Prince of Tears
Una favola raccontata da un bambino. Così si può definire il film "Prince of Tears" presentato in Concorso alla 66ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.
Ambientato in un periodo storico molto particolare per la Cina, il regista Yonfan tiene a sottolineare che molte possono essere le inesattezze cronologiche e gli anacronismi presenti, perché il film nasce da quelli che sono i ricordi e le sensazioni che si porta dietro dalla sua infanzia. Si definisce, infatti, non uno storico, ma un artista e come tale si sente libero di creare secondo ciò che detta la sua immaginazione.
E bisogna dire che riesce bene nel suo intento. Già a partire dalla storia, infatti, si percepisce la nota ingenua tipica di quell’età in cui si riesce a vedere il mondo colorato nonostante intorno stiano accadendo fatti tragici. Caratteristica accentuata non solo nel dirigere i piccoli interpreti e nello scrivere la sceneggiatura, ma anche nella fotografia, che quando parla di desideri di bambini assume toni pastello e movimenti allegri. Le risate dei bambini, il senso dell’amicizia e della famiglia, la voglia di gioia, riempiono lo schermo durante tutto il film, anche quando la situazione diventa drammatica.
Siamo negli anni ’50, a Taiwan, ultimo baluardo della Repubblica Popolare Cinese, dove il Generalissimo Chang Kai-Shek si era rifugiato con il governo nazionalista in attesa di tornare nella Cina continentale ormai comunista. Questo scatenò a Taiwan un odio e una paranoia anticomunista. Entrò in vigore la legge marziale, e cominciò quel periodo definito Terrore Bianco, che portò alla morte di migliaia di persone sospettate, spesso ingiustamente di spionaggio a favore del comunismo.
Questo periodo difficile per l’isola non viene però percepito dai bambini, che continuano a giocare, andare a scuola, e perfino al cinema. Gli viene insegnata l’arte, e il momento più felice della giornata è quando i loro padri tornano dalla base aerea. Questo è quello che rivive il regista attraverso gli occhi delle due bambine protagoniste, e che percepiamo anche noi.
Tutto gira intorno alle due sorelle Zhou e Li, e tutto ciò che vedono della storia che scorre davanti ai loro occhi è la grandezza degli adulti che le circondano e cui vogliono bene. Grandezza espressa sotto forma di grandi ideali come possono essere l’amore per la famiglia della madre Ping, o per la dedizione alla patria del padre Sun, o l’emancipazione femminile dell’aristocratica Signora Liu.
Persino lo zio Ding, che, secondo quanto si dice al villaggio, ha fatto arrestare il suo stesso fratello, Sun, per spionaggio, viene visto come qualcuno cui fare riferimento. Le due bambine, infatti, sono arrabbiate con lui, perché ha distrutto la loro famiglia, ma in qualche modo continuano a volergli bene e a fidarsi di lui.
Alla fine del film, quando finisce la favola e in qualche modo tutti vissero "felici e contenti", quasi a distaccarsi da quel suo onirico bisogno di tornare indietro nel tempo, il regista, crea una sorta di appendice, un epilogo in cui la realtà è quella che hanno vissuto gli adulti, quella cruda e crudele che un bambino difficilmente può capire.
La realtà dei bambini, infatti, è alterata dalle verità non dette, da quelle cose che i grandi tengono nascoste, per paura di turbare i più piccoli e a volte loro stessi, ed il regista sembra ci tenga ad evidenziarle quasi per rispetto ai personaggi che la sua memoria ha creato.
"Durante il Terrore Bianco oltre 3000 persone vennero condannate a morte e giustiziate dopo una procedura sommaria, oltre 8000 vennero imprigionate con sentenze che ammontavano complessivamente a più di 10000 anni di detenzione"

La frase: "le lacrime sono solo l’inizio della storia, poi tutto cambia".

Monica Cabras

Scrivi la tua recensione!


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale: interviste.




I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Momenti di trascurabile felicità | Tutti Pazzi a Tel Aviv | Sporchi da Morire | La promessa dell'alba | L'uomo fedele | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water | Pet Sematary | Copia originale | Quando eravamo fratelli (V.O.) | Croce e Delizia | Rapiscimi | Parlami di te | Il grande spirito | Quando eravamo fratelli | Pokémon: Detective Pikachu | Fur - Un ritratto immaginario di Diane Arbus | Asbury Park: Lotta, Redenzione, Rock 'n Roll | L'uomo fedele (V.O.) | Il colpevole - The Guilty | Il coraggio della verità | Cyrano mon amour | Dolor y Gloria (V.O.) | Dafne | Irrational Man | Se son rose | Forse è solo mal di mare | Wonder Park | Sarah & Saleem - Là dove nulla è possibile | La Regina di Casetta | Bangla | Old Man & the Gun | Il Corpo della Sposa - Flesh Out | Le invisibili (V.O.) | Diec - Il Miracolo di Illegio | Una giusta causa | Non ci resta che il crimine | Captain Marvel (NO 3D) | Dilili a Parigi | 12 | Mountain | Gloria Bell | Dolceroma | Non sono un assassino | Directions - Tutto In Una Notte A Sofia | La favorita | Attenti a quelle due (V.O.) | Green book | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Border - Creature di confine (V.O.) | Conversazioni Atomiche | La douleur | C'è tempo | The Brink - Sull'Orlo dell'Abisso (V.O.) | Ted Bundy - Fascino criminale | Un valzer tra gli scaffali | John Wick 3: Parabellum (V.O.) | John McEnroe - L'impero della perfezione | John Wick 3: Parabellum | Tre volti | Aladdin (NO 3D) | La Caduta dell'Impero Americano | Ancora un giorno | Il disprezzo | Mò Vi Mento - Lira di Achille | Wonder Park (NO 3D) | Pokémon: Detective Pikachu (NO 3D) | Porco Rosso | Che fare quando il mondo è in fiamme? (V.O.) | Domani è un altro giorno | Beautiful Things | La Llorona - Le lacrime del male | L'uomo che comprò la luna | Ma cosa ci dice il cervello | Libero | After | Panico | Torna a casa, Jimi! 10 cose da non fare quando perdi il tuo cane a Cipro | Solo cose belle | I fratelli Sisters | Il gioco delle coppie | Il Vegetariano | We the Animals | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità | Border - Creature di confine | Unfriended: Dark Web | Pokémon: Detective Pikachu (V.O.) | Il professore e il pazzo | Un Viaggio Indimenticabile | Attenti a quelle due | Le Grand Bal | Peterloo | Wajib - Invito al matrimonio (V.O.) | Avengers: Endgame (V.O.) | Non sposate le mie figlie 2 | Ti Porto Io | Tonya | La conseguenza | I fratelli Sisters (V.O.) | Unfriended | Red Joan | Dumbo (NO 3D) | Chesil Beach - Il segreto di una notte | Il Corriere - The Mule | Book Club - Tutto può succedere | After (V.O.) | Ricordi? | Le Fidèle | Stanlio e Ollio | Che fare quando il mondo è in fiamme? | A Voce Alta - La Forza della Parola | The Brink - Sull'Orlo dell'Abisso | Peppermint - L'Angelo della Vendetta | La stanza delle meraviglie | Nelle tue mani | Summer | Le invisibili | I Figli del Fiume Giallo | Tintoretto - Un Ribelle A Venezia | Avengers: Endgame | Interruption | Renzo Piano: l'architetto della luce | Lucania - Terra Sangue e Magia | Il viaggio di Yao | Red Joan (V.O.) | Si muore tutti democristiani | John McEnroe - L'impero della perfezione (V.O.) | Cafarnao - Caos e miracoli (V.O.) | Noi | I villeggianti | Le meraviglie | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | La paranza dei bambini | A spasso con Willy | Maria, Regina di Scozia | L'altro volto della speranza | Quello che veramente importa | Il campione | Stanlio e Ollio (V.O.) | La donna elettrica | Avengers: Endgame (NO 3D) | Cafarnao - Caos e miracoli | Dolor y Gloria | Bentornato Presidente! | Styx | Non ci Resta che Ridere | In questo mondo | Attacco a Mumbai - Una vera storia di coraggio |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Mowgli - Il Figlio della Giungla (2019), un film di Andy Serkis con Rohan Chand, Matthew Rhys,.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2019 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: