FilmUP.com > Opinioni > Il canto di Paloma
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Il canto di Paloma

Opinioni presenti: 5
Media Voto: Media Voto: 6 (6/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



SUONI ED IMMAGINI CHE FANNO RIFLETTERE

(7/10) Voto 7di 10

A mio parere è un film che si lascia guardare ma chiedendo all'osservatore un certo impegno, perché spesso risulta frammentario e si corre il rischio di perdersi nei propri pensieri perdendo l'attenzione richiesta che merita. Se non fosse per le belle riprese e la splendida fotografia dalle inquadrature interessanti specialmente i primissimi piani, il film non riuscirebbe ad esprimere appieno tutta la drammaticità che la trama racconta. Il film riesce ad far mantenere l'attenzione anche se in modo non sempre continuo grazie alla bravura degli attori, perché il film non offre molti colpi di scena ma racconta il particolare momento che sta vivendo Fausta (la protagonista principale del film) passo dopo passo fino alla sua conclusione con un metodo tipico del cosiddetto film d'autore, che molto mi fa pensare ad un documentario. Ma la sua forza è proprio quella di essere una via di mezzo tra documentario e film così da rendere immagini e suoni testimoni di una realtà da noi poco conosciuta, di un paese distante dal nostro in tutto, con tradizioni popolari, e condizioni di vita difficili mai sufficientemente messe in luce per gli occhi e la coscienza della gente. Non è un film da vedere per tutti, anzi direi per pochi.



Mirco, 45 anni, Istrana (TV).




Interessante ed istruttivo, un vero prodotto di genere

(7/10) Voto 7di 10

A prima vista, l'ho trovato più interessante che bello: ma poi, ripensandone immagini, simboli, volti (molti) della protagonista, ho ora la sensazione di essermi trovata di fronte non solo ad un pezzo di mondo poco conosciuto od esotico , ma anche ad una storia di personale emancipazione attraverso gli strumenti (qui il rito del canto e della sepoltura) della propria cultura.



Osvalda, 60 anni, Arezzo.




patate stente

(3/10) Voto 3di 10

ero curiosa di vederlo, avendone letto qualcosa di intrigante. le idee e i messaggi sono interessanti, ma il racconto è troppo frammentario, si succedono immagini, lente e incongrue, così che ci si stanca. come sempre quando si è in presenza di un nucleo valido si è delusi per una narratività stenta che lascia allo spettatore il compito faticoso di ricucirla. Interessanti i simboli della femminilità oppressa o celebrata, in una società dilaniata dalle guerre civili e le tradizioni ancestrali, i matrimoni che si succedono nella comunità antica e la femminilità abbrutita della protagonista. meno male che se la cava , la patata, alla fine e la pianta in un vasetto: rinasce , ostinata, la voglia di vivere.



Sandra, 56 anni, Ascoli piceno (AP).




Orso d'oro?

(5/10) Voto 5di 10

Le premesse di questo film sono assai buone, presentano un'interessante teoria sulla trasmissione delle emozioni tramite il latte materno, un'idea originale, che poteva dar luogo ad una pellicola complessa, innovativa, d'alto valore. Purtroppo pare che la regista abbia tentato di realizzare tutto questo, fallendo però miseramente, creando un film insensatamente lento e vuoto, incapace di lasciare il segno, dove ciò che si salva sono esclusivamente le idee di fondo ed una fotografia decisamente gradevole.



Nene, 18 anni, Pisa.




la ragazza senza anima

(7/10) Voto 7di 10

Il film inizia con la madre che sta per morire e racconta col canto alla figlia Fausta la violenza subita. Sarà questa terribile esperienza a determinare nella ragazza la sua chiusura alla vita, l’incubo del rapporto col maschio, la difesa contro la barbarie che la giovane realizza introducendo nella vagina una patata. Questo espediente realistico e rozzo è naturalmente un pericolo per la salute nonché un fenomeno che costringe Fausta ad espellere con ribrezzo i germogli del tubero. Come si vede, i fatti sono espliciti, ma nel racconto tutto è suggerito con modi discreti e molto pudore. Intanto la storia, impastata di tanti elementi, dalla superstizione alla poesia, procede per metafore e atmosfere diverse messe a confronto. Due ambienti soprattutto sono la sostanza che dà corpo al discorso. La cinepresa si sposta infatti dalla casa signorile, dove la protagonista è andata a servizio per poter fare un degno funerale alla madre, al barrio dove ritorna alla fine del lavoro e dove vive con lo zio e la famiglia. La villa padronale è ombrosa, cupamente arredata con mobili intagliati, cortine e tappeti; solo la voce del pianoforte e il canto di Fausta, sollecitato dalla padrona concertista (Susi Sánchez), rompono il silenzio all’interno. Fuori, nel giardino lussureggiante, si muove il giardiniere, che spia la selvatichezza della ragazza e vorrebbe fare amicizia, ma lei sfugge e si mostra appena, preda com’è delle sue angosce. Il ritmo di queste inquadrature è lento, alcune immagini in primo piano sono dei veri ritratti d’autore. La realtà del barrio, che sorge su una piccola altura desertica, priva di ogni vegetazione, è invece antropologicamente viva; è il luogo della gente umile che crede ai riti e li perpetua con qualche aggiornamento eccessivo e colorato. Sono indigeni che aderiscono alla vita con naturalezza, sottolineano ogni cerimonia, funebre o gioiosa, con il corpo, il loro lieve ancheggiare, il loro essere uniti. Il film si snoda perciò con una scansione diversa rispetto al luogo dove il personaggio si muove e procede fino a giungere non a un vero e proprio scioglimento ma ad una attenuazione della angosce. Fausta infatti dà inizio a una presa di coscienza dell’essere viva e del dovere affrontare l’esistenza con qualche apertura. Per intanto si libera del suo “rimedio” artigianale e riporta la salma della vecchia madre verso il mare e verso i campi del villaggio di origine. Noi la lasciamo qui con nella mente il suo sguardo liquido e ferito e l’echeggiare di quelle melodie lontane, piene di suggestione.



Olga, 63 anni, Perugia.





Sfoglia indietro   pagina 1 di 1   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Hereditary - Le radici del male | Te lo dico Pianissimo | Almost nothing - Cern: la scoperta del futuro | Arrivederci Saigon | L'uomo che uccise Don Chisciotte (V.O.) | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (V.O.) | Parigi a Piedi Nudi | Un figlio all'improvviso | Zanna Bianca (NO 3D) | Senza lasciare traccia (V.O.) | Il presidente (V.O.) | Lissa ammetsajjel | Achille Tarallo | The Square | A-X-L - Un'amicizia extraordinaria | Girl (V.O.) | L'Intrepido | Il potere dei soldi | Cosa dirà la gente | Il settimo figlio (V.O.) | Animali Fantastici e Dove Trovarli | Una Donna Fantastica | Ti presento Sofia | Il complicato mondo di Nathalie | Smallfoot: Il mio amico delle nevi (NO 3D) | Michelangelo - Amore e Morte | Cosa fai a Capodanno? | Guarda in Alto | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald | Overlord | Sogno di una notte di mezza età | Red Zone - 22 miglia di fuoco | Disobedience | A Star Is Born (V.O.) | Stato di ebbrezza | Mary Shelley - Un amore immortale (V.O.) | Sea Sorrow - Il Dolore del Mare | Un Affare di Famiglia | Tutti lo sanno | Venom (NO 3D) | Mio figlio | A Voce Alta - La Forza della Parola | Menocchio | Widows - Eredità criminale (V.O.) | Ricchi di fantasia | Conversazione su Tiresia | The Children Act - Il verdetto (V.O.) | Il mistero della casa del tempo | Sulla mia pelle | Paulina | Lo schiaccianoci e i quattro regni (NO 3D) | Opera senza autore | Don't Worry | Hell Fest | Lo schiaccianoci 3D (NO 3D) | Zen sul ghiaccio sottile | Un piccolo favore | Halloween - La notte delle streghe (V.O.) | Red Land (Rosso Istria) | Styx | Toglimi un dubbio | Ralph spaccatutto (NO 3D) | Il settimo sigillo | Chesil Beach - Il segreto di una notte (V.O.) | Ti Porto Io | La vera storia di Olli Mäki | La Casa dei Libri | Angel face | Transfert | Benvenuti a casa mia | Senza lasciare traccia | A Star Is Born | Uno di famiglia | Lo schiaccianoci e i quattro regni (V.O.) | Soldado | Il maestro di violino | Piccoli Brividi 2: I Fantasmi Di Halloween | Universitari - Molto più che amici | Giovani ribelli - Kill Your Darlings | Widows - Eredità criminale | Raffaello - Il Principe Delle Arti (NO 3D) | La ragazza dei tulipani | Il filo nascosto | Lo schiaccianoci e i quattro regni | Mini Cuccioli - Le quattro stagioni | La terra di Dio | La donna dello scrittore | Halloween - La notte delle streghe | In guerra (V.O.) | Lucky | Tonya | The Wife - Vivere nell'ombra | Tutti in piedi | Summer | Cern - La scoperta del futuro | Nureyev | Chesil Beach - Il segreto di una notte | L'apparizione | Io sono Tempesta | Io non ho paura | In guerra | Shutter Island | Millennium - Quello che non uccide | First Man - Il primo uomo (V.O.) | Baffo & Biscotto - Missione Spaziale | Notti magiche | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Resta con me | Il cammino per Santiago | La diseducazione di Cameron Post | Nessuno come noi | BlacKkKlansman | Corpo e anima | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | #Ops - L'Evento | Halloween | L'albero dei frutti selvatici | Animali Fantastici e Dove Trovarli (NO 3D) | Favola | L'incredibile viaggio del Fachiro | Senza lasciare traccia (2016) | Non è un paese per giovani | Hitler contro Picasso e gli altri | Michelangelo - Infinito | La diseducazione di Cameron Post (V.O.) | Il Drago Invisibile (NO 3D) | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | Baby Driver - Il genio della fuga | L'ape Maia - Le olimpiadi di miele | Tutti lo sanno (V.O.) | Bernini | First Man - Il primo uomo | Il Lato Positivo - Silver Linings Playbook | Sao Jorge | Storie del dormiveglia | Quasi nemici - L'importante è avere ragione | Dogman | Hunter Killer - Caccia negli abissi | Il ragazzo più felice del mondo | Museo - Folle Rapina A Città Del Messico | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | Mamma mia! Ci risiamo | Euforia | La verità, vi spiego, sull'amore | La vita possibile | The Children Act - Il verdetto | La fuitina sbagliata | Otzi e il mistero del tempo | Gli Incredibili 2 (NO 3D) |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Contro l'ordine divino (2017), un film di Petra Biondina Volpe con Marie Leuenberger, Maximilian Simonischek, Rachel Braunschweig.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: