FilmUP.com > Opinioni > La tigre e la neve
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


La tigre e la neve

Opinioni presenti: 269
Media Voto: Media Voto: 7.5 (7.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



Un amore spregiudicato nel pieno della guerra

(10/10) Voto 10di 10

Un film che forse esce un pò dalla realtà ma che commuove per il suo sentimentale senso d'amore mostrato. Un amore senza limiti che si spinge oltre le difficoltà e la durezza di una realtà dura come la guerra. Inizialmente lento e con un intreccio senza senso, con il viaggio d'amore Attilio comincia la sua avventura che distrugge ogni barriera e non si ferma, a volte con senso umoristico esagerato e forza di volontà degna di lode.



Edoardo, 25 anni, Teramo.




noioso

(5/10) Voto 5di 10

questo film non mi ha trasmesso niente,anzi ho visto un benigni forzato.Certamente meglio "La vita è bella"ma questo film lasciamolo perdere!unica nota positiva la presenza del grande Tom Waits e la sua musica



Luce, 33 anni, Abano terme(PD).




Bello ed emozionante

(10/10) Voto 10di 10

"La tigre e la neve" di Roberto Benigni é un inno alla bellezza della vita, come lo é stato "La vita é bella". Ma attenzione: la vita, secondo Benigni, é tale solo se é condita con l'iimaginazione, con il sogno, con la poesia. Ed ecco quindi la storia di un poeta: un uomo, armato solo di sogni e di bellezza che si catapulta nell'inferno di una guerra. Lo fa per amore, per inseguire il suo sogno personale: la donna di cui é innamorato. Le citazioni poetiche non si contano: da Pablo Neruda a Walt Whitman, etc. La sezione onirica all'inizio del film, é, essa stessa, una poesia: un omaggio ad un grande del nostro cinema, Federico Fellini. La poesia nella realtà della vita, quindi. Come é immensamente poetico, dolce, trasognato Roberto Benigni. Anche nei rari momenti comici: la scena del cammello e quella del campo minato. Una persona, armato solo della poesia, quindi dell'innocenza e dell'amore per la bellezza, che riesce per questo a sconfiggere la durissima realtà della vita. Credo che questo sia il vero messaggio del film: saper guardare la vita con occhi innocenti e puri. Allora, tutto sarà possibile, persino vedere una tigre nella neve (il circo, altro richiamo a Fellini). Gli interpreti sono impeccabili. Un meraviglioso Benigni, una dolcissima Braschi, un poeticissimo Jean Reno. Questo é anche un film sulla pace. Benigni non si scaglia contro la Guerra del Golfo, ma affronta le difficoltà che si possono trovare quando si vive in tempo di guerra. La pace, per lui, é libertà e, ancora una volta, poesia. Per questo motivo, credo, fa morire Fuad (Jean Reno): per dimostrare che, spesso, non si riesce mentalmente a sopravvivere a un disastro. Questo film é bellissimo. La scena finale é collegata a Charlie Chaplin in "Luci della città": Film sofisticatissimo, per palati fini. Per chi sa apprezzare il gusto del bello, che può essere un tramonto, un libro, un quadro. Insomma, per chi riesce, in questo mondo, a vivere la propria poesia personale. Che non é solo amare la bellezza, ma imparare a viverla.



Francesco, 30 anni, Lodi.




Capolavoro di poesia cinematografica

(10/10) Voto 10di 10

La favola mescolata al dramma, la gag che si alterna all'immagine simbolica: è la "cifra" che Benigni ha sperimentato in "La vita è bella", ma questo film , pur piacevole e vibrante di passione umana e civile, non uguaglia però il pathos e il coinvolgimento del precedente. La storia d'amore tra Attilio e Vittoria inizia, nella prima parte del film, in modo piuttosto artificioso, in un clima troppo ridondante di poesia per risultare poetico; ma si riscatta poi nelle sequenze dell'Irak, dove Attilio accorre per stare accanto a Vittoria gravemente ferita. La piccola storia individuale si staglia così sullo sfondo del grande dramma collettivo della guerra, imprimendosi nella mente e suscitando riflessioni forse più di quanto potrebbero fare decine di dibattiti. La grande luminosa follia d'amore si affianca con un contrasto spiazzante all'oscura follia della guerra. La follia d'amore solare, positiva, smuove il mondo,accende la speranza, opera miracoli;la follia della guerra, oscura, angosciosa, ferma la vita, spegne l'umanità , distrugge i sogni (e ne è simbolo l'intellettuale e poeta amico di Attilio con la sua scelta di morte). Tra i momenti più intensi la fuga caotica della gente terrorizzata di fronte alle bombe, lo squallore dell'ospedale dove qualcuno-il giovane medico iracheno- comunque lotta contro ogni speranza razionale, i paesaggi dove alla desolazione della miseria, delle distruzioni , di retorici monumenti inneggianti al potere,dei lampi della contraerea fa da contrappunto il mistero del cielo stellato; emoziona la scena in cui sui visi dei soldati del posto di blocco, a cui Attilio dice di essere un poeta, passa un'ombra di nostalgia, di rimpianto per una dimensione dell'anima che la guerra ha reso irrimediabilmente distante, e si compie la magia del ritrovamento di un sentimento umano. A un film come "La tigre e la neve" si perdona qualche ingenuità,qualche trovata eccessivamente costruita (tra cui appunto quella della tigre con l'"effetto-neve"), anche il finale a sorpresa con reminiscenze chapliniane (l'agnizione finale fa molto "Luci della città"). Benigni crede alla sua favola con la disarmante ingenuità dei bambini,e la sua "maschera" da monello che ci fa sorridere e ridere nasconde una appassionata sensibilità che comunque ci turba, costringendoci a misurarci con temi come l'amore,la sofferenza, la pietà ,la poesia. E non è poco.



Davide, 16 anni, Reggio Calabria.




Lento a partire

(7/10) Voto 7di 10

L'inizio è lento e noioso ma da metà film in poi migliora moltissimo, ottimo benigni nelle scene a Bagdad, da vedere!



Vincenzo, 22 anni, Torino.





Sfoglia indietro   pagina 1 di 54   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Baffo & Biscotto - Missione Spaziale | Old Man & the Gun | The Breadwinner | Tonya | Amici come prima | Non ci resta che piangere | Cold war | Morto Stalin se ne fa un altro | La donna elettrica | Lazzaro Felice | Ralph Spacca Internet (V.O.) | Il gusto dell'anguria | Mia e il Leone Bianco | Ti presento Sofia | Sogno di una notte di mezza età | Gli uccelli | Il ritorno di Mary Poppins (V.O.) | Attenti al gorilla | Spider-Man: Un Nuovo Universo (NO 3D) | Una notte di 12 anni (V.O.) | La diseducazione di Cameron Post | Benvenuti a Marwen | Suspiria (V.O.) | Ben Is Back | Lo schiaccianoci e i quattro regni (NO 3D) | Il gioco delle coppie | Il gioco delle coppie (V.O.) | L'agenzia dei bugiardi | La donna elettrica (V.O.) | Aquaman | La donna senza testa | Non ci resta che vincere | Ralph Spacca Internet | Troppa grazia | M.i.a. - La cattiva ragazza della musica | La prima pietra | Se son rose | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità | La Befana vien di notte | Bohemian Rhapsody (V.O.) | Old Man & the Gun (V.O.) | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Maria, Regina di Scozia | Vice - L'uomo nell'ombra | Nelle tue mani | Tre volti | Roma | Summer | I primitivi | Lontano da qui | Bohemian Rhapsody | Menocchio | 7 uomini a mollo | 1938 - Quando scoprimmo di non essere più italiani | Maria, Regina di Scozia (V.O.) | Suspiria (1977) | Mamma mia! Ci risiamo | Cold war (V.O.) | Suspiria | Ovunque proteggimi | Aquaman (NO 3D) | Moschettieri del Re - La penultima missione | Il ritorno di Mary Poppins | First Man - Il primo uomo | La Strega Rossella e Bastoncino | Alpha - Un'amicizia forte come la vita (NO 3D) | Glass | Le Ninfee di Monet - Un Incantesimo di Acqua e Luce | Otzi e il mistero del tempo | Dragon Trainer | Non ci resta che il crimine | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Robin Hood - L'origine della leggenda | Alla ricerca di Vivian Maier | La douleur | Spider-Man: Un Nuovo Universo | L'uomo che uccise Don Chisciotte | Zanna Bianca (NO 3D) | Ralph Spacca Internet (NO 3D) | Capri-Revolution | Santiago, Italia | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità (V.O.) | Un piccolo favore | La douleur (V.O.) | City of Lies - L'ora della verità | Il testimone invisibile | Vice - L'uomo nell'ombra (V.O.) | Mountain | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | Ricomincio da me | Bumblebee (NO 3D) | Una notte di 12 anni | Il Grinch (NO 3D) | Roma (V.O.) | Gli Incredibili 2 (NO 3D) | Un giorno all'improvviso | Glass (V.O.) | Il mistero della casa del tempo | Sex Cowboys | Dove bisogna stare | La dolce vita | Il mio Capolavoro |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per La favorita (2018), un film di Yorgos Lanthimos con Olivia Colman, Emma Stone, Rachel Weisz.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: