Leonardo.it


Paradise Now
Un certo tipo di cinema "politicamente impegnato", militante potremmo dire, soffre di solito di due ordini di difficoltà. Il primo concerne la fruibilità popolare, una capacità filmica di messa a disposizione delle chiavi di lettura e di comprensione dell'aspetto puramente cinematografico di un film che presenta un'impostazione sociale. Ultimamente il "Romanzo Criminale" di Placido/Di Cataldo si pone come sintesi classica ed insieme moderna di una problematica simile.
Il secondo riguarda modo più stretto la materia del cinema, non tanto nella sua semplice realizzazione tecnica, quanto nella sapiente miscela di un'etica della messa in scena e di uno script ben bilanciato e godibile.
Vicino alla composizione di quest'ultimo rebus va l'ultimo film di Hany Abu-Assad, che tenta di unire le esigenze di autorialità e d'impegno di un'opera d'impegno sociale, ad una coerenza etica ed estetica che per rendere il film cinematograficamente di ottima fattura.
Singolare e interessantissima la vicenda narrata, quella della quotidianità di due aspiranti kamikaze palestinesi nella Nablus odierna. La struttura della narrazione procede in modo coerente con l'occhio che osserva. E così il vissuto spicciolo di due ragazzi qualsiasi della striscia di Gaza (gli ottimi Kais Nashef e Ali Suleiman) viene messo in scena fino nella banalità di sequenze iniziali che dipingono quadri quasi minimalisti, eppure capaci di introdurre lo spettatore al di dentro di una vicenda in poche semplici pennellate.
Paradossalmente tutta la carica di denuncia che il film porta con se (per la quale ha ottenuto anche il patrocinio di Amnesty International) viene dipanata in una vicenda che di politica, nel senso stretto del termine, ha molto poco. "Volevo mettere in scena un thriller, ma che avesse tutte le caratteristiche di una storia, un tempo e una situazione reali" ha detto il regista. E Mike Corradi, responsabile per il medio-oriente di Amnesty, inquadra bene la dimensione del film dicendo "Noi siamo a conoscenza di un problema politico e sociale rispetto alla situazione israelo-palestinese. Ma solo il cinema, andando a scoperchiare e a scoprire un vissuto, ci può offrire un quadro reale della drammaticità di un certo tipo di condizione umana".
La bravura di Abu-Assad sta proprio nell'usare un linguaggio cinematografico denso di un'etica filmica, che veicoli un certo messaggio avendo la cura di non perdere di vista l'interesse principale in un'opera del genere, cioè quello di un amore profondo verso il cinema, posto un passo prima rispetto a tutti quelli che possono essere aspetti importanti ma non fondamentali in un film.
E così Assad ci offre qualche quadro di cinema d'alta scuola, come alcune inquadrature cariche di senso e di simmetria, o come la splendida sequenza del testamento.
Il film, molto breve, perde d'intensità negli ultimi dieci minuti, tendendo a diventare eccessivamente raccontato, retorico. Ma il finale recupera quella intensità e quella scomodità che ne ha caratterizzato tutto l'andamento. Un ottimo prodotto dunque, che verrà penalizzato dalla solita distribuzione barbara, ma a cui vale veramente la pena dare un'occhiata.

La frase: "Ci sei mai andato al cinema?" "Una volta, dieci anni fa, quando abbiamo bruciato il cinema Rivoli"

Pietro Salvatori

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.
















I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Alla ricerca di Dory | I magnifici 7 | L'uomo che vide l'infinito | Come Saltano I Pesci | Loro chi? | Independence Day: rigenerazione (NO 3D) | L'era glaciale: In rotta di collisione (NO 3D) | Ma loute | S Is for Stanley | Lo chiamavano Jeeg Robot | Soffio | Il Clan | L'estate addosso | Lolo - Giù le mani da mia madre | The Nice Guys | Mia madre fa l'attrice | Volevo solo vivere | Demolition - Amare e Vivere | Alla ricerca di Dory (NO 3D) | La Sposa Turca | Spira Mirabilis | Se permetti non parlarmi di bambini! | Il fiume ha sempre ragione | Perfetti sconosciuti | La teoria svedese dell'amore | Bridget Jones's Baby | Condotta | Una Diecimilalire | Abel - Il figlio del vento | The Beatles A Hard Day's Night | New York Academy | Café Society | Weekend | Tommaso | Troppo napoletano | Frantz | La Canzone Del Mare | I magnifici 7 (V.O.) | Man in the Dark | Sotto Assedio - White House Down | Cinema Komunisto | Al posto tuo | Lo and Behold - Internet: il futuro è oggi | La pazza gioia | Escobar | L'effetto acquatico - Un colpo di fulmine a prima svista | Ben-Hur | Prima di lunedì | Alla ricerca di Nemo (NO 3D) | Il sole dentro | Jason Bourne | La corte | Blair Witch | The Assassin | Indivisibili | Ben-Hur (NO 3D) | Assolo | Taxi Teheran | La vita possibile | Noah (NO 3D) | Angry Birds - Il Film (NO 3D) | I banchieri di Dio | Il diritto di uccidere | Questi giorni | Malala | Suicide Squad (NO 3D) | Io prima di te | Fiore | Il Drago Invisibile (NO 3D) | Torno da mia madre | X-Men: Apocalisse (NO 3D) | Alla ricerca di Dory (V.O.) | Truth - Il prezzo della verità | Elvis & Nixon | El abrazo de la serpiente | Un Padre, Una Figlia | I Cancelli del Cielo | Anime nere | Pranzo di ferragosto | I Sogni Del Lago Salato | Fuocoammare | Florida | La mossa del pinguino | The Rolling Stones. Havana Moon in Cuba | The assasination | Heart of a Dog | Mai stati uniti | Giorno di festa | La famiglia Fang | The Beatles: Eight Days a Week - The Touring Years | Trafficanti | Il Piano di Maggie - A cosa servono gli uomini |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Teaser trailer in versione italiana (it) per Pets - Vita da animali (2016), un film di Chris Renaud, Yarrow Cheney con Louis C.K., Eric Stonestreet, Kevin Hart.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: