La terra dei morti viventi
A distanza di vent'anni tornano gli incubi romeriani, scenari di un'apocalisse di genesi tutt'altro che umana, nè autoctona al genere. Gli zombi, i morti viventi, continuano a camminare sulla terra. Anzi. Sono a pieno titolo detentori di una larga fetta di quel che prima era ricordata come una multicolore e formicolante metropoli.
New York, scenario per eccellenza di sequenze epico-apocalittiche (Vi ricordate Vanilla Sky?) è per l'80% ad appannaggio delle mostruose creature dell'oltretomba (gli "walker", come vengono cinicamente e inquietantemente definite nella versione originale). La popolazione sopravvissuta all'ondata di questo strano morbo è arroccata all'interno di Manhattan, dove cerca di tessere trame sociali e rapporti umani che ricalchino la serenità e la normalità della vita di una volta.
La struttura sociale che si riforma all'interno della fascia protetta è paradigmatica della sottotraccia di critica sociopolitica di tipica appartenenza al cinema horror. Si distinguono così, disegnati chiaramente, gli stereotipi della grande elite governativa, degli eroi e antieroi popolari, della massa brulicante e ignara e della "contromassa", quei morti viventi che, sembra voler accennare Romero, sono meno ignari di quel che accade che non il popolo rinchiuso e illuso nella piccola lingua di terra ancora civilizzata.
Se c'è una grande novità, che però veniva quantomeno accennata nel lontano e mitologico "La notte dei morti viventi", è che gli zombi apprendono dall'esperienza. Novità quasi epocale per il genere che li aveva visti essenzialmente come creature stupide ed intellettualmente immobili.
L'apprendimento, una minima capacità di saper collegare causa ed effetto, sarà la rovina per la massa brulicante, che si sente garantita da un potere che fonda le sue basi sull'argilla.
A differenza dello scanzonato Danny Boyle di "28 giorni dopo" che ci regalava morti viventi agili e scattanti, (caratteristica che verrà ripresa proprio dal remake di "Zombi", "L'alba dei morti viventi" di Zack Snyder) Romero torna agli zombi da lui inventati. Gli "walker" rispondono in pieno al loro nome, non corrono, camminano. La condizione che subiscono menoma i loro movimenti, non li sviluppa. Radicalmente diversa diventa la chiave di lettura in questo senso. Nel primo caso, la massa informe di non morti costituisce un pericolo in quanto fisicamente più prestante e pronta dell'uomo, vera e propria massa d'urto. Romero sembra voler riportare il genere, a suo avviso deragliato, nei giusti binari. Gli zombi costituiscono, come vuole la (sua) tradizione, un pericolo perché sottovalutati. Ma oltre a questo c'è anche un'indicazione, un consiglio, per l'esplorazione di futuri territori. Ovvero la minaccia dell'intelligenza, della comprensione del reale, che mette a serio rischio quella barriera intellettivo-percettiva che ci superava dal diverso.
Romero mette in scena così un nuovo classico, che risente tuttavia dell'ormai abuso che si è fatto del genere. I trucchi del mestiere emergono nel montaggio frenetico, contrapposto alle musiche quasi consolatorie, ma che assumono un accezione inquietante grazie alla loro gestione attenta e puntuale. Per protagonisti principali il regista sceglie due volti non noti al grande pubblico come quelli di Simon Baker (già visto ne "Il pianeta rosso") e John Leguizamo (lui invece protagonista minore di una serie di buoni lavori, tra i quali "Summer of Sam" di Spike Lee o "Moulin Rouge" di Baz Luhrmann). Gli si affianca un'Asia Argento che sguazza in un ruolo a lei congeniale, e Dennis Hopper, anche lui in una parte che gli si attaglia.
A quasi quaranta anni dal primo, extra-economico, lavoro, il padre degli zombi ritorna sul grande schermo ancora una volta, innestandosi su un solco ormai (troppo) battuto, ma regalandoci delle idee nuove che, a ben vedere, potrebbero porre le basi per una reinvenzione del genere.

Pietro Salvatori

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
L'inganno perfetto (V.O.) | Searching Eva | A Tor Bella Monaca non piove mai | IRA | The Rider - il sogno di un cowboy | Ailo - Un'avventura tra i ghiacci | Tutti Pazzi a Tel Aviv | Come se non ci fosse un domani | Psicomagia - Un'arte per guarire | Cena con delitto - Knives Out (V.O.) | Selfie di famiglia | Io, Leonardo | Il professore e il pazzo | Gli uomini d'oro | Good bye Lenin! | Countdown | Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle (V.O.) | La Famosa Invasione degli Orsi in Sicilia | La vita invisibile di Eurídice Gusmão | Scary Stories to Tell in the Dark | Il paradiso probabilmente (V.O.) | Otto e mezzo | Of Fathers and Sons | Cetto c'è senzadubbiamente | I racconti di Parvana - The Breadwinner | The Bra - Il reggipetto | Aspromonte - La terra degli ultimi | Nati 2 volte | Sulla mia pelle | Summer | Maleficent - Signora del Male (NO 3D) | Valzer con Bashir | La paranza dei bambini | Il paradiso probabilmente | Il traditore | Up&Down - Un film normale | Motherless Brooklyn - I Segreti di una Città | C'era una volta...a Hollywood | La famiglia Addams (NO 3D) | Le Mans '66 - La grande sfida | L'Immortale (2010) | L'età giovane | Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle (NO 3D) | Pupazzi alla Riscossa - UglyDolls | Il Regno | Grandi bugie tra amici | Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle | Una canzone per mio padre | Midway | Joker | Cena con delitto - Knives Out | Il Peccato - Il furore di Michelangelo | Cafarnao - Caos e miracoli | Il giorno più bello del mondo | Un Giorno di Pioggia a New York | Un sogno per papà | Mio fratello rincorre i dinosauri | Lou Von Salomé | Le ragazze di Wall Street - Business Is Business | Qualcosa di meraviglioso (V.O.) | L'inganno perfetto | I due Papi (V.O.) | The Irishman | La Scomparsa di mia Madre | Un Giorno di Pioggia a New York (V.O.) | Ad Astra | Dolor y Gloria | Boy Erased - Vite cancellate | La Belle Époque | C'è tempo | Attraverso i miei occhi | La fattoria dei nostri sogni | Stanno tutti bene - Everybody's Fine | Storia di un Matrimonio (V.O.) | Mia e il Leone Bianco | Tutto il mio folle amore | L'ufficiale e la spia (V.O.) | Downton Abbey | Aquile randagie | L'uomo del labirinto | I due Papi | Le Mans '66 - La grande sfida (V.O.) | Qualcosa di meraviglioso | Sarah & Saleem - Là dove nulla è possibile | L'ufficiale e la spia | Una scomoda verità 2 | Il mio profilo migliore | Burning - L'Amore Brucia | I figli del mare | Herzog incontra Gorbaciov | Sono Solo Fantasmi | Motherless Brooklyn - I Segreti di una Città (V.O.) | Parasite | Yesterday | L'immortale | Dio è donna e si chiama Petrunya | Se mi vuoi bene | Il ritratto negato | Martin Eden | Letizia Battaglia - Shooting the Mafia | Parasite (V.O.) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Last Christmas (2019), un film di Paul Feig con Emilia Clarke, Emma Thompson, Michelle Yeoh.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: