FilmUP.com > Opinioni > Fino all'ultimo respiro
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Fino all'ultimo respiro

Opinioni presenti: 7
Media Voto: Media Voto: 9.5 (9.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



opinioni esagerate

(6/10) Voto 6di 10

non sono pratico di film di questi anni ma neanche troppo dilettante. bel film, scene secondo me innovative per quel periodo, ma gestualità da rivedere. per esempio odio il pollice di belmondo mentre se lo passa tra le labbra. come questa ci sono altre scene che oserei dire: fuoriluogo



fabio, 32 anni, caserta.




Se non amate il mare, se non amate la montagna, se non amate la città... e se non amate questo film.... andate a quel paese!

(10/10) Voto 10di 10

Esistono dei film in cui le parole sono superflue per commentare, e Fino all'ultimo respiro è uno di questi casi... Capolavoro? Sublime? Stupendo? Semplicemente geniale capolavoro!!!! About the souffle è la prova di come una sceneggiatura seppur approssimativa ma firmata da uno dei maggiori pilastri del cinema francese nelle mani esperte di un'altro pilastro della Novelle vague diventa un vero e proprio capolavoro senza storia, stranamente ho visto questo film solamente ieri, e dalla prima scena ho subito capito che era un capolavoro. I dialoghi tra Belmondo e la bellissima e bravissima Jean Seberg improvvisati sul momento, la semplicità nella direzione degli attori, l'mmediatezza dell'ispirazione, i salti di montaggio, gli sguardi in camera con relativi ammiccamenti, il continuo accarezzarsi le sue labbra arricciate con le dita di Belmondo, il piano sequenza sugli champs elysées, tutto è protagonista, anche la bella Parigi di quegli anni, dove si poteva anche camminare liberamente per strada negli champs elysées e la Francia stessa, quella Francia pura e fresca degli anni 60, dei bei anni 60, con le sue dolci fresche campagne, e poi l'inquadratura per il manifesto di Hiroshima mon amour, un vero e proprio manuale dell'anarchia cinematografica, tutto per portare avanti un idea di cinema che fosse capace di andare oltre le regole dell'industria cinematografica e ne stradicasse le fondamenta Low badget e tante idee. Un'esplosione di prospettive e linguaggi ancor oggi intatti nella loro freschezza, il cinema che muore e rinasce da qui, un ironico addio a quel modo di fare cinema, ed alla figura del gangster come era stata rappresentata fino allora, non più duro e vincente, ma un perdente senza arte nè parte. Da questo momento in avanti la modernità sul grande schermo non potrà più fare a meno di mettere radicalmente in questione il proprio personale rapporto con la tradizione: la vita si consuma e si nutre di maschere (vere) affacciate sul passato. In questo senso è un cinema che osa tutto e non esita a inglobare in sé la polimorfia della vita, ripudiando la viltà – tecnica ed estetica – come il peggiore dei difetti possibili in cui incappare. Il battito sincopato, il beat esistenziale, sottolineato dal jazz controllato e sapiente di Martial Solal, è l'unità di misura di una scrittura filmica fatta di velocità, cosicché le parole di Michel sulle "macchine fatte per correre" poste in esergo suonano come una dichiarazione di poetica tout court. Michel è un furfantello predestinato alla fuga, nella tradizione del populismo del cinema francese d'anteguerra: un Jean Gabin senza angosce crepuscolari). Non è un film da prendere sott'occhio, non è un semplice noir- gangaster-movie che omaggia il cinema stesso (Bogart, Hiroshima mon amour...), che omaggia persino la novelle vague stessa, non è una semplice storia d'amore-non amore, è sempicemente About the souffle - Fino all'ultimo respiro.....................



Jacopo, 17 anni, Roma (RM).




il dio del Cinema

(10/10) Voto 10di 10

Jean luc godard è il cinema, parafrando una phrase dello stesso regista francese che però si riferiva a nicholas ray. lui è la poesia della macchina da presa, la rivoluzione del cinema, l'anarchico pittore di immagini, il genio, il dio. questo film è la purezza del bianco e nero, con due interpreti straordinari, un belmondo indimenticabilmente superbo (da ricordare il miglior brando), una colonna sonora da pelle d'oca, una sceneggiatura firmata truffaut - uno dei manifesti amanifestanti della nouvelle vague. chi non hai mai visto godard non ha mai visto niente, c'est tout. chi non hai mai fumato gitanes non ha mai fumato niente



Giovanna, 24 anni, Napoli.




Capolavoro degli altri

(9/10) Voto 9di 10

C'è da rimanere esterefatti di fronte ad un'opera del genere. Faccio il postino da un mese, ma non busso due volte. le scene di questo film sono indimenticabili. Belmondo che fuma certe sigarette! La giacca sdrucita del poliziotto, la faccia da deficiente del secondo poliziotto, Parigi negli anni '60. Ci sono delle apparenti incongruenze che sono in realtà il succo del fim. Morti in licenza



Michelangelo, 35 anni, Casablanac (BZ).




Ti lascia senza....respiro

(10/10) Voto 10di 10

Del film si apprezza veramente tutto. La regia di Godard è stupenda: tutto è essenziale,la narrazione asciutta. Un po' di merito è di sicuro da ascrivere anche alla sceneggiatura dell'altro grande maestro del cinema, Truffaut. Anche il commento sonoro è veramente d'eccezione fatto dal grande Martial Solal. Ti rimane veramente dentro l'entrata in scena di Patrizia, nel centro di Parigi sottolineata dal bellissimo tema di Solal eseguito dal flauto, dolce come la bella protagonista.Oppure Belmondo che "guarda" Patrizia attraverso un cannocchiale fatto con un foglio di carta arrotolato... scene che dicono come anche con cose semplici si possa trasmettere il sublime. Ecco questo è quello che descrive il film: leggero, sublime. Il film parla dell'assurdità della vita e di un bizzarro ed estremo modo di "amare" e lo fa con uno stile davvero nuovo. Pienamente d'accordo con la giuria di registi che nel 1991 hanno definito questo film uno fra i migliori trenta film della storia del cinema europeo.



Claudio, 45 anni, San Donato Milanese (MI).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 2   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Il Corriere - The Mule (V.O.) | L'esorcismo di Hannah Grace | Una notte di 12 anni | Alita: Angelo della battaglia (NO 3D) | Maria, Regina di Scozia | Ora e sempre riprendiamoci la vita | Tutto quello che vuoi | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità (V.O.) | Alita: Angelo della battaglia | Zanna Bianca (NO 3D) | Il ragazzo più felice del mondo | Non ci resta che il crimine | Il primo re | Kedi - La Città dei Gatti | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Roma | Ralph Spacca Internet | La Strega Rossella e Bastoncino | Bohemian Rhapsody | Suspiria | Se la strada potesse parlare (V.O.) | Spider-Man: Un Nuovo Universo (NO 3D) | Glass | Ricchi di fantasia | Il Corriere - The Mule | Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto (NO 3D) | Il testimone invisibile | A si biri | Il mio Capolavoro | Ben Is Back | Il mistero della casa del tempo | Ralph Spacca Internet (NO 3D) | Mia e il Leone Bianco | Santiago, Italia | Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto (V.O.) | The Gandhi Murder | Vice - L'uomo nell'ombra (V.O.) | Sami Blood | Dragon Trainer | 10 giorni senza mamma | Nelle tue mani | Un valzer tra gli scaffali | Non ci resta che vincere | Degas - Passione e Perfezione | 7 uomini a mollo | Smallfoot: Il mio amico delle nevi | Il professore cambia scuola | La Settima Musa | La bella e la bestia (NO 3D) | Ex-Otago - Siamo come Genova | Peter Rabbit | Capri-Revolution | A Star Is Born | Le meraviglie del mare (NO 3D) | Macchine mortali (NO 3D) | Tramonto | Copperman | Il ritorno di Mary Poppins | A Star Is Born (V.O.) | Ognuno ha diritto di amare - Touch Me Not | L'agenzia dei bugiardi | The Third Murder | La paranza dei bambini | Bumblebee (NO 3D) | Ti presento Sofia | Se la strada potesse parlare | Green book (V.O.) | La douleur | Cold war (V.O.) | Tonya | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | La favorita (V.O.) | Ricomincio da me | Green book | Suspiria (V.O.) | Old Man & the Gun | Il gioco delle coppie | Creed II | Roma (V.O.) | Un'Avventura | Rex - Un Cucciolo a Palazzo | L'incredibile viaggio del Fachiro | Remi | La donna elettrica (V.O.) | La vita in un attimo | Lo schiaccianoci e i quattro regni (NO 3D) | Mirai | Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto | Crucifixion - Il Male è Stato Invocato | Vice - L'uomo nell'ombra | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | Maria, Regina di Scozia (V.O.) | Ladri di biciclette | Un uomo da marciapiede | Le nostre battaglie | Moschettieri del Re - La penultima missione | I nomi del signor Sulcic | Lo scafandro e la farfalla | Compromessi sposi | Aquaman (NO 3D) | La favorita | The Happy Prince | The Children Act - Il verdetto | Cold war | Aquaman | La donna elettrica |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Boy Erased - Vite cancellate (2018), un film di Joel Edgerton con Lucas Hedges, Nicole Kidman, Russell Crowe.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: