FilmUP.com > Recensioni > La battaglia dei sessi
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

La battaglia dei sessi

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Rosanna Donato16 ottobre 2017Voto: 6.0
 

  • Foto dal film La battaglia dei sessi
  • Foto dal film La battaglia dei sessi
  • Foto dal film La battaglia dei sessi
  • Foto dal film La battaglia dei sessi
  • Foto dal film La battaglia dei sessi
  • Foto dal film La battaglia dei sessi
“La battaglia dei sessi”, il film diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris con protagonisti Emma Stone e Steve Carell, racconta uno degli eventi sportivi più attesi di tutti i tempi nel 1973. Stiamo parlando di una partita di tennis fra la campionessa del mondo Billie Jean King e l’ex campione e scommettitore seriale Bobby Riggs. L’evento è stato denominato ”La battaglia dei sessi" in quanto è stato organizzato durante il periodo della rivoluzione sessuale e della nascita del movimento per i diritti delle donne. Si tratta di una competizione che permetterà alle donne di dimostrare quanto queste ultime siano uguali agli uomini e, come tali, meriterebbero di essere trattate allo stesso modo, anche a livello economico.
Jonathan Dayton e Valerie Faris portano sul grande schermo la versione romanzata di una delle gare più seguite di tutti i tempi, il cui tema centrale è, ancora adesso, molto attuale: la disparità tra i sessi. Al di là del fattore economico (è questo che spinge le femministe e, in particolare, Billie Jean King (Emma Stone) ad iniziare una battaglia contro i maschilisti), ciò che porta le donne a prendere una posizione in merito è la necessità di dimostrare che, come gli uomini, anche loro sono in grado di badare a se stesse, di guadagnarsi il pane quotidiano, di portare a casa dei risultati. Eppure, la vicenda si svolge in un’epoca dove a farla da padrone è l’idea che la figura femminile sia buona a fare solo lavori domestici e a soddisfare i desideri dell’uomo. Ma non è così e la protagonista ne è la prova. Parliamo di un personaggio che però non viene approfondito come meriterebbe ed è poco originale. In realtà, se vogliamo dirla tutta, anche i temi “secondari” è come se venissero solo citati per dare maggiore importanza alla storia generale. Questo è un vero peccato perché si tratta di argomenti fondamentali, che in qualche modo riguardano la vita di ogni uomo, spesso ferito dai pregiudizi delle persone e obbligato a nascondere la sua vera natura per evitare ripercussioni. Il problema diventa ancora più grande per chi è una personalità pubblica, che deve combattere tra ciò che realmente è e quello che gli altri vorrebbero fosse.
A livello tecnico, il ritmo è incalzante, anche se perde di intensità in alcune scene dove la sceneggiatura risulta un po’ piatta. Il copione, infatti, pecca di prevedibilità, è banale e non presenta dialoghi in grado di soddisfare le aspettative di un possibile spettatore. Non sentiamo nulla di particolarmente incisivo uscire dalla bocca degli attori protagonisti e anche i personaggi da loro interpretati non aggiungono niente di nuovo al nostro cinema. Sono figure già viste e riviste sul grande schermo, anche se le performance di Emma Stone e Steve Carell (Bobby Riggs) non deludono affatto. Questo però non basta nel momento in cui si tende a dare maggior spazio ai primi piani di Billie Jean King per rendere la storia più coinvolgente a livello emozionale.
Sono altre le questioni che dovrebbero essere messe in risalto, ma ne “La battaglia dei sessi” si tende a romanzare la vicenda più del dovuto. Non che emozionare il pubblico sia cosa da poco, ma sarebbe bene capire quando è il caso di non esagerare. A colpire è invece la fotografia sporca, un po’ sgranata, che ricorda molto quella usata nelle pellicole anni ‘70, epoca in cui si svolge la vicenda raccontata. Questo aspetto, proprio per la volontà di riportare indietro nel tempo rievocando uno stile ormai in disuso, è molto apprezzabile.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Conversazioni Atomiche | I Misteri di Ichnos - La Strega di Belvì | Lady Bird | Hell Fest | First Man - Il primo uomo (V.O.) | Richard - Missione Africa | Dancer | Manuel | Sogno di una notte di mezza età | Alpha - Un'amicizia forte come la vita (NO 3D) | Bohemian Rhapsody | Non ci resta che vincere | La casa delle bambole - Ghostland | Conta su di me | Widows - Eredità criminale | Roma | Il testimone invisibile | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (V.O.) | Robin Hood - L'origine della leggenda | Colette | Bohemian Rhapsody (V.O.) | Un piccolo favore | Red Land (Rosso Istria) | Michelangelo - Infinito | Sulle sue spalle | The Party | Lontano da qui | Troppa grazia | Imagine - Una vita al limite | Santiago, Italia | Disobedience | Zanna Bianca (NO 3D) | Leonardo da Vinci - Il genio a Milano | Menocchio | 7 uomini a mollo | La Casa dei Libri | Omicidio al Cairo (V.O.) | Una storia senza nome | Isabelle | Un Affare di Famiglia | The Wife - Vivere nell'ombra | Sulla mia pelle | Halloween | Non ci resta che vincere (V.O.) | Ti presento Sofia | Lo sguardo di Orson Welles | La Casa dei Libri (V.O.) | Quasi nemici - L'importante è avere ragione | 2001: Odissea nello spazio | Il vizio della speranza | Summer | Le ereditiere | La stanza delle meraviglie | In guerra | Lo sguardo di Orson Welles (V.O.) | Il castello di vetro | Lo schiaccianoci e i quattro regni (NO 3D) | Asino vola | Le Fidèle (V.O.) | Separati ma non troppo | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | La donna dello scrittore | A Casa Tutti Bene | A Christmas Carol | Ride | Alpha - Un'amicizia forte come la vita | Tre volti | Il Grinch (NO 3D) | Ovunque proteggimi | Colette (V.O.) | Parigi a Piedi Nudi | A Voce Alta - La Forza della Parola | La prima pietra | Kedi - La Città dei Gatti | The Children Act - Il verdetto | Tutti lo sanno | La Strega Rossella e Bastoncino | Che bella giornata | A Star Is Born | Il mistero della casa del tempo | Gli Incredibili 2 (NO 3D) | Se son rose | L'uomo che uccise Don Chisciotte | La donna elettrica | The Teacher | The Zero Theorem - Tutto è vanità | Il ragazzo più felice del mondo | Widows - Eredità criminale (V.O.) | Mary Shelley - Un amore immortale (V.O.) | A Quiet Passion | Bob & Marys - Criminali a domicilio | Il dubbio - Un caso di coscienza | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Ulysses: A Dark Odyssey | L'uomo che rubò Banksy | Un altro me | L'appartamento (V.O.) | L'ape Maia - Le olimpiadi di miele | Macchine mortali | Senza lasciare traccia | Hotel Gagarin | Io e te | Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza | Angel face | Papa Francesco - Un uomo di parola | I Villani | Io ballo da sola | Un giorno all'improvviso | Il giovane Karl Marx | Notti magiche | Un sacchetto di biglie | Tonya | The Summit | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | Johnny English colpisce ancora | Renzo Piano: l'architetto della luce | Soldado | Figlia mia | Chesil Beach - Il segreto di una notte | L'appartamento | Up&Down - Un film normale | La terra dell'abbastanza | A Private War | Caravaggio - L'anima e il sangue | La mala educación | The Dawn Wall | Macchine mortali (NO 3D) | Il Grinch | Transfert | Il Banchiere Anarchico | First Man - Il primo uomo | Roma (V.O.) | Corpo e anima |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Alita: Angelo della battaglia (2018), un film di Robert Rodriguez con Jennifer Connelly, Michelle Rodriguez, Christoph Waltz.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: