FilmUP.com > Opinioni > Defiance - I giorni del coraggio
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Defiance - I giorni del coraggio

Opinioni presenti: 14
Media Voto: Media Voto: 7 (7/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



...........

(8/10) Voto 8di 10

qst film dovrebbero essere fatti vedere nelle scuole,come prassi x una buona educazione..sull'unione nelle difficolta'..il film mi e' piaciuto tanto..da vedere



STEFANO, 29 anni, TARANTO (TA).




L'opinione di Riccardo

(8/10) Voto 8di 10

Il film narra le gesta dei fratelli Bielski, ebrei polacchi ma di quella zona della polonia conquistata nel '39 dall'Armata Rossa e successivamente invasa dai nazisti. I fratelli dopo l'uccisione dei genitori decisero di darsi alla macchia formando un gruppo che da poche persone arrivò ad essere formato da circa 1.200 ebrei. Il gruppo era guidato da Tuvia un ex militare che era il maggiore dei fratelli. Il film in questione narra una delle poche storie di resistenza ebrea contro i nazisti. Anche se la sceneggiatura può da molti non essere considerata perfetta bisogna considerare che ha il limite di dover raccontare una storia vera. Il film tratta in modo crudo gli oltre 2 anni passati dal gruppo nella foresta. Racconta con dovizia di particolari la spietatezza di quel periodo, la ferocia dei nazisti ed anche la ferocia dei partigiani contro i "fiancheggiatori" dei tedeschi che non venivano certamente risparmiati. La fame patita dai profughi ed il freddo immenso di quelle foreste. La sopravvivenza garantita dai Bielski a tutto il gruppo non è indolore, molto dovranno penare tutti per sfuggire alla morte tra malattie, stenti e tentativi di attacchi da parte di gruppi polacchi e tedeschi. Il campo profughi viene abbandonato ogni volta che si rischia un attacco da parte dei tedeschi ed ogni volta va ricostruito tutto. C'è da dire che i Bielski riescono a creare un gruppo che nonostante le difficoltà era in grado di provvedere alle proprie necessità e più avanti aiutarono anche i partigiani russi dal punto di vista logistico. Dei 1.200 del gruppo circa 150 erano stati addestrati come combattenti ed operavano azioni di guerriglia e sabotaggio. Il film risulta un pò debole soprattutto nel racconto nella foresta mancando di dare alcune spiegazioni importanti circa la figura della "moglie della foresta". Teniamo presente che nella realtà in qual campo alcuni raccontano che ci furono furti ed addirittura stupri e questo fa capire che unirsi in coppia era una necessità di protezione da parte delle donne. Memorabili alcune scene come quella della preghiera quando il rabbino invoca Dio di scegliere un altro popolo eletto perchè, per loro, questo destino era troppo doloroso. Molto belle le scene di guerra che fanno ben vedere la non professionalità dei combattenti all'inizio ma il loro miglioramento più avanti. La scena finale con Zus che salva Tuvia ed i suoi profughi mi sembra un pò retorica ma funzionale all'impatto emotivo del finale. Se questo film emoziona poco è perchè sia lo sceneggiatore sia il regista non hanno voluto premere sul pedale emozionale rispettando lo spettatore, sarebbe stato facile drammatizzare alcune scene. La regia è delicata e non invadente, la fotografia è molto bella ed anche le location sono giuste. Il film è altamente credibile e credo che meriti più fortuna di quanta ne abbia avuto. Il cast è ottimo ed anche D. Craig sembrava in parte anche se per questo genere di film avrei scelto, forse, un attore diverso.



Riccardo, 41 anni, Montesilvano.




Olocausto all'americana

(6/10) Voto 6di 10

Ho trovato bella la storia del film, ma banale il modo in cui è stato girato. Sono d'accordo con Federico di Milano, sembra di vedere Robin Hood. Niente di originale, peccato, per una storia che ha molto da raccontare. La scena finale con la battaglia ed il fratello che ritorana a dargli una mano ci fa capire che tipo di film abbiamo visto. voto 6.



Manuel, 26 anni, Almenno S.B. (BG).




Defiance

(6/10) Voto 6di 10

Buon film caratterizzato da una regia lineare e decisa, ma rovinato da una sceneggiatura decisamente semplicistica e a tratti caricaturale. Un film in cui i buoni sono troppo buoni ed i cattivi troppo cattivi comporta necessariamente l'assenza di credibilità. Contestabile anche la dimessa caratterizzazione della comunità ebraica che decide, sotto la guida dei Bielski, di intraprendere una vita 'rupestre' per sfuggire al nemico. I dialoghi sono carichi di retorica e certe scene forzatamente eroiche appaiono poco credibili. Tuttavia, la pellicola non è affatto noiosa, Daniel Craig mi è parso piuttosto ispirato e le scene di battaglia sono emozionanti e ben realizzate nella loro epica drammaticità. La fotografia è davvero magnifica. Nel complesso, un film piacevole che poteva essere ancora più bello se, come detto, la sceneggiatura fosse stata meno pervasa da accenti retorici.



Trixter, 35 anni, Roma.




L'orrore della guerra non deve finire di essere raccontato

(8/10) Voto 8di 10

Grande interpretazione di un bravissimo Daniel Craig ma anche degli altri attori protagonisti (e non). Il regista, oltre che con drammatiche scene di combattimento, è riuscito a trasmettere allo spettatore l'orrore della follia genocida dell'ultima grande guerra con la narrazione della vicenda umana e lo sconcerto di persone normali che si sono trovate costrette all'improvviso a fronteggiare un nemico micidiale: l'assurdità. Tutto ciò che è seccusso in quegli anni è assurdo. Questa è, a mio modesto avviso, un'altra ottima opera che aggiunge un altro tassello al quadro delle atrocità sofferte dagli ebrei in quegli anni terribili. Non saranno mai troppi i films che ci raccontano questo orrore, soprattutto quando esso è narrato da registi che hanno la capacità di farci commuovere con un abbraccio tra due fratelli ancor più che con la morte dei protagonisti.



Tiziano, 46 anni, Pescara (PE).





Sfoglia indietro   pagina 1 di 3   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Aquaman | Remi | Moschettieri del Re - La penultima missione | Ognuno ha diritto di amare - Touch Me Not | 10 giorni senza mamma | Glass | Il Corriere - The Mule (V.O.) | Ex-Otago - Siamo come Genova | Rex - Un Cucciolo a Palazzo | Se la strada potesse parlare (V.O.) | Don Chisciotte - ROH 18/19 | L'esorcismo di Hannah Grace | Santiago, Italia | Il testimone invisibile | La donna elettrica | Dragon Trainer | Hunter Killer - Caccia negli abissi | Una notte di 12 anni | The Children Act - Il verdetto | Ora e sempre riprendiamoci la vita | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Il gioco delle coppie | The Third Murder | La Strega Rossella e Bastoncino | Un Affare di Famiglia (V.O.) | Macchine mortali (NO 3D) | Maria, Regina di Scozia | Capri-Revolution | A Star Is Born (V.O.) | Roma | Nelle tue mani | Alita: Angelo della battaglia (NO 3D) | Le nostre battaglie | Spider-Man: Un Nuovo Universo (NO 3D) | Dragon Trainer 2 (NO 3D) | Alita: Angelo della battaglia | Tramonto | La vita in un attimo | Ben Is Back | Copperman | Il primo re | Cold war (V.O.) | Green book (V.O.) | Il popolo migratore | A si biri | Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto (V.O.) | Un'Avventura | 7 uomini a mollo | La favorita | Aquaman (NO 3D) | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità (V.O.) | BlacKkKlansman (V.O.) | Il professore cambia scuola | La favorita (V.O.) | Lucky | The Lego Movie 2: Una Nuova Avventura (NO 3D) | Bohemian Rhapsody | Vice - L'uomo nell'ombra (V.O.) | Il Corriere - The Mule | Mary Poppins | Stalker | Cold war | Ti presento Sofia | Zanna Bianca (NO 3D) | Compromessi sposi | Ognuno ha diritto di amare - Touch Me Not (V.O.) | 1938 - Diversi | Green book | L'incredibile viaggio del Fachiro | Old Man & the Gun | Mia e il Leone Bianco | La paranza dei bambini | Non ci resta che il crimine | Mirai | Un valzer tra gli scaffali | Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Crucifixion - Il Male è Stato Invocato | Creed II | Il mio Capolavoro | Kedi - La Città dei Gatti | Non ci resta che vincere | Vice - L'uomo nell'ombra | La douleur | Leonardo - Cinquecento | A Star Is Born | Arrivederci Saigon | Troppa grazia | Il filo nascosto | Ladri di biciclette | Se la strada potesse parlare | I Misteri di Ichnos - La Strega di Belvì | Ralph Spacca Internet (NO 3D) | Suspiria (V.O.) | Bumblebee (NO 3D) | Tonya | The Gandhi Murder | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | L'agenzia dei bugiardi | I nomi del signor Sulcic | Roma (V.O.) | Il ritorno di Mary Poppins | Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto (NO 3D) | Ricomincio da me | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per La notte è piccola per noi - Director's Cut (2018), un film di Gianfrancesco Lazotti con Michela Andreozzi, Francesca Antonelli, Cristiana Capotondi.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: