Leonardo.it

FilmUP.com > Recensioni > Resident Evil: The Final Chapter
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Resident Evil: The Final Chapter

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Rosanna Donato07 febbraio 2017Voto: 7.0
 

  • Foto dal film Resident Evil: The Final Chapter
  • Foto dal film Resident Evil: The Final Chapter
  • Foto dal film Resident Evil: The Final Chapter
  • Foto dal film Resident Evil: The Final Chapter
  • Foto dal film Resident Evil: The Final Chapter
  • Foto dal film Resident Evil: The Final Chapter
Spesso nel cinema abbiamo visto eroine combattere il male per il bene comunque, ma poche volte ci siamo trovati di fronte ad un vero uragano di energia e azione, pronto a sacrificare la sua vita per evitare che un virus, un cattivo o altro abbia la meglio su tutto il mondo.
Questo è quanto emerge da “Resident Evil: The Final Chapter” di Paul W.S. Anderson, interpretato da Milla Jovovich nei panni della protagonista, Ruby Rose, Ali Larter, Iain Glen, Shawn Roberts, Eoin Macken, William Levy, Rola, Joon-Gi Lee e Lee Raviv.

Il T-virus mortale della società farmaceutica Umbrella Corporation continua a devastare la Terra, trasformando la popolazione mondiale in legioni di zombie affamati di carne umana. Alice, l’unica e ultima speranza per la razza umana, si risveglia all’interno della struttura segreta della Umbrella e svolgendo indagini approfondite, scopre alcuni segreti del suo misterioso passato. Senza un rifugio sicuro, Alice continua a cercare i responsabili dell’epidemia; un inseguimento che la condurrà da Tokyo a New York, Washington D.C. e Mosca, un viaggio che culminerà con una sconcertante rivelazione che la costringerà a rimettere in discussione tutte le sue certezze. Con l’aiuto di nuovi alleati e vecchi amici, Alice dovrà combattere per sopravvivere abbastanza a lungo da sfuggire ad un mondo sull’orlo dell’oblio. Il conto alla rovescia è iniziato. Ricordiamo che “Resident Evil: The Final Chapter” è il sesto capitolo della saga iniziata con “Resident Evil” tratta dall’omonimo videogioco.

Se pensate di aver già visto tutto nei film precedenti, vi sbagliate di grosso: la pellicola di Paul W.S. Anderson mescola trash e azione sapientemente, riuscendo a mantenere il pubblico in suspance per tutta la sua durata.
Una colonna sonora in grado di tenere ancora più viva la tensione nello spettatore è quella proposta in “Resident Evil: The Final Chapter”, che nel complesso è più avvincente dei cinque capitoli precedenti. Nel sesto, infatti, ritroviamo personaggi già conosciuti per gli appassionati della saga, ma anche molte novità. Parliamo di colpi di scena eclatanti che difficilmente possono essere immaginati e risultare prevedibili. Anzi, il film si erge prevalentemente sull’effetto a sorpresa, che permette di lasciare ogni volta lo spettatore sgomento di fronte a determinate scene. Unico elemento banale, se così possiamo definirlo, è l’inserimento di una talpa (alcuni potrebbero capire già dalla seconda metà del film di chi si tratti) lungo il viaggio che rappresenta l’ultima ‘missione’ di Alice.
Come in tutti i film del genere, o comunque nella maggior parte di essi, infatti, è facile trovare determinati cliché che sembrano avere lo scopo di sottolineare il possibile disagio della protagonista, ma non ci riescono: ricordiamo che Alice in quanto persona ‘speciale’ non prova le stesse emozioni che dovrebbe sentire un essere umano. La donna, infatti, appare molto fredda, distaccata, calcolatrice, ignara di cosa sia realmente la paura.

Il merito è da attribuire in particolare a Milla Jovovich che è riuscita ad essere inespressiva, impenetrabile, senza mostrare alcun segno di cedimento e mantenendo il ruolo da dura che tutti gli amanti di Resident Evil hanno imparato ad apprezzare.
Molto d’impatto sono gli effetti speciali (ben costruiti e più godibili se visti con la modalità 3D) e la fotografia, caratterizzata da colori freddi e da un’ambientazione buia e macabra che nasconde in sé una moltitudine di pericoli.
Attenzione a non perdere la concentrazione perchè gli zombie sono sempre in agguato e pronti ad attaccare in qualsiasi momento, anche se in “Resident Evil: The Final Chapter” troviamo anche una buona dose di umorismo che ben si abbina alle scene più movimentate, dove l’azione è all’ordine del giorno.

Infine, la pellicola colpisce per la costruzione grafica - ben studiata - di determinati ambienti e situazioni e per la capacità del regista di aumentare lo stato di suspance nello spettatore attraverso l’utilizzo di riprese molto accattivanti.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
40 sono i nuovi 20 | Lion - La strada verso casa | Veleni | L'ordine delle cose | A Casa Nostra | Silence | Lego Ninjago Il Film | Nemesi | Nico, 1988 | Diario di una schiappa - Portatemi a casa! | Nove lune e mezza | Brutti e cattivi | Renegades - Commando d'assalto | LEGO Batman Il Film (NO 3D) | La Bella Addormentata nel Bosco | Nocedicocco - Il piccolo drago | Vita da giungla: alla riscossa! - Il film | Lasciati Andare | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Miss Sloane - Giochi di potere | Cattivissimo me 3 (NO 3D) | Come ti ammazzo il bodyguard | Emoji - Accendi le Emozioni | L'uomo dai mille volti | Monster Family | Una famiglia | Una Donna Fantastica | Ritorno in Borgogna | L'incredibile vita di Norman | 2 biglietti della lotteria | La mummia (NO 3D) | Madre! | Cenerentola | La Tenerezza | 120 battiti al minuto | L'altra metà della storia | Tangerines - Mandarini | It | USS Indianapolis | Ballerina | Noi Siamo Tutto | Lego Ninjago Il Film (NO 3D) | Ammore e malavita | Nemiche per la pelle | Nonno scatenato | Il palazzo del Viceré | Gatta Cenerentola | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Richard - Missione Africa | Jukai - La foresta dei suicidi | In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi | La storia dell'amore | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Baby Driver - Il genio della fuga | Safari | Tutto quello che vuoi | The Whispering Star (V.O.) | Loving | L'inganno | On air - Storia di un successo | L'uomo di neve (V.O.) | Blade Runner 2049 | L'uomo di neve | Veleno | Cars 3 (NO 3D) | Blade Runner 2049 (NO 3D) | Il libro della giungla | Il colore nascosto delle cose | L'intrusa | Cuori Puri | Kong: Skull Island (NO 3D) | Dove non ho mai abitato | La principessa e l'aquila | La vita in comune | La battaglia dei sessi | Walk with Me | Emoji - Accendi le Emozioni (NO 3D) | Blade Runner - The Final Cut | Il viaggio Di Arlo (NO 3D) | Kingsman - Il cerchio d'oro (NO 3D) | Medeas | Barry Seal - Una storia americana | Song 'e Napule | It (V.O.) | A Ciambra | Cars 3 | Blade Runner 2049 (V.O.) | Made in China Napoletano | Appuntamento al parco | Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar (NO 3D) | Chi m'ha visto | Dunkirk | Il viaggio di Fanny | Anime nere | La fratellanza | Un profilo per due | The Teacher |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per Un ferragosto all'italiana (2017), un film di Christian Canderan con Alessio Gambon, Vito Zucchi, Lucia Messina.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2016 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: