Leonardo.it

FilmUP.com > Recensioni > Gold - La grande truffa
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Gold - La grande truffa

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Rosanna Donato26 aprile 2017Voto: 7.0
 

  • Foto dal film Gold - La grande truffa
  • Foto dal film Gold - La grande truffa
  • Foto dal film Gold - La grande truffa
  • Foto dal film Gold - La grande truffa
  • Foto dal film Gold - La grande truffa
  • Foto dal film Gold - La grande truffa
Gold - La grande truffa è la storia dello scandalo in cui fu coinvolta la Bre-X Minerals Ltd. fondata da David Walsh. Su consiglio del geologo John Felderhof, Walsh comprò un terreno nella giungla del Borneo in Indonesia, vicino al fiume Busang, per estrarre un deposito d’oro. Inizialmente si stimò la presenza di circa 2 milioni d’oro all’oncia. Nel 1995 la stima raggiunse i 30 milioni, 60 nel 1996 e 70 nel 1997. Di conseguenza le azioni della compagnia raggiunsero un prezzo record e una capitalizzazione di mercato di 4,4 miliardi di dollari americani, che oggi al netto dell’inflazione corrisponderebbero a 6,5 miliardi. Quando fu scoperto che i campioni trovati erano in realtà stati coperti con della polvere d’oro e tutti i dati erano una frode, la compagnia andò in bancarotta (sempre nel 1997).

Questa la trama di Gold, la pellicola diretta da Stephen Gaghan e interpretata da un Matthew McConaughey quasi irriconoscibile - che riesce a mantenere però il suo status di sex symbol - e Bryce Dallas Howard, un attore dall’espressività smisurata.
Tratto da una storia vera, il film è caratterizzato da un ritmo a livello narrativo molto lento ma incisivo. Questo tipo di andamento, nel caso della pellicola, è determinante per spiegare la storia nei particolari e darle quella dimensione reale di cui il pubblico ha bisogno, trattandosi appunto di una vicenda realmente accaduta. D’altra parte, però, la sceneggiatura presenta dei buchi nella trama in quanto gli eventi si susseguono molto velocemente. In questo modo lo spettatore non ha la possibilità di immergersi del tutto nella storia, mentre gli viene lasciato il ‘compito’ di immaginarsi cosa è effettivamente accaduto nel mentre, tra un accadimento e l’altro.
Colpisce invece la struttura della pellicola, che si avvale di stacchi netti tra presente (la stanza d’albergo in cui alloggia David Walsh) e passato (i momenti in cui vengono mostrati i fatti accaduti prima della bancarotta), il tutto raccontato dalla voce talvolta fuoricampo di McConaughey.

Non che sia un elemento originale, però in Gold - La grande truffa non dispiace affatto. Questo perché permette al pubblico di avere dettagli accurati sulla vicenda, nonostante inizialmente - almeno fino a quando non diventa chiaro il metodo adottato dal regista Stephen Gaghan - il salto temporale presente per tutta la durata del film -, lo spettatore possa confondersi.
Magistrale l’interpretazione di Matthew McConaughey, che ha dato vita a un personaggio di grande spessore e capace di sprigionare empatia. Merito anche di una trasformazione fisica ben riuscita, con la pancetta e un principio di ‘calvizie’, che lo rendono molto più ‘umano’ - vicino alla gente comune - di quanto già non sia. Questo grazie all’innata espressività dell’interprete e alla sua capacità di destreggiarsi tra i ruoli più disparati. Noterete, infatti, che risulta credibile sia nei momenti di estrema felicità, sia in quelli di forte drammaticità.

Contribuiscono a dare un tocco in più alla sua performance anche i gesti, il timbro di voce in grado di esprimere le emozioni da lui provate (abbiamo visto il film in versione originale) e la mimica facciale.
In linea di massima tutti gli interpreti risultano perfettamente in parte, anche se una menzione speciale è da attribuire a Bryce Dallas Howard, che con la interpretazione riesce a risultare talmente credibile da sorprendere anche lo spettatore in determinate situazioni, soprattutto quando arrivano i colpi di scena. Ciò è anche dovuto a una buona sceneggiatura, composta da dialoghi diretti, talvolta un po’ ‘terra a terra’ e volgari, ma carichi di forza.
Non deludono inoltre la colonna sonora, caratterizzata da musiche suggestive e adatte al periodo in cui si sono verificati i fatti, e i ‘costumi’ tipici di quel tempo.
La prevedibilità non è certo un problema di Gold - La grande truffa, ma vi consigliamo di seguire con attenzione tutto quello che accade nel film perché alcuni oggetti e frasi torneranno a vivere nel corso della storia.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Safari | Un tirchio quasi perfetto | Natale da Chef | Bastille Day - Il colpo del secolo | Jumanji: Benvenuti nella Giungla | Libere, disobbedienti, innamorate - In Between | Suburbicon | Il vegetale | The Midnight Man | La ruota delle meraviglie | La Convocazione | Ammore e malavita | Il senso della bellezza | Manifesto | Un sacchetto di biglie | Kong: Skull Island (NO 3D) | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Passeri (V.O.) | Veleno | The Rocky Horror Picture Show | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Loveless | Come un gatto in tangenziale | In guerra per amore | Smetto quando voglio - Ad Honorem | La poltrona del padre | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | L'ora più buia | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | L'ora più buia (V.O.) | Dickens - L'uomo che inventò il Natale | Suburbicon (V.O.) | 50 Primavere | Lasciati Andare | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | Coco (NO 3D) | Benedetta Follia | A Ciambra | Il ragazzo invisibile - Seconda generazione | Billy Lynn: Un giorno da eroe | Mr. Ove | L'Atalante | Walk with Me | La Tenerezza | Lion - La strada verso casa | Tre manifesti a Ebbing, Missouri (V.O.) | The Greatest Showman | Sami Blood | Ritorno in Borgogna | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (NO 3D) | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Wonder | The Broken Key | Ella & John - The Leisure Seeker | La corazzata Potemkin | The Greatest Showman (V.O.) | La febbre del sabato sera (V.O.) | Poesia senza fine | Morto Stalin se ne fa un altro (V.O.) | Belle Dormant - Bella Addormentata | Amori che non sanno stare al mondo | L'arte viva di Julian Schnabel | Alla ricerca di Van Gogh | Oltre i confini del male - Insidious 2 | Corpo e anima | Insidious: L'ultima chiave | Wonder (V.O.) | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | La principessa e l'aquila | Due sotto il burqa | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Morto Stalin se ne fa un altro | Napoli velata | Essere Gigione - L'incredibile storia di Luigi Ciaravola | My Generation | Upwelling - La risalita delle acqua profonde | Geostorm (NO 3D) | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | La tartaruga rossa | Poveri ma ricchissimi | Star Wars: Gli ultimi Jedi | Tutti i soldi del mondo | Noi Siamo Tutto | The Paris Opera | The Square | Assassinio sull'Orient Express | Casablanca | Nico, 1988 | L'uomo di neve | L'Insulto | Lady Macbeth | Anime nere | Coco | Ferdinand (NO 3D) | Il diritto di contare | Gatta Cenerentola | Il Premio | Detroit |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per L'uomo sul treno - The Commuter (2018), un film di Jaume Collet-Serra con Liam Neeson, Vera Farmiga, Sam Neill.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: