FilmUP.com > Recensioni > Sette minuti dopo la mezzanotte
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Sette minuti dopo la mezzanotte

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Sara D'Agostino11 maggio 2017Voto: 8.5
 

  • Foto dal film Sette minuti dopo la mezzanotte
  • Foto dal film Sette minuti dopo la mezzanotte
  • Foto dal film Sette minuti dopo la mezzanotte
  • Foto dal film Sette minuti dopo la mezzanotte
  • Foto dal film Sette minuti dopo la mezzanotte
  • Foto dal film Sette minuti dopo la mezzanotte
Dopo i successi di The Impossible e The Orphanage, il regista J.A. Bayona torna dietro la macchina da presa per dar vita alla trasposizione cinematografica del pluripremiato romanzo di Patrick Ness, Sette minuti dopo la mezzanotte (A monster calls).
Il romanzo, ispirato a un’idea dell’autrice Siobhan Dowd, scomparsa prematuramente, ha un fortissimo impatto emotivo così come l’omonimo film di Bayona che ha già ottenuto ben 9 premi Goya, il più importante riconoscimento cinematografico spagnolo.
Protagonista della storia è il piccolo Conor (Lewis MacDougall) che è costretto ad affrontare la terribile malattia della mamma (Felicity Jones): una situazione che lo destabilizza e lo fa soffrire. Conor però non riesce a dar voce al proprio dolore, si sente sopraffatto da una dura realtà che lo ha reso adulto prima del tempo, così si rifugia nei suoi bellissimi disegni e le sue notti sono turbate sempre dallo stesso incubo.
La solitudine del bambino è acuita dagli atti di bullismo che subisce a scuola, dall’assenza del padre (Toby Kebbel) che si è trasferito in America e ha una nuova famiglia e dal difficile rapporto con l’austera nonna (Sigourney Weaver). Sembra che nessuno riesca ad udire il soffocato grido di aiuto di un bambino che vuole disperatamente che qualcuno si occupi di lui finchè una notte, esattamente sette minuti dopo la mezzanotte, il secolare Tasso che Conor vede dalla finestra della sua cameretta prende vita e si materializza davanti ai suoi occhi in tutta la sua terrificante magnificenza.
Il mastodontico albero andrà a trovare Conor ogni sera, sette minuti dopo la mezzanotte, e, raccontando delle storie che il bambino ascolta e riesce ad immaginare, lo accompagnerà in un impervio e doloroso cammino introspettivo alla scoperta di sé e delle proprie reali emozioni.

Sette minuti dopo la mezzanotte offre a Bayona la possibilità di misurarsi con argomenti che aveva già esplorato nei suoi film precedenti: personaggi che si trovano ad affrontare situazioni particolarmente intense, momenti dalla forte carica emotiva su cui incombe la morte.
Conor, infatti, si trova a dover riconsiderare il proprio rapporto con la madre in vista della drammatica eventualità che questa possa lasciarlo. Il bambino non riesce a prendere coscienza delle sue emozioni o semplicemente non vuole affrontare i suoi veri sentimenti di fronte alla morte. La sfera dell'emotività di Conor risulta quasi bloccata, come del resto l’incubo che vive ogni notte ma che non ha mai una fine, e l'arrivo del Mostro gli consente di sbloccarsi, di sperimentare tutti i suoi sentimenti, di dar voce al proprio dolore, alle sue paure più recondite.
E' quando si materializza il mostro che Conor di fatto comincia ad esistere, il suo “io” interiore si identifica con la magica creatura e si concretizza non più solo nei suoi disegni, ma anche nelle sue azioni, nei suoi gesti e nelle parole che finalmente riesce a tirar fuori.

La pellicola è molto intensa e rispecchia fedelmente il grande pathos e le atmosfere del romanzo omonimo, cosa che sicuramente è stata resa possibile anche grazie al fatto che lo stesso Ness ne abbia scritto la sceneggiatura.
Le eccellenti interpretazioni degli autori, fra cui spiccano sicuramente quella del giovanissimo MacDougall e quella di Liam Neeson che presta la sua intensa voce al Mostro, contribuiscono a rendere memorabili le scene più significative del film.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
I Feel Pretty | Deadpool 2 | Le meraviglie del mare | Il filo nascosto | La melodie | Giù le mani dalle nostre figlie | Arrivano i prof | E' arrivato il Broncio | C'est la vie - Prendila come viene | Visages villages (V.O.) | Il Viaggio - The Journey | Manuel | Wajib - Invito al matrimonio | Il mio nome è Thomas | Il sole a mezzanotte | La Canzone Del Mare | La Casa Sul Mare | Sconnessi | L'Amore secondo Isabelle (V.O.) | Benvenuto in Germania! | Io & Annie | Made in Italy | Abracadabra | Avengers: Infinity War (NO 3D) | Hotel Gagarin | Il giovane Karl Marx (V.O.) | Il giocatore invisibile | Maria by Callas | Van Gogh - Tra Il Grano E Il Cielo | Parigi a Piedi Nudi | Parigi a Piedi Nudi (V.O.) | I Misteri del giardino di Compton House | La Forma dell'Acqua - The Shape of Water | Lezioni di piano | Ultimo tango a Parigi | Tu mi nascondi qualcosa | Famiglia allargata | La terra di Dio | Coco (NO 3D) | Assassinio sull'Orient Express | L'isola dei cani | A Ciambra | Una festa esagerata | Io & Annie (V.O.) | A piedi nudi | Visages villages | Cosa dirà la gente | Bigfoot Junior | Pipì Pupù e Rosmarina in Il Mistero delle Note Rapite | La settima onda | Kong: Skull Island (NO 3D) | L'isola dei cani (V.O.) | Io sono Tempesta | Veleno | L'Amore secondo Isabelle | Loro 1 | Ex Libris : New York Public Library | Anime nere | Tre manifesti a Ebbing, Missouri | Rabbit School - I guardiani dell’Uovo d’Oro | Loro 2 | Molly's game | Valerian e La città dei Mille Pianeti (NO 3D) | Escobar - Il fascino del male | Al massimo ribasso | Il giovane Karl Marx | Sergio e Sergej - Il professore e il cosmonauta | La Tenerezza | Si muore tutti democristiani | Nobili bugie | The Silent Man | Rampage - Furia Animale (NO 3D) | Final Portrait - L'Arte di essere Amici | Il dubbio - Un caso di coscienza | Nato a Casal di Principe | Earth - Un giorno straordinario | Lasciati Andare | Glory - Non c'è tempo per gli onesti | Agadah | Stato di ebbrezza | Ballerina | Ammore e malavita | Lady Bird | Parasitic Twin | 1945 (V.O.) | Novecento | Kedi - La Città dei Gatti | Solo: A Star Wars Story (NO 3D) | Peter Rabbit | Il GGG - Il Grande Gigante Gentile (NO 3D) | Dopo la guerra | La terra di Dio (V.O.) | Il senso della bellezza | Show Dogs - Entriamo in scena | Lovers | Animali notturni | Dogman | Mektoub My Love - Canto Uno | Sherlock Gnomes | Il Tuttofare | Insyriated | Contromano | Una Donna Fantastica | Rudy Valentino | Harry Potter e i doni della morte: Parte I | Cezanne - Ritratti di una Vita | Puoi baciare lo sposo | Interruption | Le meraviglie del mare (NO 3D) | Jimi: All Is By My Side | Nella tana dei lupi | Leo da Vinci - Missione Monna Lisa | I segreti di Wind River | Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse | I primitivi | Solo: A Star Wars Story | A Beautiful Day | L'ora più buia | Metti la nonna in freezer | 1945 | Transfert | Youtopia | Chiamami col tuo nome | Il Gruffalò & Gruffalò e la sua Piccolina | The Happy Prince | Ferdinand (NO 3D) | Ready Player One (NO 3D) | Montparnasse femminile singolare | Vergine giurata | The Square | Deadpool 2 (V.O.) | Doppio amore | Doctor Strange (NO 3D) | Tonya | Temporary Road - (Una) vita di Franco Battiato | Game Night - Indovina chi muore stasera? | They | Poesia senza fine | Il prigioniero coreano | Solo: A Star Wars Story (V.O.) | Tonno spiaggiato | Avengers: Infinity War | Bob & Marys - Criminali a domicilio |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per La terra dell'abbastanza (2018), un film di Damiano D'Innocenzo, Fabio D'Innocenzo con Andrea Carpenzano, Matteo Olivetti, Milena Mancini.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office

€ 2.653.615

Deadpool 2

€ 566.442

Dogman

€ 518.611

Loro 2



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: