Melancholia
Due lunghi frammenti per spiegare un inizio film catastrofico, da Armageddon.
Nel primo, Justine è una novella sposa che, in abito bianco, giunge col marito alla festa nuziale organizzata per lei in un magnifico castello dalla sorella Claire, moglie e madre di un bambino. In fretta capiamo che qualcosa in Justine non va: a differenza della sicura Claire, la sposa è spesso assente, come se pensieri molesti si appropriassero di lei, si allontana con frequenza dalla festa, appartandosi. Nel secondo frammento ci occupiamo di Claire, che invita la sorella a stare da lei. Veniamo a sapere che un pianeta, Melancholia, si sta avvicinando alla terra e che la collisione è inevitabile. Melancholia fa fede al suo nome, appestando tutti, animali compresi, di tristezza e depressione. E appestando anche lo spettatore, come Lars von Trier sa fare bene. E con esiti più o meno buoni. Qui siamo al minimo storico di comunicazione, nonostante le prove attoriali, la bionda Kirsten Dunst che sa trasmettere la desolazione e Charlotte Gainsbourg, già interprete del controverso Antichrist di von Trier, che vuole invece combatterla, salvare se stessa e la sua famiglia da un destino comune. Più Kiefer Sutherland, John Hurt, Udo Kier, Charlotte Rampling, Stellan Skarsgård.
Non c’è bisogno di Lars von Trier per proclamare che il mondo è in pericolo, l’umanità non ha speranza e che questa apocalisse è del tutto meritata, secondo il nichilista danese. Con la protervia irritante che gli è propria, con le dichiarazioni in conferenza stampa da cui il Festival di Cannes ha preso le distanze, von Trier fa della sua condizione esistenziale (se è reale e non recitata) la condizione di tutti: da buon cineasta, filma immagini suggestive, che talora catturano ipnoticamente, ma vola a bassa quota, nonostante il suo sguardo, come quello dei protagonisti, si volga verso un cielo minaccioso, in cui incombe il pianeta blu di Melancholia. Non osa e non si pone domande, resta cultore passivo di un dato di fatto, resta cultore di se stesso e della propria depressione, da cui non può (?) e non vuole uscire. Ci si aspetta di più: un chiedersi, un affanno, un’idea... non un dolente abbandonarsi. Ciò che rimane è un Armageddon iniziale, con tanto di Wagner e del suo Tristano e Isotta, che fa venir voglia allo spettatore di alzare i tacchi e uscire dalla sala.

La frase: "La Terra è cattiva. È inutile lamentarsi per lei".

Donata Ferrario

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.














I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Belle & Sebastien - Amici per sempre | Richard Jewell | La Scomparsa di mia Madre | Martin Eden | Escher - Viaggio nell'infinito | Downton Abbey (V.O.) | La Dea Fortuna | Jojo Rabbit (V.O.) | Hare Krishna! Il Mantra, il Movimento e lo Swami che ha dato inizio a tutto | Andrey Tarkovsky. Il cinema come preghiera | Light of My Life | 1938 - Diversi | Piccole donne | La Belle Époque | Qualcosa di meraviglioso | Otto e mezzo | Jumanji - The Next Level | City of Crime | Frozen 2 - Il Segreto di Arendelle (NO 3D) | Dio è donna e si chiama Petrunya | Joker | Pepe Mujica, una vita suprema | La Freccia del Tempo | The New Pope (Serie TV) | Botero - Una ricerca senza fine | Il mistero Henri Pick | Il mistero Henri Pick (V.O.) | Scherza con i fanti | Piccole donne (V.O.) | Un Giorno di Pioggia a New York | Hammamet | 1917 | The Lodge | Playmobil The Movie | The Farewell - Una Bugia Buona | Cena con delitto - Knives Out | Yesterday | Pinocchio | Just Charlie - Diventa chi sei | Gli invisibili (2014) | La favorita | Le verità (2017) | La Famosa Invasione degli Orsi in Sicilia | Storia di un Matrimonio (V.O.) | Il paradiso probabilmente | Jojo Rabbit | Sorry We Missed You | Joker (V.O.) | Grazie a Dio | La famiglia Belier | L'inganno perfetto (V.O.) | Il Primo Natale | Star Wars - L'Ascesa di Skywalker (V.O.) | 1917 (V.O.) | The Farewell - Una Bugia Buona (V.O.) | Sulle ali dell'avventura | La ragazza d'autunno | Amarcord | L'ufficiale e la spia | Ritratto della giovane in fiamme (V.O.) | Rosa | Herzog incontra Gorbaciov (V.O.) | Sorry We Missed You (V.O.) | L'amica geniale (Serie TV) | Figli | Last Christmas (V.O.) | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | Star Wars - L'Ascesa di Skywalker | Aquile randagie | La rosa bianca - Sophie Scholl | Tolo Tolo | Girl | La dolce vita | L'uomo dal cuore di ferro | Opera senza autore | Antropocene - L'epoca umana | Herzog incontra Gorbaciov | Star Wars - L'Ascesa di Skywalker (NO 3D) | Richard Jewell (V.O.) | Un sacchetto di biglie | Ritratto della giovane in fiamme | #AnneFrank. Vite parallele | Green book | Chi scriverà la nostra storia | Me contro Te - La vendetta del Signor S | La douleur | Torna a casa, Jimi! 10 cose da non fare quando perdi il tuo cane a Cipro | Manaslu - La Montagna Delle Anime | Tappo - Cucciolo in un Mare di Guai | C'era una volta...a Hollywood | Doctor Sleep | 18 regali | Un Giorno di Pioggia a New York (V.O.) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Judy (2019), un film di Rupert Goold con Renée Zellweger, Jessie Buckley, Rufus Sewell.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: