Leonardo.it

HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Il primo uomo











Albert Camus, giornalista e filosofo, trova la morte tra i rottami di un’automobile nel 1960; all’interno del mezzo fu rinvenuto il manoscritto de "Il primo uomo" che poi sarà pubblicato nel ’94 grazie all’attento lavoro che la figlia Catherine ha fatto su di esso. È proprio su questo testo autobiografico che Gianni Amelio costruisce il film omonimo, la cui vicenda avanza attraverso due linee temporali parallele: l’infanzia del protagonista (ovvero dello stesso Camus) nel dopoguerra e la sua maturità nel 1957 quando torna ad Algeri, città dove è nato e cresciuto, per un intervento all’università dove però non è ben accolto da tutti gli studenti.
Ad Amelio interessa sicuramente narrare la storia ponendo in secondo piano l’aspetto formale: la sua regia è tradizionale e decisamente statica, i movimenti di macchina sono funzionali all’azione, alcune scene sono risolte con inquadrature lunghe rigorosamente a camera fissa. Il commento musicale (composto, diretto e orchestrato da Franco Piersanti) è piuttosto canonico, seppur ben eseguito, così come la fotografia di Yves Cape.
Un discorso a parte va fatto per il doppiaggio della copia italiana cui hanno partecipato grandi attori come Pierfrancesco Favino, Kim Rossi Stuart e Giancarlo Giannini: malgrado le presenze importanti, la realizzazione è stata davvero pessima; oltre ad un problema di sincronia con il labiale, le voci non si adattano bene ai personaggi che animano. La voce di Favino paga lo scotto più alto perdendo tutto il suo calore e la sua profondità in un personaggio (interpretato da Jacques Gamblin) dai tratti freddi e spigolosi. I personaggi appaiono in generale tutti un po’ distaccati e non ben inseriti nel contesto in cui si muovono; si fa fatica a prendere la loro parte e a venirne coinvolti.
Il regista tratta con attenzione gli anni ’20 del Novecento, epoca dell’infanzia dell’alter ego di Camus, dal punto di vista dell’immagine; il piccolo protagonista (interpretato da un bravo Nino Jouglet) va al cinema con la nonna a vedere i grandi classici del muto francese e il maestro fa lezione usando diapositive della Grande Guerra che mostra ai bambini con un proiettore d’epoca. Insomma, un po’ di sequenze piaceranno molto agli amanti dell’antiquariato cinematografico, sempre di grande fascino.
"Il primo uomo" è un film ambientato sessant’anni fa ma racconta vicende che hanno una gran risonanza nella nostra Italia degli anni 2000. Lo stesso Amelio mette in chiaro il suo intento di realizzare un film che non tratti solo della guerra di Algeria, bensì che veicoli una storia universale di definizione dell’identità. Nella pellicola, è il caso dei francesi nati in Algeria che non hanno buoni rapporti con gli algerini "nativi", ma la questione si allarga ben presto all’Italia di oggi in cui convivono diverse etnie e il concetto di "italianità" va indubbiamente ridefinito.
Un buon principio dunque quello alla base di "Il primo uomo" che nel complesso però, proprio in virtù del pensiero di Camus e del suo desiderio di un paese multietnico e pacifico, risulta un pò troppo retorico e a volte buonista.

La frase:
"Colui che scrive non sarà mai all’altezza di colui che muore".

a cura di Fabiola Fortuna

Scrivi la tua recensione!



FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Nostalgia della luce | Mortadello e Polpetta contro Jimmy lo sguercio | Il sale della terra | Robinson Crusoe | Miami Beach | Wild | Fiore del deserto | Il condominio dei cuori infranti | Non essere cattivo | Troppo napoletano | Un Ultimo Tango | Una volta nella vita | Nebraska | Unlearning | Il traduttore | Zeta | Colonia (V.O.) | X-Men: Apocalisse (V.O.) | Just Eat It: A Food Waste Story | La pazza gioia | Alice | Money Monster - L'altra faccia del denaro | Il figlio di Saul | Ogro | Infernet | La sposa bambina | Sotto Assedio - White House Down | Irrational Man | Tardo autunno | Noah (NO 3D) | Cavallo Denaro | La legge del mercato | Anime nere | Irpinia Mon Amour | Mistress America | Taxi Teheran | Benvenuti... ma non troppo | The Idol | Senza lasciare traccia | Alaska | L'esercito più piccolo del mondo | The Dressmaker - Il diavolo è tornato | Fuocoammare | La memoria dell'acqua | Fraulein - Una fiaba d'inverno | Mai stati uniti | Il Regno di Wuba | Iggy Pop | Captain America: Civil War | Florida | Appena apro gli occhi - Canto per la libertà | La corte | Se mi lasci non vale | Captain America: Civil War (NO 3D) | Pelé | Truth - Il prezzo della verità | Macbeth | Da Monet a Matisse - L'arte di dipingere giardini | 10 Cloverfield Lane | Le donne del 6° piano | Wilde Salomé (V.O.) | Tini - La nuova vita di Violetta | Vita Cuore Battito | Somnia | Il libro della giungla | Nonno scatenato | Abbraccialo per me | Wie Männer über Frauen reden | Mouchette - Tutta la vita in una notte | Dio esiste e vive a Bruxelles | Anomalisa | La pazza della porta accanto | Shaun, Vita da Pecora - Il Film | Era d'estate | Alice attraverso lo specchio (NO 3D) | Né Giulietta né Romeo | Desconocido - Resa dei conti | My Father Jack | Pericle il Nero | Les Souvenirs | Lui è tornato | Perfetti sconosciuti | Una Nobile Causa | Brooklyn | Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio | Lo Stato contro Fritz Bauer | The Lesson - Scuola di vita | Julieta (V.O.) | Holidays | Whiskey Tango Foxtrot | Oggi insieme domani anche | Alice attraverso lo specchio (V.O.) | Il Ragazzo della Giudecca | Fiore | Queen: A night in Bohemia | Microbo & Gasolina | Sole alto | Un bacio | Julieta | Lo chiamavano Jeeg Robot | La mossa del pinguino | Le confessioni | Zona d'ombra - Una scomoda verità | Nemiche per la pelle | Alice attraverso lo specchio | Al di là delle montagne | La canzone perduta | Veloce come il vento | Punto zero | Weekend | Il libro della giungla (NO 3D) | Money Monster - L'altra faccia del denaro (V.O.) | Si Vis Pacem, Para Bellum | Con tutto l'amore che ho | I ricordi del fiume | La terra degli orsi | X-Men: Apocalisse (NO 3D) | Marie Heurtin - Dal buio alla luce | La buona uscita | Forever Young | X-Men: Apocalisse | Il caso Spotlight | Assolo | Due euro l'ora | Tangerines - Mandarini | Un'estate in Provenza | Tom à la ferme | Il club | Il resto di niente | La memoria dell'acqua (V.O.) | The Boy | Paco de Lucía: la búsqueda | Colonia | Truman - Un vero amico è per sempre | Heidi |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per L'uomo che vide l'infinito (2015), un film di Matt Brown con Jeremy Irons, Dev Patel, Malcolm Sinclair.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: