Leonardo.it

FilmUP.com > Recensioni > Il ragazzo invisibile - Seconda generazione
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Il ragazzo invisibile - Seconda generazione

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Francesco Lomuscio21 dicembre 2017Voto: 5.0
 

  • Foto dal film Il ragazzo invisibile - Seconda generazione
  • Foto dal film Il ragazzo invisibile - Seconda generazione
  • Foto dal film Il ragazzo invisibile - Seconda generazione
  • Foto dal film Il ragazzo invisibile - Seconda generazione
  • Foto dal film Il ragazzo invisibile - Seconda generazione
  • Foto dal film Il ragazzo invisibile - Seconda generazione
È vero che i supereroi non esistono? Di sicuro, non secondo il giovane Michele Silenzi che avevamo conosciuto tutt’altro che popolare a scuola, poco amante dello studio, incapace di eccellere negli sport, ma destinato a scoprire di essere in grado di far scomparire del tutto il proprio corpo ne “Il ragazzo invisibile”, diretto nel 2014 dal napoletano classe 1950 Gabriele Salvatores. Il Michele Silenzi che è ancora una volta Ludovico Girardello ad interpretare in questo sequel che, sempre sotto la regia del vincitore del premio Oscar autore di “Mediterraneo”, lo vede impegnato ad affrontare una nient’affatto serena adolescenza, in quanto la ragazza dei sogni Stella alias Noa Zatta ama un altro coetaneo e il rapporto con gli adulti si rivela sempre più difficile.
Adulti di cui non fa più parte la Giovanna che ebbe i connotati di Valeria Golino, qui presente soltanto in brevi apparizioni per lasciare spazio a Ksenia Rappoport nei panni di Yelena, che, madre naturale del protagonista, lo trascina in una pericolosa avventura insieme ad una misteriosa ragazza di nome Natasha, incarnata dalla Galatéa Bellugi di “Riparare i viventi”.

Perché, se il lungometraggio precedente guardava chiaramente allo “Spider-man” di Sam Raimi nell’inscenare il difficile percorso intrapreso da Gabriele al fine di apprendere la maniera di controllare la particolare facoltà di cui era venuto a conoscenza, questo secondo capitolo si rifà in maniera evidente alla saga “X-Men”, complice l’introduzione di uno stuolo di individui dotati di particolari poteri e denominati speciali. Individui che spaziano da chi possiede una forza sovrumana a chi si mostra capace di far addormentare le persone con uno sguardo, passando per qualcuno che può addirittura allungare i propri elastici arti, come il Mister Fantastic dei Fantastici 4.

Del resto, già il capostipite lasciava intuire il tentativo di fornire una risposta tricolore ai gettonatissimi cinecomic a stelle e strisce d’inizio terzo millennio; ma, se in quel caso avevamo un elaborato che, pur non esente da pecche di sceneggiatura e penalizzato da una decisamente esile dose di spettacolarità, riusciva a malapena a conseguire il proprio ambizioso obiettivo, qui la situazione non migliora per nulla, anzi, peggiora.
Infatti, sebbene il tutto punti maggiormente all’azione, lo script – per la seconda volta a firma di Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo – sfodera non poche forzature difficilmente giustificabili e gli effetti visivi lasciano in diverse occasioni a desiderare, tanto che il cinefilo più attento alla riscoperta dei b-movie nostrani del passato non fatica ad associare il risultato a ridicoli esperimenti analoghi degli anni Sessanta (si pensi solo a “Flashman” di Mino Loy).

Con la conseguenza che, tra discutibilissimi prove sfoderate da buona parte del cast, musiche tirate in ballo spesso quando non ve ne è bisogno e, al contrario, assenti nei momenti in cui sarebbero necessarie (e sorvoliamo sulla “Wouldn’t it be nice” dei Beach boys che si contende ormai il primato con “Sympathy for the Devil” dei Rolling stones per quanto riguarda storiche hit cinematograficamente abusate a vanvera), il respiro generale si avvicina più a quello di una parodia che di una continuazione.
Mancando il bersaglio che, invece, Gabriele Mainetti aveva pienamente centrato tramite lo splendido “Lo chiamavano Jeeg robot” contestualizzando il suo italian superhero nell’ambito della delinquenza di stampo romano, anziché puntare in maniera improbabile – come fatto erroneamente in questo caso e nel primo episodio – a mastodontiche (ir)realtà criminali di taglio internazionale.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
A Ciambra | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | Gli eroi del Natale | La tartaruga rossa | Tre manifesti a Ebbing, Missouri (V.O.) | Oltre i confini del male - Insidious 2 | Ferdinand | Paddington 2 | Il senso della bellezza | Corpo e anima | Benedetta Follia | Passeri (V.O.) | Ribelle - The Brave (NO 3D) | La ruota delle meraviglie | Gatta Cenerentola | Belle Dormant - Bella Addormentata | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | Loving Vincent | Beata ignoranza | The Place | David Hockney Royal Academy Of Art | Storie di cavalli e di uomini | Loveless | Napoli velata | Coco (V.O.) | The Paris Opera | L'Insulto | Lasciati Andare | L'ora più buia | L'arte viva di Julian Schnabel | La Tenerezza | La signora dello zoo di Varsavia | Il Gruffalò & Gruffalò e la sua Piccolina | Il vegetale | Un sacchetto di biglie | Il Premio | Assassinio sull'Orient Express | Jumanji: Benvenuti nella Giungla | L'uomo di neve | The Greatest Showman | The Greatest Showman (V.O.) | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | Morto Stalin se ne fa un altro | Nut Job 2: Tutto molto divertente | Essere Gigione - L'incredibile storia di Luigi Ciaravola | Suburbicon | Coco | Un tirchio quasi perfetto | Poesia senza fine | Ferdinand (NO 3D) | Split | My Generation | Vampiretto | Due sotto il burqa | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Mr. Ove | Kong: Skull Island (NO 3D) | Hokusai dal British Museum | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Paterson | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (V.O.) | Il ragazzo invisibile - Seconda generazione | Wonder (V.O.) | L'ora più buia (V.O.) | Come un gatto in tangenziale | The Midnight Man | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (NO 3D) | Suburbicon (V.O.) | Wonder | Zero Dark Thirty | Fargo | My Little Pony: Il Film | Tutti i soldi del mondo | Ammore e malavita | Libere, disobbedienti, innamorate - In Between | Cenerentola | Nut Job - Operazione Noccioline (NO 3D) | Cars 3 (NO 3D) | Star Wars: Gli ultimi Jedi | Alla ricerca di Van Gogh | The Square | Bastille Day - Il colpo del secolo | Smetto quando voglio - Ad Honorem | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Poveri ma ricchissimi | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Ella & John - The Leisure Seeker | Manifesto | 50 Primavere | Happy End | Insidious: L'ultima chiave | Morto Stalin se ne fa un altro (V.O.) | Safari | Walk with Me | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | Anime nere | Noi Siamo Tutto | Veleno | Detroit | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | La corazzata Potemkin | Coco (NO 3D) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Bigfoot Junior (2017), un film di Jeremy Degruson, Ben Stassen con Cinda Adams, George Babbit, Laila Berzins.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: