FilmUP.com > Opinioni > Casomai
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Casomai

Opinioni presenti: 114
Media Voto: Media Voto: 8 (8/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



bellissimo...

(9/10) Voto 9di 10

Il miglior Fabio Volo insieme a quello del film "La febbre" (guarda caso ancora di D'Alatri) in uno dei migliori film italiani del decennio. Per niente banale, dotato di un realismo ai livelli dei migliori film del genere, dialoghi quasi mai didascalici e tutti gli attori in gran forma. Bravissima anche la Rocca. da vedere. si impara qualcosa sul matrimonio, sui figli, sul tenere botta!



Stefano, 45 anni, usmate (MI).




Il vero senso della vita

(8/10) Voto 8di 10

Tommaso e Stefania, due anime semplici con una vita simile a quella di tutti nella città che non perdona l'innocenza e neppure la felicità, una Milano impietosa e indifferente come troppa parte della nostra esistenza. Il film è una celebrazione del matrimonio e due stelle luminose accompagnano la vicenda matrimoniale di questa coppia nella quale tutti più o meno ci identifichiamo: un sacerdote d'altri tempi, attento e innovatore, geniale interprete della parabola della vita e quasi custode del segreto della felicità e del vero significato dell'unione tra due persone e, quasi dissimulato nella pellicola ma di forte impatto emotivo, Andrea, il loro meraviglioso bambino che ha l'unico torto di nascere in un mondo che vive l'infanzia come un fastidio, un costo, un impedimento alla libertà umana e professionale. Il prete ci accompagna dall'inizio alla fine del film; parte dal basso, in tutti i sensi, e s'innalza quasi carismaticamente fino ad accompagnare su proprio invito la clamorosa uscita di tutti gli amici e parenti dalla chiesa poichè loro non hanno capito che un matrimonio non è solo un "sì" tra due persone, ma una comunione di felicità alla quale tutti devono poter partecipare. Il film è un "flash-forward" della vita di Tommaso e Stefania che si spegne a un attimo dalla fine, dal disastro della coppia, quando l'avveduto sacerdote - che solo riesce ad intravvedere i rischi di oggi - li ammonisce sul loro futuro e fornisce l'insegnamento più importante. Il bimbo ci lascia con l'immagine davvero struggente dei genitori che litigano sugli spalti della piscina durante il corso di nuoto quando, ormai allo stremo delle loro forze e del loro coraggio, essi si azzannano sui dettagli della separazione mentre il piccolo sgambetta in acqua e sembra allontanarsi in questa vasca senza confini che è poi il mare aperto della vita, solo e senza voltarsi verso papà e mamma perchè essi non sono più nel loro ruolo e perchè - ormai - la famiglia nella quale era nato due anni prima sembra essere già morta nell'indifferenza... a meno che... (e qui sta il messaggio fondamentale) Tommaso e Stefania non sappiano capire che l'amore non teme cenere nè polvere, nè nuvole nè tradimenti, nè cattiverie nè ostacoli di amici e parenti che riversano consigli non voluti e forse neppure mirati; l'amore - quello vero, quello del "non posso stare senza di te" - resta e aspetta solo d'essere capito. Da il senso alla vita. Ci piace immaginare che anche la vasca dove il piccolo Andrea muove i primi passi del nuoto verso l'ignoto ritorna ad essere un caldo bagnetto pieno d'attenzioni.



Flavio, 42 anni, Genova (GE).




Il trionfo della normalità

(7/10) Voto 7di 10

L'intento di questo film è chiaramente quello di riprodurre la quotidianità,la vita di due persone normalissime afflitte da problemi tutt'altro che banali,anche se molto comuni. Il film guardato con superficialità verrà senza dubbio etichettato come "piatto",ma in realtà il suo fascino deriva proprio da questa sua aurea realistica,che rende la pellicola molto piacevole. Davvero buona l'interpretazione di Fabio Volo,alla sua prima performance cinematografica.



Valeria, 21 anni, Torino (TO).




realistico e coinvolgente!

(8/10) Voto 8di 10

finale a sorpresa che nobilita il film! attori molto bravi, la cui "normalità" contribuisce all'effetto realistico del film il discorso finale del prete è molto profondo ed è la base x lunghe riflessioni sull'assurdità di questa società che vuole che trae vantaggio dall'infelicità dell'uomo



Sofia, 25 anni, Milano (MI).




Pieno di luoghi comuni

(8/10) Voto 8di 10

Questo film è bello perchè è pieno di luoghi comuni, ma è proprio nell'intenzione del film esserlo. Realistico.



SimoneRaul, 34 anni, Desio (MI).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 23   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Visages villages | La ragazza dei tulipani | Un figlio all'improvviso | Un sogno chiamato Florida | Papillon | Mamma mia! Ci risiamo | La Settima Musa | La Banda Grossi | Ride | Revenge | Gifted - Il dono del talento | Il cittadino illustre | Lola + Jeremy | Visages villages (V.O.) | Dog Days | Un marito a metà | Lazzaro Felice | The Equalizer 2 - Senza perdono (V.O.) | Dark Crimes | Mission Impossible: Fallout (V.O.) | Resta con me (V.O.) | Gli Incredibili 2 (NO 3D) | The Silent Man | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (V.O.) | New York Academy - Freedance | Wajib - Invito al matrimonio | Come ti divento bella! | Sulla mia pelle | Dogman | A Voce Alta - La Forza della Parola | Slender Man | Una storia senza nome | Toglimi un dubbio | La terra dell'abbastanza | I segreti di Wind River | Saremo giovani e bellissimi | Loro 1 | Mission Impossible: Fallout (NO 3D) | La ragazza dei tulipani (V.O.) | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Gotti - Il primo padrino | Transfert | A Voce Alta - La Forza della Parola (V.O.) | El abrazo de la serpiente | Amori che non sanno stare al mondo | Teen Titans Go! Il film | Hereditary - Le radici del male | 1945 | Mary Shelley - Un amore immortale | Ken il guerriero - La leggenda di Hokuto | Mamma mia! Ci risiamo (V.O.) | Ocean's 8 (V.O.) | Don't Worry | Beate | The Greatest Showman | Favola | Il posto delle fragole | Tonya | La Casa Sul Mare | Gli Incredibili 2 (V.O.) | Piazza Vittorio | Bogside Story | Padre | Toro scatenato (V.O.) | Toro scatenato | Asino vola | Il sacrificio del cervo sacro | Just friends | Sing Street | Il Viaggio - The Journey | Un amore così grande | Io prima di te (V.O.) | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Resident Evil: The Final Chapter (NO 3D) | Ritorno al Bosco dei 100 Acri | The Nun: La Vocazione del Male | The Happy Prince (V.O.) | Il maestro di violino | Un Affare di Famiglia | Salvador Dalì - La ricerca dell'immortalità | Ant-Man and the Wasp (NO 3D) | La profezia dell'armadillo | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Don't Worry (V.O.) | Il sale della terra | Gli Incredibili 2 | Resta con me | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa | Isis, tomorrow. The lost souls of Mosul | The Equalizer 2 - Senza perdono | Un Affare di Famiglia (V.O.) | Parigi a Piedi Nudi | Lucky | A Modern Family | Boxe Capitale | Maria Maddalena | Tito e gli Alieni | Sembra mio figlio | Il sacrificio del cervo sacro (V.O.) | Hotel Transylvania 2 (NO 3D) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Macchine mortali (2018), un film di Christian Rivers con Robert Sheehan, Hugo Weaving, Stephen Lang.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: