Leonardo.it

 HOMEPAGE News Press | Tutto l'ARCHIVIO

PAUL SCHRADER AL"PREMIO SERGIO AMIDEI"

GIOVEDÌ 16 LUGLIO - SABATO 25 LUGLIO 2009. PAUL SCHRADER A GORIZIA PER RITIRARE IL PREMIO ALL'OPERA D'AUTORE 2009

Sarà consegnato a Paul Schrader - a Gorizia assieme alla moglie Mary Beth Hurt - il Premio all'Opera d'Autore 2009.
Attribuito a grandi autori che si sono cimentati nel cinema e nell'immagine, che hanno saputo distinguersi come artisti completi con una particolare attenzione nell'ambito della scrittura, della sceneggiatura e della narrazione, il Premio all'Opera d'Autore rappresenta uno dei momenti più importanti del Premio Amidei in quanto riconoscimento a figure cinematografiche che hanno saputo comprendere ed interpretare l'arte così come la vita, traducendo in immagini il senso profondo dell'umana esistenza. Un riconoscimento carico di intensità che - in occasione dell'edizione 2009 - si arricchisce di un ulteriore importante significato celebrando l'opera di un artista che ha raggiunto risultati straordinari nel campo non solo della sceneggiatura, ma della critica così come nella regia.

Organizzato dal Comune di Gorizia - Parco Culturale e dalla Associazione di cultura cinematografica " Sergio Amidei" in collaborazione con il Dams (discipline arte musica spettacolo) di Gorizia - Università degli studi di Udine e con il contributo della Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia, Fondazione Cassa di Risparmio e l'Assessorato alla cultura della Provincia di Gorizia, il Festival Internazionale alla Miglior Sceneggiatura Premio Sergio Amidei ha premiato nelle scorse edizioni Fabio Carpi, Abbas Kiarostami, Bernard Tavernier, Ken Loach, Wim Wenders, Edgar Reitz, Giuliano Montaldo e Miklòs Jancsò e ora Paul Schrader, una figura straordinaria del cinema americano, un intellettuale originale e brillante che ha scritto alcune tra le pagine più intense del cinema statunitense.

Noto come sceneggiatore di alcuni dei più importanti film di Martin Scorsese quali Taxi Driver e Toro scatenato, Schrader ha dato prova del suo eclettico dinamismo firmando la regia di alcuni capolavori dagli anni Ottanta a oggi come American Gigolo, Il bacio della pantera e Affliction. E' stato inoltre critico cinematografico e teorico del cinema, il che ha permesso di collegarne l'attività alle forme varie della scrittura cinematografica che il Premio divulga.

Il Premio all'Opera d'Autore a Schrader sarà anche e soprattutto un'imperdibile occasione per approfondire la sua opera attraverso un'attenta retrospettiva monografica dei film sceneggiati, diretti e persino recensiti. Sarà questa una chance per vedere e rivedere alcuni masterpieces del cinema di tutti i tempi - su cui Schrader ha lavorato come critico e teorico - tra cui Pickpocket di Bresson, e altri film di maestri del cinema europeo.

Le tante proposte legate a Schrader, però, non finiscono qui. Nel corso del festival infatti verrà presentata la pubblicazione LA LUCE DELLA SCRITTURA. SCHRADER CRITICO, SCENEGGIATORE, REGISTA a cura di Roy Menarini. Un'opera monografica dedicata all'autore americano per conoscere la sua opera, comprendere la sua poetica e - motivazione che ha reso necessario un lavoro di ricerca documentaristica ed iconografica così importante - colmare la quasi totale assenza nell'editoria italiana di opere dedicate ad uno dei maggiori maestri del cinema di sempre. Per la prima volta, nel volume, verranno pubblicate (in doppia lingua, inglese e italiano) le recensioni di Paul Schrader all'epoca della sua attività critica. Si tratta di un'occasione unica per scoprire l'apprendistato di uno dei cineasti più appassionati di storia del cinema e più innamorati del cinema del passato. Nel libro, inoltre, saggi dei maggiori studiosi italiani dell'opera di Schrader.

Schrader sarà dunque a Gorizia nelle giornate dell'Amidei per ritirare il premio ma anche per offrire al pubblico un importante momento - pressoché unico - di confronto e discussione nel corso di dibattiti e conferenze ancora una volta legate al mondo della scrittura cinematografica.

Si conferma in questo modo il ruolo prezioso dell'Amidei nel panorama italiano per parlare di sceneggiatura e non solo con grandi nomi, professionisti del settore, critici e semplici appassionati. Dieci giorni di puro cinema lontano dai falsi clamori.

La 28° Edizione del Premio Internazionale alla Migliore Sceneggiatura Cinematografica "PREMIO SERGIO AMIDEI" si svolgerà al Palazzo del Cinema di Gorizia e al Parco Coronini presso la Villa Coronini Cronberg, da giovedì 16 luglio a sabato 25 luglio 2009.
Il Premio è organizzato dall' Associazione di Cultura Cinematografica "Sergio Amidei", dal Comune di Gorizia - Assessorato alla cultura, in collaborazione con il DAMS Cinema Gorizia-Università degli Studi di Udine, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e della Provincia di Gorizia. I premi assegnati sono il Premio Internazionale alla Migliore Sceneggiatura, il Premio all' Opera Prima e il Premio all' Opera d' Autore. Numerose sono state le personalità che nel corso degli anni hanno ricevuto, ospiti a Gorizia, questi riconoscimenti tra le quali Otar Iosseliani, Milcho Manchevski Fabio Carpi, Bertrand Tavernier, Giuseppe Piccioni, Ken Loach, Riccardo Milani, Pedro Almodovar, Abbas Kiarostami, Wim Wenders, Edgar Reitz, Gianni Zanasi e Giuliano Montaldo.

FILM IN CONCORSO
In questa sezione, come di consueto, vengono proposti i film selezionati dalla giuria del premio Amidei, che concorrono al riconoscimento per la migliore sceneggiatura realizzata. La selezione riguarda i titoli europei usciti nelle sale durante la stagione cinematografica 2008-09, film che si sono distinti per meriti di originalità e creatività delle soluzioni narrative adottate. La giuria quest'anno è composta da la sceneggiatrice Suso Cecchi D'Amico, lo sceneggiatore Francesco Bruni, i registi Ettore Scola, Franco Giraldi, Giuseppe Piccioni, Mario Monicelli, l'attrice Giovanna Ralli e la produttrice Silvia D'Amico.
I film verranno proiettati nella fascia serale, in prima serata (21.00- 23.00).
In occasione delle proiezioni verrà distribuito il catalogo generale. Raccolta di recensioni, presentazioni dei film in concorso, contributi critici originali: il Premio Amidei accompagna le retrospettive con un testo introduttivo ed esplicativo, che accompagna, illustra e documenta le sezioni del Premio.

LA SCRITTURA BREVE
In questa sezione il Premio Amidei presenta una sintesi dei cortometraggi più interessanti dell'ultima stagione, che si sono distinti per creatività nei principali festival e rassegne europee. I film vengono proiettati nella fascia serale, in apertura di serata, nel parco di Villa Coronini Cronberg. Gli autori dei corti introducono le loro produzioni al pubblico.

SCENEGGIATORI
Come ogni anno il Premio propone una retrospettiva monografica dedicata all'attività di uno sceneggiatore: nelle trascorse edizioni l'Amidei ha approfondito figure fondamentali della scritture cinematografica, spaziando dal cinema muto al cinema contemporaneo (da Béla Balázs a Rulli e Petraglia), offrendo la possibilità agli spettatori di inusuali percorsi dentro la storia del cinema, italiano e internazionale.
Quest´anno la rassegna riguarda l'artista che verrà insignito con il Premio all'Opera: Paul Schrader
Schrader è una figura straordinaria del cinema americano, un intellettuale originale e brillante, che ha scritto alcune tra le pagine più intense del cinema statunitense, un eclettico del cinema che è passato con successo dalla critica alla sceneggiatura, approdando alla regia, raggiungendo anche in questo caso risultati sorprendenti. Noto come sceneggiatore di alcuni dei più importanti film di Martin Scorsese, come "Taxi Driver" e "Toro scatenato". Ma è anche regista di alcuni capolavori dagli anni Ottanta a oggi, come "American Gigolo", "Il bacio della pantera", "Affliction". Inoltre, è stato anche critico cinematografico e teorico del cinema, il che permette di collegarne l'attività alle forme varie della scrittura cinematografica che il Premio divulga.
Accanto alla pubblicazione di un libro sulla molteplice attività poetica di Paul Schrader, il Premio Amidei propone una retrospettiva dei film sceneggiati, diretti e persino recensiti dall'autore americano. La retrospettiva sarà dunque un'occasione anche per vedere e rivedere alcuni masterpiece del cinema di tutti i tempi (su cui Schrader ha lavorato come critico e teorico) tra cui "Il gusto del saké" di Ozu, "Pickpocket" di Bresson, "La passione di Giovanna d'Arco" di Dreyer e "Los olvidados" di Bunuel.

PREMIO ALL'OPERA D'AUTORE
Il premio viene attribuito a grandi autori che si sono cimentati nel cinema e nell'immagine, che hanno saputo distinguersi come artisti completi con una particolare attenzione nell'ambito della scrittura, della sceneggiatura e della narrazione, giungendo ad una umana e completa comprensione dell'arte e della vita. Nelle passate edizioni il Premio è stato assegnato a maestri del cinema quali Fabio Carpi, Abbas Kiarostami, Bernard Tavernier, Ken Loach, Wim Wenders, Edgar Reitz, Giuliano Montaldo. Di conseguenza, quest'anno il Premio all'Opera viene attribuito al magistero di Paul Schrader, che sarà presente a Gorizia per incontrare il pubblico e gli appassionati di cinema.

FILM/REALITY: I GRANDI SCENEGGIATORI ITALIANI
Vocazione primaria del Premio Amidei è quella di dare voce al mestiere dello sceneggiatore. Ecco perché quest'anno verrà riportato al centro della manifestazione il ruolo degli scrittori di cinema nella loro professionalità più autentica. La sezione storicamente dedicata alla non-fiction ospita dunque una lunga serie di "ritratti documentari" su sceneggiatori della storia del cinema italiano e offrirà la possibilità di gettare un ponte con gli sceneggiatori di oggi, che verranno chiamati a confrontarsi con i grandi maestri di ieri. Aprirà la sezione il documentario di Luca Zingaretti dedicato a Suso Cecchi d'Amico, firma storica del cinema italiano, autrice prediletta tra gli altri da Luchino Visconti. Altri protagonisti della sezione saranno tra gli altri Sergio Amidei (raccontato dal documentario di Silvia ed Ettore Scola), Ugo Pirro, Tullio Pinelli, Franco Solinas.

LA SCRITTURA DELL'IMMAGINARIO: I. SCRIVERE/IMMAGINARE LA LUNA
La sezione vuole esplorare il ruolo del cinema per come ha immaginato e raffigurato la Luna prima dello sbarco del 1969. Approfittando del fatto che durante il festival si festeggerà il quarantennale dello sbarco sulla Luna, una breve rassegna di film rari e sorprendenti ripercorreranno l'immaginario di realizzatori e spettatori, finendo col parlare ancora una volta di scrittura, e di invenzione, all'interno di un fitto rapporto con la letteratura fantastica e l'illustrazione popolare. La sezione proporrà dunque un viaggio affascinante e stimolante dentro il cinema, partendo dai poetico cortometraggio muto di Georges Méliès, "Viaggio sulla luna" (1902), passando da alcuni capolavori del muto come "Una donna nella Luna" di Fritz Lang, per arrivare alle opere di culto della fantascienza americana degli anni Cinquanta (come "Uomini sulla Luna" di Irving Pichel, senza disdegnare alcune divertenti digressioni nel comico, come "Totò nella Luna" di Steno.

LA SCRITTURA DELL'IMMAGINARIO: II. LA PAROLA-IMMAGINE
La sezione, che dà spazio al cinema sperimentale e di ricerca, esplora quei film che hanno "giocato" con le lettere e le parole trasformandole in immagini, in invenzioni per lo schermo, in produzioni audiovisive. L'avanguardia cinematografica ha spesso riflettuto intorno al potenziale visivo delle immagini, costruendo opere originali rielaborando lettere, parole e grafie, portando così sullo schermo dei trattati visivi di teoria. La parola si fa sempre immagine al cinema: la sezione afferma la centralità dello "scritto cinematografico attraverso una prospettiva inusuale e inedita.

SPAZIO OFF
La retrospettiva "Italiana off" nel 2008 ha proposto un primo parziale bilancio del cinema off in Italia, grazie a una ricognizione originale dello stato del cinema indipendente e semi-indipendente italiano. Visto il grande successo di pubblico dell'iniziativa, e il risalto nazionale evidenziato dai dibattiti che ne sono seguiti e dalla pubblicazione omonima (edita da Transmedia s.p.a.), il Premio Amidei mantiene alta l'attenzione sul cinema indipendente nazionale e si propone di aprire una finestra su questo cinema, candidandosi a casa comune per i cineasti, giovani e meno giovani, che girano film ai margini del difficile sistema distributivo. La sezione sarà impreziosita dalla presenza di critici, sceneggiatori, registi, produttori.

LA SCRITTURA INDIFESA: I BAMBINI E LA GUERRA
Infine, una sezione del premio verrà dedicata alla rappresentazione dell'infanzia in guerra. Nella storia del cinema sono stati prodotti alcuni memorabili capolavori sul tema - come Germania anno di Rossellini, Sciuscià di De Sica - purtroppo tuttora attuale. Il maestro della critica, Goffredo Fofi, da anni ospite del festival, ha operato una selezione di film importanti, alcuni rari, altri celeberrimi, per ripensare all'innocenza infranta e alla capacità del cinema di raccontare il destino difficile dei bambini in guerra. Come per tutte le sezioni, anche questa sarà accompagnata da una tavola rotonda aperta al pubblico, in cui critici e professionisti si confronteranno sui temi-guida delle sezioni.

Il Premio "Sergio Amidei" offre a studenti provenienti dalle Università e dalle scuole di cinema italiane e straniere la possibilità di partecipare alla manifestazione. Gli studenti potranno usufruire dell'ospitalità e di un pass per accedere a tutte le proiezioni.

Per informazioni www.amidei.com

(10 Giugno 2009)


<< Ritorna all'elenco dei Comunicati Stampa.

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | La principessa e l'aquila | Piuma | Suburbicon (V.O.) | Revolution - La Nuova Arte per un Mondo Nuovo | The Place | Il Gruffalò & Gruffalò e la sua Piccolina | Assassinio sull'Orient Express | L'equilibrio | L'uomo di neve | Borg McEnroe | La signora dello zoo di Varsavia | Malarazza | Non c'è campo | Gramigna | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | Loveless | La Tenerezza | L'inganno | La botta grossa | L'ordine delle cose | Vittoria e Abdul | 120 battiti al minuto | La battaglia dei sessi | Manhattan | Un americano a Parigi | Smetto quando voglio - Ad Honorem | Happy End | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Le energie invisibili - Da Milano a Roma in cammino | Gimme Danger | Justice League (NO 3D) | Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse | Star Wars: Gli ultimi Jedi | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | Star Trek Beyond (V.O.) | La notte che mia madre ammazzò mio padre | Ogni tuo respiro | Suburbicon | L'esodo | Mazinga Z - Infinity | Poveri ma ricchissimi | Gli eroi del Natale | Lettere da Berlino | La febbre del sabato sera (V.O.) | L'arte viva di Julian Schnabel | Il cliente | Mister Felicità | Lasciati Andare | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Ritorno in Borgogna | Free Fire | 50 Primavere | Thor: Ragnarok (NO 3D) | Noi Siamo Tutto | Canaletto a Venezia | Il domani tra di noi | Daddy's Home 2 | Gatta Cenerentola | Detroit | Due sotto il burqa (V.O.) | L'Insulto | Ferdinand (NO 3D) | Il senso della bellezza | Paddington 2 | Ammore e malavita | Poveri ma ricchi | La ruota delle meraviglie (V.O.) | Mistero a Crooked House | Amori che non sanno stare al mondo | Anime nere | Kong: Skull Island (NO 3D) | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Veleno | Natale da Chef | Dunkirk | Star Wars: Gli ultimi Jedi (V.O.) | Smetto quando voglio | Bad Moms 2 - Mamme molto più cattive | Uninvited - Marcelo Burlon | The Square | Detroit (V.O.) | Super vacanze di Natale | The Rocky Horror Picture Show | Finché c'è prosecco c'è speranza | Il Premio | Sami Blood | La lucida follia di Marco Ferreri | Gli sdraiati | Seven Sisters | L'altra metà della storia | Star Trek Beyond (NO 3D) | Il palazzo del Viceré | Due sotto il burqa | Caccia al tesoro | Gifted - Il dono del talento | Nut Job 2: Tutto molto divertente | Assassinio sull'Orient Express (V.O.) | Walk with Me | Nico, 1988 | La febbre del sabato sera | My Little Pony: Il Film | Still Alice | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | Manifesto | Star Wars: Il Risveglio della Forza (NO 3D) | Una questione privata | Loving Vincent | La ruota delle meraviglie | Gomorra 3 - La serie | La La Land | La corazzata Potemkin |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per C'est la vie - Prendila come viene (2017), un film di Eric Toledano, Olivier Nakache con Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve, Gilles Lellouche.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: