Leonardo.it

FilmUP.com > Recensioni > Il Permesso - 48 ore fuori
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Il Permesso - 48 ore fuori

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Rosanna Donato28 marzo 2017Voto: 8.0
 

  • Foto dal film Il Permesso - 48 ore fuori
  • Foto dal film Il Permesso - 48 ore fuori
  • Foto dal film Il Permesso - 48 ore fuori
  • Foto dal film Il Permesso - 48 ore fuori
  • Foto dal film Il Permesso - 48 ore fuori
  • Foto dal film Il Permesso - 48 ore fuori
Claudio Amendola torna alla regia cinematografica con “Il Permesso - 48 ore fuori”, in sala a quattro anni di distanza dal suo film d’esordio “La mossa del pinguino”. La pellicola racconta la storia di Luigi, Donato, Angelo e Rossana ai quali sono state concesse 48 ore di permesso fuori dal carcere di Civitavecchia. Per motivi differenti si trovano in galera, dove devono scontare il loro debito con la giustizia. Ma adesso sono fuori e devono decidere in che modo spendere il poco tempo che gli è stato concesso. Vendetta, redenzione, riscatto, amore. Una volta usciti ognuno di loro dovrà fare i conti con il mondo che è cambiato mentre loro erano dentro. Nel cast, oltre alla presenza di Claudio Amendola, ricordiamo Luca Argentero, Valentina Bellè e Giacomo Ferrara.

Chi se lo aspettava di assistere a un film in grado di parlare degli argomenti più disparati con tanta disinvoltura e maestria? “Il Permesso - 48 ore fuori” si erge su una sceneggiatura originale e molto curata nei particolari: non a caso tra gli autori del soggetto, oltre allo stesso Amendola e a Roberto Jannone, troviamo anche Giancarlo De Cataldo (“Romanzo criminale” e “Suburra”). Forte nei dialoghi quanto nelle situazioni che si presentano, il progetto gode di una colonna sonora intrigante che mette in luce le emozioni provate dai diversi personaggi nell’affrontare ostacoli, relazioni complicate, sentimenti contrastanti e tutto ciò che sono chiamati a risolvere in sole 48 ore. La storia segue quattro situazioni personali molto diverse tra loro: Luigi (Claudio Amendola) è un padre di famiglia che, uscito dal carcere, vede il figlio vendere droga in un quartiere la cui supremazia è di un boss molto pericoloso. Donato (Luca Argentero) è un uomo solo che vuole ritrovare la moglie in un ambiente in cui vince il più forte. Angelo (Giacomo Ferrara, visto in “Suburra”) è un ragazzo felice di essere finalmente libero, anche se per poco, mentre Rossana (Valentina Bellè) è la più ricca del gruppo e vuole trovare quella libertà che le è stata tolta tempo addietro.

Per quanto riguarda le scelte di regia, Claudio ha dimostrato ancora una volta che la semplicità funziona sempre, destreggiandosi egregiamente e con molta precisione nel mondo delle inquadrature. La fotografia, poco nitida e fatta prevalentemente di tonalità scure e fredde (proprio a rimarcare la condizione dei protagonisti), contribuisce a rendere il progetto più intenso e reale. Il ritmo è poco incalzante, ma nonostante ciò la pellicola si lascia seguire benissimo, senza annoiare, merito anche della grande espressività degli stessi attori e dell’intensità e profondità delle storie narrate. Da notare è anche il fatto che il cambio di scena (ovviamente le quattro storie si alternano nel corso del film) non è disturbante, ma anzi è come se in qualche modo (vuoi per la colonna sonora, per il contesto o semplicemente per lo stato d’animo provato) sia sempre collegato al momento precedente. Un punto di forza de “Il Permesso - 48 ore fuori” è la capacità di sprigionare empatia grazie all’uso di dialoghi accattivanti, scene di forte impatto emotivo e visivo e l’equilibrio tra elementi prevedibili e quelli di grande sorpresa. Se da una parte la prevedibilità spesso è un male, in quanto caso è fondamentale per ottenere la giusta reazione - il più delle volte di sgomento e amarezza - dallo spettatore. Non delude l’interpretazione degli attori, ma anzi ognuno di loro ha dato il massimo delle sue capacità e lo ha dimostrato attraverso gli abbracci, i sorrisi, gli sguardi, le espressioni di dolore e di gioia.

Tutti convincenti e credibili (molto più di quanto ci si potesse aspettare), ma una menzione speciale è da attribuire a Luca Argentero perché ha dato vita all’interpretazione migliore della sua carriera fino ad ora. Tra i temi trattati emerge senza dubbio l’importanza di essere liberi e di compiere scelte consapevoli. Ma non mancano tematiche più generali, come l’amore inteso nel senso più ampio: quello che dona speranza per il futuro, quello che ti permette di compiere gesti sensati e quello che ti porta a fare di tutto, anche sacrificare la tua vita, pur di non perdere la persona cara.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Lasciati Andare | Il vegetale | Smetto quando voglio - Ad Honorem | Morto Stalin se ne fa un altro | Ammore e malavita | L'Insulto | Un mercoledì di maggio | The Place | Napoli velata | Due sotto il burqa (V.O.) | Natale da Chef | Il diritto di contare | L'intrusa | Sami Blood | Corpo e anima | Gatta Cenerentola | Star Wars: Gli ultimi Jedi | Mistero a Crooked House | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (NO 3D) | Ferdinand (NO 3D) | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Il Ragazzo Invisibile | La Mano Invisibile | Tre manifesti a Ebbing, Missouri (V.O.) | Seven Sisters | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | In guerra per amore | Mr. Ove | L'inganno | Wonder (V.O.) | Vasco Modena Park - Il film | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | La Tenerezza | Wonder | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | Una questione privata | Tutti i soldi del mondo | Manifesto (V.O.) | Kong: Skull Island (NO 3D) | A Casa Nostra | Collateral Beauty | Human Flow | L'ordine delle cose | Anime nere | The Greatest Showman | La pelle dell'orso | Coco (NO 3D) | Il mistero dell'acqua | La battaglia dei sessi | Morto Stalin se ne fa un altro (V.O.) | Point break - Punto di rottura (1991) | Gifted - Il dono del talento | Musei Vaticani 3D | L'incredibile vita di Norman | Coco (V.O.) | The Square | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Il ragazzo invisibile - Seconda generazione | Ella & John - The Leisure Seeker | Dunkirk | Alla ricerca di Van Gogh | L'ora più buia | The Midnight Man | La ragazza nella nebbia | Dickens - L'uomo che inventò il Natale | Notte italiana (1987) | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | The Greatest Showman (V.O.) | Un tirchio quasi perfetto | Due sotto il burqa | Justice League (NO 3D) | La ruota delle meraviglie | Assassinio sull'Orient Express | Loveless | Good Time | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (V.O.) | La ruota delle meraviglie (V.O.) | Ogni tuo respiro | 50 Primavere | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Come un gatto in tangenziale | L'Atalante | Jumanji: Benvenuti nella Giungla | Poveri ma ricchissimi | Benedetta Follia | Detroit | Deepwater - Inferno sull'Oceano | Vi presento Christopher Robin | Aspettando il Re | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Bella addormentata | Il Premio | Assassinio sull'Orient Express (V.O.) | Seven Sisters (V.O.) | La signora dello zoo di Varsavia | Noi Siamo Tutto | Vittoria e Abdul | Sognare è Vivere | Finché c'è prosecco c'è speranza | Il senso della bellezza | Suburbicon | The Conjuring - Il caso Enfield | Happy End | Nove lune e mezza | A Ciambra | Il Viaggio - The Journey | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Veleno | Loving Vincent |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Gli Invisibili (2017), un film di Claus Räfle con Max Mauff, Alice Dwyer, Ruby O. Fee.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: