HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Tonya

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Francesco Pozzo12 marzo 2018Voto: 6.5
 

  • Foto dal film Tonya
  • Foto dal film Tonya
  • Foto dal film Tonya
  • Foto dal film Tonya
  • Foto dal film Tonya
  • Foto dal film Tonya
Tratto dalla vera storia di Tonya Harding, talento del pattinaggio su ghiaccio d'estrazione sociale povera e dalla carriera compromessa a causa della sua mancanza d'eleganza e del successivo azzoppamento di una compagna di squadra per colpa del violento ed inetto marito, Tonya si regge prevedibilmente sulle robuste spalle della bravissima e bellissima Margot Robbie, talento cristallino che ce la mette tutta per dare forma e sostanza ad un'anima persa e martoriata, faccia sporca dell'America e vittima sacrificale segnata fin dalla nascita dal milieu depravato in cui sviluppò la sua passione e da una madre alcolizzata e senza amore che con la scusa di fortificarla la picchiava per sfogare le proprie angosce e frustrazioni più recondite, seguita a ruota dal fidanzato e futuro marito Jeff Gillooly (il soldato d'inverno Sebastian Stan) che dopo un breve momento di tenerezza iniziale seguirà il cattivo esempio abusando di Tonya fino a comprometterne per sempre la potenzialmente brillante carriera.

La figura e il ventre materno, dicevamo, magnificamente restituiti da una strepitosa Allison Janney meritatamente premiata con la sacrosanta statuetta d'oro che offre una performance potente e stratificata, rendendo alla perfezione la durezza e le sfaccettature della suo coriacea e sgradevole virago che non è figura semplicemente e gratuitamente crudele bensì complessa e disturbata, prova vivente, proprio come la figlia Tonya, che l'ambiente in cui cresci e le persone che ti circondano definiscono chi sei e quello che sarai, e che spesso, anche mettendocela tutta, non possiamo evadere dal groviglio degli eventi e dagli schemi del destino.

Tonya è in trappola fin dal principio. Succube dell'umanità degradata che la circonda, spezzata dalla madre sfatta e alcolizzata, incompresa dagli altri, vituperata da un compagno manesco e dal suo ancora più stupido e pericoloso compagno che la metteranno nei guai seri fino a distruggerle la vita, Tonya è l'eroina tragica che affronterà le grettezze della vita incassando i colpi a testa alta e rialzandosi sempre più forte di prima, attraversando la pista e lo schermo in un susseguirsi d'interviste reali ed elaborate che faranno lentamente e salacemente luce su quanto successe con molte e poco affidabili prospettive immortalate dalla direzione fluida di quel Craig Gillespie del già delicato e interessante Lars e una ragazza tutta sua, che segue questa volta l'eccezionale Robbie con cuore e perizia rendendo un adeguato servizio alla vera Tonya e alla performance dell'attrice non brillando però per particolare originalità ed inventiva, penalizzato forse da un approccio ampiamente testato e da un copione che non sarà ricordato come la cosa più fresca e dirompente vista in sala negli ultimi tempi.

Ricorrendo al sarcasmo e all'ironia per addolcire la pillola di un racconto al vetriolo amaro e ricco di zone d'ombra e mischiando la narrazione corale alla Good Fellas alle sfide psicofisiche di Black Swan e alla lezione non sempre venerabile di David O. Russell, Gillespie strizza l'occhio ai fasti di Toro Scatenato e ripropone con onestà ma senza troppa fantasia una struttura già collaudata e meglio in molte altre occasioni, infilando ancora una volta il trito e francamente noioso giochetto dei protagonisti che parlano in camera al quale si aggiunge il solito repertorio di musiche pop tanto elettrizzanti quanto prevedibili, da Romeo & Juliet dei Dire Straits passando per Goodbye Stranger fino al Gloria di scorsesiana memoria per approdare ancora una volta all'inevitabile Passenger, ricostruendo con mestiere un corrotto e pittoresco universo di tragicomici perdenti capaci di sorreggere un filmetto piacevole ma non particolarmente brillante che anziché osare e sperimentare preferisce adagiarsi sui trucchetti del mestiere e sulla sicurezza di solide performance e di strade già percorse.

Peccato, perché il film vanta alcuni bei momenti e le prove di classe contribuiscono a riscoprire luci ed ombre di un personaggio dimenticato che avrebbe forse meritato di più, una vittima degli eventi che la vita ha schiacciato fin dal principio e sulla cui vicenda, fra un sorriso e una smorfia d'orrore, occorre sicuramente fermarsi a riflettere.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Johnny English colpisce ancora | L'albero dei frutti selvatici | Styx | La ruota delle meraviglie | Ride (di Jacopo Rondinelli) | First Man - Il primo uomo | The Wife - Vivere nell'ombra | Notti magiche | Il castello di vetro | The Deep Blue Sea (V.O.) | Il settimo sigillo | La melodie | Robin Hood - L'origine della leggenda | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | Comandante | Klimt e Schiele - Eros e Psiche | Cento anni | Non dimenticarmi | Quasi nemici - L'importante è avere ragione | Disobedience (V.O.) | L'appartamento (V.O.) | Charley Thompson | Bohemian Rhapsody | In guerra | Menocchio | La Casa dei Libri | Lucky | Red Zone - 22 miglia di fuoco | Woman in Gold | Beate | Soldado | Paulina | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Roma | La fuitina sbagliata | Hotel Gagarin | Animali Fantastici e Dove Trovarli (NO 3D) | Toro scatenato | L'appartamento | Il Grinch | Sulla mia pelle | L'uomo che rubò Banksy | La ragazza dei tulipani | La prima pietra | Capri-Revolution | Cosa fai a Capodanno? | Red Land (Rosso Istria) | Un piccolo favore | L'ape Maia - Le olimpiadi di miele | Non ci resta che vincere (V.O.) | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (V.O.) | Opera senza autore | A Star Is Born | L'ordine delle cose | Coco (V.O.) | Van Gogh - La Grande Arte al cinema | Sulle sue spalle | Colette | L'atelier | In guerra (V.O.) | Summer | Ride | Non ci resta che vincere | Lady Bird | Troppa grazia | Le Ninfee di Monet - Un Incantesimo di Acqua e Luce | Tutti lo sanno | Halloween | Un giorno all'improvviso | Alpha - Un'amicizia forte come la vita (NO 3D) | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald | Se son rose | Disobedience | L'apparizione | Santiago, Italia | A Private War | Tonya | La donna elettrica | Seguimi | Montparnasse femminile singolare | Up&Down - Un film normale | Ti presento Sofia | Il Grinch (V.O.) | Bohemian Rhapsody (V.O.) | Euforia | Alpha - Un'amicizia forte come la vita | Roma (V.O.) | 2001: Odissea nello spazio (V.O.) | E' nata una stella | La Strega Rossella e Bastoncino | Lontano da qui | Lo schiaccianoci e i quattro regni (NO 3D) | Tutti in piedi | Il vegetale | Morto Stalin se ne fa un altro | Il maestro di violino | Senza lasciare traccia | Un sogno chiamato Florida | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Chiudi gli occhi - All i see you | Non è un paese per giovani | Ricchi di fantasia | Colette (V.O.) | La donna dello scrittore | Calcutta - Tutti In Piedi | Conta su di me | Dinosaurs | Il Grinch (NO 3D) | Lo sguardo di Orson Welles | Il mistero della casa del tempo | Una storia senza nome | Non ci resta che piangere | Don't Worry | Un Affare di Famiglia | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Gli Incredibili 2 (NO 3D) | Come un gatto in tangenziale | Il complicato mondo di Nathalie | Sulle sue spalle (V.O.) | The Children Act - Il verdetto | Girl | Sono tornato | Isabelle | Un marito a metà | Morto tra una settimana... o ti ridiamo i soldi | Widows - Eredità criminale | Tre volti | Mamma mia! Ci risiamo | In viaggio con Adele | Abracadabra | A Casa Tutti Bene | Il vizio della speranza | Il giorno della civetta | Ovunque proteggimi | L'uomo che uccise Don Chisciotte (V.O.) | La casa delle bambole - Ghostland | Ciao Amore, Vado a Combattere | Il castello |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Lontano da qui (2018), un film di Sara Colangelo con Maggie Gyllenhaal, Gael García Bernal, Ato Blankson-Wood.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: