Leonardo.it

FilmUP.com > Recensioni > Poveri ma ricchissimi
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Poveri ma ricchissimi

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Francesco Lomuscio11 dicembre 2017Voto: 6.5
 

  • Foto dal film Poveri ma ricchissimi
  • Foto dal film Poveri ma ricchissimi
  • Foto dal film Poveri ma ricchissimi
  • Foto dal film Poveri ma ricchissimi
  • Foto dal film Poveri ma ricchissimi
  • Foto dal film Poveri ma ricchissimi
Ricordate la famiglia Tucci, che, povera all’inverosimile e residente nella laziale Torresecca, vide cambiare la sua tutt’altro che rosea esistenza quando vinse inaspettatamente cento milioni di euro? Accadeva in “Poveri ma ricchi”, che, diretto nel 2016 da Fausto Brizzi ricordando in un certo senso la analoga situazione di partenza di “Tutti possono arricchire tranne i poveri” di Mauro Severino, altro non fu che il rifacimento tricolore della commedia francese “Les Tuche”, firmata cinque anni prima da Olivier Baroux e che sembra aver segnato l’inizio di una vera e propria saga.

Invitando anche a riflettere sul come un patrimonio necessiti di essere gestito intelligentemente, senza alcun dubbio è stato uno dei migliori lavori dell’autore di “Notte prima degli esami”; il quale, a un anno di distanza, riporta in scena il Danilo Tucci di Christian De Sica, ancora affiancato dal figlio Kevi interpretato da Giulio Bartolomei, dalla moglie Loredana con le fattezze di Lucia Ocone, da nonna Nicoletta alias Anna Mazzamauro, dalla figlia Tamara, impersonata da Federica Lucaferri, e dal cognato Marcello, ovvero Enrico Brignano, ora in attesa di diventare padre.
E, oltre a Valentina, consorte di quest’ultimo nuovamente incarnata da Lodovica Comello, è il padre di lei Libero – pregiudicato nei cui panni troviamo Paolo Rossi – ad aggiungersi alla scatenata combriccola che, sempre spalleggiata dal Gustavo in possesso dei connotati di Ubaldo Pantani, intuisce che l’ostentazione del lusso non è più sufficiente e, di conseguenza, che la vera svolta è rappresentata dal potere.

Quindi, con il capofamiglia pronto a mutare il proprio capello riccio e biondo in una pettinatura fin troppo simile a quella sfoggiata dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump, è la concretizzazione di una sorta di “Brexit Ciociara” in modo che il loro paesino esca dall’Italia a fornire la miccia per dare il via ad una oltre ora e mezza di visione a base di momenti esilaranti e battute mirate a far ridere lo spettatore.

Oltre un'ora e mezza di visione che non manca di regalare divertimento fin dai suoi titoli di testa, ma che, a differenza del primo capitolo, efficacemente costruito su un’evoluzione narrativa dal sapore non poco vanziniano infarcita in maniera evidente di critica agli arricchiti, sembra qui tendere ad accontentarsi di poggiare su una struttura a base di quasi esclusiva sequela di sketch.
Infatti, tra una sempre eccezionale Ocone che si riserva alcune delle migliori uscite comiche ed una gag in stile americano che costringe i difficilmente disprezzabili De Sica e Brignano ad indossare rispettivamente un costume da Babbo Natale e da elfo, risulta evidente che, pur non essendo assenti esplicite frecciatine verbali al mondo della politica italiana, l’intento della sceneggiatura – concepita a tre mani dal regista stesso insieme al fido Marco Martani e a Luca Vecchi dei The Pills – sia in maniera principale quello di fornire la giusta dose di risate volta ad intrattenere il pubblico senza annoiarlo.
Impresa, questa, in cui, comunque, riesce tranquillamente, tanto da far quasi dimenticare in più occasioni la irrilevante parentesi con un Massimo Ciavarro corteggiatore e la sottotrama relativa ad all’arrivo di quella che è, a quanto pare, una figlia di cui papà Tucci non sapeva l’esistenza.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Safari | Loveless | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Oltre i confini del male - Insidious 2 | Essere Gigione - L'incredibile storia di Luigi Ciaravola | The Greatest Showman (V.O.) | La verità negata | Kong: Skull Island (NO 3D) | L'ordine delle cose | L'Insulto | Un tirchio quasi perfetto | Non buttiamoci giù | Ella & John - The Leisure Seeker | Smetto quando voglio - Ad Honorem | Il palazzo del Viceré | Il viaggio di Fanny | My Generation | Suburbicon | 50 Primavere | Manhattan | Noi Siamo Tutto | La Convocazione | Il libro di Henry | Loving Vincent | Un sacchetto di biglie | Insidious: L'ultima chiave | Poesia senza fine | A Ciambra | Capitan Mutanda: Il film (NO 3D) | L'incredibile vita di Norman | The Greatest Showman | La ruota delle meraviglie | Gatta Cenerentola | Lasciati Andare | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | La ruota delle meraviglie (V.O.) | Happy End | Upwelling - La risalita delle acqua profonde | Bastille Day - Il colpo del secolo | L'ora più buia | Star Wars: Gli ultimi Jedi (NO 3D) | Ammore e malavita | Life, Animated | Gifted - Il dono del talento | Il senso della bellezza | Napoli velata | Morto Stalin se ne fa un altro (V.O.) | L'uomo di neve | Cuori Puri | Jumanji: Benvenuti nella Giungla | Amori che non sanno stare al mondo | Wonder (V.O.) | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | The Square | Zero in condotta | Morto Stalin se ne fa un altro | Detroit | The Midnight Man | Tre manifesti a Ebbing, Missouri (V.O.) | Star Wars: Gli ultimi Jedi | Tutti i soldi del mondo | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | L'ora più buia (V.O.) | My Generation (V.O.) | Mr. Ove | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Veleno | Anime nere | La ragazza nella nebbia | Blade Runner 2049 | Assassinio sull'Orient Express | L'Atalante | Split | Suburbicon (V.O.) | Ferdinand (NO 3D) | Due sotto il burqa | Finché c'è prosecco c'è speranza | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | La fine del mondo | Poveri ma ricchissimi | L'altra metà della storia | Benedetta Follia | Corpo e anima | Coco (NO 3D) | Alla ricerca di Van Gogh | La signora dello zoo di Varsavia | La Tenerezza | Beata ignoranza | The Big Sick - Il matrimonio si può evitare, l'amore no | L'uomo dai mille volti | Come un gatto in tangenziale | Jumanji: Benvenuti nella Giungla (NO 3D) | L'infanzia di un capo | Grand Budapest Hotel | Il vegetale | Il ragazzo invisibile - Seconda generazione | Magic in the Moonlight | Wonder |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Made in Italy (2017), un film di Luciano Ligabue con Stefano Accorsi, Kasia Smutniak, Fausto Maria Sciarappa.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: