FilmUP.com > Opinioni > Darkman
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Darkman

Opinioni presenti: 15
Media Voto: Media Voto: 8.5 (8.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Mitico Raimi!

(10/10) Voto 10di 10

Questo quarto lungometraggio di Sam Raimi è decisamente uno straordinario ed esilarante tour de force registico e melodrammatico. Da non perdere!



Myrr, 35 anni, Ferrara (FE).




un altro cavaliere oscuro

(8/10) Voto 8di 10

bel film in cui colpisce il protagonista interpretato dal grande liam neeson con la sua storia non proprio originalissima (l'antieroe con i suoi problemi, la storia d'amore, ecc.), ma pur sempre coinvolgente



waffy, 23 anni, bari.




L'opinione di Riccardo

(6/10) Voto 6di 10

E' un film che non è facile definire, il regista mischia troppe cose e stempera troppo in situazioni eccessivamente grottesche. La scena che ho trovato più fastidiosa quando Darkman è appeso ad un cavo da un elicottero e cercano di farlo sbattere su di un camion e lui fa i passetti di corsa, mi ha un pò ricordato l'avvilente terzo e dimenticato Superman. Insomma il film è infarcito di situazioni assurde. La trama non è certamente banale ma lo svolgimento "visionario" è alquanto debole di "visione" per l'appunto. Il film è forse volutamente girato come un b-movie ma l'effetto è di film scadente. Un pò come qualche film di Rodriguez. Insomma forse grande genio, forse bassi budget, forse grandi capacità ma in questo film latita la qualità delle scene, è un film grossolano, spaccone, assurdo e compiacente. Forse è questo il segreto del suo successo. Ed un pò non dispace neache a me ma non và oltre la sufficenza.



Riccardo, 41 anni, Montesilvano.




Verrà il giorno…

(10/10) Voto 10di 10

Per la critica ufficiale, Sam Raimi resterà sempre quello scarmigliato ragazzino che, ai tempi dell’università, divideva l’appartamento con i geniali, immensi, divini fratelli Coen (cos’avranno poi di speciale…), che negli anni ‘80 s’è fatto un nome con horror demenziali per un pubblico “dall’età mentale di dodici anni “ (citando l’illuminato Morandini riguardo L’Armata delle Tenebre), e ora si è venduto a Hollywood confezionando i due Spider-Man, infinitamente più banali e commerciali rispetto ai bellissimi Batman di Tim Burton (che però furono anch’essi molto criticati a loro tempo, anche se nessuno vuole ricordarlo). Ma verrà il giorno in cui Raimi sarà giustamente riconosciuto come uno dei più originali registi viventi. Il suo è uno stile travolgente, eccessivo, visionario, entusiasmante, con un amore per il cinema e i suoi generi (ma anche per il cartoon, le comiche del muto e altro ancora) che i sopraccitati Coen e il più celebre Tarantino manco si sognano. Inoltre questi ultimi raccontano di personaggi volutamente grotteschi e senz’anima, ai quali è impossibile affezionarsi, mentre Raimi resta ancorato al classico cinema fantastico e d’avventura, riuscendo a infondere sentimenti e umanità anche al personaggio più incredibile. Darkman, oltre a essere il suo primo film per una major (la Universal), è la sintesi perfetta di tutte le qualità di Raimi: un incrocio tra i super eroi dei fumetti (Batman, L’Uomo Ombra) e i vecchi miti dell’horror classico (gli scienziati pazzi, il Fantasma dell’Opera), ma nel mezzo trovano spazio anche il thriller d’azione e il melodramma sentimentale. Rispetto ai suoi precedenti film a basso costo (La Casa 1 & 2) qui c’è forse meno ritmo, ma l’idea di dare un fondo di verosimiglianza scientifica ai “poteri” dell’eroe è geniale, e se stavolta Raimi si concentra sugli stati d’animo dei protagonisti, non rinuncia mai al suo mix di horror e humor nero. Grande anche Liam Neeson, che all’occorrenza riesce a essere spaventoso e commovente, ma anche eccessivo e teatrale come Vincent Price ne L’Abominevole Dottor Phibes. Musiche di Danny Elfman (Batman, I Simpson). Ha ispirato due sequel, dove Raimi si limita a produrre e Neeson è degnamente sostituito da Arnold Vosloo (La Mummia1 & 2).



Giovanni, 24 anni, Palazzolo Sull’Oglio (BS).




Verrà il giorno…

(10/10) Voto 10di 10

Per la critica ufficiale, Sam Raimi resterà sempre quello scarmigliato ragazzino che, ai tempi dell’università, divideva l’appartamento con i geniali, immensi, divini fratelli Coen (cos’avranno poi di speciale…), che negli anni ‘80 s’è fatto un nome con horror demenziali per un pubblico “dall’età mentale di dodici anni “ (citando l’illuminato Morandini riguardo L’Armata delle Tenebre), e ora si è venduto a Hollywood confezionando i due Spider-Man, infinitamente più banali e commerciali rispetto ai bellissimi Batman di Tim Burton (che però furono anch’essi molto criticati a loro tempo, anche se nessuno vuole ricordarlo). Ma verrà il giorno in cui Raimi sarà giustamente riconosciuto come uno dei più originali registi viventi. Il suo è uno stile travolgente, eccessivo, visionario, entusiasmante, con un amore per il cinema e i suoi generi (ma anche per il cartoon, le comiche del muto e altro ancora) che i sopraccitati Coen e il più celebre Tarantino manco si sognano. Inoltre questi ultimi raccontano di personaggi volutamente grotteschi e senz’anima, ai quali è impossibile affezionarsi, mentre Raimi resta ancorato al classico cinema fantastico e d’avventura, riuscendo a infondere sentimenti e umanità anche al personaggio più incredibile. Darkman, oltre a essere il suo primo film per una major (la Universal), è la sintesi perfetta di tutte le qualità di Raimi: un incrocio tra i super eroi dei fumetti (Batman, L’Uomo Ombra) e i vecchi miti dell’horror classico (gli scienziati pazzi, il Fantasma dell’Opera), ma nel mezzo trovano spazio anche il thriller d’azione e il melodramma sentimentale. Rispetto ai suoi precedenti film a basso costo (La Casa 1 & 2) qui c’è forse meno ritmo, ma l’idea di dare un fondo di verosimiglianza scientifica ai “poteri” dell’eroe è geniale, e se stavolta Raimi si concentra sugli stati d’animo dei protagonisti, non rinuncia mai al suo mix di horror e humor nero. Grande anche Liam Neeson, che all’occorrenza riesce a essere spaventoso e commovente, ma anche eccessivo e teatrale come Vincent Price ne L’Abominevole Dottor Phibes. Musiche di Danny Elfman (Batman, I Simpson). Ha ispirato due fiacchi sequel, dove Raimi si limita a produrre e Neeson è degnamente sostituito da Arnold Vosloo (La Mummia1 & 2).



Giovanni, 24 anni, Palazzolo Sull'Oglio (BS).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 3   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Ralph Spacca Internet (NO 3D) | The Children Act - Il verdetto | Glass (V.O.) | Non ci indurre in tentazione | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità (V.O.) | Widows - Eredità criminale | Non ci resta che il crimine | Bohemian Rhapsody (V.O.) | Summer | Opera senza autore | La ragazza dei tulipani | La melodie | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità | Dove bisogna stare | La donna elettrica | Un Affare di Famiglia | Tre volti | Mountain | Lontano da qui | Alpha - Un'amicizia forte come la vita (NO 3D) | Sulla mia pelle | Troppa grazia | La Casa dei Libri | Aquaman | Il testimone invisibile | Il ritorno di Mary Poppins | Un piccolo favore | Cold war | Ben Is Back | Te lo dico Pianissimo | Maria, Regina di Scozia (V.O.) | Senza lasciare traccia | Made in Italy | Banksy Does New York | Glass | Old Man & the Gun | Mary Shelley - Un amore immortale (V.O.) | Senza lasciare traccia (2016) | Ti presento Sofia | Vice - L'uomo nell'ombra (V.O.) | Vice - L'uomo nell'ombra | Attenti al gorilla | A Private War | Benedetta Follia | Bohemian Rhapsody | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Capri-Revolution | Nelle tue mani | Mia e il Leone Bianco | City of Lies - L'ora della verità | Old Man & the Gun (V.O.) | Don't Worry | La Strega Rossella e Bastoncino | Gli uccelli | The Wife - Vivere nell'ombra | Spider-Man: Un Nuovo Universo (NO 3D) | Michelangelo - Infinito | Ralph Spacca Internet | Santiago, Italia | Sergio e Sergej - Il professore e il cosmonauta | Moschettieri del Re - La penultima missione | Euforia | Suspiria (1977) | La Casa Sul Mare | A Star Is Born | Suspiria (V.O.) | La Befana vien di notte | Tonya | Ricomincio da me | A Beautiful Day | La douleur | Aquaman (NO 3D) | Le livre d'image | Non ci resta che piangere | Cold war (V.O.) | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | First Man - Il primo uomo | L'uomo che uccise Don Chisciotte | Morto Stalin se ne fa un altro | L'apparizione | Maria, Regina di Scozia | Il gioco delle coppie | Novecento | Vista Mare | La prima pietra | Dove non ho mai abitato | Sex Cowboys | La donna elettrica (V.O.) | Roma | Il disprezzo | Amici come prima | 7 uomini a mollo | Il gioco delle coppie (V.O.) | Una notte di 12 anni | Nessuno come noi | Il Grinch (NO 3D) | Il mio Capolavoro | Ovunque proteggimi | Quasi nemici - L'importante è avere ragione | Girl | L'ordine delle cose | Benvenuti a Marwen | Gli asteroidi | Una notte di 12 anni (V.O.) | L'agenzia dei bugiardi | Suspiria | Bumblebee (NO 3D) | Robin Hood - L'origine della leggenda | Lissa ammetsajjel | Roma (V.O.) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano 2019 (25 anniversario) (it) per Schindler's List (1993), un film di Steven Spielberg con Liam Neeson, Ben Kingsley, Ralph Fiennes.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: