FilmUP.com > Recensioni > Made in Italy
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Made in Italy

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Rosanna Donato22 gennaio 2018Voto: 6.0
 

  • Foto dal film Made in Italy
  • Foto dal film Made in Italy
  • Foto dal film Made in Italy
  • Foto dal film Made in Italy
  • Foto dal film Made in Italy
  • Foto dal film Made in Italy
“Made in Italy” racconta l’Italia di Luciano Ligabue, avvalendosi non solo della regia del celebre cantante italiano ma anche delle sue canzoni. È una tormentata dichiarazione di amore verso il nostro Paese, che ci viene mostrata attraverso lo sguardo di Riko (Stefano Accorsi). Quest’ultimo è un uomo onesto alle prese con una vita in cui tutto sembra essere diventato improvvisamente precario: il lavoro, il futuro, i sentimenti. Ma se a volte rialzarsi non è facile, Riko ha scelto di non darla vinta al tempo che corre: c'è un matrimonio da difendere e riconquistare, ci sono amici su cui contare e una casa da non vendere. Riko decide di mettersi in gioco e prendere finalmente in mano il suo destino, ma non tutto andrà per il verso giusto. Nel cast, insieme a Stefano Accorsi, vediamo tra i tanti Kasia Smutniak, Fausto Maria Sciarappa, Walter Leonardi e Filippo Dimi.

“Made in Italy” è un film che vuole mostrare la vita di un uomo qualunque, Riko, personaggio che Ligabue ha definito come un suo “alter ego”. Il regista di “Radiofreccia” (1998) e “Da zero a dieci” (2002) ha messo in luce un’Italia stanca, un’Italia dove è facile perdere il controllo della propria vita e il senso della propria esistenza. Il problema non è tanto la varietà dei temi affrontati - dai tradimenti ai problemi di gioco d’azzardo, dalla perdita del lavoro (non poteva mancare una critica in merito) alla depressione -, quanto il modo in cui vengono messi in luce. Ché poi non si può certo parlare di profondità, perché spesso Ligabue affronta le tematiche con molta superficialità: o si passa da una situazione all’altra in maniera troppo veloce, come se il regista avesse paura di annoiare il suo pubblico dando maggiore spessore ad alcune scene rispetto ad altre, oppure soffermandosi più di quanto ci si aspetterebbe su alcuni eventi. Insomma non c’è equilibro: né per quanto riguarda il ritmo narrativo, né riguardo lo stile di regia, che di errori ne conta davvero molti. Un altro difetto è senza dubbio la netta scissione tra la prima parte di “Made in Italy”, che comprende battute ironiche e pungenti e sembra lasciare qualche speranza per il futuro all’Italia, e la seconda parte. Un’ora più drammatica, dove tutto sembra andato perso per Riko, dove la speranza svanisce per lasciare spazio alla depressione, allo sconforto, alla sensazione che non esista più un motivo per continuare a vivere.

Eppure il film di Luciano Ligabue non è banale fino all’estremo, ma anzi - attraverso una sceneggiatura ben curata, anche se talvolta sopra le righe - riesce a rendere bene l’idea di un’Italia insoddisfatta. Sì, ma pur sempre attaccata alla sua terra, da Roma a Vigevano, per toccare poi la Romagna e i suoi meravigliosi territori. È qui che il regista fa centro, mostrando il Bel Paese anche attraverso l’immensa bellezza delle città che lo compongono. E chissà, magari ci sarà una speranza anche per Riko e i suoi amici, magari - come dice Haley Joel Osment (Trevor McKinney) in “Un sogno per domani” - “il mondo non è tutto quanto merda”. Tra sorprese ed eventi drammatici, il film di Ligabue lascia emergere un senso di impotenza di fronte all’imprevedibilità della vita, che spesso ci riserva molto più di quanto potessimo aspettarci. Buona la prova d’attore di Stefano Accorsi - aveva già lavorato con il regista per “Radiofreccia” -, anche se talvolta manca di quella forza espressiva che avrebbe contribuito a rendere “Made in Italy” una pellicola imperdibile. Ma non lo è. Non è imperdibile. E anche l’interpretazione di Kasia Smutniak non è delle migliori. Mentre in altre occasioni l’attrice si era rivelata una bellissima sorpresa. Insomma, se amate Ligabue e le sue canzoni, ma anche le critiche sociali all’Italia e i suoi affascinanti luoghi, allora potrete trovare qualcosa di buono in “Made in Italy. Ma non aspettatevi un capolavoro, perché è evidente che, oltre ad essere spesso retorico, il film non ha pretese, così come non le ha avute Luciano Ligabue durante le riprese.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
L'appartamento (V.O.) | Widows - Eredità criminale | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | Omicidio al Cairo (V.O.) | Macchine mortali | First Man - Il primo uomo (V.O.) | Exit Through the Gift Shop | Red Land (Rosso Istria) | Alla salute | Il vizio della speranza | Corpo e anima | Colette (V.O.) | L'uomo che uccise Don Chisciotte | L'atelier | L'uomo sul treno - The Commuter | Unsane | Bohemian Rhapsody | Un giorno all'improvviso | Un piccolo favore | Parigi a Piedi Nudi | Separati ma non troppo | Roma | Roma (V.O.) | Pulp Fiction (V.O.) | A Star Is Born | Il ragazzo più felice del mondo | La Casa dei Libri (V.O.) | Michelangelo - Infinito | Gli Incredibili 2 (NO 3D) | Halloween | Il Grinch | Non ci resta che vincere | Ride (di Jacopo Rondinelli) | Stronger - Io sono più forte | La donna dello scrittore | Sogno di una notte di mezza età | Il testimone invisibile | Le Fidèle (V.O.) | Ti presento Sofia | Colette | Un piccolo favore (V.O.) | Tonya | Menocchio | Petit Paysan - Un eroe singolare | L'appartamento | Tutti lo sanno | La donna che visse due volte | Il gioco delle coppie | First Man - Il primo uomo | Conversazioni Atomiche | Richard - Missione Africa | La Strega Rossella e Bastoncino | Tito e gli Alieni | Non ci resta che vincere (V.O.) | Transformers - L'ultimo cavaliere (NO 3D) | L'uomo che rubò Banksy | Senza lasciare traccia | Lontano da qui (V.O.) | Santiago, Italia | Morto tra una settimana... o ti ridiamo i soldi | A Quiet Passion | Lo sguardo di Orson Welles | Bohemian Rhapsody (V.O.) | Il maestro di violino | Tre volti | In guerra | In guerra (V.O.) | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Don't Worry (V.O.) | Il mistero della casa del tempo | Sulla mia pelle | Alpha - Un'amicizia forte come la vita | Lo schiaccianoci e i quattro regni (NO 3D) | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (V.O.) | BlacKkKlansman | Up&Down - Un film normale | Banksy Does New York | Millennium - Quello che non uccide | Styx | Il castello di vetro | Ricomincio da noi | Troppa grazia | Din Don | Bumblebee (NO 3D) | Ti Porto Io | Alpha - Un'amicizia forte come la vita (NO 3D) | Renzo Piano: l'architetto della luce | Notti magiche | Opera senza autore | Un sacchetto di biglie | Paulina | Museo - Folle Rapina A Città Del Messico (V.O.) | Chesil Beach - Il segreto di una notte | Amici come prima | Estate 1993 | La donna elettrica (V.O.) | The Wife - Vivere nell'ombra | Transfert | I Misteri di Ichnos - La Strega di Belvì | Macchine mortali (NO 3D) | Ovunque proteggimi | La mia famiglia a soqquadro | Lontano da qui | Un Affare di Famiglia | La donna elettrica | L'ape Maia - Le olimpiadi di miele | A Voce Alta - La Forza della Parola | Don't Worry | Ride | Se son rose | Moschettieri del Re - La penultima missione | La casa delle bambole - Ghostland | Disobedience | Wine to love | Capri-Revolution | Il Banchiere Anarchico | La prima pietra | Vergine giurata | Isabelle | La Casa dei Libri | Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza | Macchine mortali (V.O.) | Un nemico che ti vuole bene | The Dawn Wall | Conta su di me | Il Grinch (NO 3D) | Dinosaurs | Due sotto il burqa | Charley Thompson | Il dubbio - Un caso di coscienza | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Quasi nemici - L'importante è avere ragione | Robin Hood - L'origine della leggenda | Il complicato mondo di Nathalie | The Children Act - Il verdetto | Summer |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Contro l'ordine divino (2017), un film di Petra Biondina Volpe con Marie Leuenberger, Maximilian Simonischek, Rachel Braunschweig.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: