FilmUP.com > Opinioni > Vallanzasca - Gli angeli del male
HomePage | Elenco alfabetico | Top 100 - La Classifica | Scrivi la tua Opinione


Vallanzasca - Gli angeli del male

Opinioni presenti: 43
Media Voto: Media Voto: 7.5 (7.5/10)

Scrivi la tua opinione su questo film


Altre risorse sul film:
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.

Ordina le opinioni per: Data | Voto | Età | Città

Attenzione: nei testi delle opinioni, potresti trovare parti rivelatorie del film.



milano nera

(8/10) Voto 8di 10

prima della milano da bere e Carol Alt Vallanzasca regnava su milano, un film che ricalca in qualche modo romanzo criminale, che forse tende troppo a discolpare una figura negativa come renato, ma indubbiamente un ottimo prodotto italiano, di cui si puo andare fieri. luce fredda dagli interessanti chiaro scuri, e un cast sempre all altezza a partire da un grande Stuart, non certo tra i miei attori preferiti di sempre. e cosi tra un dialetto milanese un po forzato si evidenziano forse con troppo conpiacimento la milano delle rapine, strizzando l occhio a nemico pubblico n1 con Vincent Cassel. ho sentito di gente che boccia il film perche è un angiografia di Vallanzasca, oppure perche una copia di Romanzo criminale, non nego che richiami al film citati ci siano, ma ogni regista ha il suo stile spesso ricorrente. per quanto riguarda la prima accusa, be che dire da sempre il male affascina, e cosi Vallanzasca, non possiamo negare che lo troviamo simpatico, come non possiamo negare che tante persone sono state affascinate da lui in quegli stessi anni caldi, come fino a ieri Erika e Omar ricevevano lettere dai loro fan, quindi non colpevolizziamo un film e denigriamolo per quello, signori bisogna essere obbiettivi. "bauscia"



alessandro, 30 anni, busnago (MI).




Ladro per scelta

(9/10) Voto 9di 10

Ho approfondito la conoscenza di Vallanzasca solo dopo aver visto questo film, anche per accertarmi che la figira di Renato non fosse esasperata per il grande schermo; e invece ho scoperto che il bel Renè era proprio così, cosciente di aver scelto il male e di essere un ladro, e se ce ne fosse bisogno anche un assassino. Ma mai sparando per primo o alle spalle. Da questo punto di vista si sente la coscienza a posto. E qui ci sarebbe da discutere, parecchio. Ma se si parla del film, è girato egregiamente, e recitato in maniera straordinaria da Stuart; forse è proprio la sua bravura che fa passare in secondo piano la storia della città in quegli anni, o forse è proprio una scelta di Placido di mettere in primo piano Vallanzasca, perchè è di lui che si parla. Ma non si tratta di un documentario. E non è vero che è un elogio di un assassino, è da stupidi pensarlo, rimane comunque un gran rispetto per le vittime, certo la storia è vista dal lato del criminale. E va presa così.



Graziano, 27 anni, Cassano d'Adda (MI).




Storia recente da ricordare

(7/10) Voto 7di 10

Un piccolo passo indietro di Michele Placido regista rispetto a 'Romanzo criminale', uno dei migliori film che abbia visto negli ultimi anni. Al confronto, la ricostruzione delle gesta del bandito della Comasina che insanguinarono il centro-nord Italia negli anni ‘70 appare meno solida e strutturata. Il film, dopo un breve prologo sull’infanzia del “bel Renè”, prende le mosse dal 1972 coprendo un arco temporale di 15 anni fino all’ultima evasione del 1987 e alla successiva ricattura, per una durata totale di due ore. Se la prima parte in pratica inanella una dopo l’altra una serie di imprese criminose e sanguinose, nella seconda seguiamo la vita dell’ergastolano in carcere fra trasferimenti, evasioni e violenze. Abbastanza trucido e dalla recitazione spesso concitata e sopra le righe, in parte come il precedente sopra citato, e con abbondanza di sangue versato, ma non disturba praticamente mai grazie alla regia di Placido che “sorveglia” bene il tutto. Il film, almeno per quello che ne so, mi é parso nel complesso abbastanza fedele alla cronaca, col consueto utilizzo di immagini di repertorio reali. Il protagonista, interpretato in modo soddisfacente e con una certa aderenza fisica da Kim Rossi Stuart (che ha partecipato alla sceneggiatura insieme al regista ed altri), non risulta mai antipatico nè sgradevole, nonostante l’atteggiamento perennemente spavaldo e strafottente, e anzi é più facile il contrario, e benchè a tratti si possa essere portati a pensare che Vallanzasca sia stato la classica “vittima della società”, è lui stesso a smentire quest’impressione dichiarandosi in un’intervista “ladro per scelta” (pur essendo anche assassino). Forse é proprio questo ritratto che ne fa Placido e che ispira, non si sa quanto volontariamente, una qualche simpatia (a me personalmente, perlomeno) ad aver suscitato qualche polemica da parte di qualcuno su una presunta esaltazione della figura del bandito, come ho sentito dire. 'Vallanzasca' avvince meno di 'Romanzo criminale', ma merita la visione, come tutti i film sulla nostra storia recente, se non altro per rinfrescare un po’ la memoria che non fa mai male. Le sequenze delle rapine e degli omicidi ricordano molto alla lontana, forse per associazione d’idee, i celebri polizieschi di quegli anni. Fra gli altri interpreti si segnalano Francesco Scianna, già protagonista di 'Baarìa' di Tornatore, nei panni di Francis Turatello, e Valeria Solarino in quelli della madre del figlio di Vallanzasca. Appare anche Gerardo Amato, uno dei fratelli di Placido, come padre di Renè.



Lorenzo, 41 anni, Livorno (LI).




Ben fatto

(8/10) Voto 8di 10

Molti commenti che leggo parlano di un film romanzato...cosa vi aspettavate?Il punto di vista è quello del criminale,è la sua storia,è il suo dramma...se non fosse romanzato dal punto di vista del "cattivo" l'avremmo odiato tutti dopo 5 minuti...o mi sbaglio? Rispondendo a Laura la quale afferma che i bei film devono insegnarti qualcosa...ma dai non diciamo ca**ate per cortesia! I bei film diventano tali per come vengono recitati,per il tema che trattano,per la sceneggiatura,etc...etc....ti devono lasciare il segno,non INsegnarti per forza qcosa.Non è un opinione ma un dato di fatto. p.s. Non amo gli attori italiani ma devo ammettere: grandissimo rossi stuart



Fede, 32 anni, Torino.




NON E' UN DOCUMENTARIO

(9/10) Voto 9di 10

E' molto romanzato, non ha molto a che fare con le ingiurie di Vallanzansca, che non era certo robin hood. Fa riflettere come i media (all'epoca, non con questo amarcord) lo abbiano fatto innamorare di tutte le donne solo perché aveva lo sguardo ipnotico con gli occhi cerulei e la battuta pronta. Vallanzansca era un bandito e come tale ha passato tre quarti della sua vita in galera e sicuro ci morirà. Inutile tirare fuori discorsi del tipo "ma le vittime.." "ma qui c'è solo il lato positivo" il film è ispirato a renatino, non è un documentario. E' un gran thriller con un kim rossi stuart sempre più bravo, un ritmo ed una regia eccellenti. se i media hanno idolatrato un criminale e tutte le donne se ne sono innamorate non è colpa di placido, ma di chi non ha mai acceso il cervello in questo paesello. però se mi ispira un film così ben vengano i vallanzanca di tutto il mondo.



Vincenzo, 31 anni, Tortona.





Sfoglia indietro   pagina 2 di 9   Sfoglia avanti

Scrivi la tua opinione su questo film


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.



Ricerca Opinioni
Elenco alfabetico:    0-9|A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

Cerca:     Titolo film     

I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Il Re Leone (NO 3D) | Cyrano mon amour | C'era una volta...a Hollywood (V.O.) | Il Sindaco del Rione Sanità | Manta Ray (V.O.) | Serenity - L'isola dell'inganno | Fast & Furious - Hobbs & Shaw | I migliori anni della nostra vita (V.O.) | Angry Birds 2 - Nemici amici per sempre | L'uomo che volle vivere 120 anni | Mio fratello rincorre i dinosauri | Oro verde - C'era una volta in Colombia | Il traditore | Thanks! | Burning - L'Amore Brucia | Rambo: Last Blood | Mademoiselle | Shaun, Vita da Pecora - Farmageddon Il Film | Tutta un'altra vita | Il Segreto di una Famiglia | Bentornato Presidente! | Non succede, ma se succede... (V.O.) | Apocalypse Now - Final Cut | Brave ragazze | Manta Ray | Dolor y Gloria | Yesterday | Juliet, Naked - Tutta un'altra musica | Joker (V.O.) | Il grande spirito | Il Bambino è il Maestro - Il Metodo Montessori | Vivere | Non succede, ma se succede... | Hole - L'Abisso | Dora e la città perduta | Finchè morte non ci separi | La fattoria dei nostri sogni | Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar (NO 3D) | Rosa | Martin Eden | Psicomagia - Un'arte per guarire | Il Pianeta In Mare | Il Piccolo Yeti | Tolkien (V.O.) | Sulla mia pelle | I migliori anni della nostra vita | La vita invisibile di Eurídice Gusmão | Joker | Le verità | Le verità (V.O.) | A spasso col panda | Maria, Regina di Scozia | Attacco al potere 3 - Angel Has Fallen | Ad Astra (V.O.) | Grandi bugie tra amici | Ma cosa ci dice il cervello | Van Gogh e il Giappone | Lou Von Salomé | It - Capitolo due | Io, Leonardo | C'era una volta...a Hollywood | Gemini Man (V.O.) | Apocalypse Now - Final Cut (V.O.) | La Scomparsa di mia Madre | Gemini Man (NO 3D) | Drive me Home | Antropocene - L'epoca umana | Gemini Man | Wonder | Jackie Brown | Pepe Mujica, una vita suprema | Le verità (2017) | Pokémon: Detective Pikachu (NO 3D) | Ad Astra | Weathering With You | Aquile randagie | Blinded by the Light - Travolto dalla musica (V.O.) | Tolkien | E Poi c'è Katherine | Appena un minuto | Tuttapposto | Boy Erased - Vite cancellate |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Playmobil The Movie (2019), un film di Lino DiSalvo con Anya Taylor-Joy, Daniel Radcliffe, Adam Lambert.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: