FilmUP.com > Recensioni > Si muore tutti democristiani
HomePage | Prossimamente | Settimana precedente | Archivio x settimana | Archivio

Si muore tutti democristiani

La recensione del film a cura della Redazione di FilmUP.com

di Leonardo Mezzelani17 maggio 2018Voto: 6.0
 

  • Foto dal film Si muore tutti democristiani
  • Foto dal film Si muore tutti democristiani
  • Foto dal film Si muore tutti democristiani
  • Foto dal film Si muore tutti democristiani
  • Foto dal film Si muore tutti democristiani
  • Foto dal film Si muore tutti democristiani
Enrico, Fabrizio e Stefano sono i fondatori di una piccola casa indipendente di produzioni documentaristiche. Seguire la via del cinema, però, non è mai facile. Il trio - alla perpetua ricerca di soldi per girare i propri progetti - per sbancare il lunario è costretto a “svendere” il proprio talento nella ben meno artistica attività di video-making. Ma come dice il noto detto “le vie del Signore sono infinite”. Tra uno spot pubblicitario per un sindacato e un video matrimoniale, arriva la richiesta di girare in Africa un documentario dal grosso budget, commissionato da un’importante associazione onlus. Per i nostri protagonisti, oramai tutti abbondantemente sopra i trent’anni (uno di loro in procinto di diventare padre), sembra palesarsi finalmente l’occasione attesa da una vita. Davanti ai loro occhi c’è la possibilità di dare una svolta alla loro carriera, in barba a tutti quelli che li hanno sempre denigrati. Sembra tutto troppo bello per essere vero, infatti dietro quello che ha l’aspetto di un sogno a occhi aperti potrebbe nascondersi un problema morale che getterà subitaneamente i nostri tre eroi in una profonda crisi.

“Si muore tutti democristiani”, opera prima del collettivo “Il terzo segreto di Satira”, può facilmente essere riassunto così. D’altro canto il tema del precariato - più o meno - giovanile (e tutti i problemi che ne derivano), è da anni molto caro al nostro cinema. Il film si inserisce quindi in questa folta lista che vede già titoli come “The Pills - Sempre meglio che lavorare”, “Smetto quando voglio”, “Metti la nonna in Freezer”, e ce ne sarebbero molti altri. La domanda a questo punto sorge spontanea: “Si muore tutti democristiani” è capace di raccontare qualcosa di nuovo? La risposta è: più no che sì.
Il paragone con il lungometraggio di esordio dei “The Pills” è particolarmente calzante, entrambi i gruppi vengono dal video-making per il web, entrambi hanno avuto qualche esperienza in tv prima di approdare sul grande schermo. Il passaggio dal creare brevi sketch comici e/o satirici di 5-10 minuti, al gestire un film di 80-90, però, non è né immediato, né scontato.

Il Terzo Segreto di Satira mostra di essere particolarmente attento nel cogliere le problematiche più frequenti per coloro che desiderano vivere della propria arte. Non sono rari i momenti in cui, nel raccontare le numerose e assurde proposte ricevute e accettate dai tre registi (alter ego del collettivo?) per portare a casa qualche spiccio, la pellicola riesce a strappare un sorriso amaro allo spettatore.
Il focus della storia pian piano passa dal macro-tema del precariato a quello del compromesso, e il film ne giova non poco. Quando i tre protagonisti, costretti a prendere una decisione, si dividono per riflettere qualche giorno, il loro sguardo volge alle proprie spalle, verso i ricordi. Indagare il passato per capire il presente, per decidere il futuro. Siamo tutti vittime dell’idealizzazione della giovinezza, il collettivo sembra esserne pienamente cosciente e riesce a costruirci intorno un discorso interessante. Tra viaggi fisici e mentali (conditi da vere e proprie allucinazioni) i nostri tre sembrano arrivare tutti alla conclusione anticipata dal titolo: “Si muore tutti democristiani”. Forse che crescere significa mettere da parte i nobili ideali per i quali lottavamo (con quanta coscienza?) da ragazzi? La domanda è di quelle pesanti e viene sbattuta in faccia allo spettatore che, alla fine del film, non può fare a meno di domandarsi “io cosa avrei scelto?”.

Nonostante, come già scritto, non brilli di originalità, “Si muore tutti democristiani” resta una discreta commedia e un buon debutto. Visto l’indubbio talento nella messa in scena, per i futuri film del collettivo è d’obbligo aspettarsi qualcosina di più incisivo.


FilmUP
Trailer, Scheda, Recensione, Opinioni, Soundtrack, Speciale.


I FILM OGGI IN PROGRAMMAZIONE:
Voglio mangiare il tuo pancreas | La donna elettrica (V.O.) | I Villani | Shark - Il primo squalo (NO 3D) | Storie del dormiveglia | Ti presento Sofia | Gli uccelli | Il ritorno di Mary Poppins | 1938 - Diversi | Alpha - Un'amicizia forte come la vita (NO 3D) | Ride | A German Life | La signora dello zoo di Varsavia | Alla ricerca di Van Gogh | Bohemian Rhapsody - Sing along | Se son rose | Tutti lo sanno | Una notte di 12 anni | La douleur (V.O.) | Roma (V.O.) | Un piccolo favore | Non ci resta che piangere | Il gioco delle coppie | Maria, Regina di Scozia | La Strega Rossella e Bastoncino | In guerra | Wonder (V.O.) | Troppa grazia | Vice - L'uomo nell'ombra | The Children Act - Il verdetto | La promessa dell'alba (V.O.) | Attenti al gorilla | Compromessi sposi | Le livre d'image | Ralph Spacca Internet (NO 3D) | Lontano da qui | Mary Shelley - Un amore immortale | Old Man & the Gun (V.O.) | Widows - Eredità criminale | Separati ma non troppo | Senza lasciare traccia | Suburbicon | Creed II | Glass | Ralph Spacca Internet | Dove bisogna stare | Ricomincio da me | Bohemian Rhapsody (V.O.) | 7 uomini a mollo | La profezia dell'armadillo | Roma | Glass (V.O.) | Il mio Capolavoro | La diseducazione di Cameron Post | La prima pietra | L'agenzia dei bugiardi | Bumblebee (NO 3D) | Non ci indurre in tentazione | Digitalife | L'uomo per bene - Le lettere segrete di Heinrich Himmler | Suspiria | City of Lies - L'ora della verità | Mathera - L'Ascolto dei Sassi | Vice - L'uomo nell'ombra (V.O.) | 1945 | Mr. Long | Chesil Beach - Il segreto di una notte | Animali Fantastici - I Crimini di Grindelwald (NO 3D) | La favorita | La donna dello scrittore | Robin Hood - L'origine della leggenda | La donna elettrica | Disobedience | La Befana vien di notte | Via col Vento | Il Grinch (NO 3D) | Un sacchetto di biglie | The Greatest Showman | Maria, Regina di Scozia (V.O.) | First Man - Il primo uomo | Tre volti | Moschettieri del Re - La penultima missione | Colette | Colette (V.O.) | Il testimone invisibile | Bohemian Rhapsody | Il gioco delle coppie (V.O.) | Aquaman | Amici come prima | Cold war (V.O.) | Aquaman (NO 3D) | Michelangelo - Infinito | Ben Is Back | BlacKkKlansman | Euforia | La douleur | Il vizio della speranza | Capri-Revolution | Gli Incredibili 2 (NO 3D) | Old Man & the Gun | Ovunque proteggimi | Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa (NO 3D) | Il gusto dell'anguria | Gli Invisibili | La melodie | Cold war | Una storia senza nome | Opera senza autore | Wonder | Il mistero della casa del tempo | Non ci resta che vincere | Un Affare di Famiglia | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità | Conversazioni Atomiche | Spider-Man: Un Nuovo Universo (NO 3D) | The Space Between | Benvenuti a Marwen | Montparnasse femminile singolare | Il complicato mondo di Nathalie | Don't Worry | Suburra | Suspiria (V.O.) | Non ci resta che il crimine | M.i.a. - La cattiva ragazza della musica | Mia e il Leone Bianco | Suspiria (1977) | Moon | The Wife - Vivere nell'ombra | Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità (V.O.) | Royal opera House: La traviata | Il maestro di violino | Nelle tue mani | Tonya | Santiago, Italia |
In evidenza - Dal mondo del Cinema e della Televisione.

Il video del momento
Attenzione!
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link:

Installa Flash
Trailer italiano (it) per La favorita (2018), un film di Yorgos Lanthimos con Olivia Colman, Emma Stone, Rachel Weisz.

Tra i nuovi video:
Cerca CINEMA
Film:
Città:
 
Provincia:

I film al cinema nelle sale di: Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo, Bari, Genova, Firenze Bologna, Cagliari, tutte le altre città...
Oggi in TV
Canale:
Orario:
 
Genere:
Box Office



© 1999-2018 FilmUP.com S.r.l. Tutti i diritti riservati
FilmUP.com S.r.l. non è responsabile ad alcun titolo dei contenuti dei siti linkati, pubblicati o recensiti.
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari n.30 del 12/09/2001.
Le nostre Newsletter
Seguici su: