eccede in inutili giri di parole e scene futili al fine del racconto, cosa che spesso troviamo in una commedia. In questo caso, però, non parliamo di un film volto al puro intrattenimento, perché la pellicola è colpa di spunti di riflessioni importanti, grazie anche alla presenza di temi che possono essere definiti universali. Non è difficile capire quali siano, perché in questo Zach Braff è stato molto prevedibile, mettendoci dentro tutto ciò che poteva celarsi dietro un’amicizia e facendoci capire (ne avevamo davvero bisogno?) cosa può spingere un uomo a rivolgersi all’illegalità: la sensazione di aver perso tutto.

Non mancheranno scene d’impronta drammatica, ma parliamo di una drammaticità che non emerge nel film, in quanto il regista lascia largo spazio alle battute più leggere. In questo Zach Braff è stato molto bravo: è riuscito ad inserire scene emozionanti in un contesto insolito e divertente, evitando però di appesantire la pellicola. A colpire è l’astuzia con cui i tre protagonisti della storia, interpretati da Morgan Freeman, Michael Caine e Alan Arkin - si costruiscono un alibi e il modo in cui in seguito viene spiegato il modo in cui avevano organizzato il tutto. Inutile dire che i tre attori sopracitati sono stati di una credibilità sconvolgente, nonostante si tratti di una commedia. Una menzione speciale è però da attribuire a Alan Arkin, meraviglioso nelle vesti di un uomo burbero che dice ciò che pensa senza farsi troppi problemi.

È interessante, inoltre, notare il cambiamento di pensiero dei personaggi nel momento in cui le cose prendono una piega diversa da quella che si aspettavano. Contribuiscono alla riuscita del film anche Christopher Lloyd, perfetto nei panni di un anziano poco lucido (in una delle scene finali vi sembrerà di essere tornati nel passato. Lo sguardo che sfoggia è lo stesso di quando gli abbiamo sentito dire “Grande Giove” in “Ritorno al futuro”) e Matt Dillon, in quelli di un poliziotto che vuole scoprire la verità. Infine, consigliamo di seguire bene tutto il film e fare attenzione ai particolari per godere anche dei momenti più travolgenti e di grande commozione che verranno affrontati nel sorprendente finale.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Un'Avventura | Ferdinand (NO 3D) | Un uomo tranquillo | Black Panther (NO 3D) | Roma | Crucifixion - Il Male è Stato Invocato | Mamma + Mamma | La donna elettrica | Maria, Regina di Scozia | Santiago, Italia | Un uomo tranquillo (V.O.) | Baffo & Biscotto - Missione Spaziale | La Befana vien di notte | Aquaman (NO 3D) | L'amico americano | Dove bisogna stare | L'ultimo imperatore | Vice - L'uomo nell'ombra | Bohemian Rhapsody (V.O.) | Alita: Angelo della battaglia (V.O.) | Alita: Angelo della battaglia (NO 3D) | The Lego Movie 2: Una Nuova Avventura (V.O.) | Ricomincio da me | L'esorcismo di Hannah Grace | Ben Is Back | Le nostre battaglie (V.O.) | Mirai | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Il ritorno di Mary Poppins | In the Same Boat | Old Man & the Gun | Dragon Trainer | Roma (V.O.) | Non ci resta che il crimine | La vita in un attimo | First Man - Il primo uomo (V.O.) | Il mio Capolavoro | Aquaman | Le nostre battaglie | Loving Vincent | La favorita (V.O.) | I Misteri di Ichnos - La Strega di Belvì | Green book (V.O.) | Il gioco delle coppie (V.O.) | Parlami di te | Babel | The Lego Movie 2: Una Nuova Avventura (NO 3D) | A Star Is Born | Copia originale (V.O.) | Bohemian Rhapsody | Parlami di me | Quello che veramente importa | Colette | Alita: Angelo della battaglia | Remi | I nomi del signor Sulcic | The Front Runner - Il Vizio del Potere (V.O.) | The Front Runner - Il Vizio del Potere | Il professore cambia scuola | BlacKkKlansman | 9 dita | Capri-Revolution | Il testimone invisibile | Tonya | Ora e sempre riprendiamoci la vita | Smallfoot: Il mio amico delle nevi | Mia e il Leone Bianco | City of Lies - L'ora della verità | Una notte di 12 anni (V.O.) | Benvenuti a Marwen | 7 uomini a mollo | Lou Reed's Berlin | Ralph Spacca Internet (NO 3D) | Lazzaro Felice | Cold war | Rex - Un Cucciolo a Palazzo | Land | A si biri | Ladri di biciclette | A Star Is Born (V.O.) | La paranza dei bambini | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | Se la strada potesse parlare | L'agenzia dei bugiardi | Il Grinch (NO 3D) | Ti presento Sofia | The Upside | La douleur | La favorita | Westwood: Punk, Icon, Activist | The Lego Movie (NO 3D) | Il gioco delle coppie | Ancora auguri per la tua morte | Creed II | Green book | Il Corriere - The Mule (V.O.) | Ognuno ha diritto di amare - Touch Me Not | 10 giorni senza mamma | Compromessi sposi | Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto | Il Corriere - The Mule | Black Panther (V.O.) | Parlami di te (V.O.) | Glass | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | L'ingrediente segreto | Copperman | Opera senza autore | Spider-Man: Un Nuovo Universo (NO 3D) | L'uomo dal cuore di ferro | Modalità aereo | Copia originale | Mary Poppins | Un valzer tra gli scaffali | LEGO Batman Il Film (NO 3D) | Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto (NO 3D) | The Lego Movie 2: Una Nuova Avventura | Il primo re |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per La notte è piccola per noi - Director's Cut (2018), un film di Gianfrancesco Lazotti con Michela Andreozzi, Francesca Antonelli, Cristiana Capotondi.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: